ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 4 su 4

TTIP: Negoziati falliti

  1. #1
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 30 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,157
    Piaciuto: 814 volte

    Predefinito TTIP: Negoziati falliti

    28 agosto 2016 Il negoziato sull'accordo di libero scambio TTIP tra gli Stati uniti e l'Unione europea è "di fatto" fallito: lo ha detto oggi il Vice Cancelliere e ministro dell'Economia tedesco, Sigmar Gabriel. "Ritengo che i negoziati con gli Stati Uniti siano 'de facto' falliti, anche se nessuno lo vuole ammettere veramente", ha detto Gabriel, sottolineando che in 14 round di colloqui le parti non hanno trovato un'intesa su un solo capitolo dei 27 sul tavolo. "I negoziati con gli Usa sono falliti de facto perché noi europei non vogliamo assoggettarci alle richieste americane", ha affermato Gabriel. Usa e Ue negoziano sul Ttip da tre anni. - See more at: TTIP, Germania: "Di fatto" il negoziato tra Stati Uniti ed Unione europea è fallito - Rai News
    TTIP, Germania: "Di fatto" il negoziato tra Stati Uniti ed Unione europea è fallito - Rai News

    Io dico meno male, prima di tutto sarebbe stato un accordo senza senso per i cittadini europei, avrebbe permesso solo la libera circolazione delle merci tra unione europea ed America, che non rispetta le nostre stesse norme, senza permettere la libera circolazione delle persone in modo da potersi cercare lavoro negli states senza bisogno di permessi difficili da ottenere, oltretutto non ci serve affatto importare il cibo OGM dall'America, inoltre sarà una mia impressione ma i prodotti d'importazione favoriti dagli accordi finiscono per costare meno che nei territori d'origine, nonostante il trasporto, già si parla di svalutare i salari italiani per renderci più competitivi all'interno dell'ue stessa, figuriamoci se ci fosse stata la necessità di diventare competitivi anche con l'America...

    Un forte desiderio può far vincere.

  2. # ADS
     

  3. #2
    Wowbagger Jo Constantine
    Uomo 30 anni da Roma
    Iscrizione: 29/1/2009
    Messaggi: 31,898
    Piaciuto: 9034 volte

    Predefinito

    Bene. Molto molto bene. Sarebbe stato un disastro.

  4. #3
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 30 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,157
    Piaciuto: 814 volte

    Predefinito

    Più che altro penso al fatto che qualcuno lamenta il mancato incremento del pil negli stati uniti d'America e negli stati uniti d'europa.

    Ebbene, il pil degli USE è già anche troppo alto, è che non è equamente distribuito tra gli stati membri...
    Un forte desiderio può far vincere.

  5. #4
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    A mio avviso il trattato TTIP, ed il suo omologo TIP (quello tra gli USA e i Paesi del Pacifico), sono il tentativo dell'Occidente di ricreare un WTO alternativo a quello ufficiale, perché in quel club ci si sono inseriti soggetti sempre più potenti ed assertivi (Cina, India, Russia) che non accettano più la gestione del commercio mondiale fatta ad uso e consumo di chi ha comandato il pianeta fino a ieri.

    E allora come si fa? Si crea un mercato mondiale ristretto tra Usa, UE, Giappone e tutti i Paesi che vedono con preoccupazione i loro ingombranti vicini (es. le nazioni del Mar Cinese) in modo che i BRICs vengano lasciati fuori. Io non penso che i capi di governo dei Paesi europei siano così stupidi da accettare supinamente accordi che danneggino ulteriormente le loro economie. Io credo che il fine principale di questo trattato sia mettersi al riparo dalla concorrenza di Paesi in cui un operaio costa dai 30 ai 40 centesimi l'ora.

    Non troveremo più nei centri commerciali smarphone maxi schermo da 80 euro. Li pagheremo come minimo 800 euro, ma almeno qualcuno di noi troverà lavoro nella fabbrica, europea o statunitense, che l'ha costruito.
    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.