ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 11 a 20 su 49
Like Tree32Mi piace

Femminicidio: "colpa delle donne che non amano i mariti"

  1. #11
    Wowbagger Jo Constantine
    Uomo 30 anni da Roma
    Iscrizione: 29/1/2009
    Messaggi: 31,898
    Piaciuto: 9036 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Temperance Visualizza il messaggio
    Mi sa che se tu che non hai capito.

    Già stiamo parlando di un discorso di parte. Già 'sto tipo parte dicendo che, per gli atei, visto che non c'è la fede c'è una mancanza. Quindi già questo lascia sottintendere che cose del genere non succedono a chi ha fede. Certo, come no. Ha continuato dicendo che l'uomo lasciato da una donna che va con un'altra donna perde la ragione. Non che l'uomo tradito perde la ragione. Sta dicendo che, il tradimento della moglie, gli toglie l'amore. E come può farglielo capire - sottinteso come può fargliela pagare -? Uccidendo i figli. Come se l'amore della moglie fosse l'unico amore. Non basta l'amore dei figli e per i figli ad andare avanti?
    Non sta parlando un criminologo o uno psicologo o un avvocato che sta spiegando le ragioni che hanno portato un uomo a uccidere la moglie o i figli. Bensì un uomo che sta facendo un discorso puramente bigotto a una manifestazione in cui ci si aspettano discorsi del genere.



    Io ho capito benissimo l'antifona, e ho capito benissimo la differenza tra spiegare e accusare. Tu forse no. Perché questo non sta spiegando niente.
    Basta questa come risposta, o puoi farti anche il favore di vederti il video?!? Così... tanto per...

  2. # ADS
     

  3. #12
    Limoncello di Sicilia Ad Malora
    Uomo 16 anni
    Iscrizione: 3/10/2014
    Messaggi: 1,585
    Piaciuto: 884 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Jo Constantine Visualizza il messaggio
    Basta questa come risposta, o puoi farti anche il favore di vederti il video?!? Così... tanto per...
    certo il video esauriente di 2minuti e 37 secondi ?
    si mi basta come risposta

    sta parlando di un processo mentale incoscio e della causa scatenante....il senso del discorso non cambia
    Attenzione! Stai visualizzando il forum come ospite. Iscrivendoti gratuitamente avrai la possibilità di nascondere i messaggi pubblicitari, asocializzare con una decina di utenti in tutta Italia e chattare gratuitamente nella nostra community. Scopri tutti gli svantaggi della registrazione.

  4. #13
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,135
    Piaciuto: 1389 volte

    Predefinito

    Secondo me il video, da come parlate tutti, non l'ha visto nessuno...
    Io da psycho qual sono me lo sono sciroppato tutto!
    Il realtà Don Cazzone non "giustifica" il femminicidio; ne spiega soltanto le dinamiche partendo ahimè da un suo punto di vista cattolico che c'è da mettersi le mani nei capelli... In una parola afferma che l'uomo, avendo perso la fede in Dio riversa sull'amore terreno la sua ragione d'essere. Dal momento che questo amore viene meno (se e quando la moglie lo sostituisce con un altro) perde il motivo dell'esistenza e impazzisce... Al di là delle stronzate che dice, non mi sembra onesto affermare che "giustifichi" il femminicidio (tanto più che mette nel calderone anche l'assassinio dei propri figli)!!

    Certo che Don Cazzone ci dovrebbe pure spiegare perché quando è il marito a lasciare la moglie cinquantenne per una ventenne, allo stesso modo non impazzisce pure lei uccidendo marito e figli allo stesso modo...
    A Masquerade piace questo intervento
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  5. #14
    Moderatrice Holly
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 1/4/2006
    Messaggi: 35,153
    Piaciuto: 10101 volte

    Predefinito

    Ho visto anche io questo video allucinante. No, non giustifica il femminicidio, ma le dinamiche esposte non sono meno assurde.
    E vi posso dire che da donna mi sono sentita disgustata, l'ho trovato non solo irrispettoso e stupido, ma molto sessista. Mi sono sentita offesa come poche volte a pensare che ancora ci sia questa dinamica del pater familias che tiene le redini della società (o del gruppo, come in questo caso la famiglia) e la donna come ancella asservita al ruolo maggiore dell'uomo. Quindi se lei tradisce è normale che l'uomo impazzisca perché il ruolo della donna è quello di essere la schiava fedele. Ma non si fa accenno a quel che accade con le debolezze dell'uomo.
    No vabbè, ma questo è a capo del movimento neocatecumentale, de che stamo a parla'...
    Difficile dire se il mondo in cui viviamo sia una realtà o un sogno.

  6. #15
    Inguaribile realista Masquerade
    Donna
    Iscrizione: 15/10/2014
    Messaggi: 874
    Piaciuto: 610 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Themistokles Visualizza il messaggio
    sta parlando del processo mentale e psicologico, non lo sta mica giustificando. è ben diverso, spiegare un avvenimento o una patologia e determinare la probabile causa scatenante del processo non implica difendere qualcuno o dare colpa ad altri, non significa giudicare.
    quando guardi cadere una mela da un albero stai costatando la regola della forza di gravita..non stai giudicando la mela o l'albero.....
    voi pensate che certa gente abbia dei pregiudizi, ma forse lo pensate perchè voi siete i primi ad averne su altre categorie di persone o singoli ?

    Come sempre, quando i giornali devono attirare l'attenzione, modificano il verso senso della notizia nel titolo. Ormai è una prassi ben nota. E il video annesso non è neanche quello integrale, credo, visto che dura pochi minuti.
    Resta che, da quel che si è potuto ascoltare, lui offre una possibile causa scatenante.
    Non ho però sentito nulla su vicende similari subite dal punto di vista femminile.
    Perché non spiega i motivi per cui la donna, quando viene lasciata (per un'altra) difficilmente cade in questi gesti di violenza estrema. E' decisamente raro sentire: moglie uccide il marito perché l'ha lasciata. Da notare che ho scritto raro, non impossibile.
    La donna non sente forse il bisogno di essere amata nella stessa misura?
    Oppure... perché i femminicidi accadono ANCHE quando la moglie NON vuole lasciarli andare a vivere con un'altra? Anche qui non si sente amato abbastanza?
    Su questi punti, mi par di capire, non si è proprio pronunciato e questo un pochino fa pensare, non credi?
    La verità è scioccante solo per chi non desidera vedere la realtà.
    (Bert Hellinger)
    La quercia chiese al mandorlo: "Parlami di Dio!" E il mandorlo fiorì...
    (Nikos Kazantzakis)

  7. #16
    Se muoio rinasco P S Y C H O
    da Estero
    Iscrizione: 6/12/2005
    Messaggi: 17,135
    Piaciuto: 1389 volte

    Predefinito

    Io credo che alla fine sia proprio il concetto di "famiglia" a essere obsoleto e far acqua da tutte le parti.
    Eres nube. Eres mar, eres olvido. Eres tambien aquello que has perdido.

    E la mia stella è quella stella scialba mia lenta morte senza disperazione.



  8. #17
    Inguaribile realista Masquerade
    Donna
    Iscrizione: 15/10/2014
    Messaggi: 874
    Piaciuto: 610 volte

    Predefinito

    Obsoleto soprattutto il concetto di famiglia "per forza". Se un rapporto non va, non va. E il fatto di restare "per forza" insieme non rafforza affatto il concetto di famiglia, ma lo rende, a mio avviso, poco attendibile. Soprattutto quando è la famiglia stessa a risentirne. Perché sempre una forzatura è.
    Niente e nessuno è per sempre. E soprattutto le persone non ci appartengono, non sono nostre proprietà.
    A Temperance piace questo intervento
    La verità è scioccante solo per chi non desidera vedere la realtà.
    (Bert Hellinger)
    La quercia chiese al mandorlo: "Parlami di Dio!" E il mandorlo fiorì...
    (Nikos Kazantzakis)

  9. #18
    Limoncello di Sicilia Ad Malora
    Uomo 16 anni
    Iscrizione: 3/10/2014
    Messaggi: 1,585
    Piaciuto: 884 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Masquerade Visualizza il messaggio
    Come sempre, quando i giornali devono attirare l'attenzione, modificano il verso senso della notizia nel titolo. Ormai è una prassi ben nota. E il video annesso non è neanche quello integrale, credo, visto che dura pochi minuti.
    Resta che, da quel che si è potuto ascoltare, lui offre una possibile causa scatenante.
    Non ho però sentito nulla su vicende similari subite dal punto di vista femminile.
    Perché non spiega i motivi per cui la donna, quando viene lasciata (per un'altra) difficilmente cade in questi gesti di violenza estrema. E' decisamente raro sentire: moglie uccide il marito perché l'ha lasciata. Da notare che ho scritto raro, non impossibile.
    La donna non sente forse il bisogno di essere amata nella stessa misura?
    Oppure... perché i femminicidi accadono ANCHE quando la moglie NON vuole lasciarli andare a vivere con un'altra? Anche qui non si sente amato abbastanza?
    Su questi punti, mi par di capire, non si è proprio pronunciato e questo un pochino fa pensare, non credi?

    Ma infatti è tutt'altro che un discorso maschilista....sta ammettendo che le donne sono più forti.
    L'ho sempre pensato che se gli uomini si spingono molto spesso iverso questi gesti estremi devono avere qualcosa in meno delle donne.

    ora la questione dello stare insieme per forza non deve sussistere, ma almeno provarci.....siamo nella società del consumismo...ormai costa meno comprarsi un nuovo telefono o un nuovo televisore piuttosto che riparare quello vecchio.....e anche nei rapporti umani e specie in quelli di coppia la società ci ha permesso di rendere fin troppo facile avviare una nuova relazione...o magari più di una contemporaneamente piuttosto che tentate di aggiustare quella che avevamo.
    alla fine puoi denunciare il coniuge per percosse, se lo sgami che ti tradisce e mostri le prove puoi chiedere l'affidamento del figlio ect......credo che nei casi gravi l'ordinamento giuridico abbia già stabilito i giusti limiti e i giusti diritti per interrompere una relazione coniugale

    Quote Originariamente inviata da P S Y C H O Visualizza il messaggio
    Io credo che alla fine sia proprio il concetto di "famiglia" a essere obsoleto e far acqua da tutte le parti.
    a mio modesto avviso ti sbagli....i cardini della società erano 3....due li abbiamo scardinati ormai dal pensiero comune degli italiani : DIO e lo stato..e i risultati sono quelli che possiamo contemplare.....scardiniamo pure il concetto di famiglia e rivisitiamolo e avremo completato la frittata....va beh che ormai la famiglia di oggi non è più quella che potevamo osservare negli anni 60 ma ancora in giro qualche famiglia o parvenza di famiglia nel paese sussiste....
    Attenzione! Stai visualizzando il forum come ospite. Iscrivendoti gratuitamente avrai la possibilità di nascondere i messaggi pubblicitari, asocializzare con una decina di utenti in tutta Italia e chattare gratuitamente nella nostra community. Scopri tutti gli svantaggi della registrazione.

  10. #19
    Inguaribile realista Masquerade
    Donna
    Iscrizione: 15/10/2014
    Messaggi: 874
    Piaciuto: 610 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Themistokles Visualizza il messaggio



    Ma infatti è tutt'altro che un discorso maschilista....sta ammettendo che le donne sono più forti.
    L'ho sempre pensato che se gli uomini si spingono molto spesso iverso questi gesti estremi devono avere qualcosa in meno delle donne.

    ora la questione dello stare insieme per forza non deve sussistere, ma almeno provarci.....siamo nella società del consumismo...ormai costa meno comprarsi un nuovo telefono o un nuovo televisore piuttosto che riparare quello vecchio.....e anche nei rapporti umani e specie in quelli di coppia la società ci ha permesso di rendere fin troppo facile avviare una nuova relazione...o magari più di una contemporaneamente piuttosto che tentate di aggiustare quella che avevamo.
    alla fine puoi denunciare il coniuge per percosse, se lo sgami che ti tradisce e mostri le prove puoi chiedere l'affidamento del figlio ect......credo che nei casi gravi l'ordinamento giuridico abbia già stabilito i giusti limiti e i giusti diritti per interrompere una relazione coniugale



    ....
    guarda, sto assistendo proprio in questo periodo a due famiglie messe a dura prova dal tempo e anche dal non voler affrontare i problemi.
    Cio che vedo mi stupisce e mi fa anche sorridere.
    la prima coppia ha ormai divorziato e poco c'è mancato che si "scannassero" nella fase di separazione ed anche prima di separarsi. Vederli oggi sorridere, scherzare, prendere un caffè insieme ed anche pranzare insieme e risolvere insieme i problemi dei figli mi apre due possibilità: o questi due tornano insieme o semplicemente insieme proprio non erano compatibili.
    La seconda coppia da anni evitava di affrontare i problemi cruciali. Una parte cercava di far finta che il problema potesse risolversi da solo, l'altra invece era ben consapevole che doveva essere affrontato solo che, avrebbe voluto si affrontasse a modo suo. In realtà sbagliavano entrambi ed oggi, dopo 20 anni sono arrivati ad un punto di rottura bello grosso. Però vedo da ambo i lati la volontà di capire se c'è modo di provare a risolvere la situazione davvero. Ora non so se ci riusciranno, però almeno ci avranno provato e da questo si capisce che non si tratta di un rapporto superficiale.
    Non possiamo trattenere chi vuole andare via. E soprattutto non possiamo illuderci che la famiglia sia solida perché la si tiene unita con la forza. La si tiene unita con l'impegno da ambo i lati. Se si impegna solo una parte è già forzatura.
    A Temperance piace questo intervento
    La verità è scioccante solo per chi non desidera vedere la realtà.
    (Bert Hellinger)
    La quercia chiese al mandorlo: "Parlami di Dio!" E il mandorlo fiorì...
    (Nikos Kazantzakis)

  11. #20
    Limoncello di Sicilia Ad Malora
    Uomo 16 anni
    Iscrizione: 3/10/2014
    Messaggi: 1,585
    Piaciuto: 884 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Masquerade Visualizza il messaggio
    guarda, sto assistendo proprio in questo periodo a due famiglie messe a dura prova dal tempo e anche dal non voler affrontare i problemi.
    Cio che vedo mi stupisce e mi fa anche sorridere.
    la prima coppia ha ormai divorziato e poco c'è mancato che si "scannassero" nella fase di separazione ed anche prima di separarsi. Vederli oggi sorridere, scherzare, prendere un caffè insieme ed anche pranzare insieme e risolvere insieme i problemi dei figli mi apre due possibilità: o questi due tornano insieme o semplicemente insieme proprio non erano compatibili.
    La seconda coppia da anni evitava di affrontare i problemi cruciali. Una parte cercava di far finta che il problema potesse risolversi da solo, l'altra invece era ben consapevole che doveva essere affrontato solo che, avrebbe voluto si affrontasse a modo suo. In realtà sbagliavano entrambi ed oggi, dopo 20 anni sono arrivati ad un punto di rottura bello grosso. Però vedo da ambo i lati la volontà di capire se c'è modo di provare a risolvere la situazione davvero. Ora non so se ci riusciranno, però almeno ci avranno provato e da questo si capisce che non si tratta di un rapporto superficiale.
    Non possiamo trattenere chi vuole andare via. E soprattutto non possiamo illuderci che la famiglia sia solida perché la si tiene unita con la forza. La si tiene unita con l'impegno da ambo i lati. Se si impegna solo una parte è già forzatura.
    dico solo che la società di oggi incentiva e privileggia questo atteggiamento invece che porre delle dinamiche atte a preservare le unioni.

    il matrimonio non lo puoi forgiare partendo prettamente dalla passione....se mancano interessi, affinità e prospettive comuni è normale che quando ienvitabilmente scemerà la passione inizieranno ad evidenziarsi dei solchi...specie se non esiste comprensione

    io non sono ne per la linea estrema del tenere tutti uniti a tutti i costi, ne tantomeno mi trovo d'accordo con l'eccessiva facilità con cui oggi le persone cambiano e stracambiano partner ..ci sono persone che senza veri motivi mandano a fanculo la vita dell'altro dopo 10/20 o più anni di convivenza....magari perchè hanno ritrovato la passione in un altra/o
    A Masquerade piace questo intervento
    Attenzione! Stai visualizzando il forum come ospite. Iscrivendoti gratuitamente avrai la possibilità di nascondere i messaggi pubblicitari, asocializzare con una decina di utenti in tutta Italia e chattare gratuitamente nella nostra community. Scopri tutti gli svantaggi della registrazione.

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Che pensare delle donne che guardano i porno
    Da Spettry nel forum Curiosità e consigli sul sesso
    Risposte: 95
    Ultimo messaggio: 19/5/2015, 15:12
  2. Risposte: 44
    Ultimo messaggio: 23/12/2008, 14:11
  3. Non versate le lacrime delle donne
    Da Frida89 nel forum Argomento libero
    Risposte: 34
    Ultimo messaggio: 10/6/2006, 22:28
  4. Donne che amano troppo
    Da Eurasia nel forum Cultura, libri e arte
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 5/9/2005, 21:07
  5. Manifesto delle donne che si sentono affascinanti
    Da Tru, Dolce e Calda nel forum Argomento libero
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 10/8/2005, 17:58

Tag per questa discussione