ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 16

articolo sul caso Cascioli

  1. #1
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito articolo sul caso Cascioli

    Articolo di Ennio Montesi
    ================================================== ======

    Luigi Cascioli ha vinto dinanzi alla Storia: Cristo non è esistito
    Perché la Chiesa ha girato le spalle al personaggio Gesù?

    Il caso di Luigi Cascioli, il cristologo che querelò anni fa il prete don
    Enrico Righi per "abuso della credulità popolare" e "scambio di persona" è
    stato archiviato. Il prete ha utilizzato, in sintesi, questa pittoresca
    linea difensiva così esposta: "Qualora risultasse che Cristo non è
    esistito,
    i meritevoli di condanna sono gli autori dei Testi Sacri e non don Enrico
    che si è soltanto limitato a ripetere ciò che altri hanno scritto".
    Singolare e molto curioso il comportamento di un ministro della Chiesa che
    dovrebbe difendere, fino all'atto supremo, l'esistenza di Cristo, quindi la
    sua parola. Invece no. Don Righi, ha girato le spalle al suo Cristo,
    fregandosene altamente di lui e di dimostrarne l'esistenza. Anzi ha pure
    puntato il dito verso la Chiesa. Comportamento tremendo, forse da scomunica
    per un prete, per un uomo che dovrebbe avere dedicato la vita a Gesù.

    Perché don Righi si è comportato così? Per quale ragione? Eppure don Righi
    poteva disporre di tutta la teologia del pianeta, poteva diporre di immense
    biblioteche contenenti testi antichi di qualsiasi natura, poteva disporre
    dei cervelli di colleghi ministri di qualsiasi grado della gerarchia
    ecclesiastica tra i quali, ad esempio, i preparatissimi gesuiti. Perché non
    fare intervenire i ministri Camillo Ruini, Tarcisio Bertone, Gianfranco
    Ravasi, Thomas Reese, Crescenzio Sepe, Francesco Cacucci, Stanislaw
    Dziwisz,
    Attilio Nicora, Paolo Romero, Angelo Sodano, Piero Marini, Dionigi
    Tettamanzi? Anche Joseph Ratzinger avrebbe potuto dire la sua.

    Ricapitoliamo. Arriva uno studioso che dichiara che Cristo è una favoletta,
    inventata dai preti. E cerca di intentare un processo storico sulla "Non
    esistenza di Cristo". La Chiesa non si muove, non prende posizione. Non può
    non aver saputo la Chiesa di questo caso supponendo, per assurdo, che don
    Righi sia stato omertoso verso i superiori, di certo non sono passati
    inosservati la montagna di articoli pubblicati sulla stampa e servizi sulle
    televisioni di mezzo mondo. Eppure la Chiesa "parla" e "si eprime" per ben
    meno, su fatti anche banali e non di rado su fatti - come quelli riferiti
    alle faccende dello Stato italiano - sui quali dovrebbe tenere la bocca
    chiusa. Su Cristo che non è mai esistito, con tanto di prove procurate da
    Cascioli, i ministri della Chiesa hanno taciuto! Credenti e atei siamo
    tutti
    indignati, impossibile non sentirsi raggirati.



    Don Righi e Chiesa cattolica, non hanno battuto ciglio sulla non storicità
    di Cristo, non hanno speso nemmeno una parola per provare il contrario.
    Eppure, tutta la questione portata in tribunale da Cascioli verteva su
    questo fatto: Cristo è esistito o no? Cascioli asseriva e asserisce ancora
    che possiede le prove storiche della non esistenza di questo personaggio
    inventato dalla Chiesa. Prove che ha diligentemente depositato in
    tribunale,
    prove che ha raccolto, in anni di studi, nel libro-denuncia "La favola di
    Cristo - Inconfutabile dimostrazione della non esistenza di Gesù".

    Perché allora nessun ministro della Chiesa si è fatto avanti a cominciare
    dai signori cardinali e vescovi? Cristo è il loro pane quotidiano, eppure
    stavolta questi ministri hanno preferito mangiare grissini. Silenzio
    totale.
    Suvvia, cosa ci voleva (e cosa ci vuole) a smontare le dichiarazioni
    scorcentanti di Luigi Cascioli; per i ministri della fede dovrebbe essere
    stata una passeggiata di salute. Invece nisba. Che curiosa Confessione
    religiosa il cristianesimo: sbandiera Cristo da un paio di millenni, a ogni
    frase i seguaci ci infilano dentro Cristo, "Cristo ha detto." e "Cristo ha
    fatto.". Un bel giorno arriva un uomo che dice loro, signori quello che voi
    chiamate Cristo e propagandate alle masse in tutte le salse, non è mai
    esistito e io ho le prove, eccole qui. E l'uomo tira fuori le prove. E la
    Chiesa? Uno si sarebbe aspettato - a maggior ragione se professante
    cristiano - che i migliori cardinali del Vaticano fossero usciti allo
    scoperto dicendo qualcosa del tipo: "caro Cascioli, tu sei matto, ecco
    dimostrato a te e all'umanità, con prove concrete, prove storiche, prove
    inconfutabili, prove schiaccianti che Gesù detto il Cristo è esistito in
    carne ed ossa, come Napoleone, Garibaldi, Giulio Cesare. Sai che figuraccia
    avrebbe fatto il Cascioli! Sai il giorno dopo quanti milioni di convertiti
    in più al cristianesimo.

    Viene un sospetto, un sospetto non da poco. Un dubbio insinuatosi come una
    pulce nell'orecchio che non fa dormire, una pulce grossa come un gatto.
    Vuoi
    vedere che la Chiesa sta zitta sul caso Cascioli poiché di questo
    personaggio Cristo non ha davvero alcuna prova da portare di fronte all'
    umanità? Pertanto cosa altro potrebbe fare se non tacere? I preti diranno
    tra sé, intanto facciamo in modo che il caso giudiziario venga archiviato.
    Nessun problema per l'archiviazione, tanto lo sappiamo bene il termine
    "laicità" dello Stato non significa nulla, è vuoto e astratto. Panta rei,
    tutto scorre. la gente dimenticherà in fretta questa faccenda, ha da pagare
    le bollette, ha problemi di lavoro, l'affitto della casa. del fatto che uno
    studioso abbia dichiarato portando prove storiche che Cristo è stato
    inventato dalla Chiesa, sollevando un caso dalla portata planetaria,
    nessuno
    ricorderà più nulla. Alla Chiesa - che propone dall'alba al tramonto il
    Cristo - di dimostrare che Cristo è esistito sembrerebbe non fregargliene
    nulla. Chissà perché? Non penso sia un atto di vigliaccheria della Chiesa e
    non penso nemmeno sia stata una sua leggerezza. Neanche un errore di
    strategia; che strategia è per la Chiesa restare muta per un caso così
    eclatante che la investe nel profondo della sua dottrina religiosa, alias
    in
    Cristo?

    Analizzando i fatti, appare evidente che Cascioli ha fatto scacco matto
    alla
    Chiesa e a tutti i suoi ministri. Dinanzi alla Storia, Luigi Cascioli ha
    vinto inesorabile poichè la Chiesa non ha portato le prove dell'esistenza
    di
    Cristo. Cascioli ha inferto un poderoso colpo di piccone contro il muro
    della menzogna, il primo, ma non l'ultimo.

    Ennio Montesi.
    da http://nochiesa.blogspot.com


    Visitate il sito www.luigicascioli.it !

  2. # ADS
     

  3. #2
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Di sicuro Santa Romana Chiesa non ha lasciato nulla al caso. Se han deciso di agire in quel modo è stato perché, valutati i pro e i contro, delle possibili linee di condotta da seguire, ha ritenuto che quella adottata era la piu' indolore.

    Probabilmente cimentarsi nel dimostrare l'esistenza di Gesù e la veridicità dei testi sacri, avrebbe comportato metter su un contenzioso che avrebbe fatto troppo scalpore e indotto molta gente a porsi delle domande le cui risposte sarebbero state poi inevitabili.

  4. #3
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    "Religione oppio dei popoli"... sempre quello è il vostro cuore!

    A parte le battute, cercate di considerare la Chiesa alla stregua di un partito politico...e vedrete le cose sotto un'altra luce, probabilmente.
    Perchè alla fine la Chiesa, in quanto organizzazione, fa lo stesso che fanno tutti quelli come lei: cerca proseliti, fa propaganda, dispensa promesse e ricompense e esprime opinioni. Se vi va bene che lo facciano i partiti politici, perchè nn deve farlo anche lei?

  5. #4
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 24/2/2005
    Messaggi: 7,041
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    la religione non è l'oppio dei popoli, se lo fosse davvero io sarei un prete

  6. #5
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da John Galliano
    la religione non è l'oppio dei popoli, se lo fosse davvero io sarei un prete
    ......ma vaff** !!!!

  7. #6
    anDr1
    Utente bannato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da John Galliano
    la religione non è l'oppio dei popoli, se lo fosse davvero io sarei un prete
    la religione è l'oppio ... dei poveri..

  8. #7
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkness_creature
    "Religione oppio dei popoli"... sempre quello è il vostro cuore!

    A parte le battute, cercate di considerare la Chiesa alla stregua di un partito politico...e vedrete le cose sotto un'altra luce, probabilmente.
    Perchè alla fine la Chiesa, in quanto organizzazione, fa lo stesso che fanno tutti quelli come lei: cerca proseliti, fa propaganda, dispensa promesse e ricompense e esprime opinioni. Se vi va bene che lo facciano i partiti politici, perchè nn deve farlo anche lei?
    Che discorsi che fai...

    Perché dobbiamo considerare la Chiesa come un partito politico se lei non si presenta come tale? Se è vero ch'ella è alla stregua di un parito politico pur dandosi la veste mistica che ha, allora ecco dimostrata la sua ingerenza nella nostra vita pubblica in barba a ogni dichiarata laicità dello stato.

  9. #8
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da s@ve

    Che discorsi che fai...

    Perché dobbiamo considerare la Chiesa come un partito politico se lei non si presenta come tale? Se è vero ch'ella è alla stregua di un parito politico pur dandosi la veste mistica che ha, allora ecco dimostrata la sua ingerenza nella nostra vita pubblica in barba a ogni dichiarata laicità dello stato.
    Ogni partito politico si dà la veste di liberatore da tutti i mali, quindi anche in questo caso, nn vedo perchè un partito lo può fare e la Chiesa no solo perchè si chiama Chiesa cattolica. Che differenza c'è tra Bertinotti che dice "dobbiamo superare la proprietà privata" e "tutelare i lavoratori", con tono di ordine autoritario, e la Chiesa che dice "dobbiamo difendere i valori della famiglia", sempre con lo stesso tipo di tono? Alla fin fine ognuno porta acqua al suo mulino.

  10. #9
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,138
    Piaciuto: 1392 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkness_creature

    Ogni partito politico si dà la veste di liberatore da tutti i mali, quindi anche in questo caso, nn vedo perchè un partito lo può fare e la Chiesa no solo perchè si chiama Chiesa cattolica. Che differenza c'è tra Bertinotti che dice "dobbiamo superare la proprietà privata" e "tutelare i lavoratori", con tono di ordine autoritario, e la Chiesa che dice "dobbiamo difendere i valori della famiglia", sempre con lo stesso tipo di tono? Alla fin fine ognuno porta acqua al suo mulino.
    Nn mi sn spiegato: Io non sto disquisendo sulle finalità dell'operato della Chiesa in questa sede, sto solo dicendo che per difendere i valori della famiglia nell'ambito dello stato (presunto laico) italiano alla stregua di un partito politico, occorrerebbe presentarsi alle elezioni come tale, farsi votare e poi presentare le leggi ritenute opportune.
    Se invece si fa questo come movimento religioso, riuscendo a ingerire sulla vita politica italiana, allora significa che la laicità dello stato è solo teorica, ma in pratica non esiste.

  11. #10
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Guarda, sotto questo specifico aspetto potresti anche aver ragione, certo è comoda la posizione della Chiesa come organizzazione, che diffonde i suoi valori e la sua verità facendosi scudo della sua attuale posizione. Se è solo questo il tuo problema, allora credo di essere d'accordo.

    Se però invece tu li vuoi zittire solo perchè preti e perchè nn condividi le loro idee, allora nn ci troviamo più...

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Il caso svizzero
    Da Vanity nel forum Argomento libero
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 13/10/2010, 17:56
  2. credi nel caso?
    Da camassi nel forum Argomento libero
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 15/8/2007, 6:48
  3. un caso curioso
    Da Usher nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 29/4/2005, 19:46