ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 4 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 31 a 40 su 41
Like Tree18Mi piace

Tema shock a scuola: "Chi uccideresti prima tra mamma e papà?"

  1. #31
    Too Many Humans Oregon
    Uomo 28 anni da Venezia
    Iscrizione: 17/10/2006
    Messaggi: 17,159
    Piaciuto: 4925 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da David Kovacic Visualizza il messaggio
    esattamente.. no ma poverini adesso se si beccano una pacca sul culo perchè fanno a rovescio "sono dei maestri violenti".. te credo che invece di crescere diventando degli uomini diventano dei pupazzi.



    ricordo una maestra che per poco non mi staccava un orecchio, un altro che all'elementari mi metteva in castigo dentro un armadio e lui seduto a bloccarlo davanti con una sedia
    il bello che arrivava mia mamma e questo tranquillamente gli faceva vedere dov'ero, e oltre al tempo passato nell'armadio, prendevo sgridate anche a casa.

    sicuro se mio figlio si becca una tirata d'orecchie o uno schiaffone perchè fa il cretino non lo difendo...

    quanto al tema il discorso è un pò diverso.. a primo impatto sembrerebbe una cosa assolutamente senza senso, però mi sorge il dubbio che non abbiano in qualche modo voluto indagare su qualche alunno di cui potessero sospettare abusi da parte dei genitori.
    La botta sul culo se il bambino se la merita la darà il genitore non di certo l'insegnante. Cioè punire un bambino chiudendolo dentro un armadio non è normale e non può essere giustificato. Una volta accadevano delle cose perchè si pensava e si reagiva in maniera diversa, anche se come si può vedere certe cose accadono ancora.
    Poi secondo te si "diventa uomini" con la violenza?! Bah..

  2. # ADS
     

  3. #32
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 3/4/2006
    Messaggi: 43,734
    Piaciuto: 2782 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Khumiko Visualizza il messaggio


    La botta sul culo se il bambino se la merita la darà il genitore non di certo l'insegnante. Cioè punire un bambino chiudendolo dentro un armadio non è normale e non può essere giustificato. Una volta accadevano delle cose perchè si pensava e si reagiva in maniera diversa, anche se come si può vedere certe cose accadono ancora.
    Poi secondo te si "diventa uomini" con la violenza?! Bah..

    Noi "terroni" diciamo "Mazza e panelli fanno i figli belli...pane senza mazza fa i figli pazzi". Non l'ho scritto in dialetto perchè il dialetto già lo parlo così così...a scriverlo sono una capra
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons even death may die

    (Abdul Alhazred)

  4. #33
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da David Kovacic Visualizza il messaggio
    quanto al tema il discorso è un pò diverso.. a primo impatto sembrerebbe una cosa assolutamente senza senso, però mi sorge il dubbio che non abbiano in qualche modo voluto indagare su qualche alunno di cui potessero sospettare abusi da parte dei genitori.
    E' un'ipotesi che ci può stare. Uno dei compiti dei maestri di scuola dell'infanzia è quello di riferire ai servizi sociali eventuali situazioni di disagio di un loro alunno. Anche se improvvisarsi Sherlock Holmes per questo mi sembra esagerato.
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  5. #34
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,061
    Piaciuto: 2114 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da David Kovacic Visualizza il messaggio

    quanto al tema il discorso è un pò diverso.. a primo impatto sembrerebbe una cosa assolutamente senza senso, però mi sorge il dubbio che non abbiano in qualche modo voluto indagare su qualche alunno di cui potessero sospettare abusi da parte dei genitori.
    Ci ho pensato anche io, ma se avessero voluto effettuare controlli del genere, avrebbero potuto chiamare lo psicologo come si fa in tutte le scuole normali, che per 1 o 2 giorni prende ogni alunno singolarmente e ci parla per vedere che non abbia problemi.....Anche perchè se effettivamente ci fosse un bimbo con problemi mentali nascosti, un tema del genere rischia di istigare un potenziale serial killer, credo.

  6. #35
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Holly Visualizza il messaggio
    Però non mi piacerebbe sapere mio figlio in una struttura poco idonea, con il rischio di farsi male seriamente.
    Bisogna vedere che cosa intendi per "seriamente".
    Rimanendo nell'ambito di una scuola dell'infanzia, che sono quelle in cui gli alunni sono più piccoli e quindi maggiormente irresponsabili per inesperienza, le situazioni in cui ci si può far male sono:
    - i giochi all'aperto
    - un'azione sconsiderata di un compagno di classe
    Se in giardino c'è uno scivolo, può succedere che un bambino nell'usarlo cada male e si fratturi un polso o una caviglia.
    E allora? Che fare? Perché a casa popria non può succedere lo stesso?
    Io sono del parere che se dovesse succedere, lo si porta all'ospedale, si cura e amen.
    Oppure un altro bambino dà una sediata in fronte al tuo e gli fa saltare un dente... e che vogliamo fare?
    Non perdete di vista che sono previsti finoa 29 alunni per classe, con una sola maestra.
    Secondo voi è onesto addossare a una maestra la responsabilità di un labbro rotto o un occhio gonfio perché un altro bambino ha tirato un oggetto o un cazzotto al tuo? Con 29 da guardarne e la repentinità delle loro azioni?

    Se io fossi una maestra e rischiassi la colpa di ogni incidente che può accadere a un mio alunno, li farei stare tutto il tempo seduti al banco, con risultati educativi disastrosi.

    - - - Aggiornamento - - -

    Quote Originariamente inviata da Canalfeder Visualizza il messaggio
    Holly mi hai fatto ricordare un passo che ho letto in "L'Ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani" di Galimberti, in cui si chiedeva, provocatoriamente (ma non troppo) come mai alcune categorie di professioni importanti nella e per la società, quale quella dei professori, non presentano dei requisiti di assunzione che io riterrei il minimo per delle persone che sono responsabili dell'educazione della formazione culturale e civica dei bambini (oltre ai genitori).


    Non ricordo precisamente il passo ma ci si chiedeva come mai, ad esempio, le maestre non debbano sostenere un esame psicologico prima di poter essere abilitati all'insegnamento.

    Potrebbe sembrare una stronzata, ma nasconde un punto di riflessione molto importante che riconduce alla questione di questo topic..
    La laurea in pedagogia prevede degli esami di psicologia, credo che addirittura esisti un indirizzo "psicologico".

    Io provocatoriamente rivolto la tua proposta. Come ho evidenziato in rosso, il ruolo dei genitori in questa classifica di responsabilità dell'educazione dei bambini è sicuramente al primo posto. E allora ti chiedo, se una maestra è bene che sostenga un esame psicologico, perché almeno altrettanto non dovrebbero fare i genitori prima di diventare tali?
    A Hulk piace questo intervento
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  7. #36
    Malato dell'ultima parola Hulk
    Uomo 37 anni
    Iscrizione: 20/4/2014
    Messaggi: 5,147
    Piaciuto: 1349 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Khumiko Visualizza il messaggio


    La botta sul culo se il bambino se la merita la darà il genitore non di certo l'insegnante. Cioè punire un bambino chiudendolo dentro un armadio non è normale e non può essere giustificato. Una volta accadevano delle cose perchè si pensava e si reagiva in maniera diversa, anche se come si può vedere certe cose accadono ancora.
    Poi secondo te si "diventa uomini" con la violenza?! Bah..
    La parola sbagliata è violenza in un contesto del genere. Una pacca sul sedere non fa male, è un segnale che fa capire al bambino che ha sbagliato. Nemmeno stare chiuso in un armadio è una violenza, sono cresciuto senza nessun trauma da armadio tranquillo..

    Piuttosto sai cosa? Il giorno seguente esser rimasto chiuso in un armadio mentre gli altri stavano a giocare col cavolo che facevo ancora l' asino.

  8. #37
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,061
    Piaciuto: 2114 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da David Kovacic Visualizza il messaggio
    La parola sbagliata è violenza in un contesto del genere. Una pacca sul sedere non fa male, è un segnale che fa capire al bambino che ha sbagliato. Nemmeno stare chiuso in un armadio è una violenza, sono cresciuto senza nessun trauma da armadio tranquillo..

    Piuttosto sai cosa? Il giorno seguente esser rimasto chiuso in un armadio mentre gli altri stavano a giocare col cavolo che facevo ancora l' asino.

    Beh no, l'armadio è esagerato! Castigo ok, ma non esageriamo! Tanto ci restano male comunque e imparano. All'asilo da mio figlio se fanno arrabbiare li mandano in un'altra sezione seduti a guardare cosa fanno gli altri bimbi. Per loro è comunque una punizione.
    Io David sono abbastanza d'accordo con te, ma una tirata d'orecchi, uno sculaccione, ok, ma le spedizioni punitive sono esagerate!

  9. #38
    Malato dell'ultima parola Hulk
    Uomo 37 anni
    Iscrizione: 20/4/2014
    Messaggi: 5,147
    Piaciuto: 1349 volte

    Predefinito

    l'armadio ero alle elementari preciso.
    probabilmente si, a un asilo o materna è esagerato, ma con un cinno di 8-9 anni che ti fa dannare, una mezzoretta dentro l'armadio male nn fa

    no vabbè dai spedizioni punitive? non ho detto questo!

  10. #39
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10104 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Abel Balbo Visualizza il messaggio
    Bisogna vedere che cosa intendi per "seriamente".
    Rimanendo nell'ambito di una scuola dell'infanzia, che sono quelle in cui gli alunni sono più piccoli e quindi maggiormente irresponsabili per inesperienza, le situazioni in cui ci si può far male sono:
    - i giochi all'aperto
    - un'azione sconsiderata di un compagno di classe
    Se in giardino c'è uno scivolo, può succedere che un bambino nell'usarlo cada male e si fratturi un polso o una caviglia.
    E allora? Che fare? Perché a casa popria non può succedere lo stesso?
    Io sono del parere che se dovesse succedere, lo si porta all'ospedale, si cura e amen.
    Oppure un altro bambino dà una sediata in fronte al tuo e gli fa saltare un dente... e che vogliamo fare?
    Non perdete di vista che sono previsti finoa 29 alunni per classe, con una sola maestra.
    Secondo voi è onesto addossare a una maestra la responsabilità di un labbro rotto o un occhio gonfio perché un altro bambino ha tirato un oggetto o un cazzotto al tuo? Con 29 da guardarne e la repentinità delle loro azioni?

    Se io fossi una maestra e rischiassi la colpa di ogni incidente che può accadere a un mio alunno, li farei stare tutto il tempo seduti al banco, con risultati educativi disastrosi.
    Il punto è che il mio discorso ne va a ricoprire anche un altro: le scuole italiane sono fatiscenti.
    Sinceramente, se un bambino cade dallo scivolo e si rompe un braccio, pace. L'insegnante (a meno che non sia del tutto assente) non dovrebbe avere colpe. Se invece, per esempio, si lasciano i ragazzini a fare educazione fisica in un cortile con buche e quant'altro, la colpa è di chi lo permette. Ma andiamo anche sul discorso dei compagnetti. Se la sediata viene via dal nulla, ok. L'insegnante non può avere occhi ovunque. Ma se tu, insegnante, vedi due bambini che litigano è tuo dovere separarli immediatamente. Bisogna valutare ogni situazione.

    Non voglio dare la colpa agli insegnanti. Il problema è di chi crea classi di 29 bambini (e lì il problema è soprattutto didattico). All'asilo, poi, ci sarebbe bisogno almeno di due persone ogni quindici ragazzi circa.
    Ma anche sulle strutture. Che colpa ha certe volte un insegnante? Io non so come siano le scuole dal centro Italia in su (ma quando mi dissero che avevano i distributori automatici a scuola io non riuscivo a crederci). Nel mio vecchio liceo eravamo ai limiti del terzo mondo: senza riscaldamenti, con aule intere chiuse perché ci pioveva dentro, secchi in mezzo al corridoio per raccogliere l'acqua, a giorni un solo water agibile in tutta la scuola. Cose, anche queste, che rendono insalubre l'ambiente senza che gli insegnanti ne abbiano colpa. Però, se alla luce di determinati problemi, l'insegnante lascia scorazzare gli alunni... rendiamo anche le strutture idonee. Io non ho mai fatto educazione fisica pratica alle superiori. La mia insegnante dei primi tre anni non si è mai assunta la responsabilità di portarci in qualsiasi luogo diverso da scuola in assenza di una palestra. Quella degli ultimi due anni sì, ma anche allora non si prendeva la responsabilità di farci fare chissà cosa in assenza di un luogo adatto. E come si fa a dar torto a queste due persone?


    Il mio discorso, comunque, è un altro.
    Ti assicuro che ora come ora chiunque potrebbe insegnare. Non so come funzioni il reclutamento nella materna, ma dalle medie in su basta in teoria una laurea per accedere alle supplenze. Il problema è che dal precariato al posto fisso non viene fatto alcun controllo sull'integrità psicologica di queste persone. E non parlo del buffetto sul culo. Quando poi, a essere sincera, mi darebbe fastidio se una sconosciuta tirasse le orecchie a mio figlio. Ci sono, a prescindere dalle minuzie, persone che non possono fare gli insegnanti. Insomma, lasciare un tema del genere significa non avere un minimo di nozioni di pedagogia.
    Sono dell'idea che prima di affidare minorenni a qualsiasi docente, bisognerebbe periodicamente controllare il docente.
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  11. #40
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    @Holly docenti che maltrattano gli studenti non ne esistono. Se ne senti qualcuno, lo senti al TG, segno che stiamo parlando di un caso isolato.
    In quanto al tema, io ho molte perplessità sulla notizia di apertura di questo post. Non si fanno i temi alla materna! Al massimo si legge una favola (e la legge l'insegnante, perché i bambini non ne sono all'altezza) e poi si commenta tutti insieme. Tipo che l'insegnante chiede: "Chi era Gelsomino?", ipotizzando che Gelsomino sia il protagonista della storia e uno risponde "Era un Topolino" e un altro di rimando "Aveva sempre fame" e un altro "Gli piaceva il formaggio" e così via cercano di far ricostruire loro l'intera storia. Ora, 'sto tema, che al massimo poteva essere un argomento di conversazione guidato, non può nascere così dal nulla; ci deve essere stata un'attività didattica che ne ha dato spunto... Mi piacerebbe sentire la versione delle Maestre, che peraltro ho inteso che avessero anche una certa anzianità di servizio, quindi esperte.
    Poi, giornalisticamente, arricchire la notizia con particolari completamente slegati da essa, che non c'entrano assolutamente niente, come l'aver tirato un rotolino di nastro adesivo, oppure la storia del massaggio, mi sembrano un chiaro tentativo del giornalista di voler mettere in cattiva luce e far passare per cattive 'ste due maestre; un voler fare notizia a tutti i costi.
    Di fatto c'è solo una procura che ha respinto l'accusa posta nella denuncia, un motivo ci sarà...

    Per il resto sono d'accordo con te che l'unica cosa che veramente metterebbe in sicurezza i bambini sarebbe che ci fosse un'insegnante ogni pochi bambini e non ogni 29 .

    Sono altresì d'accordo che sarebbe il caso che gli insegnanti fossero preparati a livello pedagogico; riguardo a controlli periodici della loro psiche, sinceramente mi sembra una cavolata. C'è un dirigente scolastico che conosce i suoi insegnanti e che può e deve segnalare eventuali docenti che mostrano segni di stranezza e solo quelli eventualmente essere controllati.
    Se facciamo passare il principio del controllo psicologico, lo dovremmo estendere a tante di quelle situazioni che Orwell 84 cio farebbe una sega... a cominciare come ho detto precedentemente dal patentino di genitore prima di poter procreare.
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



Pagina 4 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Chi è + figo tra questi 2??
    Da o0Sym0o nel forum Sondaggi
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 20/7/2008, 20:51
  2. Chi dei 2 la prima mossa??
    Da themissvale92 nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 12/7/2008, 17:36
  3. Chi vi piace tra...
    Da paoly nel forum Musica
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 9/10/2007, 20:40
  4. Chi deve fare la prima mossa???!
    Da kikk@90.. nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 6/5/2006, 22:01
  5. Chi usa meno il pc ottiene voti piu' alti a scuola
    Da Ser Nwanko nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 5/4/2005, 17:29

Tag per questa discussione