ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 19 di 32 PrimaPrima ... 915161718192021222329 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 181 a 190 su 312
Like Tree1Mi piace

Sanremo 2011

  1. #181
    Moderatore 2.0 Canalfeder
    Uomo 24 anni da Barletta-Andria-Trani
    Iscrizione: 27/2/2008
    Messaggi: 12,195
    Piaciuto: 2822 volte

    Predefinito

    - Patetica l'intervista a De Niro e alla Bellucci. Quindici minuti di domande banali,trite e ritrite.
    - Patetico Morandi come intervistatore: con i biglietti in mano, domande precise senza un'iniziativa.
    - Patetiche le scarpe luccicanti di Morandi.
    - Patetica la Canalis.
    - Patetica e terribile Loredana Errore.



    Ecco un riassunto della puntata di ieri
    Per le interviste concordo pienamente con Rocknrolf. Peccato per l'uscita di Max Pezzali, la canzone non è affatto male. Stasera sapremo chi sarà il vincitore, nel frattempo a causa di un errore imbarazzante della Rai, sappiamo che il primo in classifica in queste serate, è stato Vecchioni. Ne sono felice .

    Mamma mia com'è invecchiato Robert de Niro
    "Posso misurare il moto dei corpi, ma non l'umana follia" [Isaac Newton]
    Watchlist IMDb

  2. # ADS
     

  3. #182
    Quaresma STYLE -Miele-
    Donna 28 anni da Massa-Carrara
    Iscrizione: 29/8/2010
    Messaggi: 3,823
    Piaciuto: 262 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Annie Lennox Visualizza il messaggio
    Ho visto per curiosità Benigni su you tube.
    Scusatemi ma io l'ho trovato penoso.
    Io ho girato perchè mi sta sulle scatole,ho fatto prima.

    Take That

  4. #183
    Overdose da FdT Jean Grey
    Donna 28 anni da Modena
    Iscrizione: 12/4/2008
    Messaggi: 8,445
    Piaciuto: 3494 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Rosemary Visualizza il messaggio
    Non volevo rispondere perché è giusto che ognuno abbia una propria opinione e una propria idea delle cose, però quando leggo discorsi del genere m'infastidisco a livelli inverosimili; prima di lanciare parole grosse dovremmo perlomeno cercare di capire bene cos'abbiamo sentito, se necessario risentirlo ancora una volta così da aver chiaro cos'abbiamo di fronte e cosa stiamo 'controbattendo'.
    "Erano persone mirabili: Cavour, Mazzini e Garibaldi: tutti e tre entrati in politica e usciti dalla politica più poveri di quando erano entrati ma hanno arricchito gli italiani, enormemente, una cosa memorabile."
    Già all'inizio del suo tempo a disposizione Benigni comincia a elogiarli, a citarli, a parlarne senza mai fermarsi. Per quanto riguarda la frase "Niente di più sbagliato" è una cosa da non azzaddarsi a pronunciare neanche, in teoria, visto che Carlo Pisacane è morto per la patria senza ombra di dubbio, è morto quasi sventolando il tricolore. E di certo uomini che hanno dato la vita per l'Italia ce ne sono stati -non saranno tanti ma non mi sembra Roberto ne abbia citato un numero preciso, quindi non ha un senso dire "sono pochi"- e non sono da dimenticare né tanto meno da attribuire al solo periodo dell'Unità d'Italia comunemente definito a livello scolastico visto che dal 1861 i problemi continuavano a persistere, anzi, e mi sembra lui stesso lo abbia fatto capire citando personaggi che continuano ad operare anche dopo quel fatidico '61 visto che l'Unità d'Italia è un processo che ha richiesto (richiede?) tempo, non è un paragrafo del libro che si conclude in un momento preciso. Terzo punto, lui dice: "Il Risorgimento è stato fatto dagli Italiani." e che "Il Risorgimento non è stato fatto dalle classi colte, ma dal popolo." Hai dubbi per caso? Mameli, Garibaldi e Mazzini?
    Chi sono, loro? Non erano ragazzi giovani e privi di quattrini?
    Non erano idealisti determinati nel raggiungere i loro obiettivi piuttosto che arricchirsi?
    Guarda che sei tu che hai travisato ciò che ho scritto. Io non ho mai detto che nessuno è morto per la patria, per l'unità d'italia. E mai mi azzarderò a dire una cosa del genere. Non ho mai detto che quelli non erano grandi uomini. Anzi! Io li ho sempre adorati e studiarli a scuola mi è costato zero fatica.
    Però non sono d'accordo che il Risorgimento è stato fatto dal popolo. Almeno non completamente. Senza Cavour (dirigente della classe politica) e senza il Piemonte non ci sarebbe stata alcuna Unità d'Italia. Non metto in dubbio che Mazzini, Garibaldi, e i giovani che li seguivano fossere gente "del popolo", ma sai quanti altri italiani non parteciparono attivamente all'unità d'italia?!? Sai quanti la ostacolarono?!? Non è stata una rivoluzione in cui dal basso il popolo si è unito e ha sovvertito l'ordine vigente.
    La frase di Benigni "Il Risorgimento è stato fatto dagli Italiani." è in contraddizione con la frase di D'azeglio (che partecipò attivamente al Risorgimento) "L'italia è fatta. Ora dobbiamo fare gli italiani". Cerca di riflettere su questa frase...

  5. #184
    Assuefatto da FdT
    30 anni
    Iscrizione: 8/9/2010
    Messaggi: 763
    Piaciuto: 18 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Rosemary Visualizza il messaggio
    Non volevo rispondere perché è giusto che ognuno abbia una propria opinione e una propria idea delle cose, però quando leggo discorsi del genere m'infastidisco a livelli inverosimili; prima di lanciare parole grosse dovremmo perlomeno cercare di capire bene cos'abbiamo sentito, se necessario risentirlo ancora una volta così da aver chiaro cos'abbiamo di fronte e cosa stiamo 'controbattendo'.
    "Erano persone mirabili: Cavour, Mazzini e Garibaldi: tutti e tre entrati in politica e usciti dalla politica più poveri di quando erano entrati ma hanno arricchito gli italiani, enormemente, una cosa memorabile."
    Già all'inizio del suo tempo a disposizione Benigni comincia a elogiarli, a citarli, a parlarne senza mai fermarsi. Per quanto riguarda la frase "Niente di più sbagliato" è una cosa da non azzaddarsi a pronunciare neanche, in teoria, visto che Carlo Pisacane è morto per la patria senza ombra di dubbio, è morto quasi sventolando il tricolore. E di certo uomini che hanno dato la vita per l'Italia ce ne sono stati -non saranno tanti ma non mi sembra Roberto ne abbia citato un numero preciso, quindi non ha un senso dire "sono pochi"- e non sono da dimenticare né tanto meno da attribuire al solo periodo dell'Unità d'Italia comunemente definito a livello scolastico visto che dal 1861 i problemi continuavano a persistere, anzi, e mi sembra lui stesso lo abbia fatto capire citando personaggi che continuano ad operare anche dopo quel fatidico '61 visto che l'Unità d'Italia è un processo che ha richiesto (richiede?) tempo, non è un paragrafo del libro che si conclude in un momento preciso. Terzo punto, lui dice: "Il Risorgimento è stato fatto dagli Italiani." e che "Il Risorgimento non è stato fatto dalle classi colte, ma dal popolo." Hai dubbi per caso? Mameli, Garibaldi e Mazzini?
    Chi sono, loro? Non erano ragazzi giovani e privi di quattrini?
    Non erano idealisti determinati nel raggiungere i loro obiettivi piuttosto che arricchirsi?
    Hai ragione anche te, quando dici che non sono stati solo i ricchi ma anche i giovani idealisti del popolo. Ha ragione però Julie su tante altre cose! Popolani o dirigenti poco importa, il concetto è che l'Italia è stata imposta a moltissimi e che soprattutto a sud non c'era comprensione reale di ciò che stava accadendo. In molti neppure sapevano dell'italia appena formata, non sapevano di essere Italiani. L'Italia è nata come una cosa di nicchia, da intellettuali, politici ed idealisti, al povero contadino non interessava molto dell'Italia unita!

    @Julie* Secondo me Benigni non ha fatto alcun errore, piuttosto la sua è stata una interpretazione voluta. Nel giorno dell'unità d'italia ha spinto sul sentimento popolare, sull'orgoglio italiano, evitando questi nei della storia che penso che conosca bene!

  6. #185
    Overdose da FdT Jean Grey
    Donna 28 anni da Modena
    Iscrizione: 12/4/2008
    Messaggi: 8,445
    Piaciuto: 3494 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fr@nk Visualizza il messaggio
    Hai ragione anche te, quando dici che non sono stati solo i ricchi ma anche i giovani idealisti del popolo. Ha ragione però Julie su tante altre cose! Popolani o dirigenti poco importa, il concetto è che l'Italia è stata imposta a moltissimi e che soprattutto a sud non c'era comprensione reale di ciò che stava accadendo. In molti neppure sapevano dell'italia appena formata, non sapevano di essere Italiani. L'Italia è nata come una cosa di nicchia, da intellettuali, politici ed idealisti, al povero contadino non interessava molto dell'Italia unita!

    @Julie* Secondo me Benigni non ha fatto alcun errore, piuttosto la sua è stata una interpretazione voluta. Nel giorno dell'unità d'italia ha spinto sul sentimento popolare, sull'orgoglio italiano, evitando questi nei della storia che penso che conosca bene!
    Sicuramente l'avrà fatto apposta, ma io non ho condiviso questa scelta. Voglio dire...lo scopo sarà anche nobile, ma io non me la sentirei di travisare così la storia...

  7. #186
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,597
    Piaciuto: 2977 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Julie* Visualizza il messaggio
    Guarda che sei tu che hai travisato ciò che ho scritto. Io non ho mai detto che nessuno è morto per la patria, per l'unità d'italia. E mai mi azzarderò a dire una cosa del genere. Non ho mai detto che quelli non erano grandi uomini. Anzi! Io li ho sempre adorati e studiarli a scuola mi è costato zero fatica.
    Però non sono d'accordo che il Risorgimento è stato fatto dal popolo. Almeno non completamente. Senza Cavour (dirigente della classe politica) e senza il Piemonte non ci sarebbe stata alcuna Unità d'Italia. Non metto in dubbio che Mazzini, Garibaldi, e i giovani che li seguivano fossere gente "del popolo", ma sai quanti altri italiani non parteciparono attivamente all'unità d'italia?!? Sai quanti la ostacolarono?!? Non è stata una rivoluzione in cui dal basso il popolo si è unito e ha sovvertito l'ordine vigente.
    La frase di Benigni "Il Risorgimento è stato fatto dagli Italiani." è in contraddizione con la frase di D'azeglio (che partecipò attivamente al Risorgimento) "L'italia è fatta. Ora dobbiamo fare gli italiani". Cerca di riflettere su questa frase...
    Infatti non ho detto assolutamente -e quindi concordo- che tutta l'Italia e tutte le sue parti parteciparono per unire il Paese, anzi! So benissimo che fu ostacolata e che se da una parte si cercava ad ogni costo l'unione dall'altra c'era chi non era minimamente interessato. (@Fr@nk rispondo anche a te: i contadini non erano d'accordo ma la maggior parte neanche aveva le basi per poter giudicare e/o agire di conseguenza, teniamolo di conto!) Infatti lui non ha detto che tutti erano volenterosi ma ha teso a generalizzare parlando di persone morte per la Patria e quindi per il proprio Paese; non lo vedo come un travisare, ma lo vedo come un "Stiamo festeggiando l'Unità d'Italia, rendiamo grazia a coloro che si sono fatti la pelle per il loro Paese e che hanno combattuto.", altrimenti avrebbe fatto una semplice digressione sulla storia di quel periodo. E poi è vero, Julie, hai ragione anche in questo: non è stata una rivoluzione, non è stato possibile lo fosse proprio per via degli ostacolatori, diciamo così; infatti non mi sono mai azzardata, ripeto, a dire "tutti erano d'accordo", anche perché Risorgimento come dice Roberto vuol dire "rinascita, rigenerazione" e deriva dal Vangelo, concordo con lui! Volevano far rinascere il Paese, insomma.

  8. #187
    Assuefatto da FdT
    30 anni
    Iscrizione: 8/9/2010
    Messaggi: 763
    Piaciuto: 18 volte

    Predefinito

    Alla fine stiamo dicendo cose molto simili, mettendo gli accenti su parole diverse

  9. #188
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,597
    Piaciuto: 2977 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fr@nk Visualizza il messaggio
    Alla fine stiamo dicendo cose molto simili, mettendo gli accenti su parole diverse
    Abbastanza, dai.

  10. #189
    Moderatore 2.0 Canalfeder
    Uomo 24 anni da Barletta-Andria-Trani
    Iscrizione: 27/2/2008
    Messaggi: 12,195
    Piaciuto: 2822 volte

    Predefinito

    Stasero commento in diretta su FdT xD
    "Posso misurare il moto dei corpi, ma non l'umana follia" [Isaac Newton]
    Watchlist IMDb

  11. #190
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,597
    Piaciuto: 2977 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Canalfeder Visualizza il messaggio
    Stasero commento in diretta su FdT xD

    Io non posso guardarlo, perlomeno avrò recensioni da leggere.

Discussioni simili

  1. Sanremo 08
    Da Grì nel forum Musica
    Risposte: 83
    Ultimo messaggio: 7/3/2008, 16:30
  2. Sanremo
    Da Winston Wolf nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 79
    Ultimo messaggio: 6/3/2007, 12:19
  3. Sanremo
    Da Alessia_Star nel forum Sondaggi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 24/10/2006, 15:03
  4. Sanremo
    Da monique nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 7/3/2006, 19:19