ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 6 di 9 PrimaPrima ... 23456789 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 51 a 60 su 90
Like Tree43Mi piace

L'importanza dei soldi

  1. #51
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,049
    Piaciuto: 2089 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dade Visualizza il messaggio




    L'accostamento 2euro immigrati mi fa sempre accapponare la pelle. Ti ricordo che ci lamentiamo che loro ci fottono il lavoro quando loro fanno lavori che noi non vogliamo fare. E' troppo facile dare del cornuto all'asino
    @Dade, dal tuo messaggio: "Io credo invece che ci sia proprio la mancanza di smania di carriera."

    Mia risposta: "Io sono d'accordissimo, ma lo stesso vale per l'esempio opposto..Ci lamentiamo perchè non c'è lavoro, però gli extracomunitari un modo o l'altro lo trovano per fare 2 euro..."


    Quindi, è esattamente quello che ho detto . Che per quanto sia giustissimo ed encomiabile avere aspettative e cercare di raggiungerle ad ogni costo, servono anche quelle persone che non hanno grandi aspettative e si abbassano a fare la manovalanza . Purtroppo spesso, noi privilegiati ci dimentichiamo questo, e ci lamentiamo di chi, invece, è così umile da accettare qualsiasi cosa. (chiaramente questo mio discorso è generico)

    Alla fine staremo dicendo la stessa cosa e non ci capiamo

    Quanto siamo O.T.?

    @Fiona Gallagher, mi è venuta in mente una domanda nel rispondere: Se ho ben capito, questa "cosa" che si spaccia per essere umano, è la tua capa, ma non è la titolare, giusto? Se è così, perchè voi colleghi non vi lamentate con il titolare? Non ci sono possibilità di fare reclami o denunce? Non è un caso isolato, è così con tutti!
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

  2. # ADS
     

  3. #52
    Overdose da FdT Dade
    Uomo 30 anni da Torino
    Iscrizione: 21/11/2010
    Messaggi: 9,890
    Piaciuto: 3999 volte

    Predefinito

    Io mi riferivo più a gli artigiani che guadagnano bene e fanno manovalanza ma sono rimasti solo gli stranieri a farlo che te lo fanno per poco.
    Il discorso è intricato e complesso.
    Felice l'uomo che trova rifugio in se stesso.

  4. #53
    fan di peppa pig scazzula2
    Uomo 27 anni
    Iscrizione: 24/7/2014
    Messaggi: 5,555
    Piaciuto: 1647 volte

    Predefinito

    gli unici "lavori sicuri" sono i posti fissi statali... e le pompe funebri

    per il resto di "sicuro" non c'è niente... e anche quello che "ha fatto carriera" può rischiare di ritrovarsi disoccupato da un giorno a un altro

    il contratto a tempo indeterminato IMHO è più facile da ottenere per certe mansioni piuttosto che altre

    io ad esempio sono riuscito a raggiungerlo per un lavoro d'ufficio non molto diverso da quello di fiona... prima mi hanno fatto il determinato per testarmi e inserirmi... è andata bene e poi alla scadenza mi hanno passato indeterminato

    solo che a differenza sua sono prima stato affiancato e poi subentrato ad una che andava in pensione... mentre lei invece ad una che andava in materinità... e in quel caso lì purtroppo lo si sa già dall'inizio che il rapporto di lavoro molto difficilmente potrà estendersi oltre ai 4/6 mesi di maternità della tizia di turno (anch'io dove lavoro ne ho viste almeno un paio di queste situazioni... e pur bravi/e che erano alla fine a nessuno è stato rinnovato il contratto)

    se invece si tratta di un'assuzione "effettiva" (cioè dove non vai a coprire un buco momentaneo dettato dalla materinità/assenza prolungata di tale dipendente) per quella che è la mia esperienza personale posso dire che se te la cavi bene e non stai sul cazzo l'indeterminato non è un'utopia

    cioè intenidamoci... si parte sempre e comunque con il determinato o il tirocinio... ma SE IL LAVORO C'E' (e di conseguenza il dipendente in più serve) una volta che sei inserito e dimostri di meritarti lo stipendio non c'è motivo per cui non dovrebbero "stabilizzarti"

    i lavori per cui c'è effettivamente il rischio del "precariato continuo" sono più quelli "da manovalanza" (come li state chiamando voi in questo topic)... soprattutto perchè ultimamente (almeno qui dalle mie zone) i datori di lavoro stanno iniziando a fare i furbi con le assunzioni tramite agenzia... dove: 1. fanno richiesta, 2. assumono il ragazzo di turno per tot mesi, 3. lo rimandano a casa nel periodo in cui c'è meno la voro, 4. lo riassumono di nuovo per tot mesi, per poi rimandarlo di nuovo a casa... tutto questo moltiplicato per tutte le volte che gli fa comodo... e se il ragazzo di turno a una certa si stufa e chiede l'assunzione "effettiva" lo mandano affanculo e se ne fanno mandare un altro dall'agenzia

    nei lavori "di manovalanza" adesso va molto di moda fare così... e ho un paio di conoscenti che si stanno leggermente rompendo il cazzo di questo modo di fare delle aziende dove tramite agenzia li chiamano a lavorare "a singhiozzo"

    passando infine al discorso delle "ambizioni e smanie di carriera"... IMHO molta gente non si sente soddisfatta/non lavora proprio per via di suddette robe

    cioè... io capisco il voler cercare un lavoro che piaccia... o quantomeno "nel tuo campo"... soprattutto quando ti sei fatto/a il culo per anni spendendo tempo, soldi e impegno per prendere il pezzo di carta... E' SACROSANTO! però oggigiorno si è bell'e capito che se vuoi lavorare devi adattarti

    io nelle settimane scorse in un altro topic di questa sezione vi parlavo proprio di una mia amica... che studia ed è bravissima... solo che ha preso un ramo in cui oggi come oggi non è semplicissimo trovare lavoro... e per sta cosa si sente parecchio frustrata (già prima di laurearsi e di iniziare a cercarlo il lavoro)

    io ste cose le capisco perfettamente... però alla fine della fiera quando sento tutta sta gente lamentarsi perchè non c'è lavoro... quando in realtà si cerca solo "il lavoro perfetto" scartando a priori tutto il resto...

    ma poi io sta cosa non la imputo tanto ai laureati (anche se è un dato di fatto che oggi la laurea la prendono cani e porci e in certi settori c'è una domanda spropositata rispetto alla richiesta... e per certe cose dare colpa "alla crisi" o a "quelli che ci rubano il posto" ha davvero poco senso)... ma più agli altri

    perchè un laureato alla fine lo capisco... ma uno che non ha proseguito gli studi e rifiuta lavori "manuali" a prescindere no! ne ho visti e ne conosco a decine di questi soggetti... e davvero in alcuni casi mi hanno lasciato senza parole

    a uno gli avevo praticamente trovato un lavoro ottimo come magazziniere nell'azienda dove lavoro io... e l'ha rifiutato perchè voleva lavorare o in negozio o in ufficio!!! (giusto x la cronaca non so manco io come sono riuscito a trattenermi dal prenderlo a insulti)

    io ammetto di aver avuto una considerevole dose di culo a trovare un lavoro d'ufficio da diplomato... ma se dopo mesi/anni di tentativi (come quelli che il soggetto di cui sopra dice di aver trascorso in cerca di lavoro) mi fossi ritrovato ancora discoccupato un posto del genere lo avrei preso al volo... anche solo per non passare più da mantenuto che vive sulle spalle dei genitori

    e poi come dicevate già voi nelle pagine indietro magari sta gente qui si lamenta pure che gli extracomunitari gli fottono i lavoro... il top della coerenza proprio

    dove lavoro io e anche in altre aziende che conosco bene ci sono determinati settori dove lavorano un 40/50 % di operai italiani over 45/50 e l'altro 50/60 % sono stranieri (quasi tutti africani e slavi)

    è non è questione di paghe più basse... perchè gli stipendi degli italiani e degli stranieri SONO GLI STESSI! il fatto è che se l'azienda propone quel lavoro ai 20equalcosenni italiani che portano i curriculum l'80/90 % lo rifiuta... e il restante 10/20 % ci dura si e no una settimana

    però si sa... sono "gli invasori" che vengono qui a rubarci i posti di lavoro

    - - - Aggiornamento - - -

    minchia che paprio che ho fatto stasera

    però non contento aggiungo pure un'altra cosa

    fiona se lascia quel lavoro a gennaio o anche prima IMHO fa benissimo! non la sto minimamente paragonando ad alcuni esempi che ho scritto qui sopra

    lei ha delle motivazioni validissime (dal fatto che in quell'azienda non ci sono prospettive per il futuro alla tesi che deve fare)... e soprattutto per come la vedo non vale assolutissimamente la pena di rovinarsi la salute per via di una capa di merda e qualche mese di stipendio in più
    A morrigan piace questo intervento
    artemisia
    io ti lovvo
    oh mia bella!

  5. #54
    Overdose da FdT Jamila
    Donna 29 anni da Padova
    Iscrizione: 27/7/2008
    Messaggi: 5,001
    Piaciuto: 2591 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dade Visualizza il messaggio
    Ripeto siamo in topic sbagliato per parlare.
    Io credo invece che ci sia proprio la mancanza di smania di carriera. Ci lamentiamo che non c'è lavoro ma non siamo mai disposti a scendere a compromessi per farlo. Sai quante volte ho detto a persone di mandarmi un cv che la mia azienda assume a raffica e mi hanno risposto che non si muoverebbero? Piuttosto che aspirare a una carriera migliore, una aspettativa migliore non si rimane dove si è.
    Sai già in partenza che se accetterai di fare dei certi tipi di lavoro avrai possibilità minime di crescita per la comodità. Ti posso fare mille esempi.
    Il lavoro te lo scegli te non è il lavoro che sceglie te. Se vuoi fare qualcosa, la fai anche in Italia.
    Poi ci sono casi e casi(te con lo gnometto ad esempio è un po' diverso il discorso) ma la maggior parte delle persone con cui ho parlato, le stesse che mi hanno dato un minimo di supporto morale preferirebbero rimanere nel precariato piuttosto che muoversi.
    Io sono forse esagerato ma se non hai un'aspirazione nella vita non andrai da nessuna parte andrà bene a 5 su 1000.
    Fai certi tipi di lavoro non può essere una aspettativa di vita.
    Io sono convito che Rosemary abbia tutte le carte in regola per lavorare e lavorare anche bene
    Io invece capisco cosa vuoi dire, anche se non ti sei espresso benissimo. Il commento di Rose a quello che avevo scritto con "io vengo da una famiglia modesta, per me i soldi sono importanti", mi ha un po' ferita. Sì, io vengo da una famiglia ricca che quando ho avuto REALE bisogno c'è sempre stata (con reale intendo questioni di vita o di morte), non mi hanno mai dato i soldi per una macchina ma per mangiare/andare all'uni sì. Non mi sono mai trovata a scegliere tra lavorare e studiare, ma mi sono trovata a scegliere se fare una serata in disco, in pizzeria questo sì. Perchè tutto ciò che non fosse necessario loro non lo contemplavano e non lo contemplano. Ora, ovvio che c'è gente messa peggio di me, ma non credo di essere una persona per cui i soldi non contino.

    Detto questo, io volevo esprimere lo stesso pensiero di Dade. Hai un aspirazione, perchè non assecondarla? Quando i soldi che prendi ti permettono di vivere decentemente per me basta. Non bisogna "annullarsi" per i soldi, quindi sono dell'idea che se hai la reale possibilità di un lavoro che ti gratifichi di più, e che ti faccia crescere devi buttarti. La vita è una, se non facciamo ciò che ci piace che campiamo a fare?
    "La chirurgia non è così facile come può apparire... Diamine! Fai l'incisione, tagli l'arteria sbagliata, ti fai prendere dal panico, crolli singhiozzante in un angolo... e dopo tutto questo ti lavi e controlli la lista per sapere chi devi ammazzare dopo pranzo. È massacrante."- Scrubs

  6. #55
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,584
    Piaciuto: 2880 volte

    Predefinito

    Scusate se leggo e rispondo a morsi e bocconi.
    Scazzu e Jami, appena posso leggo anche voi <3

    Quote Originariamente inviata da morrigan Visualizza il messaggio

    MA questo credo non abbia a che vedere con Fiona
    Questo topic è diventata un'insalata mista ma va bene lo stesso XD

    Quote Originariamente inviata da morrigan Visualizza il messaggio
    Insomma, non tutti hanno la smania della carriera, c'è anche chi sogna una vita tranquilla, con un lavoro modesto e una famiglia felice.
    Concordo, e non c'è nulla di male. Mia sorella aveva come obiettivo una famiglia, il lavoro per lei è un mezzo per pagare le bollette, e io la stimo tantissimo per questo, tra l'altro.

    Quote Originariamente inviata da morrigan Visualizza il messaggio
    @Fiona Gallagher, mi è venuta in mente una domanda nel rispondere: Se ho ben capito, questa "cosa" che si spaccia per essere umano, è la tua capa, ma non è la titolare, giusto? Se è così, perchè voi colleghi non vi lamentate con il titolare? Non ci sono possibilità di fare reclami o denunce? Non è un caso isolato, è così con tutti!
    Abbiamo un titolare (un signore sulla 70ina), il figlio sulla 40ina che non c'è mai perché gira il mondo per lavoro e lei che è la capo ufficio. Per qualsiasi cosa, anche per fare una puzzetta in corridoio, va sentita lei. Il colloquio lo faceva il figlio del titolare e lei, se ci sono problemi tocca a lei e via dicendo. E' sempre stata così ed è intoccabile, i capi la portano su un piatto d'oro anche se è insopportabile come il sole negli occhi.

  7. #56
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,049
    Piaciuto: 2089 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fiona Gallagher Visualizza il messaggio
    Scusate se leggo e rispondo a morsi e bocconi.
    Scazzu e Jami, appena posso leggo anche voi <3



    Questo topic è diventata un'insalata mista ma va bene lo stesso XD

    Concordo, e non c'è nulla di male. Mia sorella aveva come obiettivo una famiglia, il lavoro per lei è un mezzo per pagare le bollette, e io la stimo tantissimo per questo, tra l'altro.



    Abbiamo un titolare (un signore sulla 70ina), il figlio sulla 40ina che non c'è mai perché gira il mondo per lavoro e lei che è la capo ufficio. Per qualsiasi cosa, anche per fare una puzzetta in corridoio, va sentita lei. Il colloquio lo faceva il figlio del titolare e lei, se ci sono problemi tocca a lei e via dicendo. E' sempre stata così ed è intoccabile, i capi la portano su un piatto d'oro anche se è insopportabile come il sole negli occhi.

    Uhm...allora non c'è speranza..Credo che però si tratti di mobbing e si potrebbe denunciare.
    A Fiona piace questo intervento
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

  8. #57
    Overdose da FdT Fiona
    Donna 30 anni
    Iscrizione: 12/1/2011
    Messaggi: 8,584
    Piaciuto: 2880 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scazzula2 Visualizza il messaggio
    gli unici "lavori sicuri" sono i posti fissi statali... e le pompe funebri

    per il resto di "sicuro" non c'è niente... e anche quello che "ha fatto carriera" può rischiare di ritrovarsi disoccupato da un giorno a un altro

    il contratto a tempo indeterminato IMHO è più facile da ottenere per certe mansioni piuttosto che altre

    io ad esempio sono riuscito a raggiungerlo per un lavoro d'ufficio non molto diverso da quello di fiona... prima mi hanno fatto il determinato per testarmi e inserirmi... è andata bene e poi alla scadenza mi hanno passato indeterminato

    solo che a differenza sua sono prima stato affiancato e poi subentrato ad una che andava in pensione... mentre lei invece ad una che andava in materinità... e in quel caso lì purtroppo lo si sa già dall'inizio che il rapporto di lavoro molto difficilmente potrà estendersi oltre ai 4/6 mesi di maternità della tizia di turno (anch'io dove lavoro ne ho viste almeno un paio di queste situazioni... e pur bravi/e che erano alla fine a nessuno è stato rinnovato il contratto)

    se invece si tratta di un'assuzione "effettiva" (cioè dove non vai a coprire un buco momentaneo dettato dalla materinità/assenza prolungata di tale dipendente) per quella che è la mia esperienza personale posso dire che se te la cavi bene e non stai sul cazzo l'indeterminato non è un'utopia

    cioè intenidamoci... si parte sempre e comunque con il determinato o il tirocinio... ma SE IL LAVORO C'E' (e di conseguenza il dipendente in più serve) una volta che sei inserito e dimostri di meritarti lo stipendio non c'è motivo per cui non dovrebbero "stabilizzarti"

    i lavori per cui c'è effettivamente il rischio del "precariato continuo" sono più quelli "da manovalanza" (come li state chiamando voi in questo topic)... soprattutto perchè ultimamente (almeno qui dalle mie zone) i datori di lavoro stanno iniziando a fare i furbi con le assunzioni tramite agenzia... dove: 1. fanno richiesta, 2. assumono il ragazzo di turno per tot mesi, 3. lo rimandano a casa nel periodo in cui c'è meno la voro, 4. lo riassumono di nuovo per tot mesi, per poi rimandarlo di nuovo a casa... tutto questo moltiplicato per tutte le volte che gli fa comodo... e se il ragazzo di turno a una certa si stufa e chiede l'assunzione "effettiva" lo mandano affanculo e se ne fanno mandare un altro dall'agenzia

    nei lavori "di manovalanza" adesso va molto di moda fare così... e ho un paio di conoscenti che si stanno leggermente rompendo il cazzo di questo modo di fare delle aziende dove tramite agenzia li chiamano a lavorare "a singhiozzo"

    passando infine al discorso delle "ambizioni e smanie di carriera"... IMHO molta gente non si sente soddisfatta/non lavora proprio per via di suddette robe

    cioè... io capisco il voler cercare un lavoro che piaccia... o quantomeno "nel tuo campo"... soprattutto quando ti sei fatto/a il culo per anni spendendo tempo, soldi e impegno per prendere il pezzo di carta... E' SACROSANTO! però oggigiorno si è bell'e capito che se vuoi lavorare devi adattarti

    io nelle settimane scorse in un altro topic di questa sezione vi parlavo proprio di una mia amica... che studia ed è bravissima... solo che ha preso un ramo in cui oggi come oggi non è semplicissimo trovare lavoro... e per sta cosa si sente parecchio frustrata (già prima di laurearsi e di iniziare a cercarlo il lavoro)

    io ste cose le capisco perfettamente... però alla fine della fiera quando sento tutta sta gente lamentarsi perchè non c'è lavoro... quando in realtà si cerca solo "il lavoro perfetto" scartando a priori tutto il resto...

    ma poi io sta cosa non la imputo tanto ai laureati (anche se è un dato di fatto che oggi la laurea la prendono cani e porci e in certi settori c'è una domanda spropositata rispetto alla richiesta... e per certe cose dare colpa "alla crisi" o a "quelli che ci rubano il posto" ha davvero poco senso)... ma più agli altri

    perchè un laureato alla fine lo capisco... ma uno che non ha proseguito gli studi e rifiuta lavori "manuali" a prescindere no! ne ho visti e ne conosco a decine di questi soggetti... e davvero in alcuni casi mi hanno lasciato senza parole

    a uno gli avevo praticamente trovato un lavoro ottimo come magazziniere nell'azienda dove lavoro io... e l'ha rifiutato perchè voleva lavorare o in negozio o in ufficio!!! (giusto x la cronaca non so manco io come sono riuscito a trattenermi dal prenderlo a insulti)

    io ammetto di aver avuto una considerevole dose di culo a trovare un lavoro d'ufficio da diplomato... ma se dopo mesi/anni di tentativi (come quelli che il soggetto di cui sopra dice di aver trascorso in cerca di lavoro) mi fossi ritrovato ancora discoccupato un posto del genere lo avrei preso al volo... anche solo per non passare più da mantenuto che vive sulle spalle dei genitori

    e poi come dicevate già voi nelle pagine indietro magari sta gente qui si lamenta pure che gli extracomunitari gli fottono i lavoro... il top della coerenza proprio

    dove lavoro io e anche in altre aziende che conosco bene ci sono determinati settori dove lavorano un 40/50 % di operai italiani over 45/50 e l'altro 50/60 % sono stranieri (quasi tutti africani e slavi)

    è non è questione di paghe più basse... perchè gli stipendi degli italiani e degli stranieri SONO GLI STESSI! il fatto è che se l'azienda propone quel lavoro ai 20equalcosenni italiani che portano i curriculum l'80/90 % lo rifiuta... e il restante 10/20 % ci dura si e no una settimana

    però si sa... sono "gli invasori" che vengono qui a rubarci i posti di lavoro

    - - - Aggiornamento - - -

    minchia che paprio che ho fatto stasera

    però non contento aggiungo pure un'altra cosa

    fiona se lascia quel lavoro a gennaio o anche prima IMHO fa benissimo! non la sto minimamente paragonando ad alcuni esempi che ho scritto qui sopra

    lei ha delle motivazioni validissime (dal fatto che in quell'azienda non ci sono prospettive per il futuro alla tesi che deve fare)... e soprattutto per come la vedo non vale assolutissimamente la pena di rovinarsi la salute per via di una capa di merda e qualche mese di stipendio in più
    Scazzula devi fare il telecronista :O

    Comunque quanto è vera la cosa degli uffici o.O
    La gente vuole apparire, spesso... Io lavoro da Prada (e magari fa il semplice commesso) suona secondo loro meglio di "Io faccio il magazziniere". Perché? Per dirlo agli altri. *facepalm*
    Quindi lavori in amministrazione? Come ti trovi?

    Quote Originariamente inviata da Jamila Visualizza il messaggio


    Io invece capisco cosa vuoi dire, anche se non ti sei espresso benissimo. Il commento di Rose a quello che avevo scritto con "io vengo da una famiglia modesta, per me i soldi sono importanti", mi ha un po' ferita. Sì, io vengo da una famiglia ricca che quando ho avuto REALE bisogno c'è sempre stata (con reale intendo questioni di vita o di morte), non mi hanno mai dato i soldi per una macchina ma per mangiare/andare all'uni sì. Non mi sono mai trovata a scegliere tra lavorare e studiare, ma mi sono trovata a scegliere se fare una serata in disco, in pizzeria questo sì. Perchè tutto ciò che non fosse necessario loro non lo contemplavano e non lo contemplano. Ora, ovvio che c'è gente messa peggio di me, ma non credo di essere una persona per cui i soldi non contino.

    Detto questo, io volevo esprimere lo stesso pensiero di Dade. Hai un aspirazione, perchè non assecondarla? Quando i soldi che prendi ti permettono di vivere decentemente per me basta. Non bisogna "annullarsi" per i soldi, quindi sono dell'idea che se hai la reale possibilità di un lavoro che ti gratifichi di più, e che ti faccia crescere devi buttarti. La vita è una, se non facciamo ciò che ci piace che campiamo a fare?
    Jami mi riferivo alla tua prima frase.
    Venendo da una famiglia di ceto basso per me sarebbe bellissimo oltre al pagare le bollette, togliermi sfizi e fare tutto ciò che non ho mai potuto fare. Ma non era una critica o.O Te hai sempre dimostrato di essere poco legata ai soldi, per quanto possa conoscerti basandomi su FdT!

    Comunque una cosa va detta: finirò in ogni caso a piegare questi famosi golfini.
    Non c'è nulla di male, per carità, ho fatto di tutto io, dall'inventario di notte nei supermercati, vendemmia, olive, call center. Almeno lì userei le lingue (sì, s a r c a s m come direbbe Leonard). E' frustrante dopo 5 anni di studio, ma vedo che i miei colleghi hanno fatto questa "fine", anche se detta così suona male. Chi lavora in negozi vari ed eventuali, chi negli outlet di lusso a vendere. Pochi eletti sono in aziende - ne conosco una, in realtà -, pochi eletti a fare supplenze e ancora meno all'estero.
    Ma almeno ci provo, prima di darmi alle magliette e ai cardigan.

  9. #58
    Overdose da FdT Dade
    Uomo 30 anni da Torino
    Iscrizione: 21/11/2010
    Messaggi: 9,890
    Piaciuto: 3999 volte

    Predefinito

    @scazzula io infatti non ho detto di voler cercare il lavoro perfetto. Io ho detto di cercare un lavoro per il quale puoi avere aspettative migliori. Facciamo l'esempio della tua amica con una laurea in ambito che in Italia non può trovare "gioie", per me ha 2 soluzioni: o se ne va dall'Italia oppure fai qualcosa che magari non la soddisfa a pieno ma che non vanifichi completamente il suo percorso di studi.
    "Mi do una aspettativa di crescita".
    Se ti faccio il mio di esempio, ho sempre voluto lavorare in questo ambito(web), ma stavo facendo cose non alla mia portata perché non avevo studiato abbastanza. Poi per una serie di circostanze mi sono un attimo ridimensionato e ora va alla grande.
    Non sono un programmatore come volevo essere ma mi occupo di web marketing. Se avessi ascoltato i miei amici che mi dicevano ma perché non vai a portare il CV pub, mi sarei bruciato 2 anni di studi e di corsi e se poi avessi voluto continuare a perseguire la mia "ambizione", ci avrei messo molto di più e probabilmente non ce l'avrei fatta.
    Io mi spiego sempre male spero che passi il mio punto di vista xD
    Felice l'uomo che trova rifugio in se stesso.

  10. #59
    Sempre più FdT morrigan
    Donna 40 anni
    Iscrizione: 11/9/2014
    Messaggi: 2,049
    Piaciuto: 2089 volte

    Predefinito

    @Fiona Gallagher, però le lingue ti danno tante opportunità, no? Per esempio, potresti anche trovare come receptionist, o addetta ai clienti, o rappresentante per l'estero per aziende, hotel, cantine vinicole e molti altri settori (magari sto sparando la cazzata del secolo, non so )
    "Ma non mi lamenterò più. Ho ricevuto la vita come una ferita e ho proibito al suicidio di guarire la cicatrice. Voglio che il Creatore ne contempli, in ogni ora della sua eternità, il crepaccio spalancato."
    Lautréamont

  11. #60
    Overdose da FdT Dade
    Uomo 30 anni da Torino
    Iscrizione: 21/11/2010
    Messaggi: 9,890
    Piaciuto: 3999 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da morrigan Visualizza il messaggio
    @Fiona Gallagher, però le lingue ti danno tante opportunità, no? Per esempio, potresti anche trovare come receptionist, o addetta ai clienti, o rappresentante per l'estero per aziende, hotel, cantine vinicole e molti altri settori (magari sto sparando la cazzata del secolo, non so )
    Potrebbe diventare la mia collega
    A morrigan piace questo intervento
    Felice l'uomo che trova rifugio in se stesso.

Pagina 6 di 9 PrimaPrima ... 23456789 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. I falsi poveri dei campi rom con i soldi alle Poste
    Da al98 nel forum Attualità e cronaca
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 30/3/2013, 19:53
  2. Qual è l'auto dei vostri sogni?
    Da Akemi nel forum Motori
    Risposte: 206
    Ultimo messaggio: 17/5/2012, 18:52
  3. Ecco dove prendere i soldi con tanto di applausi dei cittadini
    Da HipHope nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 14/9/2011, 16:05
  4. Addio alle borse di studio tagliato il 90% dei soldi
    Da obo nel forum Notizie politiche ed economiche
    Risposte: 45
    Ultimo messaggio: 8/11/2010, 8:49
  5. QUESITO DI GRANDE IMPORTANZA!
    Da Kikka_86 nel forum Off Topic
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 8/12/2005, 14:22