ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 4 su 4
Like Tree2Mi piace
  • 1 Intervento di Elefantino Blu
  • 1 Intervento di P S Y C H O

Quando la vita ti distrugge..

  1. #1
    FdT quasi assuefatto
    Uomo 29 anni da Napoli
    Iscrizione: 8/4/2006
    Messaggi: 358
    Piaciuto: 0 volte

    Predefinito Quando la vita ti distrugge..

    Ciao ragazzi, volevo sapere se a voi è mai accaduta una cosa simile a quella che sto per raccontarvi...
    Vengo da una famiglia umile dove tutti e 2 i miei genitori lavoravano, classe operaia, mio padre fino a 5 - 6 anni fa ha lavorato, poi è restato a casa perché non trovava più lavoro e da allora non ha incamerato più niente, non ha pensione, né cassa integrazione, ZERO. Mia mamma lavorava, aveva uno stipendio e riuscivamo a tirare a campare, ma purtroppo è deceduta all'improvviso e il reddito si è ridotto ulteriormente. Ora mio padre prende una misera reversibilità, io devo studiare e non trovo lavoro, tutti i giorni penso di farla finita, mi sento male, malissimo.. e non riesco a fare niente per cambiare le cose. E' una tragedia, 7-8 anni fa vivevo con il quadruplo dei soldi che abbiamo oggi a disposizione in famiglia, e tutto costava di meno, alcuni eventi in così poco tempo mi hanno distrutto la vita a 23 anni, la perdita di mia madre mi ha sfondato il petto non riesco a capire come superare l'evento. Se penso alla felicità che avevo 10 anni fa, tiro la testa sui muri dalla disperazione, avevo una famiglia completa, sana, si lavorava. Non ci posso ancora credere. Ho perso quasi tutto, affetti ecc.. Non ho nessun amico o parente che mi possa aiutare: sono delle merde quasi tutti, sono scomparsi per paura che chiedessi una mano. Non riesco a capire cosa abbia fatto io a Dio per soffrire così a lunghe dosi? Quasi un decennio di disgrazie, perché a me?


  2. # ADS
     

  3. #2
    annalisadolce
    Donna 23 anni
    Iscrizione: 26/12/2013
    Messaggi: 49
    Piaciuto: 11 volte

    Predefinito

    Sono tristi le tue parole, ma abbattersi così non è la soluzione ai tuoi problemi. Anche se ho solo 17 anni, so che è difficile e posso giusto consigliarti di pensare che questo è soltanto un brutto, magari bruttissimo periodo della tua vita, ma fidati che dopo il buio c'è sempre la luce, forse c'è bisogno di pazienza, di sforzi e di sofferenze, ma credimi ne varrà la pena. Purtroppo non penso di poterti aiutare concretamente, ma magari una mia "spinta" morale può aiutarti. Datti da fare per cercare una soluzione, anche se non è facile, ma c'è sempre modo di rimediare alle cose e soprattutto falla vedere a tutte quelle persone che ti girano le spalle. Poi esci e conosci persone, di sicuro c'è qualcuno là fuori che può aiutarti. E poi, è dentro di te che devi trovare la forza per andare avanti, gli altri possono forse incoraggiarti o stari vicino, ma niente di più. Spero tu stia presto meglio e se hai bisogno, non so, di sfogarti, confidarti o quant'altro non esitare.
    Ultima modifica di annalisadolce; 29/12/2013 alle 16:56

  4. #3
    Mind over matter Elefantino Blu
    Uomo 29 anni da Biella
    Iscrizione: 15/5/2007
    Messaggi: 2,173
    Piaciuto: 513 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Il_Giustiziere Visualizza il messaggio
    Ciao ragazzi, volevo sapere se a voi è mai accaduta una cosa simile a quella che sto per raccontarvi...
    Vengo da una famiglia umile dove tutti e 2 i miei genitori lavoravano, classe operaia, mio padre fino a 5 - 6 anni fa ha lavorato, poi è restato a casa perché non trovava più lavoro e da allora non ha incamerato più niente, non ha pensione, né cassa integrazione, ZERO. Mia mamma lavorava, aveva uno stipendio e riuscivamo a tirare a campare, ma purtroppo è deceduta all'improvviso e il reddito si è ridotto ulteriormente. Ora mio padre prende una misera reversibilità, io devo studiare e non trovo lavoro, tutti i giorni penso di farla finita, mi sento male, malissimo.. e non riesco a fare niente per cambiare le cose. E' una tragedia, 7-8 anni fa vivevo con il quadruplo dei soldi che abbiamo oggi a disposizione in famiglia, e tutto costava di meno, alcuni eventi in così poco tempo mi hanno distrutto la vita a 23 anni, la perdita di mia madre mi ha sfondato il petto non riesco a capire come superare l'evento. Se penso alla felicità che avevo 10 anni fa, tiro la testa sui muri dalla disperazione, avevo una famiglia completa, sana, si lavorava. Non ci posso ancora credere. Ho perso quasi tutto, affetti ecc.. Non ho nessun amico o parente che mi possa aiutare: sono delle merde quasi tutti, sono scomparsi per paura che chiedessi una mano. Non riesco a capire cosa abbia fatto io a Dio per soffrire così a lunghe dosi? Quasi un decennio di disgrazie, perché a me?
    Semplicemente perché non frega un cazzo a nessuno se sei povero, solo e senza madre. Non esistono le ingiustizie e non esiste dio,sono tutti eventi più o meno casuali, l'unico scopo della vita è sopravvivere nel modo migliore possibile, più ti deprimi e più la società tenderà ad isolarti... Il suicidio è di una inutilità mostruosa, è da stupidi, piuttosto sfrutta questo tuo dolore per fare cose che non hai mai avuto il coraggio di fare prima, l'importante è non creare danno agli altri... dopo la morte nessuno ti giudicherà, ma prima si.
    A Majo Rika piace questo intervento

  5. #4
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,136
    Piaciuto: 1391 volte

    Predefinito

    Avresti bisogno di un lavoro, una seppur modesta indipendenza economica. Lo so che in questi tempi non è cosa facile, ma non devi scoraggiarti come invece stai facendo e tentarle tutte.
    Hai dalla tua l'età, sei giovane e qualche certezza residua, un padre, un tetto.
    Ti auguro tanta fortuna, ma ricordati che la devi aiutare impegnandoti al massimo!
    A Majo Rika piace questo intervento
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



Discussioni simili

  1. Quando la diarrea ti sorprende
    Da SteekHutzee nel forum Immagini e foto divertenti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 28/2/2012, 18:47
  2. Quando la musica diventa parte della tua vita
    Da StregataHalLoween nel forum Argomento libero
    Risposte: 28
    Ultimo messaggio: 15/7/2009, 10:36
  3. La vita ti sorride: chi ringrazi?
    Da alex1986 nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 19/12/2007, 11:36
  4. Gigi D'Alessio - Quando la mia vita cambierà
    Da BelaLugosa nel forum Testi musicali
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12/12/2004, 16:38
  5. Alex Britti - La vita sognata
    Da Imagine nel forum Testi musicali
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12/10/2004, 20:23