ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Visualizzazione risultati da 11 a 18 su 18

Lavoro "sporco"

  1. #11
    Rum e Cocaina Sally
    Donna 36 anni da Carbonia-Iglesias
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 21,047
    Piaciuto: 91 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da nuvolablu Visualizza il messaggio
    da un lato hai ragione, dall'altro penso, pero', che spesso ci si nasconda dietro l'alibi dell'ignoranza........basterebbe un pizzico di buon senso in piu' e nn mi sembra un'operazione cognitiva cosi' difficile da fare!
    Va beh devi tener conto che una volta può anche capitare.. e l'aborto non è sempre la via più facile, io non riuscirei mai ad abortire, per esempio..


  2. # ADS
     

  3. #12
    Nuvolablu
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 14/7/2007
    Messaggi: 27,505
    Piaciuto: 2274 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Puff Visualizza il messaggio
    Va beh devi tener conto che una volta può anche capitare.. e l'aborto non è sempre la via più facile, io non riuscirei mai ad abortire, per esempio..

    ma infatti io non mi riferisco a quelli cui capita una volta, ma 2...3....
    sull'aborto pienamente d'accordo cn te

  4. #13
    Overdose da FdT
    Uomo 31 anni da Bergamo
    Iscrizione: 22/11/2005
    Messaggi: 5,062
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Puff Visualizza il messaggio
    Ci sono persone e persone. C'è il laureato che pur di lavorare va a far lo spazzino, in attesa di un lavoro adatto alle sue capacità, e c'è il padre di famiglia che piuttosto che fare il cameriere, commesso, spazzino, decide di non fare un *****.
    Concordo

  5. #14
    0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 Killuminato
    Uomo 39 anni da Modena
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 12,665
    Piaciuto: 186 volte

    Predefinito

    beh... allora se un italiano che necessita di denaro preferisce non lavorare invece di fare un certo lavoro, mi dispiace ma non lo rispetto come uomo.
    I miei nonni si sono sempre sbattuti parecchio per la famiglia, facevano 2 o 3 lavori anche.... ben vengano allora gli immigrati se sono volenterosi come i miei nonni (o i miei genitori) e vogliono lavorare sodo.

  6. #15
    Overdose da FdT
    Uomo
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 6,184
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    mettimola cosi gli stranieri servono nella misura in cui non tutti gli italiani riescono a coprire tutti i vuoti e le necessità economiche della nazione.
    Per cui, penso, che pur essendoci tali posti belli o brutti che siano vadino coperti da italiani o stranieri indifferentemente solo che per quest'ultimi servano, come forza lavoro, in modo programmato e controllato con quote di lavoratori che vengono da altri paesi decise dal nostro governo e non richiamate dall opportunismo della politica nostrana .
    Per cui se ci servono ad esempio 100 persone per coprire certi lavori che gli italiani non vogliono fare che ne vengono mettiamo 110 o 115 tanto per esagere e non 1000 quando non ci sono i posti di lavoro che coprano tale
    offerta di forza lavorativa, perchè una volta arrivati questi 900 dovranno
    pure campare e secondo voi che cosa potrebbero fare?

  7. #16
    obo
    .
    32 anni
    Iscrizione: 23/9/2005
    Messaggi: 35,506
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da killuminato Visualizza il messaggio
    beh... allora se un italiano che necessita di denaro preferisce non lavorare invece di fare un certo lavoro, mi dispiace ma non lo rispetto come uomo.
    I miei nonni si sono sempre sbattuti parecchio per la famiglia, facevano 2 o 3 lavori anche.... ben vengano allora gli immigrati se sono volenterosi come i miei nonni (o i miei genitori) e vogliono lavorare sodo.
    uguale!

  8. #17
    Sempre più FdT
    Iscrizione: 1/4/2005
    Messaggi: 3,368
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    E' un luogo comune che certi lavori gli italiani non vogliano farli perchè troppo umili.. Solo in parte può essere vera una cosa del genere. Chi deve mantenersi o deve mantenere la propria famiglia non sta a guardare se il lavoro è umile o meno.
    E' anche vero però che con l'arrivo degli immigrati, molti lavori sono diventati più dispendiosi per gli italiani (di solito i lavori più umili), perchè gli extracuminatari talvolta clandestini, accettano di lavorare per compensi e in condizioni per cui un italiano - giustamente - non lavorerebbe (magari non ci paga neanche l'affitto, mentre un clandestino che vive in una baracca e manda i soldi nel suo paese non si porrebbe il problema), e quindi si rivolge ad altri settori. Purtroppo ce ne sono di italiani che fruttano nelle proprie imprese sia extracomunitari che connazionali, ma come al solito il soldo è più importante del resto.

  9. #18
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Usher Visualizza il messaggio
    mettimola cosi gli stranieri servono nella misura in cui non tutti gli italiani riescono a coprire tutti i vuoti e le necessità economiche della nazione.
    Per cui, penso, che pur essendoci tali posti belli o brutti che siano vadino coperti da italiani o stranieri indifferentemente solo che per quest'ultimi servano, come forza lavoro, in modo programmato e controllato con quote di lavoratori che vengono da altri paesi decise dal nostro governo e non richiamate dall opportunismo della politica nostrana .
    Per cui se ci servono ad esempio 100 persone per coprire certi lavori che gli italiani non vogliono fare che ne vengono mettiamo 110 o 115 tanto per esagere e non 1000 quando non ci sono i posti di lavoro che coprano tale
    offerta di forza lavorativa, perchè una volta arrivati questi 900 dovranno
    pure campare e secondo voi che cosa potrebbero fare?
    Il problema è che la maggior parte della forza lavoro extracomunitaria è ben accetta in Italia per esser disposta a lavorare in nero.
    I posti di bracciante agricolo che ti dicevo sono a disposizione di tutti, purché il lavoro non sia regolamentato.
    IN una condizione del genere, pur volendola ammettere, come fai a programmare le persone che servono e che dovrebbero avere il permesso di varcare il confine italiano?

    Se si imponesse la regolarizzazione di tale lavoro, i 30 euro al giorno aumenterebbero notevolmente, sia perché occorrerebbe seguire delle tabelle di minimi salariali imposte, sia per via della tassazione: a quel punto ci sarebbero anche italiani ben disosti a lavorare.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni simili

  1. CANZONE "RIFLESSIVA" SULLA "DOPPIA PERSONALITA"
    Da CONFE 89 nel forum Il confessionale
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 2/11/2007, 13:47
  2. Quote "rosa" e quote "giovani" in politica
    Da metodico nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 24/12/2006, 18:26
  3. il ragazzo "allegro" e la "brava bambina"
    Da UriGeller nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 12/11/2006, 12:09
  4. da noi si dice "fatta e dagada"="fatta e lasciata!"
    Da Askra nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 12/8/2006, 14:11