ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Visualizzazione risultati da 11 a 18 su 18
Like Tree1Mi piace

Energia 100% da fonti rinnovabili

  1. #11
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Death Eater Visualizza il messaggio
    Ok che a lungo andare li riprendi pure magari, però la botta per comprarli c'è lo stesso. Io non potrei in nessun modo permettermeli. Inoltre vivo in affitto, che senso ha installarli se poi nemmeno mi rimangono?
    Se sei in affitto, allora l'obbligo dovrebbe cadere in capo al proprietario. Tenete conto che i prezzi degli impianti si sono incredibilmente abbassati. Un impianto tradizionale di 3 Kilowatt, dicono, ora viene a costare sui 3.000 euro, compresa installazione. E qualcuno parla di 10 centesimi a watt di costo da qui a poco tempo. Un sito (Green Style) ha anticipato l'uscita di un nuovo materiale fotovoltaico con cui potremmo presto 'impacchettare' letteralmente le mura dei nostri palazzi. Io credo che, più che i tetti delle case, andrebbero tappezzati i parcheggi, alla maniera dei ...





    ... parcheggi degli autogrill. Immaginate che tutte le nostre piazze siano davvero coperte di queste tettoie, tutti i centri commerciali, tutti i piazzali di industrie e piazze, allora davvero raggiungeremmo l'autosufficienza energetica.
    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.

  2. # ADS
     

  3. #12
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 30 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,172
    Piaciuto: 815 volte

    Predefinito

    Nessuno mette in dubbio che siano una soluzione sensazionale, il fatto è che hanno un certo costo, io 3000 euro da investire in dei pannelli che tra l'altro dureranno solo 15 anni non ce li ho.

    E poi adesso penso ad una cosa spaventosa, paghiamo il 60% di tasse sulle bollette dell'elettricità. Se passiamo al fotovoltaico cosa succede? Anche ammettendo che con un accumulatore sia possibile staccarsi del tutto dal vecchio fornitore poi i mafiosi di palazzo chigi come fanno ad estorcerci lo stesso pizzo? Inventeranno una nuova tassa con le svariate motivazioni, che vada a tamponare la perdita causata dall'abbandono del servizio elettrico su cui potevano applicare le loro estorsioni, ma chi non avrà i soldi per installare i pannelli immagino dovrà continuare a pagare questo 60% di maggiorazione sulla bolletta oltre a pagare la nuova tassa. E come al solito sarà il meno abbiente a farne le spese...
    Un forte desiderio può far vincere.

  4. #13
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Half shadow Visualizza il messaggio
    Nessuno mette in dubbio che siano una soluzione sensazionale, il fatto è che hanno un certo costo, io 3000 euro da investire in dei pannelli che tra l'altro dureranno solo 15 anni non ce li ho.
    ...
    E quando dovrai mettere insieme 250.000 euro per metterti un tetto sopra la testa che farai?



    I pannelli hanno una garanzia di 20 anni. Ed in genere funzionano complessivamente per 30 anni. Se è vero quanto mi è stato detto.

    Io ripongo molte speranze sull'accordo COP21 di Parigi, se davvero hanno preso degli impegni vincolanti per 150 nazioni, allora forse la costruzione a tappeto di impianti eolici, fotovoltaici, solare a constrazione, etc, diverrà realtà.

    Tieni conto che le ultime pale eoliche con dinamo senza attriti non dovrebbero aver bisogno di manutenzione per 500 anni. E le puoi piantare anche in mezzo alle culture (al contrario dei pannelli fotovoltaici).

    Il trend, sono sicuro, sarà identico ai telefoni cellulari. Io ricordo quando uscirono i primi modelli ...



    ... erano dei catafalchi come questo, erano installati in genere sulle auto, e fare una telefonata costava come stampare uno champagne. Questo perché l'infrastruttura di antenne che fu costruita doveva essere ripagata in fretta. Oggi come oggi io possiedo un abbonamento che con 10 euro al mese mi fornisce 1.000 minuti di chiamate, 1.000 sms, 2 GB di internet. Una cosa impensabile 20 anni fa. Questo perché chiamare un altro cellulare, tutto sommato, ora ...



    ... è un chiacchierare con dei walkie-talkie. Poiché le torri trasmittenti che le siamo completamente ammortizzate.

    Con l'eolico si ripeterà lo stesso trend, forse in maniera molto più veloce. Dopodiché non dovremo pagare nessuna bolletta ad Eolo.


    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.

  5. #14
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    ===========================================


    Gente, è il 14 di Dicembre, e siamo messi così...


    Dolomiti senza neve naturale, in pista il miracolo dei cannoni - Corriere.it



    "Arriverà, prima o poi, sono convinti gli operatori turistici. C’è chi giura che sarà (forse) Babbo Natale a portare finalmente l’inverno. I meteorologi spiegano che non ci sono fiocchi in vista, almeno per un’altra settimana. Le preoccupazioni aumentano. Ciò nonostante, molte le località invernali hanno già aperto piste e impianti, grazie agli irrinunciabili cannoni spara neve e alle gigantesche vasche di accumulo costruite in questi anni in quota. In Alta Badia, Alto Adige, la stagione è partita una settimana fa. Gli sforzi per aprire gli impianti sono stati enormi. Le piste da sci sono ancora delle lunghe strisce bianche in mezzo al paesaggio autunnale. Come documentano gli scatti realizzati dall’alto il 6 dicembre scorso da Carlo Pizzinini di Colfosco attorno alla zona del Sella Ronda. A corredo delle foto Pizzinini scrive: «Non si direbbe, ma le piste sono stupende»"


    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.

  6. #15
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 30 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,172
    Piaciuto: 815 volte

    Predefinito

    Se non c'era l'euro lavoravo e potevo permettermi di comprare i pannelli. Siccome non lavoro non me lo posso permettere.
    Un forte desiderio può far vincere.

  7. #16
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Half shadow Visualizza il messaggio
    Se non c'era l'euro lavoravo e potevo permettermi di comprare i pannelli. Siccome non lavoro non me lo posso permettere.
    Letture consigliate:

    Quella notte del ’92 in cui Giuliano Amato prelevò dai conti correnti degli italiani. Senza avvisare

    Amato e quel colpo di mano notturno che impose la patrimoniale sulla casa

    Chi carezza l'idea di uscire dall'euro come panacea di tutti i nostri mali dovrebbe rileggersi la nostra storia recente. Ovvero di quanto si stava bene quando davvero eravamo liberi di fare quello che ci pareva con il nostro denaro. Ripeto, se non fossimo entrati nell'euro, con ogni probabilità saremmo falliti nel 1993.

    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.

  8. #17
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 30 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,172
    Piaciuto: 815 volte

    Predefinito

    Ma è entrato in vigore nel 2002, come avrebbe fatto a salvarci nel 1993 se abbiamo continuato a vendere ed acquistare in lire fino a quella data?
    Un forte desiderio può far vincere.

  9. #18
    ineffabile Quelo
    Uomo 97 anni
    Iscrizione: 28/4/2011
    Messaggi: 1,008
    Piaciuto: 133 volte

    Predefinito

    Rinciccio ...

    Germania, perché il record delle rinnovabili di fine luglio non è un'eccezione



    "Poche settimane fa QualEnergia.it ha segnalato che la Danimarca, fra il 9 e il 10 luglio, aveva visto il 100% della sua domanda coperta da energia eolica e solare. Risultato eclatante, ma in fondo limitato a un Paese di 5 milioni e mezzo di persone, non particolarmente industrializzato e immerso in uno dei mari più ventosi dl mondo. Bella forza, verrebbe da dire.
    Forse molto più impressionante è quanto annunciato agli inizi di agosto dal tedesco Fraunhofer ISE (prestigioso istituto di ricerca sull’energia solare): sabato 25 luglio la domanda tedesca è stata coperta al 78% dalle fonti rinnovabili, sole, vento, biomasse e idroelettrico. La cosa si è poi ripetuta quasi identica per buona parte del giorno dopo, grazie a una giornata insieme soleggiata e ventosa.
    La notizia che una nazione di 80 milioni di abitanti, la cui potentissima industria la rende la quarta potenza economica mondiale e che fino a venti anni fa era quasi priva di fonti rinnovabili, oggi riesca a coprire in certe giornate quasi tutta la sua domanda con energia “green”, ha dell’incredibile e, se il mondo non fosse ancora immerso nel mito, alimentato ad arte, che «senza combustibili fossili non ce la possiamo fare», sarebbe dovuta apparire con grande enfasi sulla stampa planetaria."


    Il saggio coltiva Linux... tanto Windows si pianta da solo.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni simili

  1. Falsario imbranato sbaglia presidente sulla banconota da 100 dollari
    Da Emrys nel forum Notizie strambe e divertenti
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 13/3/2012, 13:43
  2. Cina: 100 km di coda, in fila da 9 giorni
    Da SteekHutzee nel forum Notizie strambe e divertenti
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 25/8/2010, 22:03
  3. Risposte: 34
    Ultimo messaggio: 18/12/2007, 20:32
  4. il codice da vinci
    Da Imagine nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 41
    Ultimo messaggio: 9/9/2005, 21:59
  5. saggezza da prof...
    Da *Ayane.DoA* nel forum Improvvisazione
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 9/10/2004, 22:57