ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 6 12345 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 52
Like Tree21Mi piace

Affidamento figlio a padre violento

  1. #1
    Matricola FdT licya
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 20/6/2012
    Messaggi: 8
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito Affidamento figlio a padre violento

    sono madre (senza averlo programmato) di un bambino di quasi 20 mesi. la situazione fra me ed il padre è stata complicata dall'inizio della nostra relazione,a cui ho tentato più volte di mettere fine,ma ogni volta che lui mi ha cercata io sono tornata sperando in una risoluzione.....(le solite fasulle illusioni) ahimè,senza successo! da quando ci siamo lasciati gli ho sempre permesso di vedere il bambino..nonostante si siano verificate ripetute aggressioni da parte sua verso di me (scatenate da discussioni). avrei potuto sporgere denuncia quando una volta mi ha lasciato dei segni visibili,ma non l'ho fatto. in altre occasioni (altre delle tante) in ospedale non avrebbero potuto certificare l'aggressione in quanto,per prendere provvedimenti verso una persona violenta ed aggressiva,devono constatare che questa ti abbia fatto male,ma lui mi afferrò soltanto per il collo,bloccandomi ed impedendomi di respirare,per di più mentre aveva nostro figlio in braccio che piangeva disperato(più volte è stato coinvolto nostro figlio). quindi,come potrebbero credere ad una che dice di essere stata aggredita senza che questa abbia segni?! non è considerata anche questa una violenza (della serie:per ottenere giustizia e punire i colpevoli,facciamoci ammazzare!) ? inoltre lui è una persona irresponsabile in quanto ha portato più volte il bambino in auto senza metterlo,come da legge,nel sediolino,ma sul sedille davanti con la cintura di sicurezza,come un adulto. non mi ha mai aiutata nelle cure del bambino nonostante io abbia tentato più volte di coinvolgerlo; gli chiedevo,perchè stremata,di cambiare il bambino e lui cosa faceva:sbuffava e faceva cmq cambiarlo a me.non ha mai provveduto economicamente (le visite pediatriche o i vaccini faceva pagarli a me,o quando chiedevo a lui di pagare diceva che non aveva soldi,sebbene lavori e percepisca uno stipendio mensile (ma probabilmente i soldi li aveva utilizzati per giocare d'azzardo!). sono stata cacciata di casa da sua madre che si è intromessa in una nostra discussione,dopo che il figlio anche li mi aveva strattonata e messo le mani alla bocca....l'ultima volta che ho mandato mio figlio li è stato quando,per l'ennesima volta mi ha maltrattata davanti a sua madre,suo nonno,il vicinato che affanciandosi ha sentito e visto tutto, e sopratutto davanti a mio figlio che ancora una volta si è messo a piangere. ero andata a casa sua a vedere mio figlio e mentre ero in cortile a parlare con la madre,senza averla aggredita o altro,lui è sceso da casa come una furia e mi ha aggredita senza neanche sapere di cosa stessimo parlando..ora mi chiama anche in causa in tribunale pretendendo di tenere il figlio a pernottare da lui e di far stabilire orari e giorni di visite.. questo avviene perchè questo essere indegno ed indefinibile è spinto da sua madre,alla quale brcia non vedere più il nipote e tenerlo per sè(lui vive con sua madre,separata, e i nonni,genitori della madre). il figlio è stato da lui comunque riconosciuto..inoltre lui frequenta persone pericolose,la madre è un'incapace fallita che l'unica cosa che sa fare è fumare dalla mattina alla sera..e poi,impregnata,vorrebbe avvicinarsi a mio figlio..il fratello di questa gran donna si droga,e una volta con mio figlio in braccio piccolo,disse,con fare poco lucido, che non riusciva a tenerlo(certo,era fatto di prima mattina!!!!!) per precisione disse che non riusciva a tenere quel coso(mio figlio) in braccio. lui frequenta sempre la casa dove dovrebbe stare anche mio figlio..il nonno di mio figlio,padre del padre,prima era carabiniere,ora non lavora più da molto(forse per problemi con la giustizia)....fallito anche lui ed anche suo fratello..ora so che un padre ha diritto di vedere il proprio figlio,ed è bene agire nell'interesse del bambino,ma mi chiedo: quali sono i provvedimenti che si possono prendere nei confronti di questa persona? si può fare qualcosa affinchè lui veda il bambino in ambiente protetto? è vero che per non aver mai provveduto al figlio potrei ottenere l'affidamento esclusivo? non mi va assolutamente che lui lo veda senza la presenza di qualcuno che conosco..e la nonna,lei ancor peggio!!!!!! sbaglia a dare le medicine a mio figlio,ha uno stile di vita ed educativo diverso dal mio e ciò non mi va! è inadeguata! tutti hanno mentito anche su ciò che mio figlio faceva con loro..non mi informano...omettono le cose.....non mi avvisano quando esce e non mi fanno sapere dove va. come faccio a star tranquilla?


  2. # ADS
     

  3. #2
    Ghajarya Annie Lennox
    Donna 144 anni
    Iscrizione: 20/9/2010
    Messaggi: 17,421
    Piaciuto: 7509 volte

    Predefinito

    Ho capito che è il padre e tutto quanto, ma se quello che stai dicendo è vero, rivolgiti subito ad un avvocato per avere l'affidamento esclusivo del bambino. La prossima volta che ti mette le mani addosso vai dai carabinieri e cerca qualcuno che l'abbia visto farlo.
    Capisco che possano esserci problemi tra di voi, ma vostro figlio non c'entra nulla e deve stare con persone capaci e responsabili.
    @Wittmann secondo me ti può dare un consiglio migliore del mio..
    A Wittmann, Joy Turner, maya e altri 1 piace questo intervento

  4. #3
    Get behind me, Satan Mister White
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 21/6/2012
    Messaggi: 689
    Piaciuto: 272 volte

    Predefinito

    Soluzione a: ricorri alla legge.
    Soluzione b: assoldi qualcuno per una ripassata.

    Che emme di uomo, toccare una donna...
    A StairwayToHeaven piace questo intervento

  5. #4
    Matricola FdT licya
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 20/6/2012
    Messaggi: 8
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    è un emme di uomo per quello che dici tu,mrwhite,e per tanto altro..soprattutto per la negligenza nei confronti del figlio e per il fatto di esporlo a situazioni rischiose e situazioni che potrebbero turbarlo. il problema è che lui,adesso si è rivolto al giudice..sarò convocata per tentare di stabilire un dapprima accordo comune,nel caso non si dovesse trovare un compromesso si andrebbe in tribunale..come mi comporto davanti al giudice? cosa dire e cosa no?mi espongo del tutto? e se si dovesse andare in tribunale,una sentenza per me inadeguata come la gestisco? so che si può impugnare il provvedimento del giudice,ma cosa succede nel caso? la strada sarebbe lunga e tortuosa e non so cosa riuscirei ad ottenere.. ma per questa persona vorrei sapere quali provvedimenti potrebbero esser presi..

  6. #5
    SS-Hauptsturmführer Wittmann
    Uomo 38 anni da Reggio Emilia
    Iscrizione: 21/12/2007
    Messaggi: 5,371
    Piaciuto: 799 volte

    Predefinito

    Situazione molto spinosa, ci sono diverse questioni da considerare.
    Innanzitutto, il figlio è stato riconosciuto dal padre?
    Se sì, il padre ha assunto tutti i diritti e doveri (compreso quello di contribuire al mantenimento) e non può rifiutarsi di contribuire.
    Se non l'ha fatto o si rifiuta, potresti pensare ad una azione per ottenere la dichiarazione giudiziale di paternità.
    Per gli episodi di violenza nei tuoi confronti e incuria nei suoi, sicuramente ci sono i presupposti per ottenere poi l'affidamento esclusivo del figlio; il problema è che se la situaizone è chiara in teoria e nel tuo racconto, potrebbe essere mooooolto difficile provarla nella realtà di fronte a un giudice. Mancando certificati medici, denunce, ecc., e non potendo ovviamente testimoniare il piccolo, rimarrebbe in pratica la tua parola contro la sua..questo, unito alla possibilità che saltino fuori testimoni (anche se falsi) per lui (tipo i suoi genitori, che potrebbero dire che sei tu che lo tratti male, che non glielo lasci vedere, che sei aggressiva col loro figlioletto, ecc.), potrebbe portare a una situazione processuale difficile.
    Poi ci sarebbe anche l'ulteriore questione dei maltrattamenti a te; inutile dire che nel caso si verificassero ancora dovresti denunciare/andare a prontosoccorso per iniziare a raccogliere documentazione che ti potrebbe anche tornare molto utile.
    In altre parole, ti conviene davvero metterti nelle mani di un professionista che ti assista e consigli nella scelta dei passi da fare (oddio potrebbe anche non essere strettamente necessario: magari è sufficiente una lettera in cui gli si chiedono tot euro al mese e gli si dice di non rompere più le palle, magari si mette a pagare e smette di volerlo vedere o tenere, senza bisogno di procedure in tribunale).
    PS:spero di non aver scritto stronzate, non è proprio uno dei miei argomenti preferiti!
    ----------
    EDIT: ho letto adesso il tuo secondo messaggio. Cosa vuol dire "si è rivolto al giudice" e "sarai convocata"?? Che cosa hai ricevuto, di preciso?? PErchè poi dici "se non si troverà un compromesso si andrà in tribunale", ma se è stata fissata un'udienza ci andate già in tribunale.
    Per trovare un accordo comune su cosa, tra l'altro?
    Comunque, a questo punto, rivolgiti al più presto a un legale, a maggior ragione: non provare a gestire da sola una situazione del genere, rischi di farti "fregare" e rimediare a frittata fatta (ossia a un provvedimento sfavorevole) potrebbe essere impossibile o comunque molto più difficile che partecipare attivamente al processo e far valere tempestivametne le proprie ragioni.
    Non fasciarti subito la testa però, pensando ad eventuali appelli contro sentenze sfavorevoli prima ancora dell'inizio!
    A Annie Lennox piace questo intervento

  7. #6
    Get behind me, Satan Mister White
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 21/6/2012
    Messaggi: 689
    Piaciuto: 272 volte

    Predefinito

    Voglio che ti sia chiara una cosa: non esistono mezze misure.

    Quando ci sono di mezzo cose come divorzi, affidamento dei figli e simili con certa gente si aprono due strade.

    La prima è ingoiare in silenzio, la seconda è reagire. Ma sappi che se scegli la seconda diventa una guerra senza esclusione di colpi.
    Lui non ti risparmierà nulla. Umiliazioni, calunnie, qualunque cosa sia abbastanza subdola da ferirti.

    Per come la vedo io alcune persone non sono umane ma cani rabbiosi, e coi cani rabbiosi c'è una sola cosa da fare...
    Tira fuori le unghie e in bocca al lupo, se è vero quello che dici E' LUI CHE HA SBAGLIATO

  8. #7
    Matricola FdT licya
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 20/6/2012
    Messaggi: 8
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    si,è stato riconosciuto,per cui ha tutti i diritti sul figlio e ne sono consapevole..non ha mai adempiuto ai doveri però,ma neanche si è interessato più di tanto a stabilire un rapporto col figlio e di trascorrere con lui del tempo significativo quando eravamo insieme. Dopo la rottura,è venuto sempre a "prelevare" il figlio per portarlo da quella stupida della madre. e ora è dalla stessa che è stato spinto,tramite avvocati,ad adire il giudice dei minori per richiedere di vedere il figlio in mia assenza per due pomeriggi a settimana. in più ha intenzione di chiedere anche il pernotto per due notti a settimana,oltre i due pomeriggi.. wittman ti dico che prima di andare in tribunale per la causa vera e propria,lui vorrebbe stabilire tra noi e soltanto in presenza del giudice un accordo che gli permetta di vedere ilò figlio come e quanto vuole lui. se si giungesse ad un compromesso allora lui non proseguirebbe nel percorso.. se a me non dovessero star bene le sue richieste,allora si deciderà per l'udienza. questo lo so perchè me l'ha detto,mi ha detto che ho ancora possibilità di concordare stando ai suoi patti. ma io già so che non ci starò. per ottenere ciò che vuole,ora è "disposto" a provvedere al figlio..cioè vorrebbe adesso mandarmi quanto spetta a suo figlio per il mantenimento! questo ora,e soltanto ora che gli impedisco di portarlo da lui.. quindi come vedi il problema non è la contribuzione economica.. a me ciò non interessa,o meglio non in assoluto.. mi interessa più il fatto che non faccia ciò che vuole lui con mio figlio..e soprattutto quella donna..affidarle mio figlio sarebbe frustrante per me! basta vedere in che modo ha allevato il proprio..! se poi,non fosse accolta la sua richiesta e per di più lui fosse costretto a pagare,allora sarei proprio a cavallo,perchè ovvio,non ti nego che i suoi soldi farebbero comodo.. ma più che altro il fatto di obbligarlo a pagare come finora non ha fatto,e per di più il fatto che non ottenga nulla,sarebbe per me anche un pò una rivalsa......per quanto riguarda la situazione maltrattamenti,sono stata stupida ed ingenua a non denunciare prima.. ora sono in una situazione sfavorevole anche per il fatto che,essendoci udienze di mezzo,lui non farebbe un passo falso.......capisci che intendo? penso di non avere più occasione di dimostrare nulla,quantomeno prima della sentenza..racconterò maltrattamenti e quant'altro,ma dovranno credermi sulla parola. per questo mi chiedo se è sufficiente,per scoraggiarlo ad avere pretese nei riguardi del figlio,ad appellarmi al fatto che non ho mai ricevuto un aiuto economico..lui non potrebbe contestare..sono necessari documenti per dimostrare che quanto dico(ovvero il fatto della non contribuzione) è falso!non ha ricevute ne nient'altro che possa agevolare la sua posizione su questo..! che ne pensi? aiuto! vorrei avere delle dritte su come poter invece dimostrare io tutti i suoi atteggimenti da irresponsabile,persona poco affidabile e sospetta......
    mrwhite,non so cosa percepisci,ma io non sono una che ingoia in silenzio e per quanto riguarda calunnie ed umiliazioni,beh,quelle non le ho subite soltanto da parte sua,ma anche da altre persone della sua famiglia,tra cui la nonna che ha affermato che io apposta mi sono fatta mettere incinta per incastrare il nipote! sì,bell'affare!!!! con esami da terminare all'università,con la voglia di maternità(almeno fino a quel periodo)ai minimi registrati,il mio primo pensiero era come intrappolare un soggetto con cui peraltro le cose non andavano..la situazione è stata ribaltata..forse lui era timoroso di perdermi e per questo era ossessivo e mi hanno fatto riflettere sul fatto che magari il pensierino di incastrarmi l'ha fatto lui al tempo c'è da dire che ancora continuavo la relazione perchè spinta dai sentimenti...poi dopo,e soltanto dopo (tardi per evitare catastrofi) ho aperto gli occhi e mi sono resa effettivamente conto di che persone sono..lui, e molti di quelli che lo circondano,e non mi riferisco solo alla famiglia,ma anche agli amici..basta dirti che queste persone non hanno nient'altro di meglio da fare che sparlare e spettegolare sulle relazioni altrui,rivelandosi superficiali,insensibili,banali....anni di voci,inciuci sulla mia storia..io ne sono uscita stressata..ero qui per parlare principalmente di altro ma mi è sfuggito lo sfogo.. comunque mi interessano quante più informazioni possibili se ne avete e consigli ( a prescindere da ciò che mi dirà il mio legale). grazie e scusate il post forse un pò tedioso..

  9. #8
    Ghajarya Annie Lennox
    Donna 144 anni
    Iscrizione: 20/9/2010
    Messaggi: 17,421
    Piaciuto: 7509 volte

    Predefinito

    Sto cercando di mettermi nei tuoi panni ma non ci riesco...è una situazione bella complicata.
    Quello che posso consigliarti è di non scendere a patti. Fai quello che ritieni giusto fare per tuo figlio e per il suo bene, se questo significa fare una causa, falla. Se da madre, ritieni che quelle persone possano essere un pericolo per tuo figlio agisci di conseguenza.
    Non aspettare che lui faccia la mossa, falla tu. Vai da un avvocato e spiegagli la situazione e chiedi che ti sia data la custodia esclusiva di tuo figlio...vedi con lui se ci sono le basi per farlo..certo, se tu avessi denunciato adesso sarebbe tutto più semplice..

  10. #9
    Matricola FdT licya
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 20/6/2012
    Messaggi: 8
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    ps: avrei potuto denunciare anche la nonna che all'epoca mi ingiuriò davvero dicendomi che ero una poco di buono(usando altri termini) e disse tanto altro,mi trattò uno straccio praticamente.. ma non me la sono sentita di denunciare un'ottantenne.. ora per curiosità,avrebbero considerato le offese subite? lei era perfettamente lucida,non da considerarsi una malata mentale.. ora però..............è in fin di vita............

  11. #10
    Ghajarya Annie Lennox
    Donna 144 anni
    Iscrizione: 20/9/2010
    Messaggi: 17,421
    Piaciuto: 7509 volte

    Predefinito

    Credo che per quello ti servirebbero testimoni..ma non ne sono certa eh xD

Pagina 1 di 6 12345 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Domanda di un figlio al padre
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 25/8/2010, 8:20
  2. Suicidio padre e figlio
    Da o0Sym0o nel forum Trash
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 25/7/2008, 18:24
  3. un padre violento...
    Da SisterPunk nel forum Il confessionale
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 11/7/2008, 21:02
  4. padre e figlio sotto la doccia
    Da toxicity nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 30/11/2007, 18:12
  5. il padre, la madre, l altra e...il figlio.
    Da Haria nel forum Il confessionale
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 8/8/2007, 14:13

Tag per questa discussione

Nessuno

Visualizza tag