ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 6 12345 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 53
Like Tree27Mi piace

Mi piace la mia collega di lavoro

  1. #1
    Matricola FdT
    Uomo 29 anni da Estero
    Iscrizione: 12/6/2015
    Messaggi: 38
    Piaciuto: 3 volte

    Domanda Mi piace la mia collega di lavoro

    Buongiorno a tutti,

    Sono qui a esporvi la mia problematica. Sono sempre stato abituato a risolvere tutto con concretezza e determinazione ma ammetto che ultimamente questa "buona dote" sta iniziando a mancarmi.
    In pratica da un bel po' di tempo non vivo piú in Italia. Mi sono trasferito a Madrid e lavoro in una multinazionale quindi sono molto contento e soddisfatto soprattutto su questo lato.

    Al momento sto vivendo con una ragazza da circa 5 anni e mezzo, con cui purtroppo ho sempre avuto grossi problemi, prima in Italia con la sua famiglia che non mi vedeva di buon occhio sin dal primo momento (e non ho mai capito perché visto che sono sempre stato un gran lavoratore) e ora questi problemi me li sono portati con me all'estero.
    Sono arrivato ad un punto che non riesco a sopportare piú nulla di lei. Anche le piccole cose. Per fare un esempio alcune abitudini come anche muovere un oggetto o cucinare, o qualsiasi altra cosa. Quando lei prende le cose le sbatte con forza sul tavolo, sui mobili...Ha un modo di fare un po' cosí e ultimamente (soprattutto quando mi porto il lavoro a casa) tutto ció mi urta terribilmente. Come mi urta terribilmente il fatto che non sia umile e non sappia dire qualche volta: "sai, ho sbagliato ora vediamo come rimediare".

    La famiglia continua a non vedermi di buon occhio nonostante io lavori anche qui in maniera stabile e la stia aiutando sia economicamente perché non lavora sia dal punto di vista della lingua nuova.
    Nonostante io le ripeta sempre di correggere alcuni difetti (tra cui quello descritto sopra, ma non solo!) lei continua sempre imperterrita a comportarsi come sempre iniziando frasi del tipo:
    "si ma tu....", "eh peró tu....", "ogni volta che tu...." magari andando a ripescare anche situazioni o errori del passato.

    Prendendo atto di questa situazione sto seriamente pensando di allontanarla anche se non avendo lavoro, il mio senso di colpa parla dentro di me. Diciamo che (sempre ribadendo che ho analizzato tutto con concretezza) il solo fatto che mi blocca nel prendere provvedimenti é la sua mancanza di autonomia economica. Questa é la veritá! Non mi piacerebbe lasciarla "en la puta calle" come si dice qui...In soldoni: in mezzo a una strada.

    Ma il problema principale non é questo, era solo per dare un'anteprima della vita che sto vivendo.
    Aggiungo una cosa: in tutto questo tempo che sono qui...non ho uno straccio di amico. ZERO! E tutte le volte che tento di uscire con qualcuno lei si mette subito in prima fila perché deve essere sempre presente in tutto e per tutto. Altra cosa che mi urta moltissimo. Stessa identica cosa su WhatsApp. Lei deve sempre essere presente. Una cosa che non mi sta piacendo, anche perché se devo uscire con un amico e magari preferiamo stare da soli anche per dire magari quelle cose che in presenza di una donna non si possono dire come per esempio: "oh guarda quella che topa!", anche solo per ridere o per farci una battuta sopra.

    Insomma conseguenzialmente sono qui da anni e non ho un amico nemmeno a pagarlo! Sono arrivato ad un punto che il weekend per me é una tortura e non vedo l'ora sia lunedí per andare a lavorare, dove il clima é stupendo.

    La panoramica della mia vita é questa al momento, ma il problema di cui veramente voglio parlarvi é un altro e ora lo espongo qui:


    Essendo un tecnico informatico giro spesso le varie zone dell'impresa e ultimamente ho perso veramente la testa per una collega entrata da poco. Io ho 25 anni e lei 23.
    Con la scusa del: "ti creo le credenziali d'accesso", "ti creo la casella di posta" ecc... sono riuscito a chiederle il numero di telefono e varie volte l'ho invitata qui a un caffé sempre in ambiente lavorativo.
    Lei mi manda sempre segnali, sembra che le susciti interesse. Quando siamo a mensa mi sorride, quando passo nella zona dell'edificio dove sta la sua postazione mi fa la "linguaccia malandrina" come si dice. Insomma mi fa capire che ci potrebbe essere qualcosa. Peró ci sono delle volte che mi sembra un po' fredda. Su WhatsApp non risponde perché magari é impegnata o noto in lei strani comportamenti, peró quella volta che riesco ad avere un approccio o incontro é gentilissima e carinissima. A tal proposito visto che non mi piace fare queste cose sul posto di lavoro, l'ho invitata ad una uscita fuori dall'orario lavorativo e con mia grande felicitá mi ha risposto "la prossima settimana perché in questa sono molto impegnata, laurea, lezioni, master e impegni vari". Benissimo!
    Io cerco di essere sempre dolce e carino e ogni volta che devo andare a prendere il caffé mi faccio un sacco di strada di corridoio (sono 4 edifici uniti, io sto al numero 4 lei al 2) solo per avere quei cinque minuti per stare lí a guardarla, anche senza disturbarla o distoglierla dal lavoro ma solamente prendere il caffé e guardarla in lontananza concentrata sul monitor del pc. Mi fa sempre bene. Bastano cinque minuti solamente per provocarmi un sorriso di 24 ore. Mi ci vedrei veramente bene accanto a lei, mi piace tutto quanto di lei. Ogni volta che parliamo, la sua linguaccia proprio tutto...e ultimamente penso continuamente a lei.


    Peró negli ultimi tempi é un po' fredda e io non capisco se per via degli impegni o per causa mia, (sicuramente si sará accorta che io sono interessato). La mia paura é che si vada a "rimangiare" il mio appuntamento ma per questo devo solo aspettare la settimana prossima. Quindi per via di questa situazione imbarazzante sto iniziando a stare male. Il lavoro, quello che prima era la mia scappatoia da casa si sta trasformando in preoccupazione, ansia e 20 caffé al giorno! Quando torno a casa, nervoso, rabbia, ansia e un pacchetto di sigarette a sera.



    In tutti i casi ripeto come sopra detto io ho sempre risolto le cose con concretezza e determinazione quindi se saró costretto un giorno la chiameró da parte magari verso la pausa e le diró tutto ció che penso, anche se non mi piacerebbe arrivare a farlo dentro l'impresa, ma fuori mentre si passeggia e con un gelato in mano.
    Anche questo mi fa un po' paura, non la dichiarazione in sé ma il fatto che se per caso qualcosa va storto dopo si crea quel clima sgradevole del "non guardarsi piú neanche in faccia". Essendo una grande azienda sono fortunato perché non devo vederla sempre. Al massimo solo in mensa ma anche quella essendo enorme e con moltissima gente, ha questo tipo di vantaggio, peró sono cosciente del fatto che mi farebbe molto male soprattutto dopo i suoi segnali dolci, i suoi sorrisi mentre passo vicino alla parte sua, o mentre lei parla con la sua manager, o la linguaccia mentre cammino per la mensa col vassoio in mano mentre lei pranza con i capi...
    Sono davvero molto preso ma fortunatamente mi sono "guadagnato" un po' di forza nel tempo. Magari prima in una situazione del genere sarei stato disperato, ora riesco a controllare un po' meglio le mie emozioni.

    La sola cosa che farei quando andiamo al caffé, é prenderla in braccio e abbracciarla fortissimo...ma so che in questo ambiente non posso.

    In tutti i casi voglio precisare che a prescindere da lei, prenderó provvedimenti con la mia situazione a casa perché veramente sono arrivato al punto del non ritorno!

    Secondo voi cosa dovrei fare con questa collega che mi piace tanto? Aspetto un po? Mi dichiaro? Lascio perdere tutto? O mi tocca scatenare una situazione incasinata come sempre?

    Attendo vostri pareri e consigli e vi ringrazio in anticipo.

  2. # ADS
     

  3. #2
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,759
    Piaciuto: 9480 volte

    Predefinito

    Chiudi il capitolo con la tua ex, poi ci proverai apertamente con la collega. Magari ti tiene a distanza perché sa che sei impegnato e non è interessata a fare il terzo in comodo, sia anche solo per il tempo con cui starai ancora con la tua ragazza prima di mollarla.

    E valuta bene la tua relazione. Ci sono crisi di coppia, ma non per forza si deve troncare. Cercate di parlare, di essere chiari, anche se la storia poi finirà ugualmente. Magari lei non si rende conto del "Punto di non ritorno" in cui ti trovi tu, pensa sia una crisi passeggera. Meglio che capisca quanto è grave la cosa, in modo che anche lei possa agire come meglio crede.
    La foto della scuola non mi assomiglia più
    Ma i miei difetti sono tutti intatti

  4. #3
    Minima Immoralia lunantica
    Donna
    Iscrizione: 17/10/2014
    Messaggi: 1,804
    Piaciuto: 1866 volte

    Predefinito

    Prima di uscire/dichiararti con questa collega quantomeno abbi il buon gusto di lasciare la tua ragazza, altrimenti stai vivendo una situazione (squallida) da coppia che sta assieme magari da anni con prole che almeno in virtù della tua giovane età e della tua condizione di vita potresti risparmiarti.
    l'ipocrisia non è lo strumento dell'ipocrita, ma la sua prigione

  5. #4
    Sousuke
    Utente bannato

    Predefinito

    l'uomo non deve tradire la donna e la sua fiducia, mai, chi lo fa è un piccolo uomo

    rompi con la tua ragazza ma continua a darle un supporto economico se lei proprio fa fatica a trovare lavoro, e poi portati a letto l'altra se ci sta

  6. #5
    British ninja Layne S.
    Donna 28 anni
    Iscrizione: 6/9/2010
    Messaggi: 1,723
    Piaciuto: 1519 volte

    Predefinito

    Sono d'accordo con tutti i post qui sopra, ma un po' meno con Luna.

    Non sempre il momento in cui finisce l'amore e quello in cui ci si lascia devono coincidere perfettamente. Mi sembra che questo tu lo abbia capito, e le tue preoccupazioni per l'aspetto economico di lei lo provano. Visto che presumo che lei si sia trasferita lì per seguire te, mi sembra giusto che tu (che sei quello con la sicurezza economica e lavorativa) ti prenda cura di lei, e non solo in senso economico.

    Penso che faresti bene a parlarle delle tue preoccupazioni riguardo alla relazione, in modo che lei capisca quanto è serio il tuo disagio. Se davvero capisce proverà a cambiare, o magari si farà due domande sul perché lei stessa si sta comportando in maniera odiosa con te. Purtroppo il fatto di iniziare un discorso del genere potrebbe andare per le lunghe... E questo significa che probabilmente perderesti il treno con l'altra ragazza. Ma io sono sempre dell'idea che se una relazione è importante, anche se deve finire, è impossibile che lo faccia nel giro di pochi giorni.

    Per la cronaca presto sarò in una situazione simile (lavoro in UK e il mese prossimo il mio ragazzo si trasferirà da me): penso che riflettendo un po' sulla situazione, chiunque possa rendersi conto di quanto sarebbe ingiusto dirgli "beh, voglio scopare con un altro, quella è la porta" dopo che ha affrontato un cambiamento del genere per me...
    A Temperance piace questo intervento

  7. #6
    Minima Immoralia lunantica
    Donna
    Iscrizione: 17/10/2014
    Messaggi: 1,804
    Piaciuto: 1866 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Layne S. Visualizza il messaggio
    Sono d'accordo con tutti i post qui sopra, ma un po' meno con Luna.

    Non sempre il momento in cui finisce l'amore e quello in cui ci si lascia devono coincidere perfettamente. .
    Su questo non ci piove, ma tenere una in caldo e nel frattempo pensare ai diversi modi di provarci con l'altra per me è davvero squallido.
    A frankquart piace questo intervento
    l'ipocrisia non è lo strumento dell'ipocrita, ma la sua prigione

  8. #7
    Nepotista razzista MagicCarpet
    Uomo 49 anni
    Iscrizione: 24/2/2014
    Messaggi: 1,533
    Piaciuto: 721 volte

    Predefinito

    Solitamente sono le donne a tenere in caldo il "condannato moribondo", in attesa che il nuovo amore si concretizzi...

    Ricordo una battuta del film mission impossible II: "Le donne sono come le scimmie, non lasciano mai il ramo prima di averne afferrato un altro".

    Non lapidatemi, vi prego
    E poi, e poi....Gente viene qui e ti dice di sapere già ogni legge delle cose.....

  9. #8
    British ninja Layne S.
    Donna 28 anni
    Iscrizione: 6/9/2010
    Messaggi: 1,723
    Piaciuto: 1519 volte

    Predefinito

    A quanto pare lo fanno entrambi i sessi invece, almeno a giudicare dai topic in questa sezione.

    Con quest'ultima sono d'accordo, Luna (scusa la pigrizia per quotare). Infatti secondo me dovrebbe PRIMA risolvere i propri problemi, cercando di risolvere la situazione al meglio per se stesso e la propria attuale ragazza, e POI pensare a frequentare qualcun'altra.

    Fra l'altro non penso nemmeno che sarebbe così semplice, io se uno mi interessasse in maniera seria scapperei a gambe levate se sapessi che è impegnato e vive con la ragazza... Sinceramente forse scapperei anche se vivesse ancora con l'ex (in attesa di una nuova sistemazione).

  10. #9
    Matricola FdT
    Uomo 29 anni da Estero
    Iscrizione: 12/6/2015
    Messaggi: 38
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    Intanto colgo l'occasione per ringraziarvi davvero tutti quanti per i commenti e per i pareri, anche quelli duri.

    Spiego meglio! Come ho detto sopra prenderò provvedimenti. Non sono mai stato il tipo che lascia questo genere di cose pendenti. Anche perché penso che il mio l'ho già fatto parlando, arrabbiandomi, urlando e niente da fare la situazione non è migliorata, magari il contrario.
    Ammetto di sentirmi estremamente in colpa perché ora appena agiró lei mi potrà rinfacciare il fatto che a causa mia se ne è dovuta andare, lasciare le amiche e la sua adorata mamma...e per via anche della sua non indipendenza economica.

    Quando vivevo a Bruxelles e avevo invitato la sua famiglia (con molto disappunto lo ammetto) la madre ha avuto il coraggio di dirmi in casa mia che per colpa mia la figlia ha dovuto abbandonare il suo paese, che lei ha fatto dei sacrifici per farla studiare e che se fosse rimasta lì avrebbe sicuramente trovato il posto da laureata...sogni! Perché era il periodo dove la crisi era ai massimi livelli...la mentalità solita da campano spaccone degli anni 80 dove se avevi la laurea automaticamente avevi il lavoro!!!
    Comunque sia dopo tutto ciò come ho scritto sopra sono arrivato al punto limite...

    La mia domanda è: (sistemata la situazione attuale in casa)
    Come dovrei comportarmi con la collega? Lei con me si comporta diversamente non è un sorriso e basta...
    Non la conosco tanto, quindi non sa che sto convivendo e non voglio iniziare il tutto giá con una bugia...
    E appunto proprio perché non la conosco bene, temo un po'...non per il semplice fatto che non la conosco ma perché é in un ambiente di lavoro e soprattutto perché lei lavora a Risorse Umane... é una situazione davvero delicata!
    Siccome c'è di mezzo il lavoro questa è l'unica volta che ho paura di sbilanciarmi...solo che come citavo prima ci sono delle volte che non capisco i suoi comportamenti, forse perché presa troppo dagli impegni...ed effettivamente la vedo molto stressata
    Per me la paura non è accettabile, è quella cosa che ti impedisce di fare ciò che veramente deve essere fatto...se si vive nella paura non si costruisce mai niente, però stavolta ammetto di averne...

    Premettendo che le ho chiesto di uscire la settimana prossima e ha accettato (non so se si rimangia la parola a partire da lunedí)
    Cosa dovrei fare?

  11. #10
    blablaologa illusione
    Donna 103 anni
    Iscrizione: 26/5/2007
    Messaggi: 5,697
    Piaciuto: 2007 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lunantica Visualizza il messaggio
    Prima di uscire/dichiararti con questa collega quantomeno abbi il buon gusto di lasciare la tua ragazza, altrimenti stai vivendo una situazione (squallida) da coppia che sta assieme magari da anni con prole che almeno in virtù della tua giovane età e della tua condizione di vita potresti risparmiarti.
    Quote Originariamente inviata da lunantica Visualizza il messaggio
    Su questo non ci piove, ma tenere una in caldo e nel frattempo pensare ai diversi modi di provarci con l'altra per me è davvero squallido.
    Sottoscrivo tutto quello che hanno detto tutti, tranne MagicCarpet che mi sembra parli per luoghi comuni, però, in particolare sottoscrivo quanto detto da @lunantica qua sopra. E' proprio triste tutta questa situazione con la collega se non è anticipata da una bella chiacchierata chiarificatrice con quella che a tutti gli effetti è ancora la tua ragazza. Non devi mica lasciarla in mezzo alla strada da un momento all'altro, ma almeno essere chiaro affinché anche lei possa scegliere cosa fare della sua vita e non solo tu della tua, visto che sembra evidente tu abbia preso una decisione.

    edit: dopo aver letto il tuo ultimo messaggio, mi sento di dirti di aspettare che la situazione con la tua ragazza sia risolta, altrimenti non parti certo bene. Non inizierai con una bugia, perché non inizierai prima di aver concluso con la tua ragazza.
    "vuoi sposarmi?" "non posso, tra un po' devo uscire"

Pagina 1 di 6 12345 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Amo il mio lavoro, un po' meno la mia collega!
    Da Miss_Rose_Red nel forum Il confessionale
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 7/1/2011, 14:22
  2. io e la mia collega...
    Da gunner nel forum Il confessionale
    Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 15/7/2006, 11:02
  3. Amare la mia prof di mate? MISSION IMPOSSIBLE!!!
    Da Geogirl90 nel forum Scuola, università, lavoro
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 4/6/2006, 17:21
  4. MI MANCA LA MIA AMICA
    Da cemila nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 4/11/2004, 21:15