ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 3 di 11 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 21 a 30 su 109
Like Tree15Mi piace

Numero chiuso su tutte le facoltà italiane?

  1. #21
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 3/4/2006
    Messaggi: 43,733
    Piaciuto: 2782 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ronin.engineer Visualizza il messaggio
    ok, in questo caso allora si, sono d'accordo con te.
    il mio discorso era riferito alla possibilità di poter seguire un qualsiasi corso di laurea da parte di chiunque, indipendentemente dalla sua formazione precedente
    @ronin.engineer



    Se vai all'università, quale che sia la facoltà, si presume che tu di basi DEBBA averne, non stiamo parlando di scuola media o di scuola superiore, ma di università, che è una fase di istruzione più avanzata.

    Se sei una cernia (non per forza per colpa tua, sia chiaro) nelle materie X, Y e Z non è giusto tu abbia diritto di accedere a corsi universitari che, per essere capiti, hanno bisogno di elementi già conosciuti nelle materie X, Y e Z. Non si può pretendere che nelle università si parta da zero, altrimenti diventano sempre più dispersive e inutili.
    Se scegli qualche facoltà molto poco attinente con il percorso di studi e di vita che hai effettuato finora, sta a te metterti al passo, non all'intera università rallentare per colpa tua.
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons even death may die

    (Abdul Alhazred)

  2. # ADS
     

  3. #22
    Vivevo lo stesso ronin.engineer
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 18/3/2008
    Messaggi: 2,875
    Piaciuto: 27 volte

    Predefinito

    no, mi spiace Wolv, non la penso in questo modo.
    io mi sono iscritto ad ingegneria informatica, senza aver mai sentito parlare di programmazione, od elettronica (mi ci sono iscritto per cultura mia personale, premesso), avendo un'istruzione derivante da un liceo scientifico d'ordinamento; assieme a me si sono iscritti ragazzi che venivano dall'itis, che ad esempio non sapevano nulla di analisi matematica, o anche un ragazzo proveniente dal classico; i corsi non hanno aspettato nessuno, e le materie le hanno trattate dalle basi (coi tempi universitari, ovviamente, quindi anche giornate di 8 ore di una materia).

    EDIT: per dire che a parte una ovvia base di "alfabetizzazione" le conoscenze non deve essere scontato darle per scontate
    "I see my red door and
    I want it painted black."

  4. #23
    vivi e lascia vivere
    32 anni
    Iscrizione: 23/3/2011
    Messaggi: 227
    Piaciuto: 35 volte

    Predefinito

    Io la vedo così, o tutte le facoltà a numero chiuso o tutte a numero aperto.
    Non ritengo giusto debbano esserci troppi avvocati e pochi medici, a questo punto dovrebbero esserci troppi avvocati e troppi medici; perchè una casta deve essere più protetta? perchè un neo laureato in legge deve essere sottopagato e un neo medico ultra pagato?
    Sappiamo più cose inutili di quante ne ignoriamo di necessarie.

  5. #24
    0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 Killuminato
    Uomo 37 anni da Modena
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 12,665
    Piaciuto: 186 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ronin.engineer Visualizza il messaggio
    ok, in questo caso allora si, sono d'accordo con te.
    il mio discorso era riferito alla possibilità di poter seguire un qualsiasi corso di laurea da parte di chiunque, indipendentemente dalla sua formazione precedente
    si si per chiarire ulteriormente non vorrei precludere a priori alcune facoltà a chi ha fatto determinate scuole invece di altre. Bisognerebbe trovare un modo per integrare meglio superiori-università.
    Vorrei fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi
    A plague o' both your houses!
    ... a volte il sole batte anche sul culo di un cane!

  6. #25
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 3/4/2006
    Messaggi: 43,733
    Piaciuto: 2782 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ronin.engineer Visualizza il messaggio
    no, mi spiace Wolv, non la penso in questo modo.
    io mi sono iscritto ad ingegneria informatica, senza aver mai sentito parlare di programmazione, od elettronica (mi ci sono iscritto per cultura mia personale, premesso), avendo un'istruzione derivante da un liceo scientifico d'ordinamento; assieme a me si sono iscritti ragazzi che venivano dall'itis, che ad esempio non sapevano nulla di analisi matematica, o anche un ragazzo proveniente dal classico; i corsi non hanno aspettato nessuno, e le materie le hanno trattate dalle basi (coi tempi universitari, ovviamente, quindi anche giornate di 8 ore di una materia).

    EDIT: per dire che a parte una ovvia base di "alfabetizzazione" le conoscenze non deve essere scontato darle per scontate
    Se non si impiegasse tanto tempo per partire dalle basi si potrebbe impiegarne di più per dare reali specializzazioni e pratica di realtà lavorativa o almeno simil-lavorativa, che ci consentirebbe di metterci al passo con le università di modello anglo-sassone (maggiormente specializzato e specializzante).
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons even death may die

    (Abdul Alhazred)

  7. #26
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10099 volte

    Predefinito

    Il numero chiuso è una cazzàta. La selezione va fatta durante il corso di studi, non prima.
    Soprattutto perché quattro domande a crocette non valutano la preparazione di uno studente.
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  8. #27
    Vivevo lo stesso ronin.engineer
    Uomo 35 anni da Torino
    Iscrizione: 18/3/2008
    Messaggi: 2,875
    Piaciuto: 27 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Wolverine Visualizza il messaggio
    Se non si impiegasse tanto tempo per partire dalle basi si potrebbe impiegarne di più per dare reali specializzazioni e pratica di realtà lavorativa o almeno simil-lavorativa, che ci consentirebbe di metterci al passo con le università di modello anglo-sassone (maggiormente specializzato e specializzante).
    qua si va però sul discorso di come sono impostati (spesso male) i tirocini, sia da parte universitaria che da parte aziendale
    "I see my red door and
    I want it painted black."

  9. #28
    Can che dorme Wolverine
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 3/4/2006
    Messaggi: 43,733
    Piaciuto: 2782 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ronin.engineer Visualizza il messaggio
    qua si va però sul discorso di come sono impostati (spesso male) i tirocini, sia da parte universitaria che da parte aziendale
    Anche, ma non è togliendo il numero chiuso che si risolve il problema, anzi lo si aggrava permettendo l'accesso anche a chi PALESEMENTE non lo merita. Ribadisco, non stiamo parlando di scuola dell'obbligo, stiamo parlando di un livello d'istruzione teoricamente d'elite.
    Se è sacrosanto che non debba essere il denaro la discriminante (ricchezza non vuol dire per forza intelligenza così come povertà non vuol dire per forza stupidità), vero è altrettanto che comunque una scrematura ci deve essere. L'università deve poter garantire un livello d'istruzione qualitativamente elevato, e non può farlo se fra i suoi iscritti ha degli incapaci. Se Tizio ha lacune nelle basi necessarie nel corso di laurea X ma vuole iscrivercisi comunque, sta a lui accelerare, non a tutti gli altri rallentare.
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons even death may die

    (Abdul Alhazred)

  10. #29
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 31 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,590
    Piaciuto: 2915 volte

    Predefinito

    Per me andrebbe bene se fatto come in Francia, mia cugina studia Medicina a Parigi.
    Fai un piccolissimo test -chiamato di autovalutazione, in italiano- ed entrano quasi tutti.
    Il primo anno hai MOLTI esami e difficili e dopo il primo anno c'è il VERO test d'ingresso e lei mi ha detto che da diciamo 1000 persone si ritrovano in 300. XD

  11. #30
    Sempre più FdT
    Uomo 51 anni da Firenze
    Iscrizione: 20/6/2008
    Messaggi: 2,501
    Piaciuto: 5 volte

    Predefinito

    il numero chiuso è un'ottima idea in cina, india, svizzera, germania, ecc. ma sarebbe una pessima idea qui in italia i vari raccomandati. furbetti e *****tte(se mi è consentito il termine), passerebbero sicuramente avanti ai meritevoli, quindi meglio di notra parentesi, in italia, queste cose(numeri chiusi, albi professionali, liste bloccate, ecc.) finiscono SEMPRE per bloccare i meritevoli, o comunque quelli bravi

Pagina 3 di 11 PrimaPrima 1234567 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Facoltà a numero chiuso e aperto
    Da Il_Giustiziere nel forum Scuola, università, lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 30/7/2007, 1:06
  2. Ho chiuso!!!
    Da Oni nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 9/2/2007, 23:20