ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 12

L'uomo è irrazionale, di natura

  1. #1
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 36 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito L'uomo è irrazionale, di natura

    Articolo interessante ma discutibile


    L'uomo è irrazionale, di natura


    Lo sostiene lo psicologo Bruce Hood, professore alla Bristol
    University

    L'uomo è irrazionale, di natura
    Corriere della sera.it

    BRISTOL (GRAN BRETAGNA) - È un'antichissima querelle quella che oppone i sostenitori dell'uomo razionale agli assertori dell'irrazionalità umana, ma il tema non è mai esaurito: le argomentazioni e le apologie
    sembrano non essere in nessun caso sufficienti. L'unica novità sembra
    essere che oggi, per decidere da che parte si sta, non si va a leggere
    Cartesio né si consulta Pascal, piuttosto si guarda con fiducia solo ai
    risultati della scienza. E proprio dalla scienza arriva uno studio dello
    psicologo Bruce Hood, della Bristol University, che dimostra la «naturalità dell'innaturale», anzi, l'esigenza dell'irrazionale, che agisce
    in ognuno fin dall'infanzia.

    RAGIONE O SENTIMENTO - Le credenze magiche e religiose non sono
    una scomoda reminiscenza del passato dell'umanità. Inutile credere di liberarsene associandole alle tribù primitive, all'infanzia del
    pensiero, all'ignoranza o peggio alla follia. Sono invece - spiega il
    professor Hood - parte integrante della nostra mente. «Credo sia ottuso
    pensare che sia possibile indurre la gente ad abbandonare i propri sistemi di credenze, e non c'è evidenza scientifica che tenga». Le posizioni
    più intransigenti dei sostenitori dell'evoluzionismo, se si vuol
    mantenere una ragionevole neutralità e libertà di pensiero, sono alla fine controproducenti. Non è vero infatti che esistono persone
    razionali e altre irrazionali, le prime progressiste e le altre conservatrici
    e portate all'interpretazione religiosa del mondo. Ognuno di noi,
    invece, ha in sé un corredo di irrazionalità - di cui la religione non è che
    la cornice ideale - in cui sentimenti e istinti giocano un ruolo di
    primo piano. È sufficiente pensare a tutte le decisioni che ogni
    individuo si trova a dover compiere nel corso dell'esistenza. Chi è pronto a
    sostenere di aver sempre preso la strada più razionale, scagli la prima
    pietra: spesso è l'amore, o l'istinto, a decidere nei momenti topici. Fra
    l'altro, non di rado si tratta di meccanismi «vitali». L'approssimazione,
    ad esempio, ci protegge dai pericoli che impongono risposte
    immediate, in cui una serie di calcoli corretti sarebbe assolutamente
    controproducente.

    ESPERIMENTI CONCLUSIVI? - Bruce Hood ha prodotto degli esempi
    rivelatori: ad un gruppo di persone è stato chiesto di indossare un normale
    cardigan in cambio di 10 sterline. Naturalmente le mani alzate sono state
    la maggioranza. Poco dopo è stato rivelato che il maglione era stato indossato da un famoso killer. Risultato: le mani alzate si sono
    ritratte. Ma ogni giorno è fin troppo comune riscontrare comportamenti di
    questo genere, dal pedone che fermo al semaforo decide di attraversare
    col rosso quando vede che qualcun altro lo fa - effetto gregge - fino agli studiatissimi e innumerevoli errori cognitivi, che accomunano il comportamento e le scelte della maggior parte degli individui.
    Impossibile tirare le somme? L'idea di un progresso del pensiero coronato
    dalla conoscenza perfetta e totale dello scibile è nata in compagnia
    del pensiero stesso. Ma la scienza è ricerca, per sua natura
    rivoluzionaria, e proprio dalla scienza arriva puntualmente l'impulso alla
    decostruzione. La tela di Penelope è ancora, di diritto, un ottimo spunto di
    riflessione.



    Serena Patierno
    05 settembre 2006

  2. # ADS
     

  3. #2
    Matricola FdT
    Donna
    Iscrizione: 11/9/2006
    Messaggi: 48
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Ognuno di noi, invece, ha in sé un corredo di irrazionalità
    Mi vengono i pensieri molto spettinati a proposito del duello razionalità-irrazionalità...
    Perchè nelle alcune spinte irrazionali c'è così tanto senso a posteriori?
    E perchè a volte la razionalità (certo, limitata ed umana ma sempre razionalità) produce gli effetti sconcertanti. Magari perchè non riusciamo a valutare tutti i parametri?
    Comunque da un pò di tempo valuto l'irrazionalità con più cura ed attenzione dandole il merito di decidere almeno qualche volta.



    PS: non ridere...no ho fatto gli studi di tipo umanistico (nella mia famiglia non sono considerati come un lavoro della vita, ma solo come la passione da coltivare..peccato però..mi sarebbe piaciuto...rimarrà come hobby )

  4. #3
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Io non ci vedo niente di male in una certa percentuale di istintività dell'uomo. Se usata bene e ben allenata, anzi, secondo me è molto molto utile. Quindi diciamo che condivido il senso di quell'articolo, ma non ne condivido i toni critici.

  5. #4
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 24/2/2005
    Messaggi: 7,041
    Piaciuto: 3 volte

    Predefinito

    siamo sia razionali che irrazionali e a volte agiamo in un modo, a volte nell'altro... è normale

  6. #5
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 35 anni
    Iscrizione: 2/4/2006
    Messaggi: 43,736
    Piaciuto: 2785 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da John Galliano
    siamo sia razionali che irrazionali e a volte agiamo in un modo, a volte nell'altro... è normale
    Completamente d'accordo

  7. #6
    rhoda
    Utente cancellato

    Predefinito Re: L'uomo è irrazionale, di natura

    Quote Originariamente inviata da =Nemesis=
    Articolo interessante ma discutibile


    L'uomo è irrazionale, di natura


    Lo sostiene lo psicologo Bruce Hood, professore alla Bristol
    University

    L'uomo è irrazionale, di natura
    Corriere della sera.it

    BRISTOL (GRAN BRETAGNA) - È un'antichissima querelle quella che oppone i sostenitori dell'uomo razionale agli assertori dell'irrazionalità umana, ma il tema non è mai esaurito: le argomentazioni e le apologie
    sembrano non essere in nessun caso sufficienti. L'unica novità sembra
    essere che oggi, per decidere da che parte si sta, non si va a leggere
    Cartesio né si consulta Pascal, piuttosto si guarda con fiducia solo ai
    risultati della scienza. E proprio dalla scienza arriva uno studio dello
    psicologo Bruce Hood, della Bristol University, che dimostra la «naturalità dell'innaturale», anzi, l'esigenza dell'irrazionale, che agisce
    in ognuno fin dall'infanzia.

    RAGIONE O SENTIMENTO - Le credenze magiche e religiose non sono
    una scomoda reminiscenza del passato dell'umanità. Inutile credere di liberarsene associandole alle tribù primitive, all'infanzia del
    pensiero, all'ignoranza o peggio alla follia. Sono invece - spiega il
    professor Hood - parte integrante della nostra mente. «Credo sia ottuso
    pensare che sia possibile indurre la gente ad abbandonare i propri sistemi di credenze, e non c'è evidenza scientifica che tenga». Le posizioni
    più intransigenti dei sostenitori dell'evoluzionismo, se si vuol
    mantenere una ragionevole neutralità e libertà di pensiero, sono alla fine controproducenti. Non è vero infatti che esistono persone
    razionali e altre irrazionali, le prime progressiste e le altre conservatrici
    e portate all'interpretazione religiosa del mondo. Ognuno di noi,
    invece, ha in sé un corredo di irrazionalità - di cui la religione non è che
    la cornice ideale - in cui sentimenti e istinti giocano un ruolo di
    primo piano. È sufficiente pensare a tutte le decisioni che ogni
    individuo si trova a dover compiere nel corso dell'esistenza. Chi è pronto a
    sostenere di aver sempre preso la strada più razionale, scagli la prima
    pietra: spesso è l'amore, o l'istinto, a decidere nei momenti topici. Fra
    l'altro, non di rado si tratta di meccanismi «vitali». L'approssimazione,
    ad esempio, ci protegge dai pericoli che impongono risposte
    immediate, in cui una serie di calcoli corretti sarebbe assolutamente
    controproducente.

    ESPERIMENTI CONCLUSIVI? - Bruce Hood ha prodotto degli esempi
    rivelatori: ad un gruppo di persone è stato chiesto di indossare un normale
    cardigan in cambio di 10 sterline. Naturalmente le mani alzate sono state
    la maggioranza. Poco dopo è stato rivelato che il maglione era stato indossato da un famoso killer. Risultato: le mani alzate si sono
    ritratte. Ma ogni giorno è fin troppo comune riscontrare comportamenti di
    questo genere, dal pedone che fermo al semaforo decide di attraversare
    col rosso quando vede che qualcun altro lo fa - effetto gregge - fino agli studiatissimi e innumerevoli errori cognitivi, che accomunano il comportamento e le scelte della maggior parte degli individui.
    Impossibile tirare le somme? L'idea di un progresso del pensiero coronato
    dalla conoscenza perfetta e totale dello scibile è nata in compagnia
    del pensiero stesso. Ma la scienza è ricerca, per sua natura
    rivoluzionaria, e proprio dalla scienza arriva puntualmente l'impulso alla
    decostruzione. La tela di Penelope è ancora, di diritto, un ottimo spunto di
    riflessione.

    Serena Patierno
    05 settembre 2006
    :smt041

  8. #7
    DiVX
    Ospite

    Predefinito

    siamo pur sempre parte del regno animale...

    se parliamo dell'innaturalità della razionalità.. che ne dite dell'innaturalità di qualsiasi altra scienza (non è una scienza la razionalità lo so). Non ho mai visto una pecora che legge un libro di storia o un armadillo che fa un equazione. se ci siamo evoluti e abbiamo un cervello più sviluppato non per niente ci siamo posti delle regole... ricordate che di fianco alla razionalità c'è l'etica, e senza razionalità l'etica va a farsi friggere... e iniziano le ingiustizie... se siamo dotati di un cervello è meglio usarlo.. ma talvolta alcuni istinti naturali aiutano

  9. #8
    Matricola FdT
    Donna
    Iscrizione: 11/9/2006
    Messaggi: 48
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Er_DvD_BeSt
    se siamo dotati di un cervello è meglio usarlo.. ma talvolta alcuni istinti naturali aiutano
    Concordo, anche se... leggendo il libro sulle biografie degli uomini illustri ho notato di quanto l'irrazionalità sia parente prossimo del genio...
    Nuoce alla normalità e giustizia ...può essere...mina l'ecquilibrio sociale? Senz'altro. Ma c'è del "divino" nell'irrazionalità. Cos' penso ora, ma cambio idee non di rado perciò anche questa fase passerà. Tutto passa...

  10. #9
    DiVX
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da AnnaR
    Concordo, anche se... leggendo il libro sulle biografie degli uomini illustri ho notato di quanto l'irrazionalità sia parente prossimo del genio...
    Nuoce alla normalità e giustizia ...può essere...mina l'ecquilibrio sociale? Senz'altro. Ma c'è del "divino" nell'irrazionalità. Cos' penso ora, ma cambio idee non di rado perciò anche questa fase passerà. Tutto passa...
    infatti galileo galilei sembrava un'irrazionale alle epoche.. invece si è rivelato il più razionale di tutti

  11. #10
    Matricola FdT
    Donna
    Iscrizione: 11/9/2006
    Messaggi: 48
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Proprio questo!
    La nostra irrazionalità potrebbe indicarci le cose che ancora non capiamo, o perchè "siamo fuori tempo" o perchè non comprendiamo la molteplicità dei parametri vari razionalmente.
    Il libro in questione (mi sfugge il titolo ora, era in inglese) citava anche il teorema di Godel e insisteva sull'impossibilità di giudicare "dall'interno" il sistema.
    Magari noi ci "solleviamo" con i lampi di genio irrazoinale al di sopra del nostro sistema delle cose...e vediamo tutto in modo più lucido...insomma ora penso che sia così.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. amate la natura?
    Da _dancan_ nel forum Sondaggi
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 30/9/2011, 22:59
  2. Natura smorta
    Da Sedicesima nel forum Trash
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 24/6/2007, 18:38
  3. Natura ed educazione
    Da Ligaro nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 22/6/2007, 20:24
  4. W la natura
    Da **Bimba** nel forum Problemi sessuali e di coppia
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 24/6/2006, 22:16
  5. In natura
    Da polotdi nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 16/3/2006, 21:44