ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 9 di 13 PrimaPrima ... 5678910111213 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 81 a 90 su 123

Dio è morto

  1. #81
    Matricola FdT
    Donna
    Iscrizione: 21/4/2006
    Messaggi: 35
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da X-fun

    1)La fede non per forza priva le persone del senso critico. Le persone prive di senso critico lo sarebbero comunque.
    2)La fede non impone nulla alla collettività, tu puoi far a meno di credere in Dio nessuno ti obbliga.
    Quali sarebbero queste imposizioni che ti danno così fastidio?
    Quoto. La fede non priva le persone di senso critico e non impone nulla alla collettività.
    Anzi direi che un uomo di fede è più libero di chi non ce l'ha. Nessuno è obbligato con la forza ad avere fede, quindi la fede è libertà.





  2. # ADS
     

  3. #82
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 24/2/2005
    Messaggi: 7,041
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lunarossa

    Anzi direi che un uomo di fede è più libero di chi non ce l'ha. Nessuno è obbligato con la forza ad avere fede, quindi la fede è libertà.
    non ho capito il nesso logico tra le varie frasi

  4. #83
    FdT quasi assuefatto
    Donna 29 anni da Brindisi
    Iscrizione: 14/3/2006
    Messaggi: 480
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    per me Dio esiste...poi ognuno può pensarla come vuole,e non c'è bisogno che vi offendiate a vicenda...quelli ke nn ci credono nn devono offendere quelli ce ci credono dicendo di aprire gli okki ecc...e viceversa x quelli che ci credono...
    in quanto individui diversi non possiamo pensarla tutti allo stesso modo...ok?
    x ki nn l'avesse capito mi danno fastidio quelle persone che nn accettano i pensieri altrui...

  5. #84
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da klara
    per me Dio esiste...poi ognuno può pensarla come vuole,e non c'è bisogno che vi offendiate a vicenda...quelli ke nn ci credono nn devono offendere quelli ce ci credono dicendo di aprire gli okki ecc...e viceversa x quelli che ci credono...
    in quanto individui diversi non possiamo pensarla tutti allo stesso modo...ok?
    x ki nn l'avesse capito mi danno fastidio quelle persone che nn accettano i pensieri altrui...
    per esempio pukka che non vuole leggere Nietzsche?

  6. #85
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da filosofo

    per esempio pukka che non vuole leggere Nietzsche?
    O tu quando dici che i fedeli sono solo gente che si fa illusioni e si crea false speranze per non affrontare la realtà...è speculare, la cosa...

  7. #86
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkness_creature

    O tu quando dici che i fedeli sono solo gente che si fa illusioni e si crea false speranze per non affrontare la realtà...è speculare, la cosa...
    e infatti era una provocazione!

    Poi io conosco ambedue le posizioni: sono approdato a questi convincimenti con lo studio, la riflessione e le esperienze dirette: il mio cammino è stato tortuoso e intenso.

    pukka le ragioni di Nietzsche non le vuole nemmeno ascoltare; io invece le campane le sento tutte e due

  8. #87
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkness_creature
    Bè, mi pare che dalle tue parti ci siano una sede dei Templari e una dei Raeliani...hai voglia a divertirti!

    AH-EHM, tornando seri, ho registrato la tua opinione, e da questa nasce un'altra domanda...io ti ho detto, in altra sede, in cos'è che credo...tu in cosa credi invece, considerando che odi i punti fermi e le "regole", come le chiami tu? Avrai pure qualcosa in cui credi, e parlo in senso molto generale.

    Reputo alcune idee più ragionevoli di altre, ma lascio sempre una porta aperta, in quanto potrei sbagliarmi...

  9. #88
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da X-fun

    1)La fede non per forza priva le persone del senso critico. Le persone prive di senso critico lo sarebbero comunque.
    2)La fede non impone nulla alla collettività, tu puoi far a meno di credere in Dio nessuno ti obbliga.
    Quali sarebbero queste imposizioni che ti danno così fastidio?

    1) Non è la fede a deprivare le persone del senso critico; è la mancanza di senso critico che spinge l’uomo ad abbracciare una fede, sia essa religiosa, politica, sportiva, ecc.
    Ritengo però che dare il proprio consenso a certuni elementi rigorosamente terreni (per esempio un partito, una squadra di calcio) sia in ogni caso più ragionevole rispetto alla credenza in ipotetiche entità ultraterrene.
    Per di più, una volta individuati i fattori che provocano il bisogno del sacro, sarebbe buona cosa ricercare dapprima spiegazioni naturali. E le si possono trovare, anche se non sarebbero sicuramente così allettanti come l’ipotesi di un Dio buono e misericordioso pronto ad accoglierci in Paradiso.

    2) Le imposizioni fioccano, e dato che non ho intenzione di scrivere tre pagine sull’argomento, mi limiterò a un paio casi eterogenei: il Battesimo e il referendum sulla Procreazione Medicalmente Assistita.
    Al bambino che viene battezzato viene di fatto imposta una religione: costui è inconsapevole di ciò che gli accade, non ha ancora una reale possibilità di scelta, eppure…
    E passiamo subito al referendum, dove l’imposizione è meno evidente.
    Il refendum abrogativo sulla PMA si è tenuto il 12 e il 13 giugno dello scorso anno.
    Il comitato referendario era attestato sul Sì mentre la Chiesa, stringendo un patto scellerato con i menefreghisti, aveva deciso di propugnare la linea astensionista, attraverso il comitato prestanome “Scienza e vita”.
    Il quorum non è stato raggiunto, e a coloro che si sono recati a votare è stato negato di esprimersi, di poter incidere con la loro presa di posizione.
    L’astensione, scelta da molti cattolici anche per via della propaganda fatta all’interno delle parrocchie, ha rappresentato nei fatti una vera e propria imposizione, un imbavagliamento di coloro che volevano effettivamente prender posizione.
    E, lo ripeto, si è trattato di un patto scellerato. La Chiesa temeva che i Sì potessero superare i No, e da ciò ebbe scaturigine la perversa (e feconda) alleanza.
    Le ragioni che hanno mosso questa scelta affondano le radici nell’egoismo e nella pretesa di esclusività della Chiesa
    Cattolica: in sintesi, è stato fatto il seguente ragionamento: “per noi è sbagliato e quindi non si deve fare”, a cui i sostenitori del Sì solevano controbattere “vengono concesse delle possibilità, non viene impartito alcun obbligo. Quel “per noi è sbagliato e quindi non si deve fare” dovrebbe trasformarsi in un “per noi (o “per me”) è sbagliato, ma non nego agli altri che magari con condividono le nostre (o mie) idee di poter usufruire di queste possibilità).
    Fortunatamente una fetta cospicua di cattolici liberali si è recata alle urne, ma la stragrande maggioranza si è arroccata su certi principi e ha impedito il confronto.
    A differenza dei menefreghisti, costoro volevano confermare i quattro punti sollevati.; è allora perché non andare a votare No, permettendo ai cittadini di esprimersi?

    Ce ne sarebbe da discutere, specialmente sulla bioetica, ma sono stanco morto :smt015 …..Facciamo un’altra volta… :smt090

  10. #89
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lunarossa

    direi che un uomo di fede è più libero di chi non ce l'ha. Nessuno è obbligato con la forza ad avere fede, quindi la fede è libertà.


    l’uomo di fede non è affatto più libero dell’uomo senza fede. Egli, infatti, deve render conto del proprio comportamento (sotto le tinte dell’obbedienza) a un’ipotetica entità sovrannaturale.
    Per venire incontro a certi precetti rinuncia a una vita pienamente realizzata, alla scelta autonoma, alla libertà (che può estendersi almeno fin quando non si va a scalfire quella altrui).
    Certo, l’uomo di fede non è attanagliato dalla paura della morte, può scaricare per gran parte le responsabilità delle sue azioni e della sua condizione sulla divinità, è libero dai dubbi più maceranti, ha sicurezze che gli uomini senza fede non hanno.
    Ma, a mio personalissimo avviso, si autoinganna, e in virtù di questo autoinganno si pone in difetto rispetto alla propria volontà, imbrigliato com'è nella grata che si è disegnato intorno.

  11. #90
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da filosofo
    Al bambino che viene battezzato viene di fatto imposta una religione
    Su questo nn sono d'accordo. Chi viene battezzato può sempre scegliere una vita da laico, come il sottoscritto, oppure, se vuole, diventare un prete (di certo NON come il sottoscritto... ). Io sono stato battezzato...e basta, per il resto mi hanno tranquillamente permesso, dato che nn me ne fregava quasi nulla, di non fare il catechismo nè l'ora di religione a scuola.

    Non è che ti battezzano e sei marchiato per il resto della vita...

    E poi l'uomo di fede non è che DEVE rendere conto a qualcuno...ha precedentemente SCELTO di voler rendere conto a qualcuno e seguirne i principi, così come tu, e alla fin fine anche io, abbiamo scelto di nn affidarci ad alcun' entità soprannaturale...in effetti anche la nostra è una forma di religione, nel senso ampio del termine...
    ha ragione lunarossa, secondo me, su questo.

Discussioni simili

  1. Il morto che.....
    Da ale00 nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 21/4/2007, 18:56
  2. Morto Pinochet
    Da Wolverine nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 71
    Ultimo messaggio: 14/12/2006, 23:20
  3. è morto...
    Da Usher nel forum Trash
    Risposte: 70
    Ultimo messaggio: 21/10/2006, 17:13
  4. L'HIP HOP NON è MORTO
    Da ZiOfElP_DW nel forum Musica
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 15/4/2006, 22:31