ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 5 su 5

TFR

  1. #1
    FdT quasi assuefatto
    Donna
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 397
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito TFR

    Per chi lavora.
    Qualcuno mi sa dire come funziona il TFR?


  2. # ADS
     

  3. #2
    Mai più senza FdT
    Iscrizione: 19/1/2005
    Messaggi: 14,996
    Piaciuto: 9 volte

    Predefinito

    Il "trattamento di fine rapporto", in sigla Tfr, è la somma che spetta al lavoratore dipendente al termine del lavoro in un'azienda.
    Conosciuta, specie in passato, più popolarmente come "liquidazione", è una prestazione al cui pagamento è tenuto il datore di lavoro nel momento in cui cessa il rapporto stesso.

    Se ti serve sapere come si calcola:
    Il trattamento di fine rapporto si calcola sommando per ciascun anno di lavoro una quota pari all'importo della retribuzione annua divisa per 13,5 (la retribuzione utile per il calcolo del Tfr comprende tutte le voci retributive corrisposte in dipendenza del rapporto di lavoro, salvo diversa previsione dei contratti collettivi). Tenendo conto che di questa quota una parte, lo 0,5%, va all'Inps come contributo per le prestazioni pensionistiche, la quota accantonata annualmente in termini percentuali è pari al 6,91% della retribuzione utile.
    Gli importi accantonati sono indicizzati, al 31 dicembre di ogni anno, con l'applicazione di un tasso costituito dall'1,5% in misura fissa e dal 75% dell'aumento dell'indice dei prezzi al consumo (Istat).

    Il recente decreto legislativo sulla tassazione dei fondi pensione, ha modificato l'imposizione fiscale sul Tfr e, di fatto, anche il valore degli accantonamenti annui. Il provvedimento infatti introduce, a partire dal primo gennaio 2001, una tassazione dell'11% sulla rivalutazione annua delle somme accantonate, riducendo così il valore della rivalutazione netta e quindi della rivalutazione finale.

    Inoltre la legge delega sulle pensioni, n.243/04, ha previsto l'emanazione di un decreto legge per disciplinare la destinazione del Tfr ai fondi pensione complementari, attraverso il meccanismo del silenzio-assenzo. Entro 6 mesi dal decreto, il lavoratore che non ha ancora aderito ad una forma pensionistica complementare, dovrà scegliere se destinare o meno il Tfr ai fondi pensioni. In mancanza di una comunicazione, scatta il meccanismo di silenzio-assenzo e il Tfr finisce automaticamente nei fondi. Il Ministro del Welfare ha slittato l'inizio dei sei mesi al 1° gennaio 2006.

  4. #3
    Overdose da FdT
    Donna
    Iscrizione: 29/9/2004
    Messaggi: 5,147
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    lo tiene da parte il tuo datore di lavoro e quando arriva il momento del licenziamento ti consegnerà anche questa somma di denaro.

    In parole povere, terra terra, è meno di uno stipendio all'anno...
    Infatti come dice Rum è lo stipendio annuo diviso per 13,5... + o -...

    Più anni lavorerai una ditta più la somma sarà consistente...
    Se ti licenzi dopo un paio di anni la cifra è pochina...
    Di solito quando hai fatto anni e anni di lavoro presso quella ditta e vai in pensione ci vai col sorriso perchè è una bella sommina!

  5. #4
    FdT quasi assuefatto
    Donna
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 397
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Rum e Cocaina

    Inoltre la legge delega sulle pensioni, n.243/04, ha previsto l'emanazione di un decreto legge per disciplinare la destinazione del Tfr ai fondi pensione complementari, attraverso il meccanismo del silenzio-assenzo. Entro 6 mesi dal decreto, il lavoratore che non ha ancora aderito ad una forma pensionistica complementare, dovrà scegliere se destinare o meno il Tfr ai fondi pensioni. In mancanza di una comunicazione, scatta il meccanismo di silenzio-assenzo e il Tfr finisce automaticamente nei fondi. Il Ministro del Welfare ha slittato l'inizio dei sei mesi al 1° gennaio 2006.
    OK la prima parte la sapevo grazie ad entrambe comunque quello che non ho capito è quest'ultima parte che ha scritto Rummina ... riuscite a spiegarmela meglio e magari a dirmi cosa conviene fare? Grassiasss

  6. #5
    Sempre più FdT
    Uomo 38 anni da Trento
    Iscrizione: 28/9/2005
    Messaggi: 2,214
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    allora funziona così..(se la legge verrà approvata) :

    se non dici nulla...vale il silenzio assenso ..in poche parole il tfr accumulato passerà in un fondo pensionistico di categoria!

    se dici si....scegli tu che fine fare al tuo tfr (fondo pensionistico di categoria, fondo pensionistico bancario, fondo pensionistico assicurativo, postale etc etc)

    se dici d no, il fondo pensionistico rimaneve dove è, cioè all'azienda e alla fine del tuo rapporto di lavoro presso quella ditta te lo dovranno consegnare...con questa ipotesi hai sempre la possibilità cmq di farlo tramutare in un fondo pensionistico.

    NB. se dai il consenso (metti Si) non puoi più tornare indietro!!! quindi fate moltix attenzione e pensateci bene!