ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 6 su 6

Alla ricerca del Sacro Graal

  1. #1
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 34 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito Alla ricerca del Sacro Graal

    ovvero... cosa studiare?

    Topic di un drammatico che più drammatico non si può (per il sottoscritto).
    Quindi cercherò di stemperare un pochino la tensione con qualche intermezzo umoristico

    Ero iscritto a filosofia, e fino a una decina di mesi fa aveva un senso, era incline al mio spirito dannatamente e incondizionatamente critico, che poi si è limato col tempo, anche a seguito di esperienze e studi relativi al mondo della formazione.
    Prima criticavo ferocemente il mondo, ora ci sguazzo assai bene.
    Le panzane colossali di certi filosofi (faccio l'elenco? ) ormai mi disgustano, e francamente la mia sete di sapere è appagata assai meglio dalle scienze naturali e sociali.

    Mi ricordo di un test fatto alle superiori da cui risultava un'indole razionale (orientata alla ricerca) e una maggiore predisposizione verso le professioni aventi a che fare con la sfera della psicologia.

    Considera, caro =Mr Crowley=, e voi temerari che vi sorbite il malloppone, che a breve comincerai a muovere i primi passi nell'editoria sulla formazione e la crescita personale.

    Ora mi ritrovo con qualche esame strategico da dare, spendibili principalmente su due corsi
    - scienze dell'educazione (curriculum formatore)
    - sociologia e ricerca sociale

    Partiamo dalla seconda.
    Tutti possiediamo una sorta di sapere sociologico comune, di cui magari non siamo nemmeno consapevoli. Poi ci sono gli studiosi, che svolgono ricerche e talvolta convalidano questo sapere, alle volte invece mostrano come le cose procedano in maniera più o meno diversa... Ma andiamo oltre.

    Sociologia la sto studiando per un esame, mi piace tantissimo.
    Colpo di fulmine? No, quelli li pigliavo da ragazzino, ora ci vado più cauto.
    Mi piace moltissimo. Punto.

    Si imparano un sacco di cose molto interessanti, e come possibile sociologo potrei appagare la mia sete di ricerca.
    Anzi no, a pensarci bene...
    Mia componente fottutamente individualistica: sono io che decido cosa ricercare.
    Per esempio sto conducendo una ricerca (per i c...i miei) sulla leadership.
    Se venisse un industrialone impomatato a chiedermi di fare una ricerca di marketing prima di lanciare il suo formidabile robot PUZZOLO mi duolerebbe il corazon.
    Ma nella vita bisogna pur scendere a compromessi se si vuole portare a casa la pagnotta, no?
    Mi riconoscerebbero 2 mezzi esami (dovrei integrare) + 1 intero (e ci buttiamo il 30 di storia delle religioni )



    Scienze dell'educazione, curriculum formatore.
    IL COACH!!!!!!!
    Altro pallino. La crescita personale.
    Prendere Carlo Carli, homo sfigatus, e trasformarlo in un leader. Prendere la signora Verdi, professoressa impacciata (e quindi sodomizzata dagli studenti) e trasformarla in un'ottima comunicatrice, motivante e carismatica.
    Prendere l'Altletico Baldanbembo e portarlo in serie B (in A è troppo, dai )
    Prendere un manager frustrato, rimetterlo in sesto e promuovere una crescita micidiale del fatturato, motivando lui stesso e i suoi dipendenti.

    Capito la solfa?

    una sorta di allenatore per persone o gruppi, che lavori sulla mente, che origini cambiamenti positivi.

    è una figura professionale gettonatissima negli Usa, e pian piano si sta diffondendo pure nel nostro Belpaese.

    Problema: con la laurea in BLA BLA BLA non diventi coach.
    Ti conviene seguire dei corsi organizzati da specifiche società. Parecchio onerosi.

    Altri inconvenienti:
    a me piacerebbe lavorare di più sul miglioramento personale in senso stretto, piuttosto che lavorare con le imprese, formare il personale, insegnare tecniche di vendita, ecc.

    Mi piacerebbe lavorare con i timidi, i pessimisti cronici, i fobici...
    Persone con qualche forma di disagio (non patologico), delusi dalla psicoterapia (gli psicologi servono a poco o a niente, son troppo orientati all'analisi e alla comprensione)...
    Persone a cui ridonare il sorriso quando credevano di non poterselo più permettere

    Non ci sono ancora regolamentazioni particolari, io potrei benissimo (legalmente parlando) aprire uno studio di coaching e consulenza dalla sera alla mattina, penso che potrei pure permettermelo, come capacità personali, (finanziarie no ) però preferisco affinare la mia formazione.

    Lavorare con le aziende è molto più remunerativo, ma mi darebbe meno soddisfazioni.
    è come se tendessi una mano amica a un sistema economico che non mi va a genio. Bisogna pur tenere conto di questo, no?
    E voi direte, aiuti il timido, magari lui fa il venditore, e quindi non sta in piedi. Vero.

    Vorrei lavorare per conto mio e non asservirmi a nessuno.
    Cioè, per esempio, non farei il formatore vita natural durante per le Assicurazioni Qui Quo Qua, facendo sviolinate, ecc. ecc. ecc.

    Non voglio riconoscermi in nessun marchio.

    Non voglio convincere nessuno di niente, non me ne può fregar di meno. Non riuscirei a entrare nell'ottica di convincere le risorse umane della Qui Quo Qua che è una grande compagnia, bla bla bla...

    Per lo stesso medesimo motivo non farei mai (o meglio, non farò più) il venditore.

    Anche se come coach dovrei comunque promuovermi.

    Corso di laurea blando, poco professionalizzante. Comunque, carino, e legato al mondo della formazione.
    Esami riconosciuti. Tanti, 40 crediti

    Quindi... vocazione alla ricerca (specialmente riguardante le capacità dell'individuo e le dinamiche sociali) e dall'altra una vocazione acquisita a tirare fuori il meglio dalle persone

    Presumo che la sociologia possa darmi un orizzonte di conoscenze più ampio (però abbastanza slegato dal singolo individuo), attraverso le varie specializzazioni. Saprei parecchie cose in più sulla sfera sociale, e mi servirebbe ovviamente anche nel momento in cui diventassi coach.
    Viceversa, se poi decidessi per qualche motivo di non fare il coach avrei cmq una buona laurea, che potrebbe essermi utile in più contesti

    Che ne pensate?


    Sono l'unico che ha difficoltà a cercare il suo Sacro Graal?

  2. # ADS
     

  3. #2
    Marchese Mark Snow
    Uomo 35 anni da Estero
    Iscrizione: 25/2/2007
    Messaggi: 764
    Piaciuto: 9 volte

    Predefinito

    Io dopo 3 anni ho trovato il mio Sacro Graal nel CTF...

  4. #3
    hellion
    Ospite

    Predefinito

    ma da qui a 10 anni come ti vedi? non c'è qualcosa che ti piace davvero tanto?!

  5. #4
    ti confondo e ti piace Ligaro
    Uomo 34 anni da Torino
    Iscrizione: 29/12/2005
    Messaggi: 3,842
    Piaciuto: 144 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da rmrm
    ma da qui a 10 anni come ti vedi? non c'è qualcosa che ti piace davvero tanto?!
    Non ho una grande passione, ho tante piccole passioni.


    Posso vedermi come scrittore, formatore, ricercatore, manager, musicista, cabarettista...

    un sacco di cose....


    potrei pure occuparmi di formazione a distanza...

  6. #5
    hellion
    Ospite

    Predefinito

    uhm prova a leggere qualche libro su le passioni che hai quella che ti piace di più forse è la tua strada! ma devi per forza fare l'università!? non c'è un lavoro che ti interessa ora come ora?

  7. #6
    Assuefatto da FdT
    Donna
    Iscrizione: 26/11/2006
    Messaggi: 682
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    mi sorge spontanea una domanda... ma che vuoi fare di lavoro????




    formazione/coaching?
    qlks in politicao sociale?
    marketing?
    manager?


    capisco k hai molte passioni... ma ci sarà qlks ke ti piace di più, che ti senti nn ti annoierebbe!??

    anche a me piacerebbe fare biologia allo stesso tempo formazione e xkè nò direttore creativo, ma qlks tra qst mi rende più sicura mi attrae di più... a te no???
    non ti fidare mai di chi ti dice "ti amo", ma di chi ti guarda negli occhi e tace. JM

Discussioni simili

  1. Cuore Sacro
    Da Grì nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 20/9/2007, 11:39
  2. Alla ricerca dell'imperfezione...
    Da KiNdEr_SoRpReSa nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 5/7/2007, 14:39
  3. Santo Graal
    Da gian nel forum Off Topic
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 24/4/2007, 21:29