ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 11

Elogio alla musicassetta

  1. #1
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 29 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,109
    Piaciuto: 806 volte

    Predefinito Elogio alla musicassetta

    Finalmente ho recuperato Cristina D'Avena e i tuoi amici in TV 6 e la mia collezione è terminata, la qualità sonora è stupenda, alla fine degli anni '80 i nastri furono migliorati e quindi il rumore di fondo calò drasticamente, tanto che non esistono più grandi differenze tra i nastri originali e quelli vergini al cromo o al metal, che non erano compatibili con tutti gli stereo.

    Sarà che uso uno stereo con le casse integrate ad un volume non molto alto perché per abitudine non ascolto la musica a tutto rimbombo, ma a me sembra che tutte le storie sulla qualità sonora degli audiofili siano grosse esagerazioni.

    E mi viene da ridere con la storia del CD "metallico" il CD semplicemente ha memorizzato un file WAV digitale che è ad altissima fedeltà senza perdite... Il cosiddetto "suono metallico" dipende dal fonico, che se è pessimo fa un pessimo lavoro, soprattutto a causa della "LOUDNESS WAR" il suono viene pompato fino all'inverosimile perché suoni ad un volume altissimo e così viene rovinato. Ma questo non significa che sia colpa del supporto CD, che semmai ha il difetto di essere soggetto a danni causati da graffi e scollatura dello strato metallico dove i dati vengono scritti ed i lettori facilmente soggetti ad usura, ma è un altro discorso... Il CD è un formato fedelissimo, col vinile la loudness war è impossibile, perché ha un limite di volume disponibile e quindi i fonici dovevano ai tempi stare molto attenti al volume della registrazione (anche gli artisti dovevano rispettare il limite di rumorosità per questo) ma questo non significa che fosse un formato superiore al CD, è una cretinata la storia della musica che deve suonare da supporti analogici, non ha fondamento...

    Il vinile è davvero superiore alla musicassetta per quanto riguarda il rumore di fondo, ma se devo considerare quanto è palloso ed ingombrante il vinile e quanto ingombra un giradischi, che necessita di continue attenzioni, mi chiedo, ma chi me lo fa fare quando c'è il CD?

    La musicassetta è un discorso a parte, è più piccola di un CD, può durare anche 2 ore (alcuni nastri vergini ci arrivano, ne vendettero anche alcuni da 3 ore) contro la massima durata di 1 ora del vinile, inoltre si possono sistemare su uno scaffale come libricini, sono davvero fantastiche e portatili.

    Capisco che sia tecnologia rètro, ma almeno io sono rimasto fedele alla musicassetta che fu commercializzata fino al 2004, il ritorno al vinile (che secondo me non ha affatto senso specifico) si ri fa ad una tecnologia che era stata dismessa quando, nel 1993? Per me tra l'altro i 45 giri sono buoni solo per giocarci a frisbee.

    Comunque, se dovevamo fare una cosa senza senso come ritornare al vinile (che fu soppiantato dal CD che era un supporto superiore, non come l'mp3 che era solo un formato di compressione per avere spazio nei lettori digitali portatili e sciupava davvero la musica) giustamente sta tornando anche lei, la gloriosa musicassetta.

    Quello straordinario gioiellino della Philips, che ti sta in una mano e può immagazzinare parecchi minuti di musica.



    Fu inventata per registrare convegni e interviste ed invece alla fine fu migliorata per diffondere con dimensioni contenute la musica degli artisti...

    Che pezzo di storia.

    Fu intenzionalmente tolta di mezzo nel 2004, perché era ancora molto popolare e la sua domanda non aveva subito drastici cali. Alcuni artisti oggi sono tornati a distribuire la loro musica in questo formato, affermando che furono costretti a smettere di farlo, quando fu intenzionalmente dismessa.

    Ma oggi sta tornando grazie ad alcune fabbriche europee ed americane e quindi torna anche la commercializzazione degli album originali in questo formato.

    In fondo se è dovuto tornare quell'enorme ventaglio che dura al massimo un'ora, perché non doveva tornare la cassetta?
    Un forte desiderio può far vincere.

  2. # ADS
     

  3. #2
    Regina d'Autunno Lady Joan Marie
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 28/10/2013
    Messaggi: 448
    Piaciuto: 114 volte

    Predefinito

    Anche io adoro le cassette musicali, ma da quando la radio si è rotta ho ripiegato sui CD che sono comunque meglio...
    Almeno non si srotolano mentre senti la musica!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori in colorita maestà la rosa.
    CLAUDIO ACHILLINI

  4. #3
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 29 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,109
    Piaciuto: 806 volte

    Predefinito

    Beh chiaro che i CD sono di qualità superiore, ma tutto sommato le cassette non erano male, almeno quelle originali, quelle registrate non erano un granché perché gli stereo caserecci erano limitati. Ma cosa intendi con "si srotolano"? che si sciupano? XD
    Un forte desiderio può far vincere.

  5. #4
    Regina d'Autunno Lady Joan Marie
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 28/10/2013
    Messaggi: 448
    Piaciuto: 114 volte

    Predefinito

    Che alla lunga diventano vecchie e di conseguenza una fregatura sia per la radio che per chi sta ascoltando...
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori in colorita maestà la rosa.
    CLAUDIO ACHILLINI

  6. #5
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 29 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,109
    Piaciuto: 806 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lady Joan Marie Visualizza il messaggio
    Che alla lunga diventano vecchie e di conseguenza una fregatura sia per la radio che per chi sta ascoltando...
    Boh, io ho cassette comprate 21 anni fa ed usate sicuramente almeno 50 volte... E si sentono ancora tutte perfettamente... Dipende anche da come vengono conservate... Le musicassette a differenza delle videocassette non mi hanno preso la muffa perché sono state nello scatolone solo il tempo necessario per il trasloco e poi le ho messe subito nell'armadio dentro il sacchetto della spesa appeso all'asta delle grucce-stampelle e non si sono ammuffite, diverso è stato per le videocassette perché sono rimaste nello scatolone anche 2-3 mesi perché non avevo ancora montato lo scaffale.
    Un forte desiderio può far vincere.

  7. #6
    Regina d'Autunno Lady Joan Marie
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 28/10/2013
    Messaggi: 448
    Piaciuto: 114 volte

    Predefinito

    Le mie sono più antiche delle tue e le conservo gelosamente perchè sono sempre una parte importante della mia vita, anche a livello musicale...
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori in colorita maestà la rosa.
    CLAUDIO ACHILLINI

  8. #7
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 29 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,109
    Piaciuto: 806 volte

    Predefinito

    Vabbé, potranno avere 30-35 anni, non di più... XD Certo se le hai ascoltate con stereo poco buoni che sciupavano il nastro o le tenevi vicine a fonti di calore o calamite allora sì, capisco che si siano rovinate... Infatti è un grosso tallone d'Achille il fatto che si possa trovare lo stereo fatto male che te le rovina, spesso è un classico trovare uno stereo che trascina il nastro in modo anomalo al punto da farlo sbranare dal rullo pressore, chiaro che poi la cassetta non suonerà più come quando era nuova... Ma se lo stereo non è fatto da un buono a nulla e non rovina il nastro... Le cassette possono anche durare molto di più, le mie dopo più di 20 anni sono ancora tutte come quando le ascoltavo da nuove, di certo non campano un tempo limitato come dicevano, mentre dicono che invece il CD sia eterno (vero, ma solo se non lo graffi e lo conservi lontano da materiali che inneschino la reazione chimica che gli fa perdere il layer metallico dove sono salvati i dati) e che lo sia anche il vinile e su questo dissento parecchio, se il vinile inizia a prendere la muffa è impossibile da debellare dai solchi e lo puoi tirare via, eterno un cavolo e poi dopo averlo ascoltato la qualità sonora cala perché si allargano i solchi e non si restringono fino a 24 ore dopo l'ultimo ascolto, che supporto ridicolo!
    Un forte desiderio può far vincere.

  9. #8
    Regina d'Autunno Lady Joan Marie
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 28/10/2013
    Messaggi: 448
    Piaciuto: 114 volte

    Predefinito

    Ti posso assicurare che le radio in cui le ascoltate erano tutte buone...
    E non capisco cosa ci sia di ridicolo!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori in colorita maestà la rosa.
    CLAUDIO ACHILLINI

  10. #9
    Pesciolino nell'acquario. Half shadow
    Uomo 29 anni
    Iscrizione: 20/7/2008
    Messaggi: 11,109
    Piaciuto: 806 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lady Joan Marie Visualizza il messaggio
    Ti posso assicurare che le radio in cui le ascoltate erano tutte buone...
    E non capisco cosa ci sia di ridicolo!
    Parlavo dei dischi in vinile... È esplosa la moda del ritorno al supporto più vecchio perché i sedicenti esperti ritengono l'audio del vinile il migliore in assoluto, però si possono ascoltare una sola volta al giorno perché i solchi si allargano durante la lettura e si devono aspettare 24 ore perché tornino a posto, altrimenti puoi anche ascoltarli, ma con una qualità sonora ben peggiore... Allora preferisco le cassette che non si "stancano" se le usi più volte nell'arco di 24 ore, per non parlare dei CD... A me piacciono le cassette pur conoscendo i loro difetti... Ma almeno non cerco di nasconderli, gli amanti del vinile o lo fanno oppure cercano comunque di difenderli perché li preferiscono. Possono preferirli quanto vogliono ma non possono spalare letame sul CD (ma anche le cassette) in base alle loro preferenze... Questo intendo dire. Eppure anch'io per questioni nostalgiche preferisco le cassette, ma non posso raccontare falsità sui CD, non sarebbe giusto.
    Un forte desiderio può far vincere.

  11. #10
    Regina d'Autunno Lady Joan Marie
    Donna 41 anni
    Iscrizione: 28/10/2013
    Messaggi: 448
    Piaciuto: 114 volte

    Predefinito

    Io dico che sia i CD, sia le musicassette e anche i dischi in vinile sono importanti per la storia della musica perchè ognuna di questa tipologia è importante sia per chi li ama e per chi le ascolta.
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori in colorita maestà la rosa.
    CLAUDIO ACHILLINI

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Elogio alla bruttezza
    Da Shell883 nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 18
    Ultimo messaggio: 3/5/2009, 1:00
  2. Max Gazzè - Elogio alla sublime convivenza
    Da obo nel forum Testi musicali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 27/4/2008, 19:09
  3. Elogio alla follia
    Da ^Bad__Girl^ nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12/12/2006, 20:11
  4. alla frutta
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 28/5/2006, 17:07
  5. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16/11/2004, 18:35