ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 21 a 30 su 33

Il Carnevale dei genitori.

  1. #21
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 24/2/2005
    Messaggi: 7,041
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve

    Ti ho contemplato nel mio elenco nel il raro caso di infante con forte personalita'. Per non dire poi che esiste una minoranza di genitori non fortemente castrante, ma proprio questa disparita' rende tutto il sistema molto piu' criticabile.
    più che altro secondo me oltre ai genitori interviengono la società e l'ambiente in cui si vive, fattori importanti tanto quanto i genitori (oltre alla personalità molto forte)


  2. # ADS
     

  3. #22
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da John Galliano

    più che altro secondo me oltre ai genitori interviengono la società e l'ambiente in cui si vive, fattori importanti tanto quanto i genitori (oltre alla personalità molto forte)
    Si pero' c'è una grossa differenza: l'ambiete è uguale per tutti e da' a tutti le stesse possibilita' di crescita.

    I genitori invece ognuno ci ha quelli che gli capitano.

  4. #23
    margot
    Ospite

    Predefinito Re: Il Carnevale dei genitori.

    Quote Originariamente inviata da s@ve
    Detesto la categoria dei genitori. Il carnevale di ieri e' servito a ribadire quanto essi siano dannosi per i bambini. Sono uscito per fare un po' di foto alla sfilata dei carri ed e' stato praticamente impossibile vedere i bambini in maschera che sfilavano perche' erano cinti, su entrambi i lati della strada, da un cordone di imbecilli genitori che sfilavano con loro. I bambini erano organizzati con le scuole, quindi non avevano bisogno di nessun altro che li conducesse. Io dico: ma perche' i genitori non lasciano vivere i propri figli senza assillarli? Senza rovinargli l'esistenza tarpandogli le ali da appena nati, come si fa con la coda e le orecchie dei cani di razza? Fortunati i bastardi!

    secondo me è molto facile parlare finchè nn ci si trova nella situazione...in questo caso di genitori....sarei curiosa di vedere se tu avessi un figlio di 4-5 anni se riusciresti tranquillamente a "lasciarlo libero"...in mezzo a folle pazzesche di gente...sapendo tutto ciò che succede........stando tranquillo....

    la vedo molto dura!!!

  5. #24
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito Re: Il Carnevale dei genitori.

    Quote Originariamente inviata da margot


    secondo me è molto facile parlare finchè nn ci si trova nella situazione...in questo caso di genitori....sarei curiosa di vedere se tu avessi un figlio di 4-5 anni se riusciresti tranquillamente a "lasciarlo libero"...in mezzo a folle pazzesche di gente...sapendo tutto ciò che succede........stando tranquillo....

    la vedo molto dura!!!
    Non libero, ma affidato alla scuola!
    Per non dire poi che per ogni bambino c'erano il padre, la madre i quattro nonni e qualche zio...

  6. #25
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,131
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve
    E' inevitabile che un genitore influenzi il proprio figlio.
    Se i ragazzi danesi vanno a vivere da soli a 18 anni e quelli italiani vivono ancora con mamma e papà a 40, ci sarà pure un motivo.
    L'influenza dei (e i danni procurati dai) genitori comincia quando si è ancora in fasce.
    Un furbo costruira' un figlio furbo.
    Uno sportivo, un figlio sportivo.
    Un sincero un figlio sincero.
    Un bugiardo, un figlio bugiardo...
    Tutto cio' fatto salvo il caso (rarissimo) in cui l'infante non abbia una fortissima personalita' innata

    Vi sembra democratico tutto questo?
    La personalità (dal greco le antiche maschere del teatro) è una risultante di temperamento e carattere. Il primo, è un fattore immutabile e costituzionale, genetica, in quanto legato anche alla struttura somatica dell’individuo.
    Il carattere è essenzialmente formato dalle esperienze che si acquisiscono per lo più nell’età evolutiva, in particolare nella prima infanzia, con questo, si delinea quindi quella componente della personalità strettamente legata all'abiente.

    Dunque, il carattere innato corrisponde appunto alla caratteristica del genitore stesso.. pertanto la tua affermazione è scorretta.

    Tuttavia se proprio volessimo essere coerenti, è proprio il carattere ambientale che potrebbe rendere il bambino all'opposto di un genitore per senso di ribellione o di sopraffazione. Ossia da due genitori forti potrebbe nascere un figlio debole se questo è da essi sopraffatto... esatamente l'opposto di quello che dicevi.

  7. #26
    Riemersa dalle Ombre Frida89
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 27/10/2004
    Messaggi: 858
    Piaciuto: 23 volte

    Predefinito

    I miei genitori mi hanno scaricata dai nonni materni fin da quando avevo un anno e mezzo,ora pretendono di farmi credere che sia stata IO,dico IO a scegliere di esserci andata...Certo,infatti una bimba di 3 anni ha un grandissimo potere di scelta!!!!
    E' ovvio che dopo un anno e mezzo che stavo coi nonni e loro mi crescevano mi era difficile cambiare casa,persone,abitudini,tutto...ma loro non hanno fatto niente per agevolarmi...hanno semplicemente detto "bhe,se vuole stare qui lasciamola qui...evidentemente sta meglio che con noi" senza pensare che,con un po' di pazienza e amore e determinazione si poteva riuscire a convincermi...Per tutta la mia vita i miei genitori non sono stati altro che delle ombre che arrivavano ogni tanto,vagavano per casa,salutavano,chiedevano un po' di informazioni sulla scuola e andavano via...Per vederli per più di 2 ore ho sempre dovuto muovermi io...Spostarmi dalla mia casa alle loro...Mi sono sentita una vagabonda,una senza genitori,un'orfana...in tutte le scuole dove sono andata mi chiedevano perchè veniva mia nonna a parlare con gli insegnanti...E io,anche se avevo solo 6 anni,dovevo spiegare che era tutto a posto,che ero serena,che coi nonni stavo bene...che li vedevo...i miei genitori...Oggi le cose non sono molto cambiate...a parte che io periodicamente faccio qualche cazzata così si accorgono che esisto ancora e cominciano a tartassarmi e a controllarmi in modo eccessivo...ma almeno così li sento...percepisco le loro presenze,ingombranti...fastidiose...ma ci sono...Poi tutto torna come prima...e l'unica cosa che a loro preme sapere è "come va la scuola?"....Un giorno si accorgeranno che ci sono....dovessi anche ammazzarmi per farglielo capire....un giorno se ne accorgeranno...

  8. #27
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Frida89
    I miei genitori mi hanno scaricata dai nonni materni fin da quando avevo un anno e mezzo,ora pretendono di farmi credere che sia stata IO,dico IO a scegliere di esserci andata...Certo,infatti una bimba di 3 anni ha un grandissimo potere di scelta!!!!
    E' ovvio che dopo un anno e mezzo che stavo coi nonni e loro mi crescevano mi era difficile cambiare casa,persone,abitudini,tutto...ma loro non hanno fatto niente per agevolarmi...hanno semplicemente detto "bhe,se vuole stare qui lasciamola qui...evidentemente sta meglio che con noi" senza pensare che,con un po' di pazienza e amore e determinazione si poteva riuscire a convincermi...Per tutta la mia vita i miei genitori non sono stati altro che delle ombre che arrivavano ogni tanto,vagavano per casa,salutavano,chiedevano un po' di informazioni sulla scuola e andavano via...Per vederli per più di 2 ore ho sempre dovuto muovermi io...Spostarmi dalla mia casa alle loro...Mi sono sentita una vagabonda,una senza genitori,un'orfana...in tutte le scuole dove sono andata mi chiedevano perchè veniva mia nonna a parlare con gli insegnanti...E io,anche se avevo solo 6 anni,dovevo spiegare che era tutto a posto,che ero serena,che coi nonni stavo bene...che li vedevo...i miei genitori...Oggi le cose non sono molto cambiate...a parte che io periodicamente faccio qualche cazzata così si accorgono che esisto ancora e cominciano a tartassarmi e a controllarmi in modo eccessivo...ma almeno così li sento...percepisco le loro presenze,ingombranti...fastidiose...ma ci sono...Poi tutto torna come prima...e l'unica cosa che a loro preme sapere è "come va la scuola?"....Un giorno si accorgeranno che ci sono....dovessi anche ammazzarmi per farglielo capire....un giorno se ne accorgeranno...
    E, alla luce della tua particolare esperienza, quale pensi che debba essere il ruolo dei genitori? Di piu': pennsi che sia corretto che i genitori abbiano un ruolo?

  9. #28
    Riemersa dalle Ombre Frida89
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 27/10/2004
    Messaggi: 858
    Piaciuto: 23 volte

    Predefinito

    penso che sia corretto che i genitori ci siano.....punto....

  10. #29
    FdT-dipendente
    Donna
    Iscrizione: 9/10/2005
    Messaggi: 1,413
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Sono figlia unica e so benissimo cosa si prova ad avere dei genitori iperprotettivi,cmq da loro non ho preso molto se non la testardaggine XD
    cmq loro mi hanno sempre dato la possibilità di avere le mie idee e di informarmi sia sulle cose che piacciono a loro sia che piacciono a me.
    la frase che odio è "Mamma ma lo fanno tutti" "chi importa degli altri?vuoi essere unica o una tra tante??" però noto che non apprezzarebbe se fossi l'unica a prendere un 4 in greco eh....

  11. #30
    Eurasia
    Ospite

    Predefinito

    Ognuno di noi ha un'idea diversa del condizionamento che possono avere i genitori sui figli perchè ha vissuto diverse esperienze.Per quanto mi riguarda sono favorevole al fatto che i genitori stiano con i loro bambini fino a una certa età,non solo per un fattore di protezione,quanto per chiarire che l'indipendenza è qualcosa che si acquista poco alla volta con il tempo.Chiaramente nel caso della sfilata dei bambini trovo assurdo che dei genitori stiano con ragazzini di 12/13 anni e li bracchino visto che c'è l'insegnante(potevano tenerli d'occhio anche in altri modi),ma tieni presente che spesso quando vengono organizzate delle manifestazioni carnevalesche da una scuola materna o prima elementare si chiede sempre una possibile collaborazione dei genitori per la loro riuscita.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Chiacchere di carnevale
    Da Helly nel forum Cucina e ricette
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 26/10/2007, 15:35
  2. fare i genitori ai propri genitori
    Da Usher nel forum Argomento libero
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 14/10/2007, 14:17
  3. carnevale
    Da Liqua nel forum Argomento libero
    Risposte: 68
    Ultimo messaggio: 6/2/2007, 11:11
  4. Veglione di carnevale in maschera
    Da Lucifero123 nel forum Argomento libero
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 12/3/2006, 12:13
  5. CARNEVALE
    Da AquilaCocciuta nel forum Argomento libero
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 30/1/2005, 15:02