ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 5 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 41 a 50 su 58

Così dimenticano?

  1. #41
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da CLEAR

    li fanno! quindi nn ti lamentare! vedi la cosa è proporzionata siccome a molta gente non piace sentir parlare di morti in tutto i ltempo lo fanno sl per 30 minuti il resto se ti interessa lo guardi la notte
    Si pensa al telegiornale come a un programma cronaschistico in cui si parla solo ed esclusivamente di morti.



    In realtà anziché notiziarci circa la squadra per cui tifa il Papa oppure circa l'ennesimo fidanzato della Canalis potrebbero anche parlarci delle molteplici iniziative culturali svolte nel nostro paese, alle quali, nella migliore delle ipotesi, vengono dedicati miseri trafiletti sui giornali.

    Ma più in generale paradossalmente assistiamo a un analfabetismo di ritorno, una pochezza che viene spiattellata ai cittadini, i quali, succubi dell'"industria culturale" (formula coniata dal filosofo Theodor Wiesengrund Adorno) la acquisiscono, se ne appropriano.
    E non sono più in grado di esercitare una sana e robusta critica.

    La tv livella verso il basso, inscena un quotidiano rito di iniziazione alla realtà così com'è. Attraverso la sua fruizione si annichila la nostra capacità di immaginare un mondo diverso.

    I palinsesti non li decidono i cittadini, finiamola con queste baggianate, vengono decisi dall'alto.
    Così come moltissimi dei nostri bisogni materiali sono indotti, lo stesso discorso vale per la tv.
    E l'illusione dietro la quale molti cadono è proprio l'inguenua credenza di essere i protagonisti e non le vittime di questo sistema.

    Noi non ce ne accorgiamo ma attraverso di essa si irradia un vero e proprio circuito di manipolazione dei bisogni.

    Probabilmente apparirò catastrofista (amen), esagerato (amen), disfattista (amen) però altro non faccio che partire dal caso singolo, applicare una buona dose di senso critico, e procedere allargando sempre più le mie vedute.

    Avadore ha sollevato un problema importante, mi pare che in molti lo stiano sminuendo, e proprio lo sminuire questi problemi è indice del fatto che la facoltà di critica si sta sempre più atrofizzando (amen ).

  2. # ADS
     

  3. #42
    Sempre più FdT
    Donna 28 anni da Bari
    Iscrizione: 9/4/2005
    Messaggi: 3,192
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    scusa filosofo ma i discorsi cosi seri e lunghi e complessi nn li capisco forse sara l'ora e perche sn colegata da molto provero a rileggerlo domani mattina magari capirò qualcosa se qualcuno sa dirmi in parole molto piu semplici cs ha detto filosofo gli devo un favore grazie

  4. #43
    Moderatrice Holly
    Donna 31 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10119 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da filosofo
    Quote Originariamente inviata da CLEAR

    li fanno! quindi nn ti lamentare! vedi la cosa è proporzionata siccome a molta gente non piace sentir parlare di morti in tutto i ltempo lo fanno sl per 30 minuti il resto se ti interessa lo guardi la notte
    Si pensa al telegiornale come a un programma cronaschistico in cui si parla solo ed esclusivamente di morti.

    In realtà anziché notiziarci circa la squadra per cui tifa il Papa oppure circa l'ennesimo fidanzato della Canalis potrebbero anche parlarci delle molteplici iniziative culturali svolte nel nostro paese, alle quali, nella migliore delle ipotesi, vengono dedicati miseri trafiletti sui giornali.

    Ma più in generale paradossalmente assistiamo a un analfabetismo di ritorno, una pochezza che viene spiattellata ai cittadini, i quali, succubi dell'"industria culturale" (formula coniata dal filosofo Theodor Wiesengrund Adorno) la acquisiscono, se ne appropriano.
    E non sono più in grado di esercitare una sana e robusta critica.

    La tv livella verso il basso, inscena un quotidiano rito di iniziazione alla realtà così com'è. Attraverso la sua fruizione si annichila la nostra capacità di immaginare un mondo diverso.

    I palinsensi non li decidono i cittadini, finiamola con queste baggianate, vengono decisi dall'alto.
    Così come moltissimi dei nostri bisogni materiali sono indotti, lo stesso discorso vale per la tv.
    E l'illusione dietro la quale molti cadono è proprio l'inguenua credenza di essere i protagonisti e non le vittime di questo sistema.

    Noi non ce ne accorgiamo ma attraverso di essa si irradia un vero e proprio circuito di manipolazione dei bisogni.

    Probabilmente apparirò catastrofista (amen), esagerato (amen), disfattista (amen) però altro non faccio che partire dal caso singolo, applicare una buona dose di senso critico, e procedere allargando sempre più le mie vedute.

    Avadore ha sollevato un problema importante, mi pare che in molti lo stiano sminuendo, e proprio lo sminuire questi problemi è indice del fatto che la facoltà di critica si sta sempre più atrofizzando (amen ).
    te lo dovevo sempre dire ke eri un grande

  5. #44
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AvaAdore

    il loro lavoro è dire
    "in tale ora in tale luogo è successo tale fatto"
    e nn dire
    "una vita spezzata...il dolore di una famiglia"
    ma che ne sanno?

    inseguire poi è speculare ed essere irrispettosi.
    Ci dicono anche cosa dobbiamo pensare....

    Si autoattribuiscono un diritto - conferendosi un'autorevolezza che non hanno o non dovrebbero avere - che suona assolutamente illegittimo.

    E sono ipocriti... A loro non gliene frega un emerito cappero se X muore, a loro interessa far notizia... Sono lacrime di coccodrillo..

  6. #45
    Overdose da FdT dada
    Iscrizione: 12/1/2006
    Messaggi: 9,710
    Piaciuto: 21 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da filosofo

    Ci dicono anche cosa dobbiamo pensare....

    Si autoattribuiscono un diritto - conferendosi un'autorevolezza che non hanno o non dovrebbero avere - che suona assolutamente illegittimo.

    E sono ipocriti... A loro non gliene frega un emerito cappero se X muore, a loro interessa far notizia... Sono lacrime di coccodrillo..

  7. #46
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AvaAdore

    te lo dovevo sempre dire ke eri un grande
    :smt058

  8. #47
    Overdose da FdT
    33 anni
    Iscrizione: 1/10/2004
    Messaggi: 5,020
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AvaAdore
    sn cinici perkè lo fanno per creare il "caso mediatico"
    e nn c'è bisogno di spiegare xkè sn degli ipocriti di me**a.
    fanno informazione, mica beneficenza.

    E' un lavoro come un altro. Come un'agenzia di pompe funebri ti fa le condoglianze, e ti viene da pensare che loro con le condoglianze ci si fanno i soldi, è più o meno la stessa cosa.
    Sta alla bravura e alla professionalità del giornalista non speculare.
    Poi vabbè, la tv segue interessi di chissà chi, ma questa è un'altra storia.

  9. #48
    Sempre più FdT
    Uomo 37 anni da Trento
    Iscrizione: 28/9/2005
    Messaggi: 2,214
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AvaAdore

    nn ho detto ke nn danno notizie...ho detto ke danno notizie a convenienza...
    per il resto la risposta di Polly è più ke valida
    kmq per me un giornalista ke insegue una persona a cui è morto ammazzato il figlio di 18mesi è peggio (mooolto peggio) di un insulto...
    se davvero dispiace x qst gente...allora farebbero bene a lasciarli in pace nel loro dolore.
    Nn si sn limitati a riprenderli...i genitori di Tommy sn stati inseguiti ovunque...Nn riesco a dimenticare il giornalista (per qnt si possa parlare di giornalismo) della vita in diretta che insegue la madre ke era andata a vedere dv era stato trovato il figlio morto chiedendole "signora signora, cm si sente?"...ke ca**o di risposta si aspettava? Sn la donna più felice del mondo?
    ma mi facessero il piacere...3 giorni dopo nn ricordavano neanke cosa era successo...

    Mi pare che quelli che lavorano x la tv ci abbiano scambiato per un popolo di cretini
    grazie! io ci lavoro in una tv e ti giuro che nessuno pensa che siate dei cretini!

  10. #49
    Sempre più FdT
    Uomo 37 anni da Trento
    Iscrizione: 28/9/2005
    Messaggi: 2,214
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da filosofo
    Quote Originariamente inviata da CLEAR

    li fanno! quindi nn ti lamentare! vedi la cosa è proporzionata siccome a molta gente non piace sentir parlare di morti in tutto i ltempo lo fanno sl per 30 minuti il resto se ti interessa lo guardi la notte
    Si pensa al telegiornale come a un programma cronaschistico in cui si parla solo ed esclusivamente di morti.

    In realtà anziché notiziarci circa la squadra per cui tifa il Papa oppure circa l'ennesimo fidanzato della Canalis potrebbero anche parlarci delle molteplici iniziative culturali svolte nel nostro paese, alle quali, nella migliore delle ipotesi, vengono dedicati miseri trafiletti sui giornali.

    Ma più in generale paradossalmente assistiamo a un analfabetismo di ritorno, una pochezza che viene spiattellata ai cittadini, i quali, succubi dell'"industria culturale" (formula coniata dal filosofo Theodor Wiesengrund Adorno) la acquisiscono, se ne appropriano.
    E non sono più in grado di esercitare una sana e robusta critica.

    La tv livella verso il basso, inscena un quotidiano rito di iniziazione alla realtà così com'è. Attraverso la sua fruizione si annichila la nostra capacità di immaginare un mondo diverso.

    I palinsesti non li decidono i cittadini, finiamola con queste baggianate, vengono decisi dall'alto.
    Così come moltissimi dei nostri bisogni materiali sono indotti, lo stesso discorso vale per la tv.
    E l'illusione dietro la quale molti cadono è proprio l'inguenua credenza di essere i protagonisti e non le vittime di questo sistema.

    Noi non ce ne accorgiamo ma attraverso di essa si irradia un vero e proprio circuito di manipolazione dei bisogni.

    Probabilmente apparirò catastrofista (amen), esagerato (amen), disfattista (amen) però altro non faccio che partire dal caso singolo, applicare una buona dose di senso critico, e procedere allargando sempre più le mie vedute.

    Avadore ha sollevato un problema importante, mi pare che in molti lo stiano sminuendo, e proprio lo sminuire questi problemi è indice del fatto che la facoltà di critica si sta sempre più atrofizzando (amen ).
    che cavolo ne sai di palinsesti tu poi....hai mai lavorato in una tv?? io ci lavoro e il palinsesto della tv in cui lavoro sono io che lo creo, lo sistemo (daccordo ovviamente con direttore e editore) e ti assicuro che la gente ti fa decidere eccome che programmi metti! perchè se la gente non guarda la tv...il tuo spazio vale come la cacca di un cane per strada?? non parliamo quando le cose non le sappiamo perfavore.....se non ci fosserò milioni di persone che guardano i reality non li farebberò, se il 90 per cento della popolazione guardasse i documentari ne vedresti molti di più...la verità è questa, non le solite stronzate che sono i piani alti che decidono tutto...perchè sono cazzate grandi come l'empire state building!!! GRAZIE!

  11. #50
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da adfk

    che cavolo ne sai di palinsesti tu poi....hai mai lavorato in una tv?? io ci lavoro e il palinsesto della tv in cui lavoro sono io che lo creo, lo sistemo (daccordo ovviamente con direttore e editore) e ti assicuro che la gente ti fa decidere eccome che programmi metti! perchè se la gente non guarda la tv...il tuo spazio vale come la cacca di un cane per strada?? non parliamo quando le cose non le sappiamo perfavore.....

    levati la boria di dosso, please... sei un ingranaggio di un meccanismo più grande di te

    se non ci fosserò milioni di persone che guardano i reality non li farebberò,

    Ma i reality non vengono invocati dalla gente, vengono loro propinati.
    Un programma disdegnato dall'audience può serrare i battenti anzitempo, ma si tratta comunque di una bocciatura a posteriori.
    Poi come ho già fatto capire nel precedente intervento la stragrande maggioranza delle persone - magari dopo una dura giornata di lavoro - accetta ciò che c'è, succube dello strapotere mediatico.
    Attenzione a non scambiare il silenzio di desistenza con l'assenso. Però tant'è... Chi si occupa di audience non può andare a valutare caso per caso.


    se il 90 per cento della popolazione guardasse i documentari ne vedresti molti di più...

    Se si decidesse di aumentare le trasmissioni a sfondo culturale pian piano i più si adeguerebbero. Ne sono certo.
    Con evidenti benefici per tutti.


    la verità è questa, non le solite stronzate che sono i piani alti che decidono tutto...perchè sono cazzate grandi come l'empire state building!!! GRAZIE!

    Fossero cazzate sarei il primo scriverlo... Non mi piace raccontar fregnacce...

Pagina 5 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Così non va!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Da MetalDuck nel forum Immagini e foto divertenti
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 13/4/2008, 17:14
  2. era cosi
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 20/9/2007, 18:06
  3. da voi è così??
    Da °bArBoNcInA° nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 22/3/2007, 21:57
  4. 14 anni non si dimenticano....
    Da anonimo1 nel forum Sport
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16/3/2006, 7:15
  5. xkè fa così????
    Da Licia 87 nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 1/3/2006, 19:01