ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 11
Like Tree2Mi piace

Amore smorto col tempo o interessi cambiati?

  1. #1
    Matricola FdT Puss_in_boots
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 16/10/2011
    Messaggi: 14
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito Amore smorto col tempo o interessi cambiati?

    E' possibile secondo voi che l'amorepossa terminare per troppa poca vicinanza mentre fino ad un certopunto non ci sono stati problemi?


    Espongo nel dettaglio come si èsviluppata e come è finita la nostra storia per potervi far dare unparere il più oggettivo possibile. Se non vi va di leggervi tutto ilpapiro alla fine ho messo le mie considerazioni che "riassumono"il tutto.


    La storia con la mia ormai ex è finitaperché, a suo dire, il vedermi troppo poco ha fatto finire il suosentimento per me. Per me è una balla per giustificarsi con sestessa e per autoassolversi dato che ora ha accesso ad una libertàche non ha mai avuto prima.
    Vi do i dettagli: ci siamo conosciutiin modo particolare; lei è siciliana mentre io vivo nel Lazio, percui sicuramente starete pensando che sono da internare
    Ad ogni modo ci siamo conosciuti aNovembre dell'anno scorso a Roma, in una delle poche volte in cui eralontana di casa e stava con una sua amica. In quel periodo si stavalasciando con il suo precedente ragazzo e io non stavo cercando unarelazione, per cui ci siamo "avvicinati" senza malizia esenza secondi fini e ci siamo innamorati. E' stata una passionefortissima, una di quelle classiche "cotte estive", anchese autunnale ma allo stesso tempo era molto di più, era essere suuna stessa lunghezza d'onda in tutto e per tutto. Un fine settimanatornò a casa sua e il lunedì seguente mi disse che si era lasciatacon il suo ragazzo e ci mettemmo insieme sperimentando un intesafantastica anche nel sesso. Lei era persino più affamata di meperché il precedente ragazzo la trattava da soprammobile e latrombicchiava solo tra una partita e l'altra.
    Ad ogni modo eravamo tutti felici econtenti fino al giorno in cui lei dovette ritornare a casa sua,anche perché ad un lavoro che sperava di ottenere non l'accettarono.
    Ci pensammo attentamente se fosse ilcaso di continuare a rimanere insieme anche a distanza, anche conQUESTA distanza. Alla fine optammo per il si perché eravamo moltopresi l'uno dall'altra (lei era più presa di me, mi ADORAVA nel verosenso della parola perché rispondevo al 100% al suo ideale di uomo).
    Il periodo che seguì non fusemplicissimo ma andammo avanti; eravamo ancora così presi che nonpesava quasi la distanza, ma trovai molto seccante il fatto che nonpotesse (neppure a spese interamente mie) passare il capodanno dasola con me da qualche parte, perché i suoi (a 21 anni) non laautorizzavano a stare da sola con un ragazzo in giro (il padrepensava che fosse ancora vergine ma almeno la madre lo sapeva chenon era così già dai tempi del precedente ragazzo).
    La mia situazione inoltre è un po'particolare; ho 24 anni e sono all'ultimo anno dell'università(all'epoca 23 e stavo al penultimo) e spesso ho dovuto lavorare incontemporanea con l'uni, perché la mia famigla (anche se non povera)non naviga abbastanza nell'oro da sovvenzionarmi e darmi i dindi perdivertirmi (con i soldi miei ho pure integrato gli studi dell'uni percapirsi), per cui per me, andare da lei, non era il massimo dellasemplicità.
    A febbraio, dopo aver passato due esamientrambi con 30 e dato che a Marzo (poi è slittato ad Aprile) misarebbe cominciato un altro lavoro (che svolgo tutt'ora), i miei mihanno dato un aiuto economico e ho potuto andare da lei per unasettimana. Dato che i suoi non le avrebbero mai permesso di venirmi atrovare senza prima aver visto che tipo sono, ho ingoiato il rospo emi sono presentato alla sua famiglia. E' stata una pizza, ma almenosono risultato simpatico e ben accetto alla famiglia e le limitazionisono sfumate (inoltre sia stiamo stati in giro piacevolmente comequei giorni a Roma e quasi abbiamo recuperato il tempo perduto).
    Fatto questo, le ho fatto presente chenon potevo venire sempre io e che adesso anche lei avrebbe dovutomuoversi da me, sopratutto se dovevo lavorare. Lei è venuta da mesolo ad Aprile, e tutto Marzo è stato sprecato tra lei chetenteggiava e "cercava lavoro" (poi spiego il perché diqueste virgolette). Alla fine i suoi l'hanno lasciata venire per"conoscere i miei", dato che io avevo conosciuto i suoi. Unpo' è stata con i miei per carità, ma ovviamente siamo stati moltoinsieme inoltre (di nascosto, senza poterlo dire ai suoi) abbiamocondiviso la camera dell'albergo (mentre i suoi sapevano che stava dasola).
    Alla fine è tornata in Sicilia e hacontinuato a "cercare lavoro".
    Dico così perché lei stava adaspettare che le cose le cadessero dal cielo senza impegnarsi... perun bel periodo era convinta che sarebbe entrata all'aereoporto diPunta Raisi come "hostess di terra", piccolo dettaglioperò: non parla non dico le MINIMO tre lingue che si devono sapereper questo lavoro ne le lingue orientali, ma NEMMENO l'inglesebase!!!
    Poi era convinta di poter entrarefacilmente (?) in un concorso per la polizia o in uno dei vigiliurbani... io non vorrei dire niente e non vorrei essere scambiato persessista, ma lei aveva le stesse possibilità di farcela quantoquelle che ho io di essere un fisico nucleare. In questo genere dilavori intanto vengono favoriti coloro che hanno fatto il serviziomilitare o comunque abbiano già degli attestati sia di difesapersonale sia dell'uso delle armi, non c'é così tanta carenza diposti che prendono tutti, ma sopratutto per questi lavori bisognaesserci portati e se sei una donna, inevitabilmente, gli uominipensano di potersi allargare più di quanto non farebbero con uncollega maschio e muscoloso, per cui o hai il carattere e la grintadi farti rispettare, o se per sfortuna vinci il lavoro, sarà unafaticaccia se devi dirigere il traffico (che poi ho visto quellodella Sicilia e mi ha fatto mettere le mani nei capelli) o sarebbeproprio pericoloso e lei è una che ad alzare la voce è brava, manon è una tipa tosta di carattere ne sa difendersi come si deve.
    Ad ogni modo questa discussione èsterile perché non l'hanno presa.
    Per farla breve si sono susseguitemolte altre idee sul genere ma tutte senza risultato e senza cercarene obiettivi realistici ne impegnarsi davvero per queste"opportunità" (presentava la domanda all'ultimo giorno,non si collegava ai siti per leggere le novità ecc)
    Alla fine si è deciso che sarebbevenuta a fare l'università a L'Aquila (dove studio anche io) perchéquest'anno biologia non ha il numero chiuso. Lasciando perdere altridiscorsi almeno così lei avrebbe cominciato davvero a fare qualcosadella sua vita e si sarebbe avvicinata moltissimo a me e avremmopotuto avere una relazione più normale.
    Nel frattempo che si aspettava(parliamo ancora di fine Aprile) io le avevo consigliato intanto difare praticantado in una pasticceria (lei ha la passione dei dolci)per potere avere almeno un mestiere in mano all'occorrenza, ma leirifiutò questo consiglio dicendo che aveva bisogno di soldi perchési sarebbe dovuta pagare una parte dell'università da sola, per cuiha cercato lavoro. Fino alla fine di Maggio non trovò nulla (anchese ero andato su internet e le avevo segnalato tutti i siti dove sioffriva lavoro per quelle zone), per poi trovare lavoro in un bar.
    In se non sarebbe stata una cattivaidea, ma c'era un piccolo dettaglio del quale non mi aveva messo aparte: la pagavano 200 euro a settimana (quindi 800 - 1000 euro) almese, SENZA un giorno di ferie (se non ci andava non la pagavano) econ orari dalle 12 alle 15 ore di lavoro a seconda dei turni. Pagandola tariffa minima fissata PER LEGGE ai baristi, avrebbe guadagnato1700 euro al mese, per cui si stava facendo fregare alla grande e aquello strozzino del gestore del bar si sarebbe davvero potuta fareuna denuncia con i tripli fiocchi, ma lei diceva che non avevatrovato nessun altro lavoro (in verità c'erano ma avrebbe dovutofarsi 30 - 60 minuti di viaggio, ma l'avrebbero anche pagata di piùe con meno ore di lavoro), per cui ha affrontato questa cosa.
    Dato che lei non avrebbe potuto esserelibera (ogni due settimane rinunciava ad un giorno di lavoro perriposarsi perché era uno straccio) e che per me erano mesi disessioni di esami, ci siamo messi d'accordo di non vederci da Maggio(che sono andato io da lei) a Settembre (la fine) perché lei sisarebbe trasferita.
    Ci si prospettava un periodo in cui nonci saremmo visti, sentiti poco, e anche di astinenza; dato checredevo ancora nella nostra storia ho accettato la situazione e misono concentrato sul lavoro e sugli esami (da Giugno a Settembre hopassato 4 esami per un totale di 16 libri!) ma ogni volta che avevoun mezzo secondo libero o le telefonavo o le mandavo sms carini anchequando sapevo che era al lavoro (anche se sapevo che non potevarispondermi), o fotomontaggi o video scemotti ma che le facevanopiacere, o se sapevo che le piaceva un film glielo mandavo, e hoaperto un canale di youtube solo per noi due dove caricavo ogni voltai video e le canzoni che erano collegati con la nostra storia o chele piacevano.
    A Luglio c'é stato il suo compleanno eio le ho regalato una collana molto bella e che mi era costata ancheun bel po' per le mie finanze (mentre in casa il massimo che haricevuto è stata una ricarica telefonica e un nuovo costume dabagno...) ma ormai le cose si stavano deteriorando.
    Fino alla fine di Luglio era solostanca ma senza troppi problemi, poi da Agosto ha cominciato adessere antipatica, sarcastica e rancorosa, non solo con me (per suastessa ammissione) ma con tutti a causa della stanchezza e delmalessere che le provocava il lavoro. Nonostante questo (e nonostantemolti contrasti che abbiamo avuto in quel mese su diversi argomenti),io sono andato avanti anche se oramai eravamo un po' ai ferri corti.In quel mese una ragazza mi stava dietro ed era anche disponibile,per cui mi sono trovato ad un bivio, se continuare la storia con lamia ex o andare con quest'altra (ed ero in astinenza da Aprile perchéa Maggio non c'é stata occasione tra noi). Nonostante la fortetentazione ho deciso di non voler chiudere con lei per cui ho messoin chiaro le cose con questa ragazza e l'ho allontanata (chiamatemiscemo, ma sono un fedele e lo sono anche se ho la certezza di nonessere scoperto perché si scontra con la mia etica personale).
    Ho avvertito la mia ex della situazionee inizialmente era ansiosa ma poi si è rilassata e ha creduto chenon era successo niente, poi mi disse che quel periodaccio tra noisarebbe finito con la fine del suo lavoro, alla fine di Agosto).
    Stringendo i denti siamo arrivati allafine di Agosto ma le cose non sono cambiate. I primi di Settembre unsuo cugino di non mi ricordo che grado si sposava a Milano, per cuilei e tutta la famiglia dovevano ASSOLUTAMENTE presenziare, e leiavrebbe voluto che partecipassi anche io. Ora, non solo era uno deipochi matrimoni di lunedì (per rompere meglio le scatole) cosìavrei pure dovuto prendermi delle ferie appositamente, ma avreidovuto arrivare fino a Milano, pagarmi il trasporto, la camera dovedormire, il regalo per gli sposi, magari anche andarci con un abitoelegante, e tornare, il tutto per gente che non avevo mai conosciuto(e della quale non me ne poteva fregare di meno) per non poter starenemmeno da solo con lei?
    Io ho detto che non ci sarei andato eche tutti i soldi (e i giorni di ferie) avrei dovuto spendere liavrei spesi molto più volentieri per stare ALMENO insieme noi due,inoltre proprio in quei giorni avevo un esame che avevo studiatotutto agosto per passarlo, per cui, nonostante le sue insistenze, nonci sono andato. Questo, unito al fatto che dalla fine del lavoro nonera ancora tornata la ragazza dolce e piena di vita di prima, e unitoal fatto che lei aveva speso un quinto dei soldi che si eraguadagnata e che doveva mettere per l'università tra vestiti nuovi(suoi e per il fratello che lavora), scarpe ecc per il matrimonio,hanno esasperato i toni tra di noi. Nonostante questo poi abbiamofatto una specie di pace e i toni tra noi si sono ri-abbassati. Dopopochi giorni mio padre è stato molto male e, dato che non si è ilmassimo della calma quando ci si sente a pezzi e dato che già da unpo' mi esortava a chiudere la storia con lei perché da una cosabella era diventata una notevole fonte di stress, ho avuto un periododurissimo. Mi sono ritrovato a dover fronteggiare: gli esami, illavoro (lavoro in un ospedale per cui non è esattamente un lavorodove riposarsi), discussioni con alcuni dei miei superiori dellaCroce Rossa (sono un volontario), discussioni con mio padre per viadi lei, dargli una mano per cui staccando dal lavoro mi dovevooccupare di lui. Inoltre è lei era tornata da quel di Milano il 7 esi sarebbe trasferita a L'Aquila solo verso la fine del mese, per cuidovevo ingoiare anche un altro mezzo mese lontano da lei inutilmente,ma data la mole di casino che avevo non mi facevo troppi problemi.
    Alla fine però, in quel periodo misentivo veramente uno straccio e avevo bisogno/voglia di sentirlavicina per poter avere una finestrella di serenità nella miagiornata. Lei invece era molto fredda, e alle mie insistenzerispondeva "Che ci posso fare?"
    Questi commenti e queste situazioni sisono mantenute più o meno verso la fine di Settembre poi sonoesploso. Avevo molta voglia di chiudere la nostra relazione ma ormaisi sarebbe trasferita nel giro di una settimana per cui ci siamosentiti pochissimo fino a quando non ci siamo ri-visti.
    Dopo una lunga discussione (nel qualelei giustificava il suo comportamento ritenendolo perfettamentenormale dato che per lei il non essersi visti giustifica ilraffreddamento del sentimento) alla fine sono arrivato allaconclusione che lei non mi ama più. Lei ha tentennato per un po' maalla fine ha confermato questo fatto.
    Una volta chiarito che non mi amava piùin qualche modo è tornata la pace tra di noi e la serenità... leidiceva che tornando a rivederci avremmo potuto recuperare quello cheaveva perso (anche se a me sembrava una stupidaggine) ma, dato che miero preso un po' di giorni di ferie e che stavo a L'Aquila da lei,abbiamo provato a passarli insieme per vedere se fosse stata una cosapossibile, ma già dal pomeriggio del giorno stesso era chiaro che ioero molto attratto da lei e che il mio coinvolgimento non era da"semplici amici" come voleva lei, e che lei nonvoleva/poteva darmi di più. Per cui quel pomeriggio ci siamo"separati". Principalmente è partita da lei, ma una voltache ho accettato si è comportata come se non volesse davverochiudere con me, tant'é che ci siamo visti un film insieme e lei miabbracciava e inoltre abbiamo avuto un rapporto anche se separati.
    Queste cose mi hanno fatto pensare chein realtà non sapeva che cosa volesse, per cui l'ho assecondataanche se io non volevo chiudere, ma poi ho visto che non le mancavoaffatto e partendo da una discussione normale ci siamo veramentescannati a parole e lei ha colpito parecchi dei miei punti deboli condiscorsi sarcastici, per cui ci siamo bloccati le chiamate a vicendae da allora non ci siamo più visti avendo questa volta laconsapevolezza che il nostro rapporto non si sarebbe potutorecuperare in nessun modo.
    Grazie per aver letto questo papiro ho scritto tutto per far capire meglio la situazione.


    Un ulteriore punto di contrasto èstato quando ho provato a farle rendere conto che a casa sua lasfruttavano e stavano condannando il suo futuro. Nella loro famiglia,oltre ai genitori ci sono 4 figli; la mia ex era un cenerentola acasa sua, era una governante, una baby sitter, una cuoca, unamassaia, una donna delle pulizie ecc a costo zero e con questapolitica di vita ha sprecato (dal punto di vista del curriculum) 3,dico 3! anni di vita! Per cui che cavolo! Nessuno (nemmeno i suoi) ledanno dei soldi per fare la cenerentola, e a 22 anni è il momento divedere un po' al futuro!!!






    Queste cose per dire che:
    1)Una volta io ero il meglio, ora nonlo sono più per lei perché, anche se molto più vicini, non saremmostati insieme ogni giorno ma nei week end.
    2)Non sono stato plagiabile di fronteai suoi capricci, e lei ha un carattere che, ho scoperto poi, tendepiù al dominante che al remissivo, per cui cercherà qualcuno che laassecondi nelle sue follie.
    3)Finché stava in Sicilia non sitrovava bene con la mentalità dei suoi conterranei, ma ora che si ètrasferita in pianta stabile la concorrenza si spreca.
    4)Io lavoro e non ho i soldi dalla miafamiglia come tanti ragazzi, per cui ci sono tantissimi altri ragazzimolto più "convenienti".
    5)Anche lei adesso avrà degli impegni,e degli impegni universitari (in più vorrebbe anche lavorare ma nonci credo che ci riuscirà dato il tipo) per cui una storia con me,per il momento non è più conveniente per lei.
    6) Il più importante: è molto piùcomodo non avere qualcuno che la mette di fronte al fatto che il suomodo di vivere la porterà a pagarne il prezzo nel futuro, meglio nonaffrontare se stessi se no si corre il rischio di doversi rendereconto che a 22 anni è ora di prendere in mano la propria vita.




    Credo che siano questi i veri motiviper cui ha tirato i remi in barca e non ha più nemmeno volutoessermi vicina, anche perché l'alternativa sarebbe che c'é un altroma non lo credo per tutta una serie di motivi.
    Durante l'ultima litigata lei ha piùvolte tirato fuori questo discorso per cui è stata la distanza aspegnere i suoi sentimenti, ma per me le motivazioni sono questealtre:


    Per voi?


    A qualcuno è capitato di essersitrovato nella mia situazione o qualcuna ha provato questo famoso"raffreddamento" e sa spiegarmi meglio come avviene, se ècomune, come si scatena e se poi si ritorna effettivamente al legamedi prima?




    Grazie a tutti quelli che vorrannorispondere!

  2. # ADS
     

  3. #2
    Matricola FdT *Star*
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 5/12/2009
    Messaggi: 45
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    Miseria! ma hai scritto una divina commedia! ahahah scherzo
    no in realtà è che la cosa mi ha un po' preso. Cioè io ho un po' di anni in meno di te, ma è successa la stessa cosa con il mio (ex) ragazzo. Io mi trovavo nei tuoi panni...si era dimostrato carino all'inizio, così per far colpo..Poi adesso con la scusa che s'è trasferito sta diventando acidissimo..E sta scaricando tutto su di me, vuole che io mi sposti per lui e che trovi una soluzione per entrambi. io lo amo da morire,ancora. Ma io non posso adesso fare ciò... magari in un futuro sì..ma adesso proprio no, desidero almeno finire il liceo! Ha deciso così di finirla, così da un giorno all altro come se niente fosse! dopo un anno,io vorrei dire, ci sono quasi morta!
    Boh..non so cosa centri...ma la tua storia mi ha fatto pensare un po' alla mia...vista al contrario... Trovandomi più o meno nella tua stessa situazione direi che non c'è nulla da rimproverarti. La tua ex mi sembra un po' come il mio ex ragazzo, aspettano che tutto gli piova dal cielo, forse un po' egoisti.

  4. #3
    giugi89
    Utente cancellato

    Predefinito

    a me è successa una cosa simile ma...da parte del mio ragazzo...perciò non saprei dirti che meccanismi mentali vengono coinvolti in queste decisioni cmq una cosa importante devi prendere in considerazione...puoi fare tutte le ipotesi che vuoi...ma non ne potrai mai essere al 100% sicuro...perciò non ci pensare ...non continuare a chiederti il perchè o il come....è successo punto e basta... può essere che ti ha lasciato per le motivazioni che hai detto o perchè è semplicemente cambiata...lascia passare il tempo...lasciala andare, se vorrà tornerà altrimenti doveva andare così p.s. funziona, fidati.....anche io continuavo a chiedermi il perchè...ma non serve a nulla...ah altra cosa.... una storia d'amore può finire per mille motivi...hai fatto la domanda iniziale se anche per distanza...ovvio che si...il punto è..la tua è veramente finita per distanza? non darlo per scontato!

  5. #4
    Eurasia
    Ospite

    Predefinito

    Stavo per rispondere, poi ho letto le tue conclusioni e mi sono cadute le braccia. A me quella che hai raccontato mi sembra tutto fuorchè una storia senza problemi e, in particolare, non proprio problemi di distanza. E' sicuramente vero che il contesto nel quale lei è cresciuta potrebbe aver influenzato alcuni suoi modi di agire o pretenderti, ma è altrettanto vero che tu mi sembri una persona abbastanza pesante! Scusami se te lo faccio notare, ma sembra quasi che tu le abbia organizzato esistenza e progetti (sede universitaria, tempi di lavoro, periodi nel quale Lei Potrebbe venire da te e che "secondo te" non le pesano), nel momento in cui le sue scelte si sono discostate da quelli ti senti deluso e non riesci ad accettare le sue motivazioni. Non vedo perchè dovrebbe essere una balla non volerti più perchè è stanca della situazione, un sentimento va alimentato e non è mai scontato. Se lei non si è impegnata in prima persona per portarlo avanti mi dispiace, ma non puoi pretendere nemmeno di cercare argomentazioni alternative al suo non volerti più quando a me sembrano chiarissime. Così come non trovo bello il modo in cui parli di lei; se lei resta accanto alla sua famiglia è scema, ma se lei non accetta di Ascoltare te è una al quale piace dominare. Io spero per te che tu non le abbia riferito certe cose in questi termini, altrimenti ti avrei lasciato molto prima.
    A Sally.B piace questo intervento

  6. #5
    Matricola FdT Puss_in_boots
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 16/10/2011
    Messaggi: 14
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    Per Star: grazie per le tue parole magari non sono stato il miglior ragazzo del mondo, ma ho fatto tuttoal mio meglio, se per lei (o per il tuo ex) questo non è abbastanzae ci lasciano, beh, si è tristi
    si, ma si guarda avanti sapendo di nonaver perso una relazione da coltivare nel tempo...




    Per Don't Cry: grazie, in effetti nonpensarci è la soluzione migliore neanche io penso che sia per ladistanza (e ho elencato il perché anche se Eurasia pensa che siastato io ad essere pesante) ma mi
    avrebbe fatto piacere che lo dicesseanche lei invece di dire sempre la scusa della distanza...




    Per Eurasia: forse mi sono espressomale, non so, ma non le ho organizzato nulla. In base a ciò che LEIvoleva fare io mi sono proposto e le ho fornito delle alternativevisto che quello che stava
    facendo lei non le stava portando irisultati che voleva.
    Per la sede universitaria, LEI mi hadetto che avrebbe voluto fare biologia e io ho guardato su internetle offerte formative; le ho mostrato diverse alternative ma LEi hascelto L'Aquila perché non aveva il numero chiuso (c'erano facoltàpiù vicine a dove vivo io per biologia, se avessi volutoorganizzarle la vita l'avrei indirizzata aduna distanza più vicina).
    Tempi di lavoro; se lavori 12 - 15 oreal giorno guadagnando così poco questo si chiama sfruttamento, ilgestore del locale è un disgraziato e si, mi permetto diconsigliarle di lavorare più lontano ma guadagnando di più elavorando meno, non è un imposizione ma solo buon senso, e comunquelei ha voluto continuare a fare questa cosa per cui non ho piùinsistito.
    Sui periodi non l'ho capita... se tiriferisci all'estate eravamo d'accordo, se ti riferisci al capodannol'avevo accettato anche se non ero il massimo della felicità(ovviamente)
    Non ho detto che mi sento deluso dallesue scelte, ma se sceglie di affrontare le scelte che le pesano dipiù e le danno meno risultati, anzi CI danno meno risultati erendono più lontano un eventuale
    futuro insieme, io lo dico. Non c'éstata mai un imposizione o "ordini" o qualcosa sul genereda parte mia, ma se pretende di fare l'hostess senza conoscere lelingue straniere e non lo capisce da
    sola, beh... stare zitto sarebbe soloun atto stupido e cattivo da parte mia.
    Io da parte mia ho alimentato ilsentimento essendoci ogni volta che aveva bisogno, facendola sentireamata sia con messaggi sia con stupidaggini carine (data la distanzanon potevo tenerla tra le
    braccia) e si, avvertendola se secondome si stava cacciando nei guai. Credo che ci siano donne che lovedono come un pregio e altre (tipo la mia ex o uomini come te) chelo vedono come un
    difetto, ma con questo non ho maiinteso di sentirmi superiore a lei (c'erano tante cose in cui lei erapiù brava di me e le ho sempre sottolineate) ma lei, come tutti noi,aveva delle cose in cui non era
    brava. Io non sono chissachi, ma ho untipo di pensiero e di organizzazione che mi permette di lavorare,studiare, fare volontariato, avere una ragazza e mandare avanti i meihobbyes.
    Lei no. Senza cattiveria senzasuperiorità ne niente. Se lei mi avesse detto "Voglio fare labarista", ok, ma se lei mi dice "Voglio laurearmi elavorare per dirigere un giorno un laboratorio analisi
    tutto mio", e a 22 anni non haiancora cominciato a darti da fare, ne sembra che nemmeno inizi (perla casa dell'università o quasi fatto tutto) allora non ci siamo. Sesi vuole puntare in "alto" bisogna darsi da fare, non sipuò partecipare alle Olimpiadi senza allenamento e se non le avessifatto vedere le cose come sono ma avessi continuato ad alimentarefantasie irrealistiche le avrei fatto
    solo un danno, almeno io la vedo così;mi rendo conto che posso risultare pesante, ma a non esserlo non leavrei fatto del bene.
    Per quanto riguarda la sua famiglia si,mi rendo conto che non sono calmissimo perché ancora mi rode, maoggettivamente, se a 22 anni non fai niente per se stessi e per ilproprio domani, c'é
    qualcosa che non va e non vaOGGETTIVAMENTE, senza cattiveria.
    Per il dominare, io si, sono statopesante ma per quello che (almeno io credo) è la cosa che le portaun risultato piacevole per lei, non storie perché non vogliopartecipare al matrimonio di
    persone mai viste ne conosciute.

  7. #6
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,775
    Piaciuto: 9512 volte

    Predefinito

    ?Non credo ti abbia mentito, sul reale motivo della rottura. Non stare a lambiccarti il cervello.

  8. #7
    Eurasia
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Puss_in_boots Visualizza il messaggio

    Per Eurasia: forse mi sono espressomale, non so, ma non le ho organizzato nulla. In base a ciò che LEIvoleva fare io mi sono proposto e le ho fornito delle alternativevisto che quello che stava
    facendo lei non le stava portando irisultati che voleva.
    Per la sede universitaria, LEI mi hadetto che avrebbe voluto fare biologia e io ho guardato su internetle offerte formative; le ho mostrato diverse alternative ma LEi hascelto L'Aquila perché non aveva il numero chiuso (c'erano facoltàpiù vicine a dove vivo io per biologia, se avessi volutoorganizzarle la vita l'avrei indirizzata aduna distanza più vicina).
    Tempi di lavoro; se lavori 12 - 15 oreal giorno guadagnando così poco questo si chiama sfruttamento, ilgestore del locale è un disgraziato e si, mi permetto diconsigliarle di lavorare più lontano ma guadagnando di più elavorando meno, non è un imposizione ma solo buon senso, e comunquelei ha voluto continuare a fare questa cosa per cui non ho piùinsistito.
    Sui periodi non l'ho capita... se tiriferisci all'estate eravamo d'accordo, se ti riferisci al capodannol'avevo accettato anche se non ero il massimo della felicità(ovviamente)
    Non ho detto che mi sento deluso dallesue scelte, ma se sceglie di affrontare le scelte che le pesano dipiù e le danno meno risultati, anzi CI danno meno risultati erendono più lontano un eventuale
    futuro insieme, io lo dico. Non c'éstata mai un imposizione o "ordini" o qualcosa sul genereda parte mia, ma se pretende di fare l'hostess senza conoscere lelingue straniere e non lo capisce da
    sola, beh... stare zitto sarebbe soloun atto stupido e cattivo da parte mia.
    Io da parte mia ho alimentato ilsentimento essendoci ogni volta che aveva bisogno, facendola sentireamata sia con messaggi sia con stupidaggini carine (data la distanzanon potevo tenerla tra le
    braccia) e si, avvertendola se secondome si stava cacciando nei guai. Credo che ci siano donne che lovedono come un pregio e altre (tipo la mia ex o uomini come te) chelo vedono come un
    difetto, ma con questo non ho maiinteso di sentirmi superiore a lei (c'erano tante cose in cui lei erapiù brava di me e le ho sempre sottolineate) ma lei, come tutti noi,aveva delle cose in cui non era
    brava. Io non sono chissachi, ma ho untipo di pensiero e di organizzazione che mi permette di lavorare,studiare, fare volontariato, avere una ragazza e mandare avanti i meihobbyes.
    Lei no. Senza cattiveria senzasuperiorità ne niente. Se lei mi avesse detto "Voglio fare labarista", ok, ma se lei mi dice "Voglio laurearmi elavorare per dirigere un giorno un laboratorio analisi
    tutto mio", e a 22 anni non haiancora cominciato a darti da fare, ne sembra che nemmeno inizi (perla casa dell'università o quasi fatto tutto) allora non ci siamo. Sesi vuole puntare in "alto" bisogna darsi da fare, non sipuò partecipare alle Olimpiadi senza allenamento e se non le avessifatto vedere le cose come sono ma avessi continuato ad alimentarefantasie irrealistiche le avrei fatto
    solo un danno, almeno io la vedo così;mi rendo conto che posso risultare pesante, ma a non esserlo non leavrei fatto del bene.
    Per quanto riguarda la sua famiglia si,mi rendo conto che non sono calmissimo perché ancora mi rode, maoggettivamente, se a 22 anni non fai niente per se stessi e per ilproprio domani, c'é
    qualcosa che non va e non vaOGGETTIVAMENTE, senza cattiveria.
    Per il dominare, io si, sono statopesante ma per quello che (almeno io credo) è la cosa che le portaun risultato piacevole per lei, non storie perché non vogliopartecipare al matrimonio di
    persone mai viste ne conosciute.
    Forse non ho compreso io la situazione e sicuramente ho tralasciato delle parole chiave, ma non ho capito se tu nei fatti le hai riferito quello che stai scrivendo qui. Io non dico che il tuo pensiero sia scorretto, ma credo allo stesso tempo che non tutti ragionino come noi e questo complica le cose quando diamo quelli che Noi crediamo buoni consigli. A me hai trasmesso l'idea di una persona che pressa l'altro, non solo da un punto di vista affettivo ma anche - come scrivi tu - ben organizzato. Forse questo tuo pregio a lei non faceva sentire molto a suo agio perchè sapeva di non poter dare quanto te e questo la feceva sentire inadeguata e lenta. A quel punto forse si è sentita paradossalmente più utile e valorizzata dalla famiglia piuttosto che da una persona che la faceva sentire debole e disorganizzata. Sicuramente in te avrebbe trovato supporto, ma forse era questo a farla sentire a maggior ragione debole.

  9. #8
    Matricola FdT Puss_in_boots
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 16/10/2011
    Messaggi: 14
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    Allora Eurasia: le ho detto quello che ho scritto solo quando le cose si stavano cominciando a guastare e l'ho detto in modo molto gentile. Mi rendo conto che per come l'ho scritta qui non sono il massimo della calma e quindi sembro molto aggressivo, ma so regolarmi sopratutto quando voglio esprimere un parere e non litigare, per cui si, le ho detto questo ma non è stata questa la miccia... lo so perché i periodi critici sono stati altri e se lei avesse reagito come dici che avresti reagito tu, ci saremmo lasciati molto prima.
    Mi rendo conto che i buoni consigli non siano lampanti agli altri, ma quando sono così assurdi come l'hostess o la poliziotta, noi ne discutiamo, lei mi dice di lasciarla fare, io la lascio fare e ogni volta passa un sacco di tempo e non si risolve niente ne la prendono, allora è il caso che si renda conto che il suo modo di pensare era sbagliato, bisogna avere l'umiltà di accettare i propri errori, imparare la lezione e migliorarsi. Non dico che avrebbe dovuto dire a me "Avevi ragione" perché so che è molto umiliante, ma almeno con se stessa avrebbe dovuto dirlo.
    Io l'ho pressata si, ma solo quando la situazione stava procedendo talmente male che era lampante che le serviva una spinta. Ho dovuto insistere insistere e insistere ancora per farla decidere ad almeno "guardare" l'offerta delle case in affitto a L'Aquila... se gli dico che il periodo giusto è intorno a Giugno perché so che dopo le occasioni migliori sono già accaparrate, perché aspettare aspettare e aspettare ancora fino aLuglio? Non essendo una famiglia particolarmente ricca, quello dei soldi non è un fattore da tralasciare, per cui perché non dare retta al consiglio di uno che conosce il luogo e le sue dinamiche?L'ho quasi dovuta costringere per prendere la SUA casa, e si è fatto appena in tempo perché poco dopo sono fioccate le richieste e i prezzi sono saliti moltissimo! Se lei ora sta in una casa nuova,pagando pochissimo, con posto macchina e a 300 metri dall'università è perché mi sono rotto le scatole a romperle le scatole, per cui si, sono stato pressante, ma per vantaggi unicamente suoi. Lei ha una capacità di discernere gli odori molto superiore alla mia per esempio, per cui quando si sceglieva un vino la scelta era solo sua,perché io non ero all'altezza della sua competenza. Se lei non è all'altezza della mia in questa specifica situazione, e se il punto del contendere le porta solo vantaggi, ma perché darsi la zappa sui piedi solo per pigrizia???
    Non credo proprio che si sentisse inadeguata, anzi il suo difetto era che si sentiva sin troppo adeguata anche su quello in cui non lo era, e dato che l'inizio della fine è stato quando ormai era chiaro che si sarebbe trasferita, non credo che il problema fosse che almeno con i genitori si sentiva valorizzata, perché stava per allontanarsi da loro, perché non l'ho mai messa di fronte a un "o me o loro" e perché nell'ultimo periodo non reggeva più la sua famiglia, quindi...


    Io non capisco Eurasia... non so cosa fai nella vita, ma mettiamo che tu ti intenda di economia: se una persona a te cara si sta infilando in un affare apparentemente molto vantaggioso ma che in realtà è una trappola che gli porterà solo del male, secondo te, premesso che gli vuoi bene, non la metti in guardia? E se per caso non capisce con le buone e procede, è meglio sembrare oppressivi e magari anche litigare o è meglio farla procedere fino all'inevitabile scontro con la realtà?
    Nel mio caso sarebbe stato infinitamente più facile continuare a trombarmela senza storie esenza problemi, ci sarei stato molto meglio anch'io e di sicuro mi sarei rilassato molto di più, ma poi?
    Non si può, in nome di un buonismo insensato, far finta di niente con le persone care, non si può, per paura di litigare, non afferrare una persona prima che vada a sbattere, anche se per farlo si deve essere per forza un po' bruschi.Quando si ha a che fare con uno in preda al panico ed è una situazione di emergenza non solo è lecito, ma anche OBBLIGATORIO dare uno sganassone per combattere lo shock con un altro shock, se no sono guai.
    Certo, non è piacevole ricevere la botta, ma se non si riesce a calmare il panico in altro modo, non c'é alternativa. Con lei non sono stato duro ne ho alzato le mani ne l'ho fatta sentire un imbecille, ma sono stato fermo quando serviva.
    Credo che tu non la pensi come me...non mi sento dire che il mio o il tuo metodo sia giusto o sbagliato,ma pensa al mio metodo, e se mai qualcuno di caro si infilerà nei guai, pensa se davvero non vale la pena essere duri ma aiutarla/o davvero invece che girarsi dall'altra parte per paura di sentirsi"oppressivi".

  10. #9
    Ammaccabanane Sally.B
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 8/1/2009
    Messaggi: 1,264
    Piaciuto: 641 volte

    Predefinito

    L'è nemmeno un rotolo!

    Guarda, vediamo un po'...non saprei da dove cominciare.
    Qui sbagliate tutti e due e nessuno dei due.
    Si capisce chiaramente che il vostro problema è che avete affrettato tutto, iniziando col sesso e senza essere riusciti a fortificare tutto tanto da rendervi più stabili.
    E non vi capite: siete troppo differenti, lei per me è passiva, per quanto tu possa dire che tende al dominante, io credo che lei si lasci trasportare dagli eventi; uno scrittore di letteratura cristiana diceva "Se governi la famiglia governi il mondo" o qualcosa di simile: lei non lo fa.
    Tu sei l'opposto: ti dai da fare, fai diecimila cosa ma per me il problema è che la volevi cambiare. Non ti stava bene com'era lei e non hai accettato il suo modo di essere: in fondo, prima di metterti con lei, la conoscevi e sapevi a cosa andare incontro, no?

    Morale, siete troppo diversi e la distanza non ha fatto altro che intaccare tutto.
    Ultima modifica di Sally.B; 30/10/2011 alle 22:32

  11. #10
    Assuefatto da FdT Spettinata
    Donna 35 anni
    Iscrizione: 4/10/2009
    Messaggi: 505
    Piaciuto: 31 volte

    Predefinito

    Lei è passata da una relazione all'altra con troppa facilità.
    Non avete avuto il tempo di conoscervi davvero.
    E in questo anno passato "insieme" non avete fatto altro che accumulare illusioni.
    Che ora si sono scontrate con la realtà, con la vita, con la quotidianità.

    L'amore che tu pensi si sia spento, a me sembra non esser mai attecchito veramente.

    Non è cattiveria, nè cinismo.

    Non ti intestardire, lasciala andare e vai avanti.
    A Puss_in_boots piace questo intervento

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Delusi dall'amore? E' tempo di sfogarsi
    Da Peperin@ nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 21/11/2009, 14:52
  2. Richard Sanderson - Reality(Il tempo delle mele)
    Da Marmalade Boy nel forum Testi musicali
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 7/11/2006, 17:31
  3. Secondo voi, c'è un tempo stabilito x fare l'amore?
    Da **Stellina** nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 22/3/2006, 17:24
  4. Cosa diventa l'amore con il passare del tempo?
    Da Usher nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 19
    Ultimo messaggio: 16/3/2005, 23:58
  5. per il mio amore lontano
    Da aijase nel forum Improvvisazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10/10/2004, 21:07