ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 11
Like Tree1Mi piace

FALCONERIA: una contraddizione?

  1. #1
    Matricola FdT Rukia
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 11/6/2012
    Messaggi: 61
    Piaciuto: 34 volte

    Predefinito FALCONERIA: una contraddizione?

    La falconeria nasce in tempi antichi con lo scopo della caccia, nel Medioevo diventa un rituale autorappresentativo della regalità e della nobiltà(del resto per addestrare un falco ci vuole un sacco di tempo...chi meglio dei nobili fancazzisti poteva dedicarsi a questa pratica?)
    Fu detta anche: ars venandi cum avibus...l'arte del cacciare con gli uccelli.
    Definita 'arte' probabilmente per l'eleganza del volo e per la cattura con un'arma bianca delle prede; i volatili secondo la nobilità potevano sostituire il corpo a corpo cosi' violento e cruento.
    Arabi, Normanni (ai quali si deve il cappuccio che evito' di suturare continuamente le palpebre dei volatili), fino a Federico Barbarossa che scrisse la bibbia dei falconieri...il rapace ha sempre generato interesse nell'uomo.
    Il declino della nobiltà, l'avvento della polvere da sparo e la ovvia minor fatica nell'uccidere declino' per sempre l'importanza del rapporto uomo-falco.
    Con l'avvento dei pesticidi poi ci fu il quasi totale sterminio di certe razze di falco.
    I falconieri di oggi sono stimati da molti e criticati da altri...loro sostengono di difendere la razza dall'estinzione ma in realtà questa razza in natura si comporta molto diversamente rispetto ad un falco in cattività.
    Dunque...ne vale davvero la pena addestrare un falco?
    Per proteggere i falchi è necessaria sempre la cattività?
    Ma soprattutto questa pratica che risale al Medioevo, deve essere portata avanti come patrimonio culturale?
    La falconeria oggi ha senso?
    Vi faccio l'esempio di Malpensa...chiamano i falconieri per limitare i volatili che si infilano nei motori degli aerei...il falco caccia la sua preda e un uccello in meno finisce tritato...ma per 100 piccioni...ci vorrebbero 100 falchi...anche la falconeria insegna che il falco caccia solo per sfamarsi...gli basta una preda sola...(cosa che fa dedurre il digiuno forzato).
    ESPRIMETEVI!


  2. # ADS
     

  3. #2
    Assuefatto da FdT
    Uomo 39 anni
    Iscrizione: 11/9/2012
    Messaggi: 796
    Piaciuto: 225 volte

    Predefinito

    L'idea dei falchi negli aeroporti è semplice: faccio svolazzare un falco nei cieli, gli uccelli si cagano addosso e non si fanno vedere nelle vicinanze. Risultato? Meno rischio di essere triturati dai reattori.
    Non viene fatto il discorso di "il falco sbrana l'uccello così quel singolo uccello non viene tritato".

    Detto ciò, per me vincolare un animale, per di più splendido come un rapace, ad una vita a contatto con l'umano è sbagliato. Senza se e senza ma.
    A Randagio piace questo intervento
    "Maybe. Maybe not. Maybe fuck yourself."

  4. #3
    Vivo su FdT Meox
    Donna 28 anni da Treviso
    Iscrizione: 21/11/2005
    Messaggi: 3,728
    Piaciuto: 352 volte

    Predefinito

    Allora, oggi la caccia con il falco non ha più grande senso, ma la falconeria rimane intesa come addestramento di rapaci. Se una persona vuole detenere dei rapaci deve necessariamente addestrare il suo uccello al volo libero, che consiste nel far volare l'animale in esplorazione per sgranchirsi e poi farlo tornare per rimetterlo in voliera.
    In quanto alla cattività, da quel che so i rapaci si adattano molto bene(parlo di animali tenuti in voliere adeguate e fatti uscire regolarmente, non il falchetto legato al trespolo con la catena), più dei pappagalli e dei corvidi che necessitano di più stimoli intellettivi. Non credo che i falchi si possano salvare dall'estinzione allevandoli in cattività, e non credo nemmeno che sia questo lo scopo dei possessori di tali animali. Uno tiene un falco o un gufo perché si, così come molti tengono cani gatti furetti cavie e che altro, l'importante per me è che non siano animali di cattura ma riprodotti in allevamento.
    Soft kitty, warm kitty
    little ball of fur
    Happy kitty, sleepy kitty
    purr, purr, purr

  5. #4
    Matricola FdT Rukia
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 11/6/2012
    Messaggi: 61
    Piaciuto: 34 volte

    Predefinito

    sei del settore?..è molto interessante quello che hai scritto!

  6. #5
    nestuno
    Utente cancellato

    Predefinito

    Io li ho visti dal vivo più volte, a feste del paese etc... anche in azione. Sono meravigliosi e molto ben tenuti, non vedo nessuna differenza con il tenere altri animali più o meno domestici o di compagnia; e la passione, l'amore e l'abnegazione del padrone rispetto proprio falco è ben distinguibile nei suoi occhi. Non conosco bene la pratica se non per averla vista amatorialmente ma non ci trovo nulla di male.

  7. #6
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,775
    Piaciuto: 9512 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lerajies Visualizza il messaggio
    Allora, oggi la caccia con il falco non ha più grande senso, ma la falconeria rimane intesa come addestramento di rapaci. Se una persona vuole detenere dei rapaci deve necessariamente addestrare il suo uccello al volo libero, che consiste nel far volare l'animale in esplorazione per sgranchirsi e poi farlo tornare per rimetterlo in voliera.
    In quanto alla cattività, da quel che so i rapaci si adattano molto bene(parlo di animali tenuti in voliere adeguate e fatti uscire regolarmente, non il falchetto legato al trespolo con la catena), più dei pappagalli e dei corvidi che necessitano di più stimoli intellettivi. Non credo che i falchi si possano salvare dall'estinzione allevandoli in cattività, e non credo nemmeno che sia questo lo scopo dei possessori di tali animali. Uno tiene un falco o un gufo perché si, così come molti tengono cani gatti furetti cavie e che altro, l'importante per me è che non siano animali di cattura ma riprodotti in allevamento.


    Mi fece lo stesso discorso mia zia, che aveva il padre, e poi il marito, falconiere.
    La foto della scuola non mi assomiglia più
    Ma i miei difetti sono tutti intatti

  8. #7
    Matricola FdT Rukia
    Donna 36 anni
    Iscrizione: 11/6/2012
    Messaggi: 61
    Piaciuto: 34 volte

    Predefinito

    mhahuahuhuahuahuahuahahu....era sarcasmo?

  9. #8
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,775
    Piaciuto: 9512 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Rukia Visualizza il messaggio
    mhahuahuhuahuahuahuahahu....era sarcasmo?
    La foto della scuola non mi assomiglia più
    Ma i miei difetti sono tutti intatti

  10. #9
    Too Many Humans Oregon
    Uomo 29 anni da Venezia
    Iscrizione: 17/10/2006
    Messaggi: 17,171
    Piaciuto: 4929 volte

    Predefinito

    Non mi sono mai piaciuti gli animali cresciuti in cattività, se non rare eccezioni.

  11. #10
    Randagio
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Khumiko Visualizza il messaggio
    Non mi sono mai piaciuti gli animali cresciuti in cattività, se non rare eccezioni.
    Ti piacciono di piu quelli cresciuti liberi e poi ingabbiati? :-D

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. una sprint
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 7/6/2013, 0:11
  2. articolo 31 - come una pietra scalciata
    Da Imagine nel forum Testi musicali
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 7/4/2011, 20:06
  3. Vasco Rossi - Una canzone per te
    Da ^Gioy^ nel forum Testi musicali
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 17/5/2007, 7:57
  4. una storia come tante...
    Da bimba nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 5/10/2004, 18:24