ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 34567
Visualizzazione risultati da 61 a 67 su 67

nessuno commenta...

  1. #61
    Dav
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fricchettone

    avrà sicuramente un parente...ora ti tira fuori la storiellina che si fanno il cullo ecc ecc
    A te non rispondo nemmeno, ormai l'hanno capito tutti che scrivi perché non hai di meglio da fare.


  2. # ADS
     

  3. #62
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dav

    Ho lavorato per due mesi in tribunale e, nell'ufficio sentenze, ne ho lette molte. Ti posso dire che spesso nella sentenza è specificato il rimborso delle spese di lite, ma non sono poche (direi un 30-35%) quelle in cui le spese si estinguono per compensazione.

    Ma che compensazione può esserci? So anch'io questa cosa, ma non l'ho mai capita...semplicemente chi perde dovrebbe pagare DUE spese legali, una per sè e una per il vincitore. Che sarebbe sta "compensazione"?!

    Per quanto riguarda la velocità, io ero al tribunale civile (è stata la mia prima esperienza lavorativa), all'ufficio ruolo generale, dove vengono iscritte le cause. Ci crederai o no, ne arrivavano circa 20-25 al giorno, con circa 20 magistrati. Se pensi a una nuova causa al giorno per magistrato, moltipliche questo per il numero di giorni, vedi che ogni magistrato si trova con un numero assurdo di cause da seguire.. se poi consideri che la mattina è occupata dalle udienze, ai giudici rimane solo il pomeriggio per seguirle e per riunirsi per scrivere la sentenza o il dispositivo.. quindi..
    Sì, ma se per ogni causa ci vogliono 45.000 udienze, non è una gran bella cosa...non è una scusa sufficiente per far durare le cause 10 anni e anche più (e anche questa è esperienza personale quasi diretta...)[/b]

  4. #63
    Dav
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve

    Sostenendo che il notaio nn risponde in alcun modo degli errori commessi durante la stesura di un rogito...

    Adesso spiegami come giustifichi le parcelle che prendono e perche' li stai difendendo cosi' strenuamente.
    http://www.softwareparadiso.it/studio/sent-notai.htm

    Ti risponde questo link, ovviamento non conosco quello che è successo a te, ma non è vero che il notaio non risponde.

    Ti assicuro che non ho nessun parente notaio, quindi non ho interessi di parte..

  5. #64
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dav

    http://www.softwareparadiso.it/studio/sent-notai.htm

    Ti risponde questo link, ovviamento non conosco quello che è successo a te, ma non è vero che il notaio non risponde.

    Ti assicuro che non ho nessun parente notaio, quindi non ho interessi di parte..
    Ciò beninteso non significa che il notaio, contrariamente ad altre professioni liberali, come quella dell’avvocato, del commercialista o del medico, sia tenuto a un’obbligazione di risultato, e cioè a subire il rischio della mancata realizzazione del fine perseguito dal cliente.


    Quanto sopra in verde l'ho stralciato dal link che hai proposto.

  6. #65
    Dav
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkness_creature

    Sì, ma se per ogni causa ci vogliono 45.000 udienze, non è una gran bella cosa...non è una scusa sufficiente per far durare le cause 10 anni e anche più (e anche questa è esperienza personale quasi diretta...)[/b]
    Questa scena l'ho vista con i miei occhi:
    due coniugi con due figli si separano.

    L'avvocato del padre racconta:
    la signora, dopo la separazione, ha abbandonato la casa coniugale con i figli, impedendo al padre di vederli. Si è trasferita da Milano, in una casa in pieno centro, a un paese in provincia di Bergamo, rompendo così i collegamenti che i bambini avevano con il padre e con gli amici. La signora presenta una personalità disturbata, spesso è soggetta a crisi nervose. L'alloggio in cui ora vivono non presenta le caratteristiche idonee a due bambini minori.

    L'avvocato della madre racconta:
    dopo la separazione, il padre ha obbligato la signora ad abbandonare l'appartamento di Milano con i figli, lasciandola senza denaro e bloccando l'accesso ai conti cointestati. La signora ha dovuto cercare un appartamento che fosse alla sua portata, e quindi da Milano per motivi economci si è trasferita in un paese dove la vita costa decisamente meno e il prezzo degli affitti anche. E' per questo che è stata obbligata a portare via i bimbi dal loro contesto affettivo; inoltre, la signora non è affatto disturbata, è solo una donna con due minori a carico che deve lavorare dieci ore al giorno per mantenere i figli e pagare l'affitto, in quanto il marito non provvede in nessun modo.

    Ora, a chi credere? Il collegio dei giudici deve nominare un CTU incaricato di esaminare la situazione, fissa poi un incontro dei bambini con uno psicologo.. e rinvia l'udienza..

  7. #66
    Dav
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve

    Ciò beninteso non significa che il notaio, contrariamente ad altre professioni liberali, come quella dell’avvocato, del commercialista o del medico, sia tenuto a un’obbligazione di risultato, e cioè a subire il rischio della mancata realizzazione del fine perseguito dal cliente.


    Quanto sopra in verde l'ho stralciato dal link che hai proposto.
    Significa che se non sussistono le condizioni necessarie, lui non è responsabile della mancata stipulazione dell'atto.. mi sembra ovvio questo e non capisco che attinenza ha con il rogito.

  8. #67
    FdT-dipendente
    Uomo 39 anni
    Iscrizione: 30/5/2006
    Messaggi: 1,250
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da steil
    tu sei un farmacista privato.... la cosa che vendi di più è metti l'aspirina... un prodotto di cui nn serve la ricetta medica... un decreto legge decide che questa aspirina può essere venduta in tutti i supermercati... ora tu farmacista non ti incazzaresti visto che questa medicina non verrebbe più nessuno in farmacia a comprarla?
    Ed è giusto!! Così i farmacisti faranno i farmacisti e non i venditori!!

    Io dal farmacista vado per farmi consigliare, per sentire le novità farmaceutiche, per sapere di cure alternative, metodi.. cosa che al supermercato non fanno!!

Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 34567

Discussioni simili

  1. kit e nessuno
    Da CLEAR nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16/3/2006, 18:20