ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 38

senza reni e giusta cura

  1. #1
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito senza reni e giusta cura

    La famiglia: un calvario inutile. Il Tribunale: obbligo di dialisi al neonato È senza reni, tolto ai genitori per curarlo Ha la sindrome di Potter. I medici: non c'erano speranze, ma ora respira. Appello in Rete contro le terapie
    ROMA - Ha solo un mese, è nato a Foggia il 28 aprile. Ma la sua vita è segnata. Ha la sindrome di Potter il piccolo Davide, è senza reni e ureteri, vescica poco sviluppata, malformazioni polmonari. Quei pochissimi che sopravvivono con questa malattia, muoiono dopo qualche settimana. Ma Davide combatte, in un'incubatrice dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Ai genitori, indecisi se sottoporlo ad un «calvario di terapie in una vita d'inferno, il Tribunale ha tolto la patria potestà. E l'ha affidata ad un medico: tocca a lui decidere come curare il figlio di Maria Rita e Massimo, di 33 e 38 anni, che hanno altri due figli. La decisione del Tribunale dei minori è arrivata dopo che i medici si sono accorti dei miglioramenti del piccolo paziente. In un primo tempo avevano spiegato ai genitori che non c'erano speranze. «Il bimbo ora respira da solo », hanno detto alla famiglia, può essere trasferito in un centro specializzato. I genitori hanno chiesto qualche ora per pensarci.
    Ma i medici non hanno atteso. Il primario Rosario Magaldi degli Ospedali Riuniti di Foggia ha attivato il direttore sanitario Aldo Procaccino che è ricorso d'urgenza al giudice. Il tribunale ha sospeso la patria potestà e nominato un tutore, che ha trasferito Davide a Bari. I genitori hanno fatto istanza di revoca e solo oggi, o domani, si saprà quale è la decisione. A scrivere della storia di Davide, è stato il Corriere del Mezzogiorno lo scorso 13 maggio. «Quando è nato nostro figlio — ha raccontato la mamma, che sta tutto il giorno accanto all'incubatrice — il primario ci disse di non farci illusioni. Ma dopo due settimane ci comunicò che poteva cominciare la dialisi. Noi abbiamo chiesto un po' di tempo. Invece in serata sono arrivati a casa i carabinieri». Adesso, anche se i giudici restituiranno la patria potestà, Maria Rita e Massimo non sanno più che cosa fare. «Mio figlio è sottoposto ad un calvario — dice il papà —. Avevamo solo chiesto qualche ora, visto che nessuno ci dava speranza, volevamo capire se era giusto infliggergli inutile dolore. Davide è sottoposto a dialisi anche per 12 ore al giorno. Un inferno».
    Lo zio del neonato, Antonio Vigilante, conferma: «Mia sorella Maria Rita e Massimo avrebbero voluto lasciarlo a Foggia, dargli cure compassionevoli, ma sono stati ignorati». Antonio ha lanciato una petizione on-line per far restituire la patria potestà a Maria Rita e a Massimo. Mina Welby, la vedova di Piergiorgio, l'ha sottoscritta. Secondo il vicepresidente del Comitato nazionale di bioetica Lorenzo D'Avack «dinanzi ad una questione di vita o di morte mi sembra corretto decidano i medici indipendentemente dalla volontà dei genitori ». Ma Giuseppe Remuzzi, nefrologo del Mario Negri di Bergamo, non condivide. «Nel prendere decisioni così importanti e gravose per la famiglia come la dialisi nel caso di malformazioni gravi, serve sempre il consenso dei genitori». Lo zio di Davide, Antonio, pensa che ci sia accanimento terapeutico. Dice: «Per dializzarlo hanno adoperato l'arteria ombelicale. Poi quella inguinale. Quando non sarà possibile usare altre arterie dovranno intervenire sulla giugulare. Poi non ci sarà più nulla da fare. Questo non è accanimento?». (corriere)
    ---------------------
    I genitori dicono che il bambino muorirà cmq e soffrirà di più .
    i medici lo hanno sottoposto a dialisi. Chi ha ragione?
    --------------------------------------
    L'Eutanasia in questi casi è giustificata? oppure e l'inzio di qualcosa ?


  2. # ADS
     

  3. #2
    Redhead Pride Lantis
    Uomo 38 anni da Estero
    Iscrizione: 21/10/2004
    Messaggi: 25,447
    Piaciuto: 1042 volte

    Predefinito

    è una cosa tristissima
    pero credo che il diritto di scelta lo abbiano i genitori, nessun altro

  4. #3
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lantis Visualizza il messaggio
    è una cosa tristissima
    pero credo che il diritto di scelta lo abbiano i genitori, nessun altro
    quindi i genitori scelgono anche del nostro destino?

  5. #4
    Redhead Pride Lantis
    Uomo 38 anni da Estero
    Iscrizione: 21/10/2004
    Messaggi: 25,447
    Piaciuto: 1042 volte

    Predefinito

    in che senso?
    nell'attualita o alla nascita?

  6. #5
    Overdose da FdT
    Uomo 31 anni da Roma
    Iscrizione: 19/8/2005
    Messaggi: 7,253
    Piaciuto: 35 volte

    Predefinito

    Non so perchè visto che di solito sono per l'eutanasia però boh...dò ragione ai medici.Se c'è una possibilità di salvarlo lo sapranno meglio loro!

  7. #6
    Nuvolablu
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 14/7/2007
    Messaggi: 27,505
    Piaciuto: 2274 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Usher Visualizza il messaggio
    quindi i genitori scelgono anche del nostro destino?

    Indipendentemente se la loro scelta sia giusta o sbagliata, sì spetta a loro di diritto.
    Meglio che il destino di un neonato venga scelto da chi gli ha donato la vita che da un'istituzione ics.

  8. #7
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da nuvolablu Visualizza il messaggio
    Indipendentemente se la loro scelta sia giusta o sbagliata, sì spetta a loro di diritto.
    Meglio che il destino di un neonato venga scelto da chi gli ha donato la vita che da un'istituzione ics.
    ma chi dona la vita sa obbiettivamente scegliere o è prigioniero dei propri pregiudizi o delle proprie convinzioni quando sceglie ?

  9. #8
    Redhead Pride Lantis
    Uomo 38 anni da Estero
    Iscrizione: 21/10/2004
    Messaggi: 25,447
    Piaciuto: 1042 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Usher Visualizza il messaggio
    ma chi dona la vita sa obbiettivamente scegliere o è prigioniero dei propri pregiudizi o delle proprie convinzioni quando sceglie ?
    io solo so risponderti che rispetto ad altre persone, son quelli che hanno PIU diritto

  10. #9
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lantis Visualizza il messaggio
    io solo so risponderti che rispetto ad altre persone, son quelli che hanno PIU diritto
    hai ragione lantis ma il problema e dove inizia e finisce il limite privato e quello pubblico e possibile stabilire delle regole o lasciamo tutto all'arbitrio e al giudizio del singolo quale è la soluzione piu etica o piu equa?
    Secondo voi devono valere solo regole soggettive o e possibile stabilire criteri oggettivi per regolare casi come questi?
    ecco altra carne al fuoco della discussione
    -------------------------------------------
    E' la prima volta in Italia. Su richiesta di una paziente di 70 anni applica una norma del 2004 che consente di rifiutare le cure testamento biologico, primo caso donna muore "secondo volontà" Il marito nominato "amministratore di sostegno", autorizzato a decidere per lei

    MODENA - Il testamento biologico - un documento che permette di lasciare scritta la volontà di morire e rifiutare le cure - è stato applicato per la prima volta in Italia. E' successo a Modena, dove Vincenza Santoro Galani, 70 anni, ha scelto di morire "secondo volontà". E ha aperto uno spiraglio per i tanti Welby in Italia, dimostrando che il testamento biologico non è solo relegato alla carta, ma è realtà.
    In particolare, a consentire alla donna di rifiutare le cure è stata l'applicazione di una norma del 2004, che stabilisce la possibilità di nominare un amministratore di sostegno, cioè una figura autorizzata a decidere in caso di perdita delle facoltà intellettive.
    Il 9 maggio scorso il magistrato aveva accolto la richiesta della donna, intenzionata a rifiutare ogni cura che potesse prolungare le sue sofferenze. E aveva nominato il marito amministratore di sostegno, come indicato dalla signora stessa. La donna, 70 anni, era affetta da sclerosi laterale amiotrofica, una malattia incurabile, e aveva comunicato a suo marito e ai figli di non volere interventi né accanimenti terapeutici rifiutando, quindi, anche la respirazione artificiale. E il marito ha rispettato la sua volontà.
    Se i medici le avessero fatto la tracheotomia, venendo meno alle sue disposizioni, la paziente sarebbe rimasta collegata al polmone artificiale. Una situazione senza prospettive, che non avrebbe certo portato alla guarigione. Nei giorni scorsi le condizioni della donna erano notevolemente peggiorate. Il marito ha quindi deciso di portare la richiesta della moglie al giudice tutelare del tribunale di Modena, Guido Stanzani, che l'ha accettata. I medici hanno però applicato a Vincenza Santoro Galani le cure palliative più efficaci, per alleviare le sofferenze negli ultimi momenti di vita.
    Ultima modifica di Usher; 29/5/2008 alle 16:04

  11. #10
    Moderatrice Holly
    Donna 32 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10124 volte

    Predefinito

    la cosa più ingiusta è che i genitori hanno chiesto qualche ora per riflettere e gli è stata tolta la patria potestà... vergognoso.
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

Pagina 1 di 4 1234 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Casa di cura FDT
    Da DueDiPicche nel forum Off Topic
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 3/9/2007, 10:17
  2. la cura
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16/8/2007, 12:32
  3. La cura del gorilla
    Da maya nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 10/2/2006, 11:12
  4. La cura
    Da Kikka_86 nel forum Improvvisazione
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 8/1/2006, 14:05
  5. °°°Cura del Fisico°°°
    Da Eloise_Rich nel forum Bellezza e cosmesi
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 14/6/2005, 21:18