ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 21 a 30 su 34
Like Tree5Mi piace

disturbi ossessivi compulsivi

  1. #21
    resetta urlo in silenzio
    Donna 64 anni
    Iscrizione: 11/7/2016
    Messaggi: 566
    Piaciuto: 659 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DolceChéri Visualizza il messaggio
    Urlo sei un soggetto ansioso per natura o stai vivendo un periodo con problemi?
    la sono diventata per tante difficoltà che la vita mi ha messo davanti, Sono ansiosa da anni ma questo è un periodo più duro del solito

    le persone sensibili abitano la terra in modo delicato

  2. # ADS
     

  3. #22
    Sempre più FdT DolceChéri
    Donna 34 anni da Bari
    Iscrizione: 26/10/2008
    Messaggi: 2,763
    Piaciuto: 202 volte

    Predefinito

    Forza Urlo. Non abbatterti!

  4. #23
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    Imho un minimo di disturbi ossessivo compulsivi ce li abbiamo tutti. Tempo addietro mi misi a osservare con attenzione il comportamento dei miei colleghi in un grande luogo di lavoro. Per esempio le manie di molti che avevano paura di sporcarsi, come si comportavano per afferrare una maniglia oppure al bagno, i rituali nel lavarsi le mani, nell'approccio con la manopola del rubinetto. Feci anche molte interviste (con soggetti con cui ero in confidenza) su come si comportavano quando chiusi nel WC dovevano andare di corpo, ho un campionario di rituali per fare una cagata ... Oppure a mensa, la scelta delle posate etc. Scrissi anche un romanzetto dove il protagonista, che era un personaggio di fantasia, raccoglieva l'insieme delle ossessioni osservate.

    Certo il problema nasce quando tali manie non si riesce più a controllarle, a conviverci.
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  5. #24
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 31 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,592
    Piaciuto: 2917 volte

    Predefinito

    Penso che ci sia differenza tra un rituale e un disturbo ossessivo compulsivo
    Io ho il rituale "prendi un pezzo di carta e mettilo nel vater, siediti e via" ma diventa compulsivo se lo faccio a ripetizione per 4 volte di fila, o se non sono sicura di averlo fatto bene e continuo a oltranza, non so se mi sono spiegata. Non per fare la CONOSCITORA XD, ma vidi un programma e sono disturbi appunto ossessivi, controllare le cose mille volte e via dicendo.

  6. #25
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fiona Visualizza il messaggio
    Penso che ci sia differenza tra un rituale e un disturbo ossessivo compulsivo
    Io ho il rituale "prendi un pezzo di carta e mettilo nel vater, siediti e via" ma diventa compulsivo se lo faccio a ripetizione per 4 volte di fila, o se non sono sicura di averlo fatto bene e continuo a oltranza, non so se mi sono spiegata. Non per fare la CONOSCITORA XD, ma vidi un programma e sono disturbi appunto ossessivi, controllare le cose mille volte e via dicendo.
    Concordo con quello che dici. La dinamica però credo che sia la stessa; la differenza sta nello stabilire una soglia, superata la quale si passa da rituale a ossessione.
    Se ho capito bene, ma non sono certo un esperto, al massimo lo posso diventare come paziente, ho toccata una maniglia che mi fa schifo, attuo la contromisura di insaponarmi e schiacquarmi le mani per due volte anziché una sola volta come faccio di solito. Questo che all'inizio è un'antidoto al mio probelma potrebbe diventare lui per primo il problema se lo ripeto perennemente nel tempo. Per esempio dopo la doppia insaponata di mani mi pongo il problema di serrare il rubinetto e se lo facessi con le mani appena lavate si risporcherebbero e dovrei ricominciare da capo... allora aggiungo un ulteriore rituale, utilizzo un foglio di carta per le mani per serrarlo. E così via...

    Ovviamente il meccanismo si autoalimenta solo e perché alla base c'è uno stato mentale problematico, nel mio primo intervento ipotizzavo che la scaturigine di questa patologia possa essere un forte stato d'ansia e il desiderio di tenere tutto sotto controllo. Ma sono solo supposizioni mie basate su qualcosa che ho letto, ci vorrebbe un esperto...
    A Fiona piace questo intervento
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  7. #26
    Matricola FdT
    Donna
    Iscrizione: 10/4/2016
    Messaggi: 18
    Piaciuto: 2 volte

    Predefinito

    Penso che tu abbia ragione sulla soglia. Io controllo alcune volte prima di andare a letto e se tutto pare a posto ora riesco a spruzzare lo spray solo una volta, con lo psicanalista dopo un tira e molla di alcune settimane abbiamo trovato un accordo. Ora stiamo affrontando l'idea degli acari che sono microscopici e quindi ancora più subdoli e carogne e non si vedono con la pila.

  8. #27
    labirinto senza fine Red Viper
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 10/4/2007
    Messaggi: 746
    Piaciuto: 2343 volte

    Predefinito

    Posso risponderti in due modi, quello da persona che ha passato un periodo ossessivo-compulsivo da manuale, e quello da persona che, anche se non approfonditamente, ha affrontato l'argomento negli studi universitari.
    Da ex (sempre che si possa dire che non ne soffro più) ossessiva-compulsiva, devo dire che non volevo minimamente ammettere di avere un problema e andare da uno psicologo. I miei mi ci hanno portata a forza ma con l'unico risultato che sono stata zitta e non ci sono più tornata se non per tutt'altro tipo di terapia e anni dopo. Me lo sono risolto bene o male da sola, ma sono riuscita a farlo con un enorme sforzo dopo essermi resa conto che mi stava rovinando la vita, e grazie al supporto di persone che mi erano vicine; soprattutto, il mio disturbo aveva tutt'altra causa rispetto alla norma, era il derivato di una serie di altre problematiche interne e quindi strettamente connesso al miglioramento di queste. Pur essendomela "risolta" da sola, ci ho messo anni e avrei potuto probabilmente evitarmi quel tormento se fossi riuscita ad ammettere a me stessa che avevo bisogno di aiuto, consapevolezza che la tua amica, da quel che capisco, già ha, e credimi è un ottimo passo. Comunque come ti hanno suggerito in molti, c'è la possibilità di una consulenza e una terapia breve che sono fatti apposta per fornire il servizio a chi economicamente non può permettersi di andare in uno studio privato
    Da persona che ha affrontato l'argomento in sede universitaria posso dirti che sì, spesso è scatenato da qualche evento particolare, ma c'è solitamente una predisposizione a svilupparlo. Comunque da quel che so, ma prendilo con le pinze perché ogni persona è diversa e reagisce meglio a diversi tipi di terapia, un grosso aiuto lo può dare la scuola cognitivo-comportamentale, rispetto a una scuola psicoanalitica (ma ripeto, prendila con le pinze), anche se il top sarebbe combinare le due.

    PS. il rituale è una caratteristica fondamentale del comportamento ossessivo-compulsivo, principalmente di quello ossessivo, ma la sottile differenza tra rituale patologico e non, direi che sta in questo: se il rituale diventa necessario e il non metterlo in atto crea una forte ansia che debilita la persona e interferisce seriamente con la sua vita, allora è patologico; se invece il non metterlo in atto non causa particolari ansie debilitanti, tutto nella norma! Cioè, se ho l'abitudine di controllare di aver spento il gas prima di uscire, ma la volta che lo dimentico non mi ossessiona l'idea che mi esploda la casa, allora è un comportamento sano. Se invece anche una volta uscita mi chiedo se ho controllato il gas, e questo pensiero occupa la mia mente tutta la giornata, magari fino a spingermi a tornare a controllare il gas anche se mi trovo dall'altra parte della città, allora c'è un problema. Ho estremizzato per rendere meglio l'idea

    EDIT: ho notato che urlo ha detto di essere andata da un neurologo per farsi prescrivere i farmaci. Nel suo caso ha funzionato, ma mi permetto di dire che la figura più adeguata ad accompagnare la psicoterapia sarebbe uno psichiatra, in quanto specialista complementare dello psicoterapeuta (lo psichiatra ha studiato appositamente come trattare a livello farmacologico i disturbi psicologici-psichiatrici come è il disturbo ossessivo-compulsivo), mentre il neurologo ha una funzione diversa poiché si occupa di danni organici del sistema nervoso centrale (aka cervello e spina dorsale), non dei problemi psichiatrici.
    Ultima modifica di Red Viper; 4/6/2018 alle 19:29
    A Fiona piace questo intervento
    -Non può piovere per sempre-

    Al è dibant insegnà al mus, tu piardis timp e tu infastidissis la bestie

  9. #28
    Sempre più FdT DolceChéri
    Donna 34 anni da Bari
    Iscrizione: 26/10/2008
    Messaggi: 2,763
    Piaciuto: 202 volte

    Predefinito

    @Red Viper in cosa consisteva il tuo disturbo?

  10. #29
    labirinto senza fine Red Viper
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 10/4/2007
    Messaggi: 746
    Piaciuto: 2343 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DolceChéri Visualizza il messaggio
    @Red Viper in cosa consisteva il tuo disturbo?
    Era una compulsione di pulizia, ogni volta che tornavo da fuori casa o toccavo qualcosa che mi disturbava andavo a lavarmi le mani, 10 volte. Poi sono riuscita a diminuire a 3, ma è stato uno sforzo immenso. Da lì è stato relativamente più facile smettere, ma ho dovuto prima combattere col "pensiero magico" e l'ossessione che mi spingevano alla compulsione (cioè quel pensiero che dettava le regole su cosa fosse da considerare disturbante e cosa no)

  11. #30
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,061
    Piaciuto: 2112 volte

    Predefinito

    @Red Viper, contenta che hai risolto.
    Hai studiato solo le abitudini ossessivo compulsive o anche le fobie in genere?
    Vorrei risolvere il problema di mio figlio con i bottoni, ma quando l'ho portato dalla psicologa (per tutt'altro motivo), ho provato a parlarne per chiedere aiuto, ma questa non aveva idea dell'esistenza di tale fobia e non l'ho vista minimamente preoccupata di risolverla. Abbiamo compreso perchè lui ha questa paura, la probabile causa almeno, però a me non sembra una cosa buona che se la porti avanti a vita..
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Aveva disturbi alla vista e scopre un verme nel suo occhio: si nutriva della retina
    Da SteekHutzee nel forum Notizie strambe e divertenti
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 23/9/2010, 23:12
  2. farlo con persone affette da disturbi motori
    Da lupoalbe nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 26
    Ultimo messaggio: 13/6/2008, 14:42
  3. disturbi alimentari
    Da aspirantebulimika nel forum Salute e medicina
    Risposte: 146
    Ultimo messaggio: 11/5/2007, 18:13
  4. Disturbi alimentari
    Da nestuno nel forum Salute e medicina
    Risposte: 94
    Ultimo messaggio: 31/5/2006, 20:17