ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 2 su 2

Apocalisse tra batteri

  1. #1
    FdT svezzato
    Iscrizione: 23/10/2004
    Messaggi: 211
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito Apocalisse tra batteri

    Apocalisse tra batteri

    Un terribile terremoto, tutto trema, il cielo sconquassato da lampi di luce e caldi raggi di luce.
    Sembra la scena iniziale di un film catastrofico sulla fine del mondo. E lo è, almeno per il mondo dei batteri che popolano alcuni cibi. È questo infatti lo scenario che si proporrebbe se si affermasse una nuova tecnica per distruggere la flora batterica degli alimenti da conservare. Il metodo potrebbe soppiantare la ormai collaudata pastorizzazione che come noto prevede di portare la temperatura dei cibi a 60-70 gradi in modo da uccidere i batteri.
    Achim Loske e i suoi colleghi della università autonoma del Messico, hanno sviluppato un nuovo metodo basato sulle onde d'urto. Loske ha sottoposto alcune provette contenenti batteri di ogni genere a un onda d'urto prodotta da un cosiddetto generatore elettroidraulico capace di produrre urti con una pressione di oltre 100 atmosfere. Il tutto accompagnato da intensi flash di luce visibile e ultravioletta.
    Armageddon per microbi. Il risultato della incredibile terapia d'urto è apocalittica: le onde di pressione provocano microscopiche bolle d'aria nel liquido che circonda i batteri, che prima si espandono e poi violentemente collassano, generando minuscole zone di calore rovente; l'onda d'urto e le onde elettromagnetiche della luce completano l'opera, dando il colpo di grazia ai batteri, uccidendoli. Il metodo deve essere perfezionato, ma sembra non presentare uno dei problemi della pastorizzazione, quello di alterare parzialmente il sapore dei cibi. Un aspetto non così trascurabile, vista la crescente attenzione alla valorizzazione dei sapori naturali e alla degustazione. I risultati sono promettenti: Listeria monocytogenes, un batterio che favorisce il marcimento del cibo, viene spazzato via senza pietà. Più resistente, invece, l'E. coli O157:H7, responsabile di alcuni fatale avvelenamenti da cibo. In ogni caso la popolazione di batteri viene decimata (nell'ordine delle migliaia di volte) con 350 shock in 15 minuti.


  2. # ADS
     

  3. #2
    0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 Killuminato
    Uomo 37 anni da Modena
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 12,665
    Piaciuto: 186 volte

    Predefinito

    potresti darmi la fonte da cui hai tratto questa cosa? mi interessa visto che è il mio campo di studio e non ne avevo ancora sentito parlare!

Discussioni simili

  1. tarm-batteri
    Da rika nel forum Testi musicali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 21/5/2007, 11:19