ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Visualizzazione risultati da 1 a 4 su 4

Salvare il cinema a spese di internet?

  1. #1
    Sempre più FdT
    Uomo 80 anni
    Iscrizione: 20/4/2005
    Messaggi: 3,038
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito Salvare il cinema a spese di internet?

    Prende corpo una proposta che mira a reperire i fondi per lo spettacolo andando a colpire anche il traffico Internet attraverso i provider. Si avvicina la finanziaria e gli operatori temono il peggio. Ricadute sull'utenza?
    Sta riprendendo il volo la singolare proposta di legge dell'on. Andrea Colasio, responsabile cultura della Margherita, pensata per trovare nuovi fondi per lo spettacolo, dimezzati dall'ultima finanziaria. Fondi che secondo la proposta verrebbero reperiti anche attraverso una "tassazione di Internet".
    All'art. 32 della proposta sono elencate, infatti, le fonti di finanziamento di una nuova Agenzia che avrebbe il compito di "distribuire" le risorse a produttori, registi e altri soggetti, con l'idea di far pagare tutti i soggetti della "filiera" impegnati nella distribuzione dei contenuti. Tra questi vengono inseriti anche i provider. In particolare, verrebbe imposto di versare "una quota pari al 3,5 per cento del fatturato annuo lordo degli operatori INTERNET derivante da traffico IPTV, streaming TV e, in genere, da traffico contenuti di immagini in movimento".

    Se dovesse passare una misura di questo tipo, dunque, agli ISP verrebbe fatto carico di verificare la quantità di traffico che i propri utenti genererebbero non solo nel visionare, ad esempio, lo streaming di film ma anche di qualsiasi altro materiale video online. Ammesso che ciò sia possibile, ed è un obiettivo ancora più complesso se si pensa alle tipologie di abbonamento "flat" che costituiscono buona parte delle connessioni a banda larga oggi attive in Italia, la ricaduta sui costi di internet per l'utenza sarebbe immediata.



    A non venire risparmiati sarebbero in questo quadro anche i gestori di telefonia mobile, che dovrebbero versare un'analoga quota di fatturato "derivante da traffico UMTS, MMS, WAP, Dvb-H, GPRS e futuri analoghi protocolli di trasmissione dati".

    Della cosa si è parlato di recente ed è noto che il Governo sta sondando tutti i soggetti coinvolti, dalle emittenti televisive agli operatori mobili fino ai noleggiatori e venditori di home video. Le reazioni, a sentire le imprese contattate da Punto Informatico fino a questo momento, non sembrano positive: il timore è che una imposizione di questo tipo potrebbe impattare negativamente su fatturati e capacità di vendita di operatori che, come nel caso dei provider, già si trovano ad operare in un mercato estremamente difficile e sotto l'ombrello di un operatore dominante.
    Il momento della verità si avrà il mese prossimo, quando convergeranno le discussioni sul finanziamento allo spettacolo, in cui sono naturalmente imponenti gli interessi dell'industria televisiva e cinematografica italiana. Quel che appare certo, suggerisce qualcuno, è che il Governo voglia andare oltre l'ultima finanziaria, che ha drasticamente ridotto i fondi per il FUS, il fondo dello spettacolo. Una nuova Agenzia, corroborata da una imposizione orizzontale sull'intera filiera delle "immagini in movimento", pare essere un'ipotesi che guadagna considerazione negli ambienti governativi. Si vedrà.



    soltanto un commento: Che bel governo che abbiamo
    Ciao a tutti. Me ne vado.

  2. # ADS
     

  3. #2
    0 1 1 2 3 5 8 13 21 34 55 Killuminato
    Uomo 37 anni da Modena
    Iscrizione: 30/9/2004
    Messaggi: 12,665
    Piaciuto: 186 volte

    Predefinito

    intanto mi trasferirò presto all'estero....
    a parte questo solito schifo....tasse su tasse che bloccano le risorse che potrebbero darci un nuovo slancio...
    Vorrei fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi
    A plague o' both your houses!
    ... a volte il sole batte anche sul culo di un cane!

  4. #3
    Vivo su FdT DKNY
    Donna 34 anni da Estero
    Iscrizione: 14/10/2004
    Messaggi: 3,630
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Ma nternet il nostro governo non lo usa? Nessuno riesce a capire che è il futuro del commercio, dell'evolversi dei mezzi di comunicazione, ... ???

    O forse l'hanno già capito fin troppo bene e vogliono come al solito tagliare le ali allo sviluppo...
    Davvero mi si stanno spiegando le ali...???

    FUTURA IMPERATRICE DEL MALE

  5. #4
    Sempre più FdT
    Uomo 80 anni
    Iscrizione: 20/4/2005
    Messaggi: 3,038
    Piaciuto: 1 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DKNY
    Ma nternet il nostro governo non lo usa? Nessuno riesce a capire che è il futuro del commercio, dell'evolversi dei mezzi di comunicazione, ... ???

    O forse l'hanno già capito fin troppo bene e vogliono come al solito tagliare le ali allo sviluppo...
    lo fanno solo perchè hanno capito che è il futuro del commercio. In fondo, qual'è la filosofia del commercio? guadagnare! e loro vogliono guadagnare, quindi...
    Facci caso, ogni volta che impongono qualche tassa non la mettono su qualcosa che non usa nessuno, ma la mettono su qualcosa di molto diffuso (internet per esempio), in modo tale da avere più entrate.
    Ciao a tutti. Me ne vado.

Discussioni simili

  1. salvare un amicizia :(
    Da _HaRmOnY_ nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 3/8/2007, 15:33
  2. Per salvare l'OFF topic..
    Da Carlooo nel forum Off Topic
    Risposte: 229
    Ultimo messaggio: 25/2/2007, 18:27
  3. 8 amici da salvare
    Da Sally nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 7/4/2006, 15:55