ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 6 di 11 PrimaPrima ... 2345678910 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 51 a 60 su 109
Like Tree45Mi piace

Dottorato

  1. #51
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,584
    Piaciuto: 2899 volte

    Predefinito

    W le scienze umanistiche!


  2. # ADS
     

  3. #52
    British ninja Layne S.
    Donna 29 anni
    Iscrizione: 6/9/2010
    Messaggi: 1,723
    Piaciuto: 1519 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Holly Visualizza il messaggio
    Infatti credo che all'estero convenga. In Italia meglio lasciar perdere: si tratta di lavorare gratis per altri tre anni (non pensate che le borse le diano a qualcuno senza calcio in culo) per poi trovarsi in mezzo a una strada. Scusatemi per il pessimismo, ma ora come ora è meglio mettersi a lavorare subito, accumulare contributi da subito, cercare un lavoro prima di essere troppo vecchi. E purtroppo in questo paese del cazzo, si è vecchi a 25 anni. Tanto fra qualifiche, voti di laurea, non serve niente...
    Non fatico per niente a crederti! E' anche per questo che ho deciso di spostarmi all'estero (non che lì sia facile o onesto al 100%, eh!).

    Però sinceramente preferisco avere un progetto/aspirazione piuttosto che pregare la Madonna fin da ora. Confesso che non ero PER NIENTE sicura di fare la specialistica in UK, perchè mi sposterò in un mercato del lavoro un po' incognito... Ma poi ho pensato, quali diavolo sarebbero le certezze che ho a disposizione con una laurea magistrale in lingue qui?

    Io preferisco provare questa strada perchè, se potessi scegliere una cosa che vorrei fare, sarebbe senz'altro questa; piuttosto che buttarmi in un lavoro che non mi interessa (tipo call centre e altre posizioni commerciali - cercando lavori inerenti alle lingue su qualsiasi motore, viene fuori solo questo), che in ogni caso sarebbe precario, sottopagato e neanche inerente alle mie qualifiche. Sarebbe frustrante, non riuscirei a sopportare una cosa del genere per tutta la vita sapendo di non aver nemmeno provato.

    Poi per carità, so bene di non essere infallibile... E' una strada veramente difficile, devo ancora pensarci e non posso avere alcuna certezza. Ma purtroppo ormai si è capito, l'incertezza in queste cose è il male della nostra generazione...

  4. #53
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,584
    Piaciuto: 2899 volte

    Predefinito

    Ho scoperto che si può concorrere per più di un dottorato, buongiorno a me
    Comunque vedremo, alla fine ancora di tempo ne manca...

    Layne se riesci a fare il dottorato in Irlanda facci sapere, sono curiosa!
    Anche del "progetto", in realtà: lo esponi? Quando? Dopo quanto tempo ti dicono se sei ammesso/a?

  5. #54
    British ninja Layne S.
    Donna 29 anni
    Iscrizione: 6/9/2010
    Messaggi: 1,723
    Piaciuto: 1519 volte

    Predefinito

    Il progetto si consegna in forma scritta (mi pare che debbano essere circa 2000 parole). Le linee guida consigliano di esporre con chiarezza tutti i punti (cioè: un background con citazioni sull'argomento che faccia capire su cosa si innesterebbe la ricerca, l'esposizione della ricerca stessa e del perchè sarebbe un contributo nuovo al sapere, la metodologia e le fonti che si useranno, i tempi in cui si farà ciò ecc ecc...).
    Ovviamente, ma suppongo pure in Italia, in realtà queste cose vengono discusse assieme ai potenziali supervisori, quindi non è che spunti proprio dal nulla.

    Non ho controllato nel dettaglio la tabella dei tempi, ma so che la scadenza per consegnare il progetto è a inizio Marzo (quest'anno era l'8), ad Aprile iniziano i colloqui, penso che il verdetto si sappia verso Giugno.

    In caso riuscissi veramente a fare domanda ed essere presa sarete sicuramente informati
    Scherzi a parte, magari vi farò sapere come va man mano che mi informo e decido cosa fare

  6. #55
    blablaologa illusione
    Donna 103 anni
    Iscrizione: 26/5/2007
    Messaggi: 5,697
    Piaciuto: 2007 volte

    Predefinito

    Ieri, parlando con il mio relatore, ho scoperto in cosa consiste la prova scritta del dottorato qui da me XD Evviva!
    Non ci sono né domande a cui rispondere né tracce da svolgere, ma consiste nell'esposizione di un progetto di ricerca. Non so se essere felice o meno.
    "vuoi sposarmi?" "non posso, tra un po' devo uscire"

  7. #56
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,584
    Piaciuto: 2899 volte

    Predefinito

    E' sicuramente più interessante ma anche più difficile!
    A illusione piace questo intervento


  8. #57
    *of the Moon* The Dark Side
    Donna 34 anni
    Iscrizione: 23/5/2011
    Messaggi: 4,522
    Piaciuto: 2878 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da illusione Visualizza il messaggio
    Ieri, parlando con il mio relatore, ho scoperto in cosa consiste la prova scritta del dottorato qui da me XD Evviva!
    Non ci sono né domande a cui rispondere né tracce da svolgere, ma consiste nell'esposizione di un progetto di ricerca. Non so se essere felice o meno.
    Qusto in genere è il modo che lascia meno spazio al merito, a mio avviso..
    Delle domande cui rispondere hanno pur sempre qualcosa di oggettivo, invece giudicare un progetto di ricerca è una cosa completamente soggettiva e che permettere di scegliere qualsiasi persona si desidera.
    A Holly e Fiona piace questo intervento
    E quando ti sarai consolato [ci si consola sempre], sarai contento di avermi conosciuto. Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me. E aprirai a volte la finestra, così, per il piacere... E i tuoi amici saranno stupiti di vederti ridere guardando il cielo. Allora tu dirai: "Si, le stelle mi fanno sempre ridere!" e ti crederanno pazzo.

  9. #58
    blablaologa illusione
    Donna 103 anni
    Iscrizione: 26/5/2007
    Messaggi: 5,697
    Piaciuto: 2007 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da The Dark Side Visualizza il messaggio


    Qusto in genere è il modo che lascia meno spazio al merito, a mio avviso..
    Delle domande cui rispondere hanno pur sempre qualcosa di oggettivo, invece giudicare un progetto di ricerca è una cosa completamente soggettiva e che permettere di scegliere qualsiasi persona si desidera.
    Che il giudizio sia soggettivo sono d'accordo, purtroppo però nel mio corso di laurea non hai la possibilità di valutare attraverso delle domande perché non tutti hanno sostenuto gli stessi esami, al più potresti utilizzare il metodo delle tracce, ma anche in quel caso il giudizio sarebbe soggettivo. Certo che in un corso di laurea come Matematica, le domande acquistano tutto un altro senso.
    In ogni caso, sono dell'idea che se uno deve entrare, entra qualunque sia la modalità dell'esame.
    "vuoi sposarmi?" "non posso, tra un po' devo uscire"

  10. #59
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10099 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da illusione Visualizza il messaggio
    Che il giudizio sia soggettivo sono d'accordo, purtroppo però nel mio corso di laurea non hai la possibilità di valutare attraverso delle domande perché non tutti hanno sostenuto gli stessi esami, al più potresti utilizzare il metodo delle tracce, ma anche in quel caso il giudizio sarebbe soggettivo. Certo che in un corso di laurea come Matematica, le domande acquistano tutto un altro senso.
    In ogni caso, sono dell'idea che se uno deve entrare, entra qualunque sia la modalità dell'esame.
    Beh, le valutazioni non sono mai oggettive, ma a secondo me valutare solo un progetto di ricerca è un po' un'arma a doppio taglio, perché da un lato non si verifica per niente il lato "generale" e dall'altro si valuta soltanto la ricerca più "utile", quindi da un certo punto di vista gli studenti, dall'altro però non è molto meritocratica.

    Da me, da quanto ho capito, alla prova scritta vengono fatte delle domande. Visto che anche da noi si pone il problema degli esami non uguali per tutti e dei vari ambiti d'interesse, si può scegliere fra tre macroaree e, di solito, chi prende la magistrale da noi si indirizza verso una delle tre aree sin dalla tesi di magistrale, o anche prima.
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  11. #60
    blablaologa illusione
    Donna 103 anni
    Iscrizione: 26/5/2007
    Messaggi: 5,697
    Piaciuto: 2007 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Holly Visualizza il messaggio

    Beh, le valutazioni non sono mai oggettive, ma a secondo me valutare solo un progetto di ricerca è un po' un'arma a doppio taglio, perché da un lato non si verifica per niente il lato "generale" e dall'altro si valuta soltanto la ricerca più "utile", quindi da un certo punto di vista gli studenti, dall'altro però non è molto meritocratica.

    Da me, da quanto ho capito, alla prova scritta vengono fatte delle domande. Visto che anche da noi si pone il problema degli esami non uguali per tutti e dei vari ambiti d'interesse, si può scegliere fra tre macroaree e, di solito, chi prende la magistrale da noi si indirizza verso una delle tre aree sin dalla tesi di magistrale, o anche prima.
    Anche da noi ci sono macroaree, il problema è che, per esempio, logica e linguaggio sono nella stessa area di teoretica, la qual cosa è penalizzante per chi è interessato alle prime, in quanto da noi, teoretica è privilegiata. Inoltre gli ambiti sono vastissimi, si potrebbe fare un corso di laurea unico su teoretica, e le domande non possono vertere su tutto, quindi chi si è specializzato in qualche argomento di nicchia non avrà alcuna possibilità rispetto a chi si è specializzato in Heidegger, che da noi è propinato in tutte le salse. Inoltre, in filosofia poco importa se sai tutto Aristotele a memoria, se poi a livello metodologico sei a 0, oppure se non sei in grado di formulare un pensiero autonomamente. Con questi presupposti sono le domande a non essere affatto meritocratiche.
    Invece, le tracce o il progetto, sono sì più soggettivi, ma riescono a valutare meglio una persona sotto il profilo filosofico, prendendo in considerazione fattori che non siano semplicemente quello nozionistico.
    "vuoi sposarmi?" "non posso, tra un po' devo uscire"

Pagina 6 di 11 PrimaPrima ... 2345678910 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Tesi di dottorato copiata, Guttenberg si è dimesso
    Da obo nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 5/3/2011, 14:36