ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 9 su 9

‘Ndrangheta a Desio, il comune cade per mafia

  1. #1
    Zeitgeist
    Utente cancellato

    Idea ‘Ndrangheta a Desio, il comune cade per mafia

    Dimissioni di massa di 17 consiglieri comunali per il coinvolgimento di alcuni esponenti nell'inchiesta di questa estate sulle cosche al nord. In Lombardia non era mai successo.

    “I politicanti vedi che sono scemi, si accontentano di 10.000 di telefono”. Saverio Moscato parla chiaro. Ufficialmente lui fa l’imprenditore. In realtà è un capo della ‘ndrangheta che comanda in Lombardia. La sua zona è quella di Desio, nel cuore della ricca Brianza. L’intercettazione porta la data del 24 gennaio 2009. Come molte altre, finirà nelle carte dell’inchiesta ‘Infinito’ che il 13 luglio scorso ha sollevato il velo sulla presenza delle cosche in terra di Padania.

    ...



    Da ieri infatti e dopo le dimissioni di 17 consiglieri, il comune di Desio, a guida Pdl, è ufficialmente sciolto. Un colpo definitivo assestato anche grazie al supporto di sei consiglieri della Lega nord. Il comune si scioglie per infiltrazioni mafiose. In Lombardia non era mai successo. Questo si legge nel documento firmato dai politici dimissionari in cui si motiva la scelta “con il coinvolgimento nell’inchiesta ‘Infinito’”.

    Insomma, che a Desio la ‘ndrangheta fosse di casa era il segreto di pulcinella. Contatti e relazioni duravano da anni. Ma sono emersi solo dopo l’indagine di questa estate. Tra i vari nomi spicca quello del consigliere comunale del Pdl Natale Marrone. Lui, pur non indagato, si rivolge a un boss della zona come Pio Candeloro per pianificare l’aggressione a un dirigente del comune di Desio. Domanda: “La possiamo fare qualche azione o no?”. L’altro abbozza. Quello prosegue: “Gli faccio un’azione preventiva, per fargli prendere un po’ di paura”. Il mafioso, però, fa finta di non capire. L’obiettivo infatti è Rosario Perri. Già a capo dell’ufficio tecnico del comune di Desio ed ex consigliere nella provincia di Monza e Brianza, Perri viene definito “appoggiato da persone di rispetto”. In un’intercettazione racconta al figlio di avere 500 mila euro “nei tubi” e di aver aperto un conto cifrato a Lugano. Dalle informative della polizia giudiziaria emergono i suoi rapporti con un imprenditore legato alla cosca Moscato. Né Perri né Marrone sono indagati.

    Lo è invece Massimo Ponzoni, non per mafia, però, ma per bancarotta fraudolenta. E questo nonostante le intercettazioni provino i suoi rapporti con i boss Salvatore Strangio e Fortunato Stellitano. E comunque, tanto basta perché la giunta del sindaco Giampiero Mariani vada a casa. Ora la palla passerà al Prefetto che dovrà nominare un commissario per traghettare il comune alle elezioni della prossima primavera.



    Fonte: Il Fatto

  2. # ADS
     

  3. #2
    obo
    .
    32 anni
    Iscrizione: 23/9/2005
    Messaggi: 35,506
    Piaciuto: 122 volte

    Predefinito

    ho letto già tempo fa.

    che dire?...

  4. #3
    Zeitgeist
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da obo Visualizza il messaggio
    ho letto già tempo fa.

    che dire?...

    Nulla, basterebbe riconoscere che la mafia è un problema ANCHE del Nord, invece di chiudersi nel proprio microcosmo (leggi moltileghisti e Silvio) sostenendo che queste sono favole raccontate dalla magistratura.

    Davvero basterebbe questo, la presa di coscienza, l'esistenza, non negarlo. Tutto qui.

  5. #4
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Da notare che viene menzionato il supporto dei sei consiglieri della Lega Nord nel risolvere il problema, eh

    Per il resto...è stata un'azione SACROSANTA

  6. #5
    SS-Hauptsturmführer Wittmann
    Uomo 38 anni da Reggio Emilia
    Iscrizione: 21/12/2007
    Messaggi: 5,371
    Piaciuto: 799 volte

    Predefinito

    E' risaputo che camorra, mafia & compagnia abbiano allungato dei bei tentacoli anche al nord..
    Nel business dell'edilizia ci hanno sguazzato e con lo spostamento negli anni 80-90 di centiaia di migliaia di persone sono arrivati anche elementi molto poco raccomandabili.
    Cmq molto preoccupante..e saranno nemmeno gli unici politici corrotti o collegati a organizzazioni criminali,anzi.

  7. #6
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wittmann Visualizza il messaggio
    E' risaputo che camorra, mafia & compagnia abbiano allungato dei bei tentacoli anche al nord..
    Nel business dell'edilizia ci hanno sguazzato e con lo spostamento negli anni 80-90 di centiaia di migliaia di persone sono arrivati anche elementi molto poco raccomandabili.
    Cmq molto preoccupante..e saranno nemmeno gli unici politici corrotti o collegati a organizzazioni criminali,anzi.
    Purtroppo vero, ed in questo caso non c'entra niente l'atavico scontro nord-sud.
    Ormai da anni quello della criminalità organizzata ad alti livelli, se pure magari estrinsecato in maniere differenti, è un problema ITALIANO e non più solo "del nord" o "del sud".

  8. #7
    Dio Il Lupo
    34 anni
    Iscrizione: 15/5/2006
    Messaggi: 7,232
    Piaciuto: 93 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wolverine Visualizza il messaggio
    Purtroppo vero, ed in questo caso non c'entra niente l'atavico scontro nord-sud.
    Ormai da anni quello della criminalità organizzata ad alti livelli, se pure magari estrinsecato in maniere differenti, è un problema ITALIANO e non più solo "del nord" o "del sud".
    D'accordo.

  9. #8
    Zeitgeist
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wolverine Visualizza il messaggio
    Da notare che viene menzionato il supporto dei sei consiglieri della Lega Nord nel risolvere il problema, eh

    Per il resto...è stata un'azione SACROSANTA

    Sicuramente, però la Lega ha lasciato la giunta dopo che un'inchiesta ha dimostrato che una parte di quella maggioranza faceva affari con la 'ndrangheta. E prima? Ignoravano?

    Comunque c'è da tenere gli occhi aperti, perché io sono abituato allo scioglimento dei comuni (anche il mio) per infiltrazioni mafiose, mi chiedo però, che pensano i cittadini di Desio?!

  10. #9
    anemy
    Utente cancellato

    Predefinito

    Mah, sono quelli che stanno col culo in poltrona che negano il netto potere delle mafie al nord, non certo il popolino. Saviano stesso ha fatto i nomi dei comuni, tra l'altro chi ci vive vicino già lo sapeva: ogni tanto spunta fuori che c'è stato un blitz o qualcosa di simile.

Discussioni simili

  1. Alessio - ‘A solita canzone
    Da rose166 nel forum Testi musicali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 4/12/2010, 10:31
  2. Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 17/11/2010, 14:33
  3. 'ndrangheta: 304 persone arrestate in tutta Italia
    Da obo nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 13/7/2010, 23:33
  4. Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 24/11/2009, 13:17
  5. Desìo
    Da DueDiPicche nel forum Improvvisazione
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 1/9/2007, 21:31