ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 3 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 21 a 30 su 68

Voto agli immigrati

  1. #21
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da obo Visualizza il messaggio
    5 anni credo siano troppi pochi. potrei accettare una cosa simile per residenti da almeno 10 anni.

    meglio ancora se cittadini.
    domanda: questo modo di pensare nasce perche nel nostro paese manca la cultura dell'integrazione o sono gli stranieri che non integrano con noi ? perchè i politici cavalcano l'emergenza sociale e non fanno programmazione sociale e dare risposte piu ordinarie ai problemi ?


  2. # ADS
     

  3. #22
    obo
    .
    32 anni
    Iscrizione: 23/9/2005
    Messaggi: 35,506
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Usher Visualizza il messaggio
    domanda: questo modo di pensare nasce perche nel nostro paese manca la cultura dell'integrazione o sono gli stranieri che non integrano con noi ? perchè i politici cavalcano l'emergenza sociale e non fanno programmazione sociale e dare risposte piu ordinarie ai problemi ?
    per il semplice fatto che magari uno straniero risiede qui per 5 anni per poi tornarsene al suo paese un po' più ricco (sia economicamente che intellettualmente). lo facciamo noi andando in america a studiare/lavorare, lo fanno loro.

  4. #23
    ph2
    Utente bannato

    Predefinito

    io sinceramente di votare in italia non ci tengo proprio

  5. #24
    Bushi yasha
    Uomo 39 anni da L'Aquila
    Iscrizione: 7/9/2006
    Messaggi: 7,068
    Piaciuto: 165 volte

    Predefinito

    Secondo me non dipende da quanti anni si sta in Italia...
    ad esempio uno potrebbe essere residente da 10 anni,ma non essersi integrato...
    al contrario,uno potrebbe essere in Italia da 2,conoscere perfettamente la lingua,gli usi/costumi nostrani,e le problematiche del luogo in cui vive,e allora si che avrebbe diritto a partecipare alla vita politica...

    specialmente se poi penso che è pieno di Italiani tarati e limitati con una cultura da reality/talk show che hanno per nascita il diritto di voto...brrrr

  6. #25
    SS-Hauptsturmführer Wittmann
    Uomo 38 anni da Reggio Emilia
    Iscrizione: 21/12/2007
    Messaggi: 5,371
    Piaciuto: 799 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da yasha Visualizza il messaggio
    Secondo me non dipende da quanti anni si sta in Italia...
    ad esempio uno potrebbe essere residente da 10 anni,ma non essersi integrato...
    al contrario,uno potrebbe essere in Italia da 2,conoscere perfettamente la lingua,gli usi/costumi nostrani,e le problematiche del luogo in cui vive,e allora si che avrebbe diritto a partecipare alla vita politica...

    specialmente se poi penso che è pieno di Italiani tarati e limitati con una cultura da reality/talk show che hanno per nascita il diritto di voto...brrrr
    Vero, c'è gente di tutti i tipo, dall'italiano alla ciccio benzina all'immigrato che anche dopo anni non spiaccica una parola di italiano e guarda al jazeera con la parabola.

    Poichè comunque è impossibile valutare i singoli casi (anche se sarebbe bello riservare il diritto di voto fissando un QI e un livello culturale minimo) è quindi necessario scegliere e fissare un criterio generale unico e valido per tutti..e per me la cittadinanza va bene.

  7. #26
    Vivo su FdT Loller156
    Uomo 30 anni da Lecco
    Iscrizione: 13/8/2007
    Messaggi: 4,943
    Piaciuto: 1612 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wittmann Visualizza il messaggio
    Vero, c'è gente di tutti i tipo, dall'italiano alla ciccio benzina all'immigrato che anche dopo anni non spiaccica una parola di italiano e guarda al jazeera con la parabola.

    Poichè comunque è impossibile valutare i singoli casi (anche se sarebbe bello riservare il diritto di voto fissando un QI e un livello culturale minimo) è quindi necessario scegliere e fissare un criterio generale unico e valido per tutti..e per me la cittadinanza va bene.

    venisse messo il QI o il livello di cultura berlusconi non sarebbe al potere..

  8. #27
    FdT-dipendente
    Uomo
    Iscrizione: 4/7/2007
    Messaggi: 1,581
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da yasha Visualizza il messaggio
    Secondo me non dipende da quanti anni si sta in Italia...
    ad esempio uno potrebbe essere residente da 10 anni,ma non essersi integrato...
    al contrario,uno potrebbe essere in Italia da 2,conoscere perfettamente la lingua,gli usi/costumi nostrani,e le problematiche del luogo in cui vive,e allora si che avrebbe diritto a partecipare alla vita politica...

    specialmente se poi penso che è pieno di Italiani tarati e limitati con una cultura da reality/talk show che hanno per nascita il diritto di voto...brrrr
    Io spero che uno straniero dopo 10 anni chew lavora qui, paga le tasse, manda i figli a scuola e si fa curare, possa aver capito che significa essere italiano...
    Lo stesso purtroppo non si può dire di certi italiani <.<
    In questo caso bisognerebbe puntare di più sull'educazione alla cittadinanza partendo dalle scuole.

  9. #28
    Vivo su FdT Loller156
    Uomo 30 anni da Lecco
    Iscrizione: 13/8/2007
    Messaggi: 4,943
    Piaciuto: 1612 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lower Visualizza il messaggio
    In questo caso bisognerebbe puntare di più sull'educazione alla cittadinanza partendo dalle scuole.
    in che modo lo faresti?

  10. #29
    Sempre più FdT
    34 anni
    Iscrizione: 25/9/2008
    Messaggi: 2,883
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wolverine Visualizza il messaggio
    La cittadinanza, tralasciando quella per nascita e concentrandosi ovviamente su quella successivamente acquisita, è il modo più tangibile per testimoniare un minimo di legame con questo Stato.
    E per come la vedo io, il voto dev'essere un diritto solo di chi questo legame ce l'ha.

    Se a te residente, ribadisco, interessa decidere delle sorti anche della città in cui vivi, devi accettare di esserne parte integrante completamente.....ergo, devi chiedere la cittadinanza.

    Non capisco perchè tutta questa smania di snellire tutte le procedure di regolarizzazione e di dare diritti a profusione anche a chi appunto non ha la regolarizzazione massima, cioè la cittadinanza stessa....
    bhè per te bisogna essere cittadini, io privilegio i criteri di domicilio e cittadinanza.

  11. #30
    FdT-dipendente
    Uomo
    Iscrizione: 4/7/2007
    Messaggi: 1,581
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HeavyMetaller Visualizza il messaggio
    in che modo lo faresti?
    Inanzitutto insegnando come minimo la costituzione nelle scuole e oin generale come funziona lo stato (organi che lo compongono, pagamento tasse...)
    Penso che con un'ora alla settimana si riesca a dare un'infarinatura minima perchè il cittdino diventi più cosciente di come funziona lo stato.
    Da questo anche cercare di far passare un minimo di rispetto per il proprio paese, che sembra in Italia manchi...

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. «La crescita degli immigrati non toglie lavoro agli italiani»
    Da HPf2280 nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 22/8/2009, 16:13
  2. Ora Fini sconfessa la sua legge: «Chiede cose assurde agli immigrati»
    Da SteekHutzee nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 17/4/2009, 13:20
  3. Lingua obbligatoria per gli immigrati
    Da Andre88. nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 41
    Ultimo messaggio: 1/11/2008, 10:20
  4. immigrati serie a e b?
    Da Usher nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 13/12/2007, 20:05
  5. Priviliegi agli immigrati
    Da Il Sovrano nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 7/12/2007, 22:24