ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 32

successione, registro ec.... tasse giuste o furto?

  1. #1
    okno
    Ospite

    Predefinito successione, registro ec.... tasse giuste o furto?

    Apro questo 3d dopo il mega OT su quello di Mastella, giusto per chiarire le idee a dark.

    Quote Originariamente inviata da darkness creature
    Informati tu, eviteresti figuracce come questa

    "Per i beni caduti in successione, a partire dal 26.10.01, non è più dovuta l'imposta di successione, indipendentemente dal loro valore e dal grado di parentela intercorrente tra il defunto ed i beneficiari (art. 13 L.383/01).
    In precedenza, dal 1.1.01 al 25.10.01, l'imposta si applicava esclusivamente sulla parte di valore della quota spettante a ciascun beneficiario che superava i 180.760 Euro.
    Tabella non più valida dal 26.10.01



    Aliquote

    Erede o legatario

    Franchigia
    4%

    Coniuge e parenti in linea retta

    180.760 Euro
    6%

    Altri parenti fino al 4° grado, affini in linea retta, affini in linea collaterale fino al 3°grado

    180.760 Euro
    8%

    Altri soggetti

    180.760 Euro
    Se il beneficiario era un discendente in linea retta, minore di età o portatore di handicap, l'imposta veniva applicata esclusivamente sulla parte del valore della quota che superava 516.457 Euro."

    Fonte: http://www.tutelati.it/tasse_success...%20successione


    Questo invece è il provvedimento del nuovo governo, Corriere della Sera di OGGI:

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/E.../sensini.shtml

    E adesso chi è che si deve informare? Sentiamo
    Buona lettura.

    Berlusconi , Prodi e la verita’ sulle tasse di successione

    Complici le affermazioni poco chiare sulle imposte di successione nei recenti programmi televisivi di politica, si sta diffondendo nei cittadini una percezione sbagliata che cercheremo qui di chiarire.

    In questi giorni si discute infatti molto di reintroduzione dell’imposta di successione e pare, a sentire radio e TV e leggendo i giornali, che molti Italiani siano convinti che, poiche’ l’imposta di successione e’ stata abolita nel 2001 dal governo di Silvio Berlusconi, non dovranno nulla allo Stato nel momento in cui erediteranno uno o piu’ appartamenti.

    Ma l’imposta di successione vera e propria era gia’ stata abolita dal governo dell’Ulivo per tutti i patrimoni fino a 350 milioni di lire per ciascun erede. Per esempio, se due eredi dovevano dividersi equamente un’eredita’ di 700 milioni di lire, ad ogni erede sarebbe toccata una quota di 350 milioni sulla quale non avrebbe comunque pagato l’imposta di successione.

    Il vantaggio dalla legge del 2001 ha toccato quindi solo le persone che la legge dell’Ulivo non aveva beneficiato, cioe’ quelle che ereditano un grosso patrimonio, superiore a 180.000 euro (che prima pagavano per la parte che eccedeva tale cifra).

    Nessun governo ha invece abolito mai tutta un serie di tributi tuttora in vigore nel caso si ereditino degli immobili, caso molto frequente in Italia. Perche’ venga registrato il cambio di proprieta’ e vengano eseguite le necessarie volture catastali, chiunque erediti un immobile - anche di valore modesto - deve infatti pagare:

    1) IMPOSTA IPOTECARIA = 2% DEL VALORE DEGLI IMMOBILI OGGETTO DI SUCCESSIONE CON UN MINIMO DI EURO 168,00 SE L’EREDE PUO’ UFUFRUIRE DEI BENEFICI "PRIMA CASA" = EURO 168,00

    2) IMPOSTA CATASTALE = 1% DEL VALORE DEGLI IMMOBILI OGGETTO DI SUCCESSIONE CON UN MINIMO DI EURO 168,00 SE L’EREDE PUO’ USUFRUIRE DEI BENEFICI "PRIMA CASA" = EURO 168,00

    3) IMPOSTA DI BOLLO = EURO 58,48 PER OGNI CONSERVATORIA

    4) TASSA IPOTECARIA = EURO 35,00 PER OGNI CONSERVATORIA

    5) TRIBUTI SPECIALI = VARIANO SECONDO L’UFFICIO.

    Tutte queste imposte e tasse vanno pagate da tutti, poveri e ricchi. C’erano e nessuno le ha tolte. Peraltro esse non vanno calcolate sul valore commerciale degli immobili, ma sul valore catastale, che e’ di gran lunga inferiore (e per superare la soglia di 180.000 euro ce ne vuole!).

    Ecco perche’ non hanno senso le file davanti agli studi dei notai - di cui si favoleggia - costituite da cittadini desiderosi di donare i propri beni agli eredi prima della reintroduzione della soglia oltre la quale si deve pagare l’imposta di successione. A meno che non si tratti di file di nababbi.

    Per i comuni mortali che ereditano patrimoni inferiori a 180.000 euro la somma da versare allo Stato sara’ sempre la stessa di oggi, anche ove un eventuale governo dell’Unione dovesse vanificare l’effetto della legge Berlusconi del 2001.
    Quando mio padre, 3 anni fa, ha ereditato la casa di mia nonna, ha pagato tutto quello che doveva pagare, ed ha fatto i calcoli (e' il suo mestiere). Ha pagato la stessa cifra che avrebbe pagato prima del Sacro intervento di Berlusconi.

    Non pigliamoci per il culo, a noi comuni mortali non cambia assolutamente nulla.

  2. # ADS
     

  3. #2
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2786 volte

    Predefinito

    Forse non sai che per arrivare a 180.000 euro bastano praticamente due case o una casa grossa

    E io dovrei ringraziare il primo governo Ulivo di che? di avermi concesso di non pagare le tasse se eredito una casa grossa o due case piccole?

    Per favore, dai, qua se c'è uno che sta prendendo per il culo di certo non sono io

    E comunque la tassa di successione è ingiusta COME CONCETTO, qualunque sia la soglia di pagamento.....è il concetto che è sbagliato. Io MI RIFIUTO di pagare le tasse su un'eredità che, se accetto, mi spetta di diritto. Mi rifiuto categoricamente

  4. #3
    okno
    Ospite

    Predefinito

    Dark, se erediti due case vuol dire che stai gia' bene. E' giusto che se erediti poco, non ci paghi le tasse sopra. Se proprio uno deve pagare, e' giusto che paghi quello che ha piu' soldi.

    A parte che io ho tutta una mia filosofia intollerante nei confronti di chi accumula soldi, che fa paura.

    Qui comunque non si discute il senso di una tassa. Sono d'accordo con te nel dire che non e' giusta, che e' una minchiata. Ma l'attuale governo non sta reintroducendo nulla.

    Per il resto beh.. se una legge e' ingiusta, rimane sempre una legge. Il problema qui non e' etico, e' che se non paghi la tassa ricadi nel torto.

    Il problema e', perche' noi dobbiamo continuare a stare sulla terra, mentre loro (e con loro non intendo l'ulivo o FI, intendo tutti) possono continuare a fluttuare sopra un mare di privilegi e di soldi?

  5. #4
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2786 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da okno
    Dark, se erediti due case vuol dire che stai gia' bene. E' giusto che se erediti poco, non ci paghi le tasse sopra. Se proprio uno deve pagare, e' giusto che paghi quello che ha piu' soldi.

    A parte che io ho tutta una mia filosofia intollerante nei confronti di chi accumula soldi, che fa paura.

    Qui comunque non si discute il senso di una tassa. Sono d'accordo con te nel dire che non e' giusta, che e' una minchiata. Ma l'attuale governo non sta reintroducendo nulla.

    Per il resto beh.. se una legge e' ingiusta, rimane sempre una legge. Il problema qui non e' etico, e' che se non paghi la tassa ricadi nel torto.

    Il problema e', perche' noi dobbiamo continuare a stare sulla terra, mentre loro (e con loro non intendo l'ulivo o FI, intendo tutti) possono continuare a fluttuare sopra un mare di privilegi e di soldi?
    Contrariamente a te, io non ho assolutamente nulla contro chi si arricchisce in genere. Se uno di coloro che si arricchiscono è colui che mi governa, mi interessa che SAPPIA governarmi, non che sia ricco o povero quanto me. Per quanto mi riguarda può essere anche il più ricco dell'universo conosciuto così come più povero di un indonesiano (il Paese più povero del mondo, se ricordo bene), non me ne frega nulla, basta che sappia governare.

    E io sono contro questa tassa perchè, come te, la ritengo non solo una minchiata, ma un'INGIUSTIZIA. Non vedo alcun motivo per pagare una tassa su ciò che eredito o su ciò che regalo a chi voglio io. Il fatto che sia una legge mi costringe a rispettarla, non ad essere d'accordo.

  6. #5
    okno
    Ospite

    Predefinito

    Ovviamente sull'ultima parte sono d'accordo.

    La discussione serviva solo a dimostrare come il passato governo in realta' non abbia fatto nulla per abbassare queste tasse, non alla fascia di cui faccio parte io s'intende.

  7. #6
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2786 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da okno
    Ovviamente sull'ultima parte sono d'accordo.

    La discussione serviva solo a dimostrare come il passato governo in realta' non abbia fatto nulla per abbassare queste tasse, non alla fascia di cui faccio parte io s'intende.
    Ma non puoi neanche dire che nessuno ne ha tratto vantaggio. Pensi che siano così pochi quelli che hanno due case? E non parlo di due case in stile berlusconiano, parlo di case NORMALI. O magari una casa e un negozio, o una piccola impresa. Ma lo sai che significa per queste persone riuscire a non pagare più quella tassa? E' vero, dirai tu, non è risolutivo.....sì, ma cazzo è un passo! Passo che il precedente governo NON aveva compiuto

  8. #7
    okno
    Ospite

    Predefinito

    Credi che quelli che ne hanno tratto piu' vantaggio non sono quelli della fascia di Berlusconi?

    Il problema e' che se devi fare delle agevolazioni, e' bene che tu le faccia per quelli che stanno peggio, non credi?

    Aiutare chi gia' sta bene, non ha senso. A questo punto, non aiutare nessuno. A me non interessa che qualcuno ne benefici, a me interessa che a beneficiarne siano le persone che ne hanno bisogno.

    Per completezza, la maggior parte degli evasori fiscali a cui dai solidarieta' sono quelli che guadagnano 40/50/60 mila euro all'anno, che ne dichiarano quanto me, che quindi ricadono in quelle fasce che hanno diritto agli sconti sulle tasse universitarie, alle agevolazioni sugli appartamenti dei figli che studiano, ai sussidi per la sanita', ecc.. soldi che non si creano da soli, ma che sono frutti di quella brava gente che le tasse le paga.

    Purtroppo, cosi' facendo, quelli che potrebbero permettersi di pagare appieno gli studi per i propri figli e la propria sanita', fanno in modo, evadendo, di togliere la possibilita' di studiare e di curarsi a chi veramente ne avrebbe bisogno. Tutto questo per rinunciare magari al macchinone, alla vacanza, alla tv via satellite, e alle cazzate come queste, che non servono assulutamente a un cazzo.

    Queste sono tra le persone che piu' mi fanno schifo.

    Senza contare che, e' ovvio, se tutti pagassero le tasse che dovrebbero, tutti pagheremmo di meno.

  9. #8
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2786 volte

    Predefinito

    Sicuramente Berlusca ne ha tratto molto vantaggio, dato che lascerebbe in eredità o donerebbe patrimoni immensi su cui dovrebbe pagare molte tasse. Ma il concetto non è ancora quello, okno il concetto è che è stata abolita una tassa che non aveva alcuna giustificazione di esistere, che non serviva ad avere qualcosa in cambio.

    Tu paghi il ticket e hai prestazioni sanitarie, invece di pagare il costo intero. Sacrosanto.

    Tu paghi il biglietto del pullman e hai il trasporto. Sacrosanto.

    Paghi un'IRPEF giusta (caso ipotetico, dato che in Italia l'IRPEF non è per niente giusta) e hai scuola, sanità e servizi di altro genere BUONI (ipotetico pure questo). Concetto sacrosanto.

    Paghi i contributi INPS e hai alla fine una pensione quando non sarai più in grado di lavorare (o quando ti obbligheranno ad andare in pensione anche se hai ancora forze più che sufficienti, ma questo è un discorso a parte). Sacrosanto pure questo.

    Ma che tu Stato mi chiedi una tassa su ciò che io ho ereditato.....MA IN CHE MI CONSISTE? Se io dono una casa a mio figlio, per dire, che c'entri tu stato? Cosa ficchi il naso? Cosa mi chiedi tasse? Idem se io ipoteticamente eredito dal mio bisnonno. A questo punto trovo più giusto pagare il notaio, almeno registra l'atto e lo rende ufficiale.....QUALCOSINA fa (anche se per me i notai rimangono comunque dei parassiti).

    Ora......cifre alla mano, non negherai che la precedente soglia, 180.000 euro circa, non è una cifra enorme se consideriamo i costi degli immobili.....concorderai con me che bastino due case piccole, una casa grande, o una piccola azienda.....ecco, e tu chiami RICCO uno che ha queste cose? O è semplicemente un piccolo benestante che riesce a far quadrare i suoi conti e a permettersi ogni tanto qualche sfizio non eccessivo? Hai il coraggio di condannare queste persone? Sappi che tu staresti condannando LA SPINA DORSALE dell'Italia, se rispondessi di sì, stai condannando gente che lavora e dà da lavorare, gente che così facendo si garantisce un buon presente e lo garantisce ai suoi figli.....che invece con quella tassa si vedrebbero decurtato ciò che i padri col sudore della fronte hanno guadagnato.

    Che poi ci abbiano guadagnato anche i ricchi, a me non frega nulla.....ma sappi che è un ANCHE, non un SOLO, alla luce di ciò che ho detto prima.

  10. #9
    okno
    Ospite

    Predefinito

    No, la tassa non e' stata abolita Dark. Il problema e' che ora il governo vuole introdurre una tassa successioni per il tetto di oltre 500'000 euro. Mi sembra almeno piu' corretto.

    Il ticket e' un prezzo fisso per l'accesso a prestazioni sanitarie, che sono gia' pagate dalle tasse (una TAC non e' che costi 17 euro, costa sul mezzo migliaio. Non la paghi perche' la si paga con i soldi delle tasse)

    I servizi in Italia sono abbastanza buoni, considerate le reali esigenze, chi le manda avanti e quanti evadono.

    Sull'INPS purtroppo sono scettico, spero di vedere una pensione adeguata. Pago i contributi INPS ed EMPALS da quando avevo 16 anni, non vorrei vedere collassare il sistema pensionistico perche' bisogna dare i soldi a gente che ha lavorato tutta la vita e che non ha mai versato un cazzo di niente. Voglio almeno i miei soldi indietro.

    Per il discorso spina dorsale dell'Italia, capisco che non si puo' risolvere qui con due parole, ma la spina dorsale dell'Italia e' la gente che lavora. Primo.

    Ricorda sempre e per sempre, non e' il lavoratore che deve ringraziare il datore di lavoro, al limite e' il contrario. Non c'e' nulla di piu' grande della forza lavoro, della forza umana e dell'umana collaborazione, nulla di cosi' grande da risultare piu' importante di queste. Ultimamente invece si assiste sempre di piu' ad una inversione di tendenza. Contratti di lavoro rivolti allo sfruttamento della persona, con la scusa che "altrimenti non lavorerebbe nemmeno". Il mio datore di lavoro guadagna milioni di euro, milioni eh. Non migliaia, milioni. E' una piccola azienda, e con le dovute precauzioni ed i dovuti "guadagni neri", continua ad avere le agevolazioni. La miseria, e dico miseria, che prendo, a fronte dei soldi che gli faccio guadagnare, non mi sembra giusta. Oltretutto per cosa? Perche' si compri la barca, il macchinone, faccia qualche viaggio solitario "per lavoro" in cui si riscopre puttaniere e si.. cresca anche i suoi figli, certo. Che magari muovano l'Italia allo stesso modo. La loro Italia. Io vorrei crescere i miei di figli, un giorno.. o semplicemente, vorrei studiare senza il cappio dei debiti. Non posso permettermelo ma - attenzione - non ho mai fatto il parassita sociale e non intendo cominciare adesso. Ho sempre lavorato, mi sono sempre fatto il culo per guadagnarmi quello che ho, e grazie a questo riesco anche a studiare. Quindi? Nessuno puo' permettersi di dirmi che pretendo cose fantascientifiche, pretendo il giusto. E purtroppo, grazie a queste leggi "senza le quali non avrei lavorato" e grazie a questa precarieta', la spina dorsale, quella vera, non sostiene l'Italia, il giusto non ce l'ho. Ne io, ne migliaia di lavoratori.

    Si soleva dire un tempo, "ci sono quei pochi che hanno tanto, e quei pochi che hanno niente". Non si adatta alla situazione, non e' cosi'. Riconosco una persona che si merita cio' che possiede, perche' se l'e' guadagnata. Ed in Italia ce ne sono ancora, per fortuna.

    Il problema e' che in Italia c'e' chi ha TROPPO, perche' ruba. E questo fa in modo che molti altri, troppi altri, abbiano poco. Meno di quanto gli spetti.

    Per il resto, considera che la "piccola azienda", come la chiami tu, consente di fare dei soldi. Di arricchirsi. E comunque, non ci sarebbe nulla di sbagliato, ereditare un'attivita lucrosa non pagando nulla. Il problema e' che, come ben saprai, c'e' gente che ne approfitta, e che per fare i propri giri loschi utilizza proprio queste porte d'accesso.

  11. #10
    Overdose da FdT
    Uomo 36 anni
    Iscrizione: 26/4/2006
    Messaggi: 5,002
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    non so quanto costino le case da voi.. da me con 180000 euro prendi un appartamento. medio.

Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Note sul registro
    Da yaya nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 51
    Ultimo messaggio: 11/4/2009, 13:58
  2. Furto auto
    Da brevil nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 30/11/2007, 12:06
  3. registro di sistema..
    Da Il Sovrano nel forum Internet e computer
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 19/10/2006, 21:13
  4. Fare un registro pubblico dove segnare i trasgressori?
    Da mark-o nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 6/7/2006, 18:14
  5. Dick & Jane - Operazione furto
    Da Kikka_86 nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 2/3/2006, 12:40