ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1234
Visualizzazione risultati da 31 a 36 su 36

"I neri sono meno intelligenti dei bianchi.."

  1. #31
    Sempre più FdT
    Uomo 36 anni da Catania
    Iscrizione: 21/2/2008
    Messaggi: 2,410
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Morgana *_* Visualizza il messaggio
    mica la sapevo tutta questa storia io...

    grazie cenzo
    Ovvio,mica sono tutti intelliggienti come il sottoscritto

    Sghezzo morganuccia,piuttosto sbrigati a tornare



    Ps:cenzo mi puo' chiamare solo Fabio

  2. # ADS
     

  3. #32
    †Lestat†
    Ospite

    Predefinito

    secondo me ciò che differenzia un nero e un bianco è solo il colore della pelle.
    poi nel complesso per me sia un nero che un bianco sono uguali sia fisicamente che mentalmente
    non c'è alcuna distinzione...
    Ultima modifica di †Lestat†; 21/4/2008 alle 1:50

  4. #33
    0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 Killuminato
    Uomo 39 anni da Modena
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 12,665
    Piaciuto: 186 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vincenzo84 Visualizza il messaggio
    Il discorso di Watson non fa una piega e non e' razzista.
    E' stata fatta una strumentalizzazione, vi spiego perche':

    L'anemia falciforme e' una malattia del sangue molto sviluppata in Sicilia(no,non ho sbagliato a postare,continuate a leggere se avete voglia).Il globulo rosso assume una forma a falce, da qui il nome.

    Basandoci sull' assunto della teoria evoluzionistica per il quale l'organismo "migliore" sopravvive e quello "peggiore" si estingue questo potrebbe sembrare un paradosso.
    Ma cosi' non e', la natura e' molto piu' furba di noi.

    In Sicilia prima dell' opera di bonifica attuata in epoca mussoliniana era molto diffusa la malaria(quartana benigna per l'esattezza), il Plasmodium Malariae, agente atiologico della malaria, e' un parassita endocellulare obbligato del globulo rosso.
    I globuli rossi a falce non venivano attaccati dal P.M.
    I sogetti falcemici non si ammalavano di malaria,sopravvivevano e procreavano.

    Con questo cosa voglio dire?

    Il cervello, alla stregua di un muscolo, si sviluppa se allenato.
    QUI entra in ballo il lavoro di Watson:Esiste una predisposizione genetica per lo sviluppo celebrale cosi' come esiste una predisposizione genetica per lo sviluppo muscolare, ma quello che fa la differeza e' l'allenamento, l'utilizzo.

    Assodato che in Africa non e' all'ordine del giorno il dover risolvere equazioni di terzo grado la natura ha fatto in modo che si sviluppasse piu' la predisposizione genetica ad uno sviluppo muscolare che ad uno celebrale, quella piu' utile per il contesto(l'ambiente).

    Un atleta bianco(nato e cresciuto in Europa e con genitori europei) per ragiungere i risultati di uno nero(nato e cresciuto in Africa e con genitori africani) impieghera' piu' tempo.
    Il siscorso s'inverte se si parla di cevello.

    E' ovvio che se la statistica avesse contemplato sogetti di colore inseriti in un contesto occidentale il discorso srarebbe cambiato,in quel caso ci sarebbe stata parita'.

    Ecco spiegato l'arcano
    pienamente d'accordo

  5. #34
    Sedobren Gocce
    Ospite

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vincenzo84 Visualizza il messaggio
    Il discorso di Watson non fa una piega e non e' razzista.
    E' stata fatta una strumentalizzazione, vi spiego perche':

    L'anemia falciforme e' una malattia del sangue molto sviluppata in Sicilia(no,non ho sbagliato a postare,continuate a leggere se avete voglia).Il globulo rosso assume una forma a falce, da qui il nome.

    Basandoci sull' assunto della teoria evoluzionistica per il quale l'organismo "migliore" sopravvive e quello "peggiore" si estingue questo potrebbe sembrare un paradosso.
    Ma cosi' non e', la natura e' molto piu' furba di noi.

    In Sicilia prima dell' opera di bonifica attuata in epoca mussoliniana era molto diffusa la malaria(quartana benigna per l'esattezza), il Plasmodium Malariae, agente atiologico della malaria, e' un parassita endocellulare obbligato del globulo rosso.
    I globuli rossi a falce non venivano attaccati dal P.M.
    I sogetti falcemici non si ammalavano di malaria,sopravvivevano e procreavano.

    Con questo cosa voglio dire?

    Il cervello, alla stregua di un muscolo, si sviluppa se allenato.
    QUI entra in ballo il lavoro di Watson:Esiste una predisposizione genetica per lo sviluppo celebrale cosi' come esiste una predisposizione genetica per lo sviluppo muscolare, ma quello che fa la differeza e' l'allenamento, l'utilizzo.

    Assodato che in Africa non e' all'ordine del giorno il dover risolvere equazioni di terzo grado la natura ha fatto in modo che si sviluppasse piu' la predisposizione genetica ad uno sviluppo muscolare che ad uno celebrale, quella piu' utile per il contesto(l'ambiente).

    Un atleta bianco(nato e cresciuto in Europa e con genitori europei) per ragiungere i risultati di uno nero(nato e cresciuto in Africa e con genitori africani) impieghera' piu' tempo.
    Il siscorso s'inverte se si parla di cevello.

    E' ovvio che se la statistica avesse contemplato sogetti di colore inseriti in un contesto occidentale il discorso srarebbe cambiato,in quel caso ci sarebbe stata parita'.

    Ecco spiegato l'arcano
    concordo in pieno

  6. #35
    FdT-dipendente
    Uomo
    Iscrizione: 4/7/2007
    Messaggi: 1,581
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Tutto dipende dalla società come già detto sopra: se questa promuove la cultura e dà la possibilità di esprimersi (visto che un grande svantaggio di quelle popolazioni è che sono state colonizzate e quindi sottomesse) siamo tutti allo stesso livello.
    E io spero che l'interpretazione che ha dato killuminato sia quella corretta

  7. #36
    Dovahkiin
    Utente cancellato

    Predefinito

    Imho possiamo tirare in ballo qualsiasi teoria scientifica o non, ma quello che si deve evitare è la xenofobia, sia essa verso gli uomini di colore o verso gli ebrei o verso i genovesi Personalmente penso che il fattore genetico non c'entri con le capacità intellettive; o probabilmente si ha una "predisposizione" diversa a diversi tipi di stimoli, con pro e contro a seconda del contesto social-culturale.

Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1234

Discussioni simili

  1. CANZONE "RIFLESSIVA" SULLA "DOPPIA PERSONALITA"
    Da CONFE 89 nel forum Il confessionale
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 2/11/2007, 13:47
  2. Quali sono i vostri "anticristo" musicali????
    Da Guru's Way nel forum Musica
    Risposte: 123
    Ultimo messaggio: 22/10/2007, 16:54
  3. perchè le ragazze non sono così "maialine" come noi ometti?
    Da jim85 nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 36
    Ultimo messaggio: 14/8/2007, 10:59