ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 3 di 8 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 21 a 30 su 75

La beatificazione di PIO XII

  1. #21
    FdT svezzato
    Uomo 44 anni da Pavia
    Iscrizione: 21/10/2008
    Messaggi: 179
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Abel Balbo Visualizza il messaggio
    Mi dovresti evidenziare dove mi sono eretto a paladino in difesa del popolo israeliano.
    Quando ho parlato di olocausto ho detto di milioni di persone morte, in una circostanza ho parlato di deportazione di ebrei scaturita dall'atteggiamento dell'essere papa Pio XII.
    Dello stato di Israele mi riservo di esprimere gli opportuni giudizi quando sarà il caso di farlo.
    Che Pio XII abbia appoggiato il razzismo teesco nei confronti degli ebrei è comprovato.




    Di fatto Pio XII ha appoggiato Hitler nel suo atteggiamento razzista nei confronti degli ebrei. Ovviamente egli non immaginava nemmeno lontanamente quali ripercussioni avrebbe avuto il meccanismo che stava innescando. Sta di fatto che quando il processo che portò alla morte di milioni di persone diventò evidente e inarrestabile egli si pentì di quanto fatto.
    Emblematica fu la sua sortita da S.Pietro dopo il bombardamento di S.Lorenzo . Furono colpiti i romani e non gli ebrei in quel caso, ma il suo fu un gesto di disapprovazione nei confronti del reich in senso più ampio.
    Resta il fatto che Pio XII ha sulla coscienza l'olocausto. Era l'unico che avrebbe potuto evitarlo.

    S'è comportato un po' come l'accoppiata Ruini-Wojtyla quando "festeggiò" il manifestarsi del virus dell'Aids, definendolo un castigo di dio nei confronti degli omosessuali. Nella loro stoltezza probabilmente non immaginavano quale bestemmia stavano pronunciando e il disastro di che dimensioni avrebbe comportato.

    la Chiesa è libera santificare chi vuole, io (o chiunque altri) dal canto mio sono libero di esprimere il mio giudizio in merito a ciò e di definire nazista chi secondo me si merita tale appellativo.

    Entrare nel merito di ogni singola questione sarebbe troppo lungo. Mi limito ad alcune considerazioni generali.
    Da quanto scrivi, sembra che IL responsabile dell'Olocausto sia Pio XII (Hitler, i gerachi nazisti? solo burattini al soldo del Vaticano ovviamente!)
    Dici che Pio XII sarebbe stato l'unico a poter fermare quell'immane tragedia: come? Non pensi che se avesse fatto una più forte e netta condanna di Hitler forse ci sarebbero stati ANCORA PIU' morti? (Hitler avrebbe preso ciò a pretesto per radere al suolo chiese, conventi, etc.).
    Troppo semplicistico ragionare da uomo del XXI secolo. Prova a valutare i fatti considerando quel preciso contesto storico.

    Pretendi che la Chiesa di allora avesse l'obbligo di intervenire. Benissimo. Perchè allora quando si pronuncia in merito a questioni che riguardano la società di oggi dovrebbe stare zitta? (come appunto nel caso aids che tu citi). Fra l'altro, dire che Ruini-Wojtyla "festeggiarono" è l'ennesima falsità e offesa che denota solo dell'astio (non so perchè) nei confronti della Chiesa. Essa ha il diritto di difendere i valori che ritiene più giusti per l'umanità (come la castità): sarebbe come dire che siccome ormai molti rubano, rubare non deve più essere un peccato! (ne converrai che è assurdo). La politica del preservativo come panacea di questo male è moralmente sbagliata e non educa l'uomo ad avere rispetto verso la sessualità (mentro oggi si dice: continuate ad avere rapporti sessuali, tanto c'è il profilattico...).


  2. # ADS
     

  3. #22
    FdT svezzato
    Uomo 44 anni da Pavia
    Iscrizione: 21/10/2008
    Messaggi: 179
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BlackHole Visualizza il messaggio
    Il cristianesimo è un'ideologia (Si fonda su un idea e un insegnamento come il comunismo) e sto parlando di un dato di fatto siccome siamo un paese in cui la religione ti viene imposta gia dalla nascita (i discorsi sul non essere credente sono ridicoli e ipocriti quanto il cattolicesimo vero e proprio). Inoltre i concetti assoluti non esistono, infatti la libertà è un concetto relativo (come tutto d'altronde), quindi non mi pongo come difensore della libertà in senso assoluto. I cristiani sono i martiri? In India stanno facendo cose che gli stessi cristiani nel passato hanno esposto bene (a partire dall'inquisizione). I martiri non esistono, casomai ci sono persone che vanno la per aiutare e vengono uccise (le chiamo innocenti morti per colpa dei fanatismi, non martiri). Il tuo lo chiamo fanatismo intellettuale e politico (L'Italia è satura di questo tipo di fanatismo): gia il fatto di nominare il termine Chiesa a quelli che la pensano come te appare offensivo e blasfemo XD. Se la società moderna fosse laicista, relativista e razionale vivremmo nell'età dell'oro dell'umanità.
    Caro BlackHole, se parli di questi argomenti è bene prima informarsi.
    Il Cristianesimo un'ideologia???? Ma cosa stai dicendo? è un fatto storico, realmente accaduto, che coincide con la venuta di Gesù di Nazareth su questa terra (da cui poi è nata la Chiesa). NON si basa affatto su di un'idea (come invece comunismo/Marx, etc.).
    Religione imposta?? I genitori scelgono in libertà come educare i propri figli: nel caso, dovresti lamentarti con loro!
    Mi dici che tutto è relativo: dunque se io decidessi di uccidere, così tanto per divertirmi, il mio vicino di casa ho la libertà di farlo? (visto che tutto è relativo ciò che è bene per me è male per te...). Guarda che è così che il mondo sta andando a rotoli! Anche tu sei un "fanatista": però del nulla.
    Medita e rifletti. God bless you.

  4. #23
    BlackHole
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ProdigalSon Visualizza il messaggio
    Caro BlackHole, se parli di questi argomenti è bene prima informarsi.
    Il Cristianesimo un'ideologia???? Ma cosa stai dicendo? è un fatto storico, realmente accaduto, che coincide con la venuta di Gesù di Nazareth su questa terra (da cui poi è nata la Chiesa). NON si basa affatto su di un'idea (come invece comunismo/Marx, etc.).
    Religione imposta?? I genitori scelgono in libertà come educare i propri figli: nel caso, dovresti lamentarti con loro!
    Mi dici che tutto è relativo: dunque se io decidessi di uccidere, così tanto per divertirmi, il mio vicino di casa ho la libertà di farlo? (visto che tutto è relativo ciò che è bene per me è male per te...). Guarda che è così che il mondo sta andando a rotoli! Anche tu sei un "fanatista": però del nulla.
    Medita e rifletti. God bless you.
    Il Cristianesimo si fonda sul Vangelo ed è classificato ovunque come una religione e quindi un'ideologia. Forse dovresti informarti tu dall'alto della tua saccenza. La religione è imposta e il fatto che un bambino venga iniziato col battesimo ne è la prova. Mi lamento con la società che accetta questo prima che con i miei genitori. Che tutto sia relativo è un dato di fatto, lo dice la natura, lo dimostra l'universo intero. Però comunque anche se siamo uno diverso dall'altro ci possiamo ridurre in minimi termini e ciò che è stato scritto nelle varie costituzioni (tra cui quella italiana) è un'insieme di regole etiche condivise da tutti (tra le quali la condanna dell'omicidio e altro). Ma questo non vuol dire che siamo tutti uguali, ma che riducendoci ai piu minimi termini abbiamo trovato idee comuni, pur nella nostra quasi totale diversità. Per questo c'è la legge. Ti invito a riflettere e meditare, perchè se l'avessi fatto non avresti risposto cosi banalmente.
    Il mondo va a rotoli per l'ottusità della gente nel dare importanza a cose che non le hanno (denaro, potere, credenze effimere, miti assurdi...); non per l'accettazione della diversità e della relatività, la quale è reale ed è "universale". Io sono tutt'altro che fanatico: mi concedo il diritto del dubbio sull'esistenza o meno di un'entità-intelligenza superiore. Non esiste il fanatismo del nulla, è un termine scorrettissimo perchè il "fanatico" è colui che è invasato-ispirato da una divinità.
    Ultima modifica di BlackHole; 21/10/2008 alle 17:55

  5. #24
    Overdose da FdT
    Uomo 32 anni da Bergamo
    Iscrizione: 22/11/2005
    Messaggi: 5,062
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    La domanda di base è: è possibile che degli uomini abbiano la capacità divina di beatificare e santificare?

  6. #25
    FdT svezzato
    Uomo 44 anni da Pavia
    Iscrizione: 21/10/2008
    Messaggi: 179
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BlackHole Visualizza il messaggio
    Il Cristianesimo si fonda sul Vangelo ed è classificato ovunque come una religione e quindi un'ideologia. Forse dovresti informarti tu dall'alto della tua saccenza. La religione è imposta e il fatto che un bambino venga iniziato col battesimo ne è la prova. Mi lamento con la società che accetta questo prima che con i miei genitori. Che tutto sia relativo è un dato di fatto, lo dice la natura, lo dimostra l'universo intero. Però comunque anche se siamo uno diverso dall'altro ci possiamo ridurre in minimi termini e ciò che è stato scritto nelle varie costituzioni (tra cui quella italiana) è un'insieme di regole etiche condivise da tutti (tra le quali la condanna dell'omicidio e altro). Ma questo non vuol dire che siamo tutti uguali, ma che riducendoci ai piu minimi termini abbiamo trovato idee comuni, pur nella nostra quasi totale diversità. Per questo c'è la legge. Ti invito a riflettere e meditare, perchè se l'avessi fatto non avresti risposto cosi banalmente.
    Il mondo va a rotoli per l'ottusità della gente nel dare importanza a cose che non le hanno (denaro, potere, credenze effimere, miti assurdi...); non per l'accettazione della diversità e della relatività, la quale è reale ed è "universale". Io sono tutt'altro che fanatico: mi concedo il diritto del dubbio sull'esistenza o meno di un'entità-intelligenza superiore. Non esiste il fanatismo del nulla, è un termine scorrettissimo perchè il "fanatico" è colui che è invasato-ispirato da una divinità.
    Caro BlackHole, al contrario di quello che fai tu, io mi informo e studio gli argomenti che mi interessano. Il tuo sillogismo è del tutto errato: il Cristianesimo è una religione, dunque è una ideologia (?). Ti ripeto: le ideologie si basano su un sistema di IDEE (dunque pensieri ASTRATTI). Gesù Cristo (su cui si fonda la religione cristiana) è un figura storica realmente esistita, un FATTO non un’idea. Ti è chiaro ora il concetto?
    Ti ripeto bis: la religione NON è imposta. I genitori NON sono costretti a battezzare i propri figli né sono obbligati ad educarli secondo i principi della religione (qualunque essa sia).
    Tutto è relativo perché “lo dice la natura”: dove? come? (peccato che, invece, proprio la natura sia governata da verità assolute e inconfutabili: il sole sorge e tramonta, alla nascita succede sempre la morte, etc.)
    Ti contraddici: perché vi sono “regole etiche condivise da tutti”? Proprio perché in OGNI uomo vi sono Valori costitutivi che nessuno può negare! (come, infatti, la condanna dell’omicidio).

    Sono invece d’accordo con te quando dici che il mondo va a rotoli “per l'ottusità della gente nel dare importanza a cose che non le hanno (denaro, potere, credenze effimere, miti assurdi...)”. Ma ti sei chiesto come mai la gente fa così? Perché non avendo nulla in cui credere si attaccano a qualunque cosa pur di dare una parvenza di senso alle loro vite. Solo che niente, su questa terra, può dare la piena felicità. Il termine “fanatico del nulla” è, ovviamente, una provocazione: perché altrimenti battersi con vigore per difendere il dubbio e il relativismo?
    Scusandomi per la mia banale risposta, rinnovo il mio invito a riflettere e meditare.
    God bless you.

  7. #26
    FdT svezzato
    Uomo 44 anni da Pavia
    Iscrizione: 21/10/2008
    Messaggi: 179
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Silent Enigma Visualizza il messaggio
    La domanda di base è: è possibile che degli uomini abbiano la capacità divina di beatificare e santificare?
    La Chiesa è il corpo mistico di Cristo (per chi ci crede). Dunque ha la facoltà di "santificare".

  8. #27
    Overdose da FdT
    Uomo 32 anni da Bergamo
    Iscrizione: 22/11/2005
    Messaggi: 5,062
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ProdigalSon Visualizza il messaggio
    La Chiesa è il corpo mistico di Cristo (per chi ci crede). Dunque ha la facoltà di "santificare".
    Sulla bibbia c'è scritto qualcosa di tutto questo?

  9. #28
    FdT svezzato
    Uomo 44 anni da Pavia
    Iscrizione: 21/10/2008
    Messaggi: 179
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Silent Enigma Visualizza il messaggio
    Sulla bibbia c'è scritto qualcosa di tutto questo?
    Nei Vangeli, Cristo lascia a Pietro e agli apostoli l'eredità del Suo messaggio ("Tutto ciò che legherete sulla terra sarà legato nei cieli"). La Chiesa è quindi la portatrice oggi del messaggio di Cristo (e, attraverso di Lei, opera lo Spirito Santo). Se permetti, non è poco.

  10. #29
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,140
    Piaciuto: 1393 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ProdigalSon Visualizza il messaggio
    Entrare nel merito di ogni singola questione sarebbe troppo lungo. Mi limito ad alcune considerazioni generali.
    Da quanto scrivi, sembra che IL responsabile dell'Olocausto sia Pio XII (Hitler, i gerachi nazisti? solo burattini al soldo del Vaticano ovviamente!)
    Dici che Pio XII sarebbe stato l'unico a poter fermare quell'immane tragedia: come? Non pensi che se avesse fatto una più forte e netta condanna di Hitler forse ci sarebbero stati ANCORA PIU' morti? (Hitler avrebbe preso ciò a pretesto per radere al suolo chiese, conventi, etc.).
    Troppo semplicistico ragionare da uomo del XXI secolo. Prova a valutare i fatti considerando quel preciso contesto storico.

    Pretendi che la Chiesa di allora avesse l'obbligo di intervenire. Benissimo. Perchè allora quando si pronuncia in merito a questioni che riguardano la società di oggi dovrebbe stare zitta? (come appunto nel caso aids che tu citi). Fra l'altro, dire che Ruini-Wojtyla "festeggiarono" è l'ennesima falsità e offesa che denota solo dell'astio (non so perchè) nei confronti della Chiesa. Essa ha il diritto di difendere i valori che ritiene più giusti per l'umanità (come la castità): sarebbe come dire che siccome ormai molti rubano, rubare non deve più essere un peccato! (ne converrai che è assurdo). La politica del preservativo come panacea di questo male è moralmente sbagliata e non educa l'uomo ad avere rispetto verso la sessualità (mentro oggi si dice: continuate ad avere rapporti sessuali, tanto c'è il profilattico...).
    Ti fa comodo travisare quel che affermo, evidentemente non trovando niente di meglio da replicare volendolo fare a tutti i costi.
    Se prima mi hai nominato paladino di Israele adesso Hitler diventa per me un burattino al soldo del Vaticano... mi piacerebbe che le tue risposte si basassero su ciò che ho effettivamente scritto.
    Dire che Pio XII era l'unico che avrebbe potuto far qualcosa per fermare l'olocausto non significa assolvere Hitler dalle proprie gravi responsabilità, nemmeno che Pio XII sia stato l'artefice dell'olocausto.
    Le responsabilità delle nostre azioni sono tali e pesano in funzione del ruolo che ricopriamo; se un coetaneo inducesse un bambino a tirare sassate contro i vetri di una casa, sarebbe la sua una responsabilità ben meno grave se a indurre il bambino in tale sconveniente comportamento fosse suo padre. Ebbene Pio XII nascose una lettera preparata dal suo predecessore, che aveva fiutato il brutto scenario mondiale che si andava prefigurando, contro l'antisemitismo e il razzismo. Egli non reagì in alcun modo quando la notizia delle stragi degli ebrei raggiunsero le stanze del Vaticano, addirittura non si oppose quando iniziarono le deportazioni degli ebrei da Roma verso Auschwitz. Dicevo del ruolo: il silenzio del calzolaio che all'epoca aveva la bottega al tiburtino, il quale si fece pure la tessera fascista per non aver noie, è imparagonabile come responsabilità al silenzio del Papa.
    Qui si sta discutendo della sua beatificazione, non della sua condanna.
    Ho aperto questo post non per condannare Pio XII, bensì per condannare Benedetto XVI per non prendere una posizione chiara contro la sua beatificazione.
    Quando mi ribatti che la Chiesa può santificare chi le pare, sei tu davvero offensivo nei suoi confronti, non io che con la mia apostrofe, per quanto a essa estraneo, tento di darle quella dignità che si illude di avere.

  11. #30
    Nuvolablu
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 14/7/2007
    Messaggi: 27,505
    Piaciuto: 2274 volte

    Predefinito

    In effetti questa beatificazione non c'entra un granchè....

Pagina 3 di 8 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione