ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 234567 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 51 a 60 su 69

La vita di un carcerato

  1. #51
    FdT svezzato
    Iscrizione: 19/11/2006
    Messaggi: 254
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    secondo la mia opinione gli unici topic interessanti sono quellid di Mark-o in questo topic..

    Save, troppo pesante
    Darkness, meglio non commentare


  2. # ADS
     

  3. #52
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da X-fun

    Ad esempio per un pluriomicida, che riterresti doveroso fare perchè si sdebiti dal suo errore?
    Secondo me, il carcere auspicato da te, è semplicemente la vita comune di un italiano che lavora e si spacca il c**o per mantenere la famiglia
    Non credi questo tipo di carcere non abbia la sufficiente funzione deterrente?

    Hai preso in considerazione un caso limite. Considera che attualmente sono condannati all'ergastolo, pena che con il tempo viene tramutata in 30 anni. Fermo restando questo periodo di detenzione, sarai d'accordo che c'è tutto il tempo per rieducarli, semmai sia possibile.
    Secondo me per i pluriomicida bisogna distinguere da caso a caso.

    Riguardo all'italiano che lavora e si spacca il culo, non è proprio la stessa cosa. Il detenuto perde la propria libertà individuale. Considera che tu dopo il tuo lavoro, il tuo studio (non so che fai) debba essere costretto nella tua camera, non poter decidere autonomamente quando mangiare, quando lavarti, dovendo avere un permesso speciale per poter leggere un libro, e poi stop, solo attesa. Dai che è ben diverso... Per non parlare delle punizioni in cui puoi incorrere: l'isolamento è una cosa terribile. Non pensare ai tuoi momenti di solitudine cercata, pensa a 20 giorni chiuso in una stanza la buio, con un piatto per mangiare passato da una feritoia. I cinesi usavano l'isolamento come strumento di tortura, ti dico solo questo. Però non toglie la dignità come il doversela vedere con un energumeno che ti vuole inchiappettare e i carcerieri fuori che sentono i rumori e non fanno nulla...

  4. #53
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Cagliostro_86
    Scusatemi tanto, ma dividere le carceri non ci ha mai pensato nessuno?
    Ovvero, mi spiego meglio.
    Mettere da una parte i veri criminali, quelli veramente dannosi alla società.
    Farli lavorare tutto il giorno e si anche trattarli male come hai descritto tu Save nel tuo primo post.
    Da l'altra parte mettere i carcerati acccusati per reati veniali o per sbaglio, facendoli vivere questo "soggiorno" in maniera un pochino più lieve.
    Ovviamente coloro che sono pagati per indagare sui reati dovranno accertarsi perfettamente dei vari reati commessi da questi delinquenti.
    Lo so è una cosa difficile e/o quasi impossibile da fare... ma forse sarebbe l'unica soluzione per evitare in buona parte ciò che ha descritto Save nel suo post d'apertura.

    Considera che attualmetne i detenuti sono già divisi in categorie. Sempre dal racconto del mio conoscente, Rebibbia era divisa in tre parti: Detenuti speciali; detenuti pentiti; detenuti comuni.
    la vita peggiore è proprio se capiti fra i detenuti comuni, che praticamente sarebbero i meno pericolosi. E' tra loro che si annidano i prepotenti che vogliono sopraffare gli altri.

    Riguardo ai reclusi per errore, ti renderai conto da solo dell'enormità di quello che hai detto, se sono dentro per errore come si può dividerli dagli altri? Bisognerebbe riconoscere l'errore nel giudizio e a quel punto sarebbero liberi...

  5. #54
    Cagliostro_86
    Utente bannato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve


    Considera che attualmetne i detenuti sono già divisi in categorie. Sempre dal racconto del mio conoscente, Rebibbia era divisa in tre parti: Detenuti speciali; detenuti pentiti; detenuti comuni.
    la vita peggiore è proprio se capiti fra i detenuti comuni, che praticamente sarebbero i meno pericolosi. E' tra loro che si annidano i prepotenti che vogliono sopraffare gli altri.

    Riguardo ai reclusi per errore, ti renderai conto da solo dell'enormità di quello che hai detto, se sono dentro per errore come si può dividerli dagli altri? Bisognerebbe riconoscere l'errore nel giudizio e a quel punto sarebbero liberi...
    Allora per quanto riguarda i prepotenti sta alle guardie di vigilare.
    E' ovvio che tra di loro ci siano persone prepotenti come si suol dire pesce grosso mangia pesce piccolo... così va la vita... così va il mondo.
    Per quanto riguarda la seconda parte. Sei stato tu a citare dall'inizio anche quelli rinchiusi per errore. Io ho ripreso semplicemente il tuo ragionamento.
    Come ho ben detto nel mio post che tu hai quotato, coloro che devono indagare e decidere dovranno avere più occhio e più cura nei loro eventuali giudizi.
    Poi si sa errare è umano e può capitare che anche degli innocenti cadino per un grossolano orrore in carceri veramente spietate.

  6. #55
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Cagliostro_86

    Allora per quanto riguarda i prepotenti sta alle guardie di vigilare.
    E' ovvio che tra di loro ci siano persone prepotenti come si suol dire pesce grosso mangia pesce piccolo... così va la vita... così va il mondo.
    Per quanto riguarda la seconda parte. Sei stato tu a citare dall'inizio anche quelli rinchiusi per errore. Io ho ripreso semplicemente il tuo ragionamento.
    Come ho ben detto nel mio post che tu hai quotato, coloro che devono indagare e decidere dovranno avere più occhio e più cura nei loro eventuali giudizi.
    Poi si sa errare è umano e può capitare che anche degli innocenti cadino per un grossolano orrore in carceri veramente spietate.
    Quel che io dicevo è che se in un carcere si garantisse una certa dignità umana, allora anche il malcapitato che venisse detenuto per errore, condurrebbe si la vita dura del carcere per anni, ma manterrebbe la dignità che gli permetterebbe - una volta scoperto l'errore e rimesso in libertà - di rimanere una persona mentalmente sana senza ritrovarsi a essere uscito di testa! (Per non parlare delle malattie che si contraggono in carcere).

  7. #56
    Cagliostro_86
    Utente bannato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve

    Quel che io dicevo è che se in un carcere si garantisse una certa dignità umana, allora anche il malcapitato che venisse detenuto per errore, condurrebbe si la vita dura del carcere per anni, ma manterrebbe la dignità che gli permetterebbe - una volta scoperto l'errore e rimesso in libertà - di rimanere una persona mentalmente sana senza ritrovarsi a essere uscito di testa! (Per non parlare delle malattie che si contraggono in carcere).
    Sai com'è ci sarebbe delle guardie apposta... prenditela con loro se non riescono a tenere un minimo di dignità umana in un carcere.

  8. #57
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Cagliostro_86

    Sai com'è ci sarebbe delle guardie apposta... prenditela con loro se non riescono a tenere un minimo di dignità umana in un carcere.

    Le guardie carcerarie sono gli operai del sistema carcerario. Oltre a loro e con mansioni superiori alle loro, c'è tutto un castello di figure professionali, al vertice delle quali si trova un ministro, poi c'è un governo, un parlamento, gli elettori del parlamento... forse il tuo è un modo un po' troppo superficiale per accantonare i problemi.

  9. #58
    Overdose da FdT
    Uomo 31 anni da Bergamo
    Iscrizione: 22/11/2005
    Messaggi: 5,062
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Sempre parlando della dura vita in carcere,che ne dite dell'articolo 41 bis per i boss mafiosi?

  10. #59
    colibrì
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Leper_Messiah
    Sempre parlando della dura vita in carcere,che ne dite dell'articolo 41 bis per i boss mafiosi?
    che cosa dice?

  11. #60
    Cagliostro_86
    Utente bannato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve


    Le guardie carcerarie sono gli operai del sistema carcerario. Oltre a loro e con mansioni superiori alle loro, c'è tutto un castello di figure professionali, al vertice delle quali si trova un ministro, poi c'è un governo, un parlamento, gli elettori del parlamento... forse il tuo è un modo un po' troppo superficiale per accantonare i problemi.
    Si, in questo caso si. Perché non lo vedo come un mio problema. Anzi ripeto, lavori forzati e via.

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 234567 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Vita...
    Da .Mademoiselle Kyra. nel forum Improvvisazione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 27/8/2007, 17:58
  2. Dalla vita, per la vita
    Da Ligaro nel forum Improvvisazione
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 17/12/2006, 18:59
  3. Tra vita reale e vita virtuale:i sentimenti
    Da RANGER nel forum Sondaggi
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 29/10/2006, 20:36
  4. vita della mia vita
    Da twix ™ nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 14/5/2006, 10:18
  5. Vita e Parkour... Uno Stile Di Vita...
    Da giorgione_tg nel forum Improvvisazione
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 3/11/2005, 15:45