ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 13

FAVOLA PER UN MALATO

  1. #1
    Riemersa dalle Ombre Frida89
    Donna 33 anni
    Iscrizione: 27/10/2004
    Messaggi: 858
    Piaciuto: 23 volte

    Predefinito FAVOLA PER UN MALATO

    Questa favola è un regalo per Gianni,che stanotte sta malissimo,me l'ha raccontata un fiore in una giornata di pioggia :



    Era una triste mattina d'inverno,fuori pioveva e grandinava,Rita stava con lo sguardo fisso fuori dalla grande finestra della sua casetta nel centro di Milano:il mondo fuori era grigio e buio,faceva un freddo da far male al cuore e la povera ragazza si abbracciava al calorifero tremando.
    Il suo corpo magro ed esile era tutto un brivido e le sue mani erano gelide...mancava pochissimo a quando si sarebbe dovuta avviare per andare a lavorare...Avrebbe imboccato le stesse strade di tutti i giorni,indossato lo stesso grembiule,servito i clienti con lo stesso sorriso di sempre...Erano ormai 2 anni che Rita viveva a Milano...2 anni esatti che viveva così...due anni in cui l'unico contatto coi genitori era tramite il telefono,due anni che non abbracciava sua madre,due anni che non vedeva suo padre,due anni che non calpestava le calde sabbie della sua terra...Non ci pensava spesso,ma le poche volte che questa idea le balenava per la testa i suoi bellissimi occhi scuri da sarda diventavano rossi e si riempivano di lacrime...e avvertiva,ascoltando il suo cuore,che una parte di esso non era con lei nella grigia città del lavoro...ma ancora a casa sua,la sua vera casa,con i suoi genitori,nella bellissima Sardegna che l'aveva vista nascere 22 anni prima.
    Mentre pensava queste cose Rita,senza nemmeno rendersene conto,si era avviata verso il centro commerciale dove lavorava:quella fredda e sterile costruzione bianca e verde,che nei giorni di pioggia le pareva somigliasse tanto ad una prigione.Percorreva di buon passo la strada,con gli occhi fissi nel vuoto,la mente a chilometri di distanza e il cuore straziato dai ricordi.
    Sarebbe stato un giorno come molti altri...Rita si fermò un attimo a pensare a tutto ciò che aveva perso il fatidico giorno che aveva deciso di lasciare Monastir,il suo paese in provincia di Cagliari,per trasferirsi in un luogo dove avrebbe potuto trovare un lavoro stabile:vide il mare cristallino della sua terra,vide le amiche con cui era cresciuta,vide gli occhi di sua madre,vide tutti i succulenti manicaretti che perparava per lei,riuscì a sentirne addirittura l'odore,vide il sorriso sornione di suo padre,vide il sole della Sardegna,lo vide benissimo,talmente bene che la acciecò per un istante...Quando riaprì gli occhi c'era davanti a lei un uomo distinto,brizzolato,alto,con una discreta pancia,gli occhiali e vestito di un lungo camice bianco da medico.La osservava attentamente,analizzando ogni sua mossa;irrupe nella stanza una donnina,anch'essa vestita di bianco,con un bicchierone in mano,si avvicinò a Rita con attenzione e le disse con tono amorevole:"Ecco,beva,è un ricostituente,dovrebbe farla sentire meglio".La poveretta ingurgitò l'amara sostanza tutta d'un fiato,mantre medico e infermiera ciarlavano su come fosse stato improvviso il suo svenimento nel bel mezzo della strada e su come fosse stata fortunata ad essere stata vista da un passante che aveva prontamente chiamato l'ambulanza..."Sono rimasta svenuta tutto questo tempo?"chiese la ragazza ancora mezza frastornata...Le rispose il distinto signore vestito da medico:"Sì,signorina,tutto ciò non è affatto grave,ma nemmeno da sottovalutare...Stress,direi,e in una delle sue forme peggiori!Si tratterrà 5 giorni qui in ospedale,dopodichè le prescriverò 7 giorni di malattia,in cui le consiglio di cambiare aria:ha mai pensato ad una bella vacanza,magari in un luogo molto soleggiato?Potrebbe farle bene..."
    Sentendo queste parole a Rita si illuminarono gli occhi,anzi,si illuminò tutta...Fece un gran sorriso a quel medico,che in quel momento doveva sembrarle una sorta di buon mago, e,se avesse potuto,lo avrebbe abbracciato e ringraziato di cuore...già...perchè lei sapeva benissimo in quei 7 giorni dove voleva andare...

    La protagonosta si chiama Rita,in onore di una ragazza che abita veramente lontano dai suoi genitori e dalla sua terra... :smt010

    Fatemi sapere se vi piace...Baciuzzo!

  2. # ADS
     

  3. #2
    luxury (non attivo)
    Overdose da FdT

    Predefinito

    Carina,sìsì,molto carina brava

  4. #3
    Riemersa dalle Ombre Frida89
    Donna 33 anni
    Iscrizione: 27/10/2004
    Messaggi: 858
    Piaciuto: 23 volte

    Predefinito

    Ma grassie

  5. #4
    eleo
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Anna_89
    Carina,sìsì,molto carina brava

  6. #5
    Matricola FdT
    Uomo 47 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 9
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Il racconto, è carino davvero....ma per caso ogni riferimento è puramente casuale??

  7. #6
    FdT quasi assuefatto
    Uomo 34 anni da Venezia
    Iscrizione: 12/3/2006
    Messaggi: 454
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    ...bhe...anke se era lunga alla fine l'ho letta...veramente bella!! :smt058

  8. #7
    Blacko
    Uomo 30 anni da Treviso
    Iscrizione: 25/9/2005
    Messaggi: 5,629
    Piaciuto: 109 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Anna_89
    Carina,sìsì,molto carina brava

  9. #8
    Eurasia
    Ospite

    Predefinito

    Mi è piaciuta molto,forse perchè mi trovo un po nella stessa situazione di questa ragazza.E' brutta la sensazione che si prova quando si è lontana dai propri cari...ma spero che non accada mai di star male come la protagonista del racconto.

  10. #9
    Riemersa dalle Ombre Frida89
    Donna 33 anni
    Iscrizione: 27/10/2004
    Messaggi: 858
    Piaciuto: 23 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da EuRaSiA
    Mi è piaciuta molto,forse perchè mi trovo un po nella stessa situazione di questa ragazza.E' brutta la sensazione che si prova quando si è lontana dai propri cari...ma spero che non accada mai di star male come la protagonista del racconto.
    Bhe...in realtà è semplicemente svenuta....era molto stressata,sì...ma questo episodio le ha permesso di far visita ai suoi cari....Il bello di quando si tocca il fondo è che dopo si può solo risalire...

  11. #10
    Sempre più FdT
    Donna 32 anni da Firenze
    Iscrizione: 24/12/2005
    Messaggi: 3,112
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Frida89
    Bhe...in realtà è semplicemente svenuta....era molto stressata,sì...ma questo episodio le ha permesso di far visita ai suoi cari....Il bello di quando si tocca il fondo è che dopo si può solo risalire...
    è vero...anke perke piu in giu di cosi nn puoi andare!!
    cmq molto carina...

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. L'Aura - Non è una favola
    Da Grì nel forum Testi musicali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 23/4/2009, 9:19
  2. Che favola sei?
    Da Garnet nel forum Quiz e test
    Risposte: 45
    Ultimo messaggio: 4/2/2009, 19:55
  3. fumo forse malato di tumore? SPERO DI NO?
    Da 14www nel forum Il confessionale
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 4/1/2008, 14:29
  4. malato d'amore... quali cure consigliate?
    Da =burla= nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 4/7/2006, 12:04
  5. mio padre malato di tumore....
    Da linkin ari nel forum Il confessionale
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 16/6/2006, 10:37