ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 9 su 9
Like Tree5Mi piace
  • 2 Intervento di morrigan
  • 1 Intervento di MagicCarpet
  • 1 Intervento di morrigan
  • 1 Intervento di lavenusia

Esiste un problema razzismo/intolleranza in Italia?

  1. #1
    Il bello. alfio61
    Uomo 24 anni
    Iscrizione: 10/8/2014
    Messaggi: 2,632
    Piaciuto: 1741 volte

    Predefinito Esiste un problema razzismo/intolleranza in Italia?

    E' inutile che mi dilunghi su numerosi avvenimenti che sono accaduti nelle scorse settimane a sfondo razzista/d'intolleranza. Alla luce di ciò credete che il problema razzismo sia un problema sociale vero oppure è solo allarmismo? Se sì come andrebbe affrontato e perché siamo finiti in questa situazione?


  2. #2
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,083
    Piaciuto: 2176 volte

    Predefinito

    L'intolleranza c'è, punto. C'è sempre stata, in passato certamente era ben più difficile essere una minoranza rispetto ad oggi. Purtroppo Credo siamo ad un punto in cui è persino dire se sia giusto o meno non tollerare perchè, se da un lato l'intolleranza è riprovevole e si tratta un enorme segno di ignoranza, dall'altro è pur vero che a volte ci si sente quasi come "ospiti a casa propria", come se chi viene da fuori, chi è diverso, meritasse più di chi qui ci è nato. Ma la colpa è del sistema, della politica...
    A SUCONLAVITA e Eurasia piace questo intervento
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

  3. #3
    Nepotista razzista MagicCarpet
    Uomo 50 anni
    Iscrizione: 24/2/2014
    Messaggi: 1,566
    Piaciuto: 739 volte

    Predefinito

    Una certa intollerenza verso il "diverso" è insita nell'uomo, inutile prendersi per il culo.
    Non siamo buddha o gandhi e non passiamo la giornata su un colle a meditare e/o pregare...
    Siamo persone che vivono la quotidianità, abbiamo dei figli in giro per i quali proviamo preoccupazione, lavoriamo ecc. ecc.

    Determinati episodi soffiano sulla brace dell'intolleranza.

    La politica dell'immigrazione, associata a quella del rispetto della legalità è stata gestita così male che peggio non si sarebbe potuto fare.
    Talmente male che viene pure il dubbio che sia stata gestita male di proposito, per far scoppiare focolai di intolleranza.

    A me non da noia il nero che caca per strada: a me da noia un coglione che caca per strada, indipendentemente dal colore; a me non da noia un rumeno che entra in una villa, picchia gli occupanti, devasta le loro vite e le loro proprietà: a me da noia un criminale che ... ecc. ecc.

    L'integrazione è affar serio, la legalità è affar serio. Impariamo a gestire bene queste cose e l'intolleranza tornarà a livelli fisiologici ed accettabili.
    A Jeggi piace questo intervento
    E poi, e poi....Gente viene qui e ti dice di sapere già ogni legge delle cose.....

  4. #4
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Secondo me esistono soltanto due "razze" di umani al mondo: quella dei benestanti e quella dei morti di fame.
    Credo che alla fine ogni episodio di intolleranza sia riconducibile a questo. A un benestante non dà fastidio un nero perché ha la pelle scura, ma soltanto perché è sporco, puzza, chiede soldi e si succhia gran parte dei fondi nazionali riservati al welfare.
    Pensate a un umano di una razza non bianca, ma ricco sfondato di quattrini; ecco che ogni problema di razzismo scompare (a parte i cori contro Balotelli, ma quello succede perché è antipatico più che perché è nero... ).
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  5. #5
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 3/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2784 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da P S Y C H O Visualizza il messaggio
    Pensate a un umano di una razza non bianca, ma ricco sfondato di quattrini; ecco che ogni problema di razzismo scompare (a parte i cori contro Balotelli, ma quello succede perché è antipatico più che perché è nero... ).
    Beh, più di un calciatore nero di alto livello è stato bersagliato da cori razzisti, eh, sia in Italia sia all'estero. E non tutti antipatici come Balotelli, verso il quale secondo me ogni coro è lecito (tranne quelli contro la figlia, quello assolutamente no)
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons even death may die

    (Abdul Alhazred)

  6. #6
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wolverine Visualizza il messaggio
    Beh, più di un calciatore nero di alto livello è stato bersagliato da cori razzisti, eh, sia in Italia sia all'estero. E non tutti antipatici come Balotelli, verso il quale secondo me ogni coro è lecito (tranne quelli contro la figlia, quello assolutamente no)
    Hai ragione.
    La mia su Balotelli era una battuta, parlare dei cori da stadio aprirebbe un argomento che imho va ben oltre il razzismo. C'è un coro romanista, per esempio, che ho ascoltato non allo stadio, essendo roba di mezzo secolo fa, che diceva, sulle note di una famosa canzone di Raffaella Carrà: "cuore, batti cuore, a Chinaglia je pijasse un tumore", che non c'è bisogno di commentare per capire di come le dimensioni medie del cervello di un tifoso sono almeno il 30% meno di quelle della media nazionale.
    Che poi, fanno il verso della scimmia al nero avversario e osannano quello che gioca nella loro squadra; già questa incongruenza basta da sola a capire quanto sia basso il loro quoziente intellettivo.
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  7. #7
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,083
    Piaciuto: 2176 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da P S Y C H O Visualizza il messaggio
    Hai ragione.
    La mia su Balotelli era una battuta, parlare dei cori da stadio aprirebbe un argomento che imho va ben oltre il razzismo. C'è un coro romanista, per esempio, che ho ascoltato non allo stadio, essendo roba di mezzo secolo fa, che diceva, sulle note di una famosa canzone di Raffaella Carrà: "cuore, batti cuore, a Chinaglia je pijasse un tumore", che non c'è bisogno di commentare per capire di come le dimensioni medie del cervello di un tifoso sono almeno il 30% meno di quelle della media nazionale.
    Che poi, fanno il verso della scimmia al nero avversario e osannano quello che gioca nella loro squadra; già questa incongruenza basta da sola a capire quanto sia basso il loro quoziente intellettivo.
    Non dirlo a me che sono di Verona! Provo una vergogna che non ti dico! Poi però, quando i giocatori in questione portano la squadra alla vittoria, diventano parte della famiglia....osceno.
    A P S Y C H O piace questo intervento
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

  8. #8
    punto di non ritorno lavenusia
    Donna da Roma
    Iscrizione: 31/1/2020
    Messaggi: 10
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    non mi sono mai accorta che gli italiani siano razzisti,forse ci stiamo rompendo le scatole sul razzismo al contrario,cioè prima gli stranieri anche se non lo meritano,fatemi capire da cosa scappano certe persone se poi lasciano mogli e figli a morire di fame al paese loro...questi sono migranti?...e qui la chiudo...
    A SUCONLAVITA piace questo intervento

  9. #9
    Sower Eurasia
    Donna 33 anni
    Iscrizione: 16/4/2012
    Messaggi: 1,808
    Piaciuto: 1474 volte

    Predefinito

    Sono state raccolte un minestrone di paure e a queste è stata data una etichetta che si fa spazio attraverso figure riconosciute come istituzionali. L'importante è che paghino le tasse e l'abbonamento dei treni, si dice.
    "L'uomo non troverà la pace interiore finché non imparerà ad estendere la propria compassione a tutti gli esseri viventi". Albert Schweitzer
    "Nobody can hurt me without my permission". Mahatma Gandhi

Discussioni simili

  1. Esiste il ruolo dell'intellettuale in Italia?
    Da MetalDuck nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 8/3/2011, 20:01
  2. Chivu: "In Italia tanto razzismo"
    Da SteekHutzee nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 162
    Ultimo messaggio: 15/1/2011, 2:42
  3. C'è un matrimonio gay legale in Italia
    Da RudeMood nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 20/9/2009, 20:26
  4. "La febbre suina arriverà in Italia" Un caso sospetto a Salerno
    Da SteekHutzee nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 30/4/2009, 15:35
  5. Razzismo, Maroni: non esiste un'emergenza in Italia
    Da SteekHutzee nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 9/10/2008, 21:32