ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 4 di 42 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 31 a 40 su 417

Riforma Gelmini e manifestazioni

  1. #31
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10104 volte

    Predefinito

    Art. 16.
    Facoltà di trasformazione in fondazioni delle università
    1. In attuazione dell'articolo 33 della Costituzione, nel rispetto delle leggi vigenti e dell'autonomia didattica, scientifica, organizzativa e finanziaria, le Università pubbliche possono deliberare la propria trasformazione in fondazioni di diritto privato. La delibera di trasformazione e' adottata dal Senato accademico a maggioranza assoluta ed e' approvata con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze. La trasformazione opera a decorrere dal 1° gennaio dell'anno successivo a quello di adozione della delibera.
    2. Le fondazioni universitarie subentrano in tutti i rapporti attivi e passivi e nella titolarità del patrimonio dell'Università. Al fondo di dotazione delle fondazioni universitarie e' trasferita, con decreto dell'Agenzia del demanio, la proprietà dei beni immobili già in uso alle Università trasformate.
    3. Gli atti di trasformazione e di trasferimento degli immobili e tutte le operazioni ad essi connesse sono esenti da imposte e tasse.
    4. Le fondazioni universitarie sono enti non commerciali e perseguono i propri scopi secondo le modalità consentite dalla loro natura giuridica e operano nel rispetto dei principi di economicità della gestione. Non e' ammessa in ogni caso la distribuzione di utili, in qualsiasi forma. Eventuali proventi, rendite o altri utili derivanti dallo svolgimento delle attività previste dagli statuti delle fondazioni universitarie sono destinati interamente al perseguimento degli scopi delle medesime.
    5. I trasferimenti a titolo di contributo o di liberalità a favore delle fondazioni universitarie sono esenti da tasse e imposte indirette e da diritti dovuti a qualunque altro titolo e sono interamente deducibili dal reddito del soggetto erogante. Gli onorari notarili relativi agli atti di donazione a favore delle fondazioni universitarie sono ridotti del 90 per cento.
    6. Contestualmente alla delibera di trasformazione vengono adottati lo statuto e i regolamenti di amministrazione e di contabilità delle fondazioni universitarie, i quali devono essere approvati con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze. Lo statuto può prevedere l'ingresso nella fondazione universitaria di nuovi soggetti, pubblici o privati.
    7. Le fondazioni universitarie adottano un regolamento di Ateneo per l'amministrazione, la finanza e la contabilità, anche in deroga alle norme dell'ordinamento contabile dello Stato e degli enti pubblici, fermo restando il rispetto dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario.
    8. Le fondazioni universitarie hanno autonomia gestionale, organizzativa e contabile, nel rispetto dei principi stabiliti dal presente articolo.
    9. La gestione economico-finanziaria delle fondazioni universitarie assicura l'equilibrio di bilancio. Il bilancio viene redatto con periodicità annuale. Resta fermo il sistema di finanziamento pubblico; a tal fine, costituisce elemento di valutazione, a fini perequativi, l'entità dei finanziamenti privati di ciascuna fondazione.
    10. La vigilanza sulle fondazioni universitarie e' esercitata dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze. Nei collegi dei sindaci delle fondazioni universitarie e' assicurata la presenza dei rappresentanti delle Amministrazioni vigilanti.
    11. La Corte dei conti esercita il controllo sulle fondazioni universitarie secondo le modalità previste dalla legge 21 marzo 1958, n. 259 e riferisce annualmente al Parlamento.
    12. In caso di gravi violazioni di legge afferenti alla corretta gestione della fondazione universitaria da parte degli organi di amministrazione o di rappresentanza, il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca nomina un Commissario straordinario, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, con il compito di salvaguardare la corretta gestione dell'ente ed entro sei mesi da tale nomina procede alla nomina dei nuovi amministratori dell'ente medesimo, secondo quanto previsto dallo statuto.
    13. Fino alla stipulazione del primo contratto collettivo di lavoro, al personale amministrativo delle fondazioni universitarie si applica il trattamento economico e giuridico vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto.
    14. Alle fondazioni universitarie continuano ad applicarsi tutte le disposizioni vigenti per le Università statali in quanto compatibili con il presente articolo e con la natura privatistica delle fondazioni medesime.




    Art. 66.
    Turn over
    1. Le amministrazioni di cui al presente articolo provvedono, entro il 31 dicembre 2008 a rideterminare la programmazione triennale del fabbisogno di personale in relazione alle misure di razionalizzazione, di riduzione delle dotazioni organiche e di contenimento delle assunzioni previste dal presente decreto.
    2. All'articolo 1, comma 523, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 le parole «per gli anni 2008 e 2009» sono sostituite dalle parole «per l'anno 2008» e le parole «per ciascun anno» sono sostituite dalle parole «per il medesimo anno».
    3. Per l'anno 2009 le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 523, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 possono procedere, previo effettivo svolgimento delle procedure di mobilità, ad assunzioni di personale a tempo indeterminato nel limite di un contingente di personale complessivamente corrispondente ad una spesa pari al 10 per cento di quella relativa alle cessazioni avvenute nell'anno precedente. In ogni caso il numero delle unità di personale da assumere non può eccedere, per ciascuna amministrazione, il 10 per cento delle unità cessate nell'anno precedente.
    4. All'articolo 1, comma 526, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 le parole «per gli anni 2008 e 2009» sono sostituite dalle seguenti: «per l'anno 2008».
    5. Per l'anno 2009 le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 526, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 possono procedere alla stabilizzazione di personale in possesso dei requisiti ivi richiamati nel limite di un contingente di personale complessivamente corrispondente ad una spesa pari al 10 per cento di quella relativa alle cessazioni avvenute nell'anno precedente. In ogni caso il numero delle unità di personale da stabilizzare non può eccedere, per ciascuna amministrazione, il 10 per cento delle unità cessate nell'anno precedente.
    6. L'articolo 1, comma 527, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 e' sostituito dal seguente: «Per l'anno 2008 le amministrazioni di cui al comma 523 possono procedere ad ulteriori assunzioni di personale a tempo indeterminato, previo effettivo svolgimento delle procedure di mobilità, nel limite di un contingente complessivo di personale corrispondente ad una spesa annua lorda pari a 75 milioni di euro a regime. A tal fine e' istituito un apposito fondo nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze pari a 25 milioni di euro per l'anno 2008 ed a 75 milioni di euro a decorrere dall'anno 2009. Le autorizzazioni ad assumere sono concesse secondo le modalità di cui all'articolo 39, comma 3-ter della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni.».
    7. Il comma 102 dell'articolo 3 della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e' sostituito dal seguente: «Per gli anni 2010 e 2011, le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 523 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, possono procedere, per ciascun anno, previo effettivo svolgimento delle procedure di mobilità, ad assunzioni di personale a tempo indeterminato nel limite di un contingente di personale complessivamente corrispondente ad una spesa pari al 20 per cento di quella relativa al personale cessato nell'anno precedente. In ogni caso il numero delle unità di personale da assumere non può eccedere, per ciascun anno, il 20 per cento delle unità cessate nell'anno precedente.
    8. Sono abrogati i commi 103 e 104 dell'articolo 3, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.
    9. Per l'anno 2012, le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 523 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, possono procedere, previo effettivo svolgimento delle procedure di mobilità, ad assunzioni di personale a tempo indeterminato nel limite di un contingente di personale complessivamente corrispondente ad una spesa pari al 50 per cento di quella relativa al personale cessato nell'anno precedente. In ogni caso il numero delle unità di personale da assumere non può eccedere il 50 per cento delle unità cessate nell'anno precedente.
    10. Le assunzioni di cui ai commi 3, 5, 7 e 9 sono autorizzate secondo le modalità di cui all'articolo 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, previa richiesta delle amministrazioni interessate, corredata da analitica dimostrazione delle cessazioni avvenute nell'anno precedente e delle conseguenti economie e dall'individuazione delle unità da assumere e dei correlati oneri, asseverate dai relativi organi di controllo.
    11. I limiti di cui ai commi 3, 7 e 9 si applicano anche alle assunzioni del personale di cui all'articolo 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni. Le limitazioni di cui ai commi 3, 7 e 9 non si applicano alle assunzioni di personale appartenente alle categorie protette e a quelle connesse con la professionalizzazione delle forze armate cui si applica la specifica disciplina di settore.
    12. All'articolo 1, comma 103 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, come modificato da ultimo dall'articolo 3, comma 105 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 le parole «A decorrere dall'anno 2011» sono sostituite dalle parole «A decorrere dall'anno 2013».
    13. Le disposizioni di cui al comma 7 trovano applicazione, per il triennio 2009-2011 fermi restando i limiti di cui all'articolo 1, comma 105 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, nei confronti del personale delle università. Nei limiti previsti dal presente comma e' compreso, per l'anno 2009, anche il personale oggetto di procedure di stabilizzazione in possesso degli specifici requisiti previsti dalla normativa vigente. Nei confronti delle università per l'anno 2012 si applica quanto disposto dal comma 9. Le limitazioni di cui al presente comma non si applicano alle assunzioni di personale appartenente alle categorie protette. In relazione a quanto previsto dal presente comma, l'autorizzazione legislativa di cui all'articolo 5, comma 1, lettera a) della legge 24 dicembre 1993, n. 537, concernente il fondo per il finanziamento ordinario delle università, e' ridotta di 63,5 milioni di euro per l'anno 2009, di 190 milioni di euro per l'anno 2010, di 316 milioni di euro per l'anno 2011, di 417 milioni di euro per l'anno 2012 e di 455 milioni di euro a decorrere dall'anno 2013.
    14. Per il triennio 2010-2012 gli enti di ricerca possono procedere, previo effettivo svolgimento delle procedure di mobilità, ad assunzioni di personale a tempo indeterminato nei limiti di cui all'articolo 1, comma 643, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. In ogni caso il numero delle unità di personale da assumere in ciascuno dei predetti anni non può eccedere le unità cessate nell'anno precedente.



    fonte: L 133/2008
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  2. # ADS
     

  3. #32
    Mai più senza FdT lakeofire
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 11/9/2007
    Messaggi: 13,626
    Piaciuto: 66 volte

    Predefinito

    Servizio sul tg di Rete4 (che ok è di parte, NESSUNO LO NEGA) ma avranno intervistato non so quanti ragazzi all'uscita di scuola... una ventina credo... e NESSUNO si ricordava un punto della riforma

    Detto questo anche sentir parlare il rettore non vuol dire niente, perchè se contrario non ti citerà mai quel che di buono ha la riforma. Inoltre si sa come sono i prof

    Del turnover sono pienamente contento, è essenziale, visto il numeo sproporsitato di prof e la voglia di non fare un ***** che trionfa ogni giorno.
    Se nella tua università siete più del dovuto non penso sia colpa della Gelmini
    I tagli ci sono e nessuno li nega.

    Per il resto, ripeto che non ho letto la riforma, quindi prima lo faccio poi parlo con cognizione di causa. Adesso però devo andare

  4. #33
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10104 volte

    Predefinito

    numero spropositato?
    sai che vuol dire che solo nella mia facoltà siamo 9000?!

    l'università con questa riforma diventa una spesa, invece dovrebbe essere un investimento!
    e a me, che mi faccio un culo tanto, scusami, ma di sentirmi una spesa di troppo proprio non va.
    ti ho postato alcuni punti della riforma comunque, anche se nella forma originale, ci vorrebbe la laurea in giurisprudenza per capirli del tutto
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  5. #34
    Little Spongy Folletta
    Donna 28 anni da Genova
    Iscrizione: 8/12/2007
    Messaggi: 14,178
    Piaciuto: 3979 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Holly. Visualizza il messaggio
    io parlavo del 133 è per le università, e fa ancora più schifo xD

    ora lo cerco!
    ho messo il 137 xk è quello ke riguardava me[in parte!]..nn ci pensavo ke tu sei all'uni!
    Ca ete lu sule, quandu lu iciu me preciu. Si' sule: forte cautu immensu.
    Ca quandu lu iciu alle origini mei pensu.
    Sud Sound System



  6. #35
    Mai più senza FdT lakeofire
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 11/9/2007
    Messaggi: 13,626
    Piaciuto: 66 volte

    Predefinito

    Art. 16

    Le università pubbliche possono diventare fondazione...se la maggioranza assoluta è d'accordo.
    I finanziamenti pubblici rimangono, è tutto esentasse, non c'è utile (o meglio se avanza quaclosa dev'essre usato per le finalità della fondazione). Hanno il loro bilancio annuale, ecc...
    Magari questo modo non succedono episodi come quello dell'università di Siena (topic su attualità )

    Io non vedo tutte queste disgrazie, soprattutto finchè un progetto è sulla carta

    Art. 66

    E' quello della riduzione del persona, mi sembra assolutamente necessario, quanto importante. Non so dove vivete voi ma il personale nella scuola era troppo fin da quando ci andavo io... (parlo scuole obbligatorie). Per l'università poi è ancora peggio... ci sono prof che fanno poche ore alla settimana e prendono soldini su soldini... ci sono prof che non vanno neppure in classe o a fare gli esami -.-

    Tu mi hai postato quei 2 articoli ma io gli estremi per una manifestazione non li trovo nemmeno se mi impegno

  7. #36
    FdT svezzato
    Uomo 28 anni da Firenze
    Iscrizione: 21/8/2008
    Messaggi: 117
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito

    A firenze tutte le scuole sono occupate contro questa riforma! Noi ci si fa' sentire!
    cerco un creative zen V plus Non importa se non si accende, la capienza, se la skin è tutta rotta,se lo schermo è rotto...contattatemi in pm!grazie!

  8. #37
    Mai più senza FdT lakeofire
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 11/9/2007
    Messaggi: 13,626
    Piaciuto: 66 volte

    Predefinito

    Art. 137

    • Viene istituito il voto in condotta e se questo è < a 6 si viene bocciati. GIUSTISSIMO
    • Viene istutituito il maestro unico (24 ore alla settimana) nelle classi primarie. E' sempre funzionato non vedo perchè non tornarci. Tra l'altro quante ore fanno alla settimane? Io ho trovato questo:
    L’orario annuale delle lezioni nella scuola primaria è di 891 ore obbligatorie, pari a 27 settimanali, che possono essere elevate fino a 40 su richiesta delle famiglie.
    Mio cugino dovrebbe fare 5 ore al giorno dal lunedì al venerdì + 2 rientri pomeridiani credo da 2 ore (devo sempre chiedere bene). Quindi un bimbo vede anche qualche altra faccia.

    • I libri bloccati per un quinquennio, per non doverelo acquistare nuovo ogni anno. OK.
    • La laurea per insegnare nelle scuole primarie di scienze dell'educazione.
    • Poi c'è il punto sulla costituzione che mi lascia perplesso perchè secondo me la Cosituzione ormai è quello che è Tra l'altro dicevano che volevano darla ad ogni studente...quella secondo me è carta buttata visto che su molti libri c'è e cmq si trova ovunque.
    Mi spiegate, soprattutto nei 3 punti che mi avete postato, dove sono questi problemi???
    O i fatti sono 2 o non mi avete postato gli articoli + critici e contestabili altrimenti state facendo manifestazioni sul nulla.

  9. #38
    Little Spongy Folletta
    Donna 28 anni da Genova
    Iscrizione: 8/12/2007
    Messaggi: 14,178
    Piaciuto: 3979 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lakeofire Visualizza il messaggio
    Art. 137

    • Viene istituito il voto in condotta e se questo è < a 6 si viene bocciati. GIUSTISSIMO
    • Viene istutituito il maestro unico (24 ore alla settimana) nelle classi primarie. E' sempre funzionato non vedo perchè non tornarci. Tra l'altro quante ore fanno alla settimane? Io ho trovato questo:

    Mio cugino dovrebbe fare 5 ore al giorno dal lunedì al venerdì + 2 rientri pomeridiani credo da 2 ore (devo sempre chiedere bene). Quindi un bimbo vede anche qualche altra faccia.

    • I libri bloccati per un quinquennio, per non doverelo acquistare nuovo ogni anno. OK.
    • La laurea per insegnare nelle scuole primarie di scienze dell'educazione.
    • Poi c'è il punto sulla costituzione che mi lascia perplesso perchè secondo me la Cosituzione ormai è quello che è Tra l'altro dicevano che volevano darla ad ogni studente...quella secondo me è carta buttata visto che su molti libri c'è e cmq si trova ovunque.
    Mi spiegate, soprattutto nei 3 punti che mi avete postato, dove sono questi problemi???
    O i fatti sono 2 o non mi avete postato gli articoli + critici e contestabili altrimenti state facendo manifestazioni sul nulla.
    ti rispondo subito..!XD
    1.sul voto di kondotta è giusto fino ad un certo punto..purtroppo poi ogni skuola, o mejio ogni preside dicide lei le varie regole..e la mia preside [essendo di estrema destra] ci st facendo vivere nei lager..e kmq anke prima esistevano già leggi x ki nn si komportava adeguatamente,se poi nn venivano applikate sn altre kose..!
    2.il maestro uniko alle elementari nn è una buona kosa..si prima funzionava,ma prima c'era un altro tipo di edukazione..al giorno d'oggi troppe persone fin dalla nascita del bambino stanno a kontatto kon lui,quindi nn ha quell'edukazione ke c'era una volta..quella dura!
    kapisci ke il bambino oggi è molto + vivace, e un maestro nn riesce a star dietro a klassi numerose di alunni kasinisti..nn so se konosci qualke bimbo ke va a skuola..io ne konosko trp e t assikuro ke sn delle pesti..nn sn bambini normali kn una giusta edukazione..certo qst nn vale x tutti ma basta anke un solo elemento kasinista in una klasse a far diventare scemo un maestro..poi nn esistono maestri ks tanto preparati da poter insegnare tutte le materie in maniera precisa e adeguata..
    e poi tutti i maestri ke oggi lavorano dove vanno a finire?!dove lavoreranno?!c sarebbe veramente un suicidio d massa..nn può licenziarli tutti..dove vanno ste xsone a lavorare?!toglie troppi posti di lavoro kosì..
    3.per i libri vabbè nn ho niente da dire..alla fine può essere una kosa buona..anke se c'è ank qui qualkosa ke nn va..perkè se un libro è brutto sei obbligato a tenerlo x 5anni lo stesso..ma vabbè ci si akkontenta!
    4.x la laurea nulla da ridire..nn rikordo kom era prima quindi nn essendo informata passoparola..
    5.aggiungerei il punto sul grembiule ke qui nn viene trattato..
    sinceramente a me andare a skuola kn grembiule sembra una kazzata..lo kapisko x i bambini,usando i kolori si sa kome tornerebbero a kasa,ma x noi delle superiori o x le medie?!a ke skopo?!x nn farci konciare da putt**?![xk ci sn tante persone ke a scuola si vestono in dei modi..] al posto del gembriule/divisa ke sia,può trovare un altra soluzione..io odio le divise e sinceramente nn la metterò..
    Ca ete lu sule, quandu lu iciu me preciu. Si' sule: forte cautu immensu.
    Ca quandu lu iciu alle origini mei pensu.
    Sud Sound System



  10. #39
    Mai più senza FdT lakeofire
    Uomo 34 anni
    Iscrizione: 11/9/2007
    Messaggi: 13,626
    Piaciuto: 66 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da PiKKoLa*FoLLeTTa Visualizza il messaggio
    ti rispondo subito..!XD
    1.sul voto di kondotta è giusto fino ad un certo punto..purtroppo poi ogni skuola, o mejio ogni preside dicide lei le varie regole..e la mia preside [essendo di estrema destra] ci st facendo vivere nei lager..e kmq anke prima esistevano già leggi x ki nn si komportava adeguatamente,se poi nn venivano applikate sn altre kose..!


    Le leggi non centrano. Il preside tanto meno. Perchè il preside non sa assolutamente come si comporta un allievo all'interno della classe o nei 10 minuti di intervallo
    Qui il voto viene dato da TUTTI gli insegnanti...se mi dite che non c'è parzialità in questa maniera allora sono falsate anche tutte le comptetizioni del mondo
    L'educazione va ben oltre il puro sapere.

    Quote Originariamente inviata da PiKKoLa*FoLLeTTa Visualizza il messaggio
    2.il maestro uniko alle elementari nn è una buona kosa..si prima funzionava,ma prima c'era un altro tipo di edukazione..al giorno d'oggi troppe persone fin dalla nascita del bambino stanno a kontatto kon lui,quindi nn ha quell'edukazione ke c'era una volta..quella dura!
    kapisci ke il bambino oggi è molto + vivace, e un maestro nn riesce a star dietro a klassi numerose di alunni kasinisti..nn so se konosci qualke bimbo ke va a skuola..io ne konosko trp e t assikuro ke sn delle pesti..nn sn bambini normali kn una giusta edukazione..certo qst nn vale x tutti ma basta anke un solo elemento kasinista in una klasse a far diventare scemo un maestro..poi nn esistono maestri ks tanto preparati da poter insegnare tutte le materie in maniera precisa e adeguata..
    e poi tutti i maestri ke oggi lavorano dove vanno a finire?!dove lavoreranno?!c sarebbe veramente un suicidio d massa..nn può licenziarli tutti..dove vanno ste xsone a lavorare?!toglie troppi posti di lavoro kosì..


    Allora se l'educazione dei bambini al giorno d'oggi è un'educazione alla ***** di cane di sicuro il governo non deve dare una mano a questa merda sociale.
    Quindi è giusto che i bambini vengano su con un'educazione corretta, che si comportino bene.
    Se i bambini sono delle peste non vuol dire che siano maleducati (da piccoli) e man mano che vegnono su devo essere istruiti, anche a scuola (luogo di FORMAZIONE a 360° )
    Non mi sembra che i maestri vengano buttati in mezzo alla strda, sono bloccate le assunzioni, come in tanti altri luoghi pubblici. Cioè se ne vanno X e se ne prendono X-Y (dove Y>o )
    Se ugualmente sono TROPPI (non oso neppure immaginarlo, verranno ricollocati. Porca ***** non si possono dar via stipendi alla ***** di cane solo perchè paga "pantalon" come si dice).

    Quote Originariamente inviata da PiKKoLa*FoLLeTTa Visualizza il messaggio
    3.per i libri vabbè nn ho niente da dire..alla fine può essere una kosa buona..anke se c'è ank qui qualkosa ke nn va..perkè se un libro è brutto sei obbligato a tenerlo x 5anni lo stesso..ma vabbè ci si akkontenta!


    Qui nella scelta dei docenti. Fare scelte oculate. Scusa sono loro a farla, è il loro lavoro. Se non sanno farlo che vadano a pulire i cessi. -.-

    Quote Originariamente inviata da PiKKoLa*FoLLeTTa Visualizza il messaggio
    4.x la laurea nulla da ridire..nn rikordo kom era prima quindi nn essendo informata passoparola..


    K

    Quote Originariamente inviata da PiKKoLa*FoLLeTTa Visualizza il messaggio
    5.aggiungerei il punto sul grembiule ke qui nn viene trattato..
    sinceramente a me andare a skuola kn grembiule sembra una kazzata..lo kapisko x i bambini,usando i kolori si sa kome tornerebbero a kasa,ma x noi delle superiori o x le medie?!a ke skopo?!x nn farci konciare da putt**?![xk ci sn tante persone ke a scuola si vestono in dei modi..] al posto del gembriule/divisa ke sia,può trovare un altra soluzione..io odio le divise e sinceramente nn la metterò..
    Nei college americani funziona da sempre. Ci vuole un pò di ordine in queste cavolo di scuole. Soprattutto che per chi va a scuola con il culo o con le tette fuori. Tutto qua. Se si torna indietro evidentemente è perchè ciò che è adesso non va. Questo penso sia ovvio per tutti.
    Come tante cose si è data un pò di libertà ma non si hanno mai dei confini. Questi sono dei grossi limiti della società italiana.

  11. #40
    Little Spongy Folletta
    Donna 28 anni da Genova
    Iscrizione: 8/12/2007
    Messaggi: 14,178
    Piaciuto: 3979 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lakeofire Visualizza il messaggio
    [/font]

    Le leggi non centrano. Il preside tanto meno. Perchè il preside non sa assolutamente come si comporta un allievo all'interno della classe o nei 10 minuti di intervallo
    Qui il voto viene dato da TUTTI gli insegnanti...se mi dite che non c'è parzialità in questa maniera allora sono falsate anche tutte le comptetizioni del mondo
    L'educazione va ben oltre il puro sapere.

    [/font]
    nn la vedo kome te..perkè se in una skuola la preside decide ke ki entra alle 7.46 al posto dei 45 si bekka un ammonizione e dp 3 ammonizioni skatta la nota nessuno può fare il kontrario..
    il voto verrà anke dato da tutti gli insegnanti [ke si sa ke sn imparziali ma nn ci possiamo fare niente] ma sekondo regole ben precise ke la preside ha imposto -.-'
    la preside kontrolla tutto..ha le spie,manda la sua vice a fare i kontrolli e altro ankora..nn si può sgarrare..!

    Allora se l'educazione dei bambini al giorno d'oggi è un'educazione alla ***** di cane di sicuro il governo non deve dare una mano a questa merda sociale.
    Quindi è giusto che i bambini vengano su con un'educazione corretta, che si comportino bene.
    Se i bambini sono delle peste non vuol dire che siano maleducati (da piccoli) e man mano che vegnono su devo essere istruiti, anche a scuola (luogo di FORMAZIONE a 360° )
    Non mi sembra che i maestri vengano buttati in mezzo alla strda, sono bloccate le assunzioni, come in tanti altri luoghi pubblici. Cioè se ne vanno X e se ne prendono X-Y (dove Y>o )
    Se ugualmente sono TROPPI (non oso neppure immaginarlo, verranno ricollocati. Porca ***** non si possono dar via stipendi alla ***** di cane solo perchè paga "pantalon" come si dice).
    ok il governo nn deve dare una mano a peggiorare l'edukazione,ma kosì nn la migliora..può mettere altre regole ke facciano ordine,ma questa non ha senso..
    poi se mettiamo in mezzo anke il fatto ke un bimbo potrebbe nn essere simpatiko al prof e poi da lì è la fine del bambino.. -.-'
    ma questi sn dettagli ke nn vengono presi in konsiderazione..
    kmq io t diko ke se dovessi avere x 5ore smp la stessa prof m sparerei..
    a skuola nn c andrei +..e x i bambini nn è k kambia molto..è pesante avere smp lo stesso maestro..tutto ciò krea dei problemi sull'edukazione del bambino..!
    nn so se sai qualkosa di psikologia,sociologia ma fidati ke x quel poko ke so io krea grossi problemi..![/FONT]


    Qui nella scelta dei docenti. Fare scelte oculate. Scusa sono loro a farla, è il loro lavoro. Se non sanno farlo che vadano a pulire i cessi. -.-

    [/font]
    ma infatti su questo nn ho ribattuto..
    però kome hai detto tu "se nn sanno fare il loro lavoro"..ce ne sn tanti..kome puoi mettere una persona del genere ke n nsa fare il suo lavoro a insegnare diverse materie a dei bambini?!-.-'

    Nei college americani funziona da sempre. Ci vuole un pò di ordine in queste cavolo di scuole. Soprattutto che per chi va a scuola con il culo o con le tette fuori. Tutto qua. Se si torna indietro evidentemente è perchè ciò che è adesso non va. Questo penso sia ovvio per tutti.
    Come tante cose si è data un pò di libertà ma non si hanno mai dei confini. Questi sono dei grossi limiti della società italiana.
    a me piace molto kome funzionano i college americani..
    ma il problema ke in italia la skuola è ben diversa dalla loro..non si possono mettere alkune regole loro..

    kmq sn la prima a dire ke la skuola d oggi nn va,ma le nuove regole della Gelmini nn miglioreranno la skuola..io t parlo x esperienza mia,k sto passando in questi giorni..a me sta passando la vojia di andare a skuola perkè mi sta diventando impossibile viverci..non so se questo sta succedendo ank ad altri,ma questo è quello ke provo ultimamente..e non sono una ke nn ha mai vojia di stduiare,ke è smp andata male ecc..sn sempre andata molto bene a skuola, m sn sempre applikata e farei qualsiasi kosa x realizzare il mio sogno..ti sembra bello ke dopo tutti questi anni di studio arriva una ke mi faccia passar la vojia d kontinuare?!
    o ke m impediska d proseguire gli studi x kolpa delle sue regole..?!
    oppure ke x kolpa sua,dopo aver studiato anni,non riesko a troavr lavoro xk basta un maestro a klasse?!
    nn kredo sia karino... -.-'
    Ca ete lu sule, quandu lu iciu me preciu. Si' sule: forte cautu immensu.
    Ca quandu lu iciu alle origini mei pensu.
    Sud Sound System



Pagina 4 di 42 PrimaPrima 1234567814 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Scioperi e manifestazioni
    Da Winston Wolf nel forum Scuola, università, lavoro
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 23/10/2008, 23:48
  2. I provvedimenti della Gelmini
    Da Holly nel forum Scuola, università, lavoro
    Risposte: 45
    Ultimo messaggio: 17/10/2008, 18:41
  3. Cosa ne pensate dei cambiamenti della Gelmini?
    Da Canalfeder nel forum Sondaggi
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 27/9/2008, 23:00
  4. Gelmini - grembiule per tutti
    Da Tyler Durden nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 15/7/2008, 12:43
  5. riforma
    Da twix ™ nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 17/1/2006, 14:56

Tag per questa discussione