ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Google+ Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 1 di 7 12345 ... UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 1 a 10 su 64
Like Tree35Mi piace

Non vorrei che finisse tutto qui...

  1. #1
    Matricola FdT
    Uomo 38 anni
    Iscrizione: 20/11/2005
    Messaggi: 65
    Piaciuto: 4 volte

    Predefinito Non vorrei che finisse tutto qui...

    Ciao a tutti,
    eccomi qui...pure io in cerca di un consiglio.
    Le nostre strade si sono incrociate in occasione di un evento sportivo di cui entrambi abbiamo curato la comunicazione. Io la parte più “tecnica”, lei quella più“commerciale”. L'evento si è tenuto la scorsa settimana nella sua città, a 200 km dalla mia. Ci eravamo visti a luglio in occasione di un briefing, ma fu una cosa di pochi minuti. Per il resto, un rapporto esclusivamente telefonico e professionale. Mi aveva colpito per la sua bellezza, poi al telefono si è creata una bella empatia. Ma non avevo dato grosso peso alla cosa, in fondo era solo una parentesi professionale. Poi, finalmente, la scorsa settimana si è tenuto l'evento vero e proprio. E siamo stati una settimana a contatto. Sin dal primo giorno si è creato un clima eccezionale, è bastato poco perchè io prendessi una sbandata. Ma non una sbandata normale, perchè a trent'anni non ragioni più come a venti. In realtà, lei sbrigava il lavoro dal suo ufficio e non aveva granchè da fare nel luogo dell'evento. Eppure ogni giorno veniva a trovarmi e abbiamo trascorso molto tempo insieme. Il linguaggio del corpo mi sembrava evidente: si aggiustava in continuazione i capelli, veniva vestita in modo elegante e sexy, si sedeva accanto a me, ignorando o quasi tutti gli altri presenti nell'ufficio e mi guardava tantissimo....mi ha velatamente invitato a un aperitivo, che effettivamente abbiamo fatto ed è stato bello.
    Io ho 33 anni, lei ne ha 29 ed è bella, intelligente...e con tanti pensieri comuni ai miei. Provo un'attrazione irresistibile, quando mi è accanto non capisco più niente.
    Il giorno dopo mi ha detto che non sarebbe riuscita a passare a trovarmi, invece è ugualmente venuta, e sempre la stessa scena: un sacco di tempo insieme, quel suo atteggiamento così “socialmente” seduttivo. L'evento finiva domenica, lei sabato non ci sarebbe stata (“un viaggio di piacere che avevo pianificato da mille anni”). Al venerdì siamo stati insieme un'oretta al bar, ci siamo conosciuti sempre meglio, con il discorso che scivolava lentamente da argomenti professionali ad altri più personali. Lei ipotizza che domenica, al termine di tutto,avremmo potuto farci un aperitivo o magari “mangiare insieme”.Sembrava quasi che si vergognasse a dirlo, e comunque lo avrei proposto io. Al momento di salutarci, quando mi ha ringraziato per averle offerto da bere, io le ho detto: “Non mi devi ringraziare,pensa a dove portarmi domenica sera”.




    Venerdì sera mi scrive dicendomi di aver perso un orecchino, chiedendomi di cercarlo in ufficio,descrivendomelo. Non lo trovo, allora mi viene l'idea: sabato gliene compro un paio i più simili possibili a quelli che mi aveva descritto, e le scrivo una lettera in cui mi dichiaro in modo moooolto soft. Alla domenica c'è il gran finale, trascorriamo un mucchio di tempo insieme, lei mi compra una bottiglietta d'acqua e ne beve un sorso prima che la bevessi io. Forse è un dettaglio insignificante, ma io l'ho quasi interpretato come un gesto di intimità. Aspetta che io finisca di lavorare, con una pazienza quasi commovente, e finalmente andiamo a cena insieme. Una pizza, si parla ancora tanto, io sto sempre meglio, ormai sono liquefatto da lei. A fine cena, tuttavia, ci rechiamo alle nostre auto e (complice il fatto che la mattina dopo alle 9 doveva essere in ufficio), mi accorgo che mi sta congedando. Ammetto di aver sperato in un dopocena insieme, non necessariamente a sfondo sessuale, ma sinceramente le premesse per un bacio mi sembrava che ci fossero. Io la fermo, le dico che ho qualcosa per lei e le regalo gli orecchini. Fa la scena“Sono bellissimi, eccezionali, non dovevi”, bacino sulla guancia e mi saluta. La fermo nuovamente, dicendo che avevo qualcos altro per lei e le consegno la lettera. Eravamo nell'oscurità, non l'ho vista bene in faccia, ma ho avuto l'impressione che tutte la sua spavalderia della settimana sia scomparsa per lasciare spazio a un grosso imbarazzo. Mi dice: “La leggo quando sono da sola perchè così c'è troppo imbarazzo”. E io “Mi imbarazzerei anch'io”.Altro bacino sulla guancia, stavolta ci salutiamo davvero, con lei che sapeva che il giorno dopo sarei tornato nella mia città, anche se le avevo fatto capire che non sarei scappato...insomma, ammetto di aver sperato di vederla ancora una volta, magari in pausa pranzo.Nella lettera, scritta davvero con il cuore, ho riassunto tutte le emozioni che aveva suscitato in me e l'avevo chiusa più o meno così:“Mi piacerebbe molto che la nostra conoscenza andasse avanti, oltre le vicende di lavoro. Per me sarebbe molto bello, davvero. Se per qualsiasi ragione tu preferissi di no, mi resterà il ricordo di una splendida settimana con una persona fantastica”


    Mezz'ora dopo mi arriva questo sms:“Ciao, grazie mille, è la lettera più bella che abbia ricevuto. Sono stati davvero bei giorni e spero che le nostre strade si possano rincrociare presto. Ti abbraccio”. Un amico mi dice che senza quel “ti abbraccio” finale, sarebbe stato un ottimo segnale. Invece quel saluto gli è sembrato un po' di congedo. Io le ho risposto il mattino dopo, dicendo. “Sono contento che ti sia piaciuta, se è venuta così bene è soltanto merito tuo ”.Nessun altro contatto, e con un po' di amaro in bocca sono tornato a casa mia, a questi maledetti 200 km di distanza. L'ultimo contatto risale a ieri pomeriggio: è stata lei a cercarmi su whatsapp, “Ciao!Tutto bene il viaggio?”. Io ho risposto in modo simpatico ma senza insistere. Da allora, silenzio radio.


    Questa è la storia. Vi chiedo se secondo voi sono i chiari sintomi di un 2 di picche oppure se c'è la speranza di provarci, e se si, come. Da parte mia posso dirvi che sono molto attratto, sono pronto a mettermi in gioco nonostante la distanza e a fare tutti i sacrifici necessari, anche soltanto per avviare una conoscenza. Ho capito che mi piace davvero quando mi sono sorpreso a ipotizzare soluzioni e non cercare scuse dovute alle difficoltà. Però sono anche molto timido e riservato e non sono così bravo con le donne (anzi, mi sono stupito di come sia stato audace con lei, probabilmente perchè avevo ritenuto evidenti i suoi segnali). Ho un po' paura di farmi sentire, paura che lei lo percepisca come un fastidio se ha già deciso di non portare avanti la conoscenza. Però i segnali sono contrastanti, non sono sicuro che sia così...sulla base di com'è andata la storia, voi come li interpretate?
    Grazie mille a chi vorrà rispondermi

  2. # ADS
     

  3. #2
    Little Spongy Folletta
    Donna 27 anni da Genova
    Iscrizione: 8/12/2007
    Messaggi: 14,178
    Piaciuto: 3978 volte

    Predefinito

    Non so se ti abbia dato un due di picche o meno, ma potresti proporle una cenetta per avere un segnale più chiari..

    In tutti i casi, io personalmente la lettera l'avrei evitata.. mi avrebbe spaventata! È raro che un uomo scriva una lettera e sembra quasi che tu sia innamorato così tanto da far una follia..! Insomma, magari l'hai spaventata un po'!
    A Temperance piace questo intervento
    Ca ete lu sule, quandu lu iciu me preciu. Si' sule: forte cautu immensu.
    Ca quandu lu iciu alle origini mei pensu.
    Sud Sound System



  4. #3
    Sempre più FdT DolceChéri
    Donna 34 anni da Bari
    Iscrizione: 25/10/2008
    Messaggi: 2,751
    Piaciuto: 202 volte

    Predefinito

    Io che sono una romanticona avrei gradito la lettera.
    Lei potrebbe essere rimasta sorpresa da quello da te scritto nella lettera e con la distanza non sarebbe facile per cui diciamo che la ragazza ha bisogno di un pochino di tempo per pensare anche se forse neanche servirebbe dato che per come l'hai descritta sembra una tipa solare e socievole.
    Io direi di non farti sentire, resta in silenzio anche se so che non sarà facile per te e tenderai a guardare ogni minuto il cellulare. Magari tra qualche giorno la chiami e gli dici che vorresti una risposta a quella lettera.

  5. #4
    Schiacciamosche. Knave
    Uomo 27 anni da Caserta
    Iscrizione: 20/8/2010
    Messaggi: 3,789
    Piaciuto: 989 volte

    Predefinito

    Due notizie: una bella e una brutta.
    Quale vuoi prima?
    Qualsiasi donna può incastrare un uomo se ci mette un po' di cervello e un po' di fica nel ragionamento. [Eddie Murphy]

  6. #5
    Matricola FdT
    Uomo 38 anni
    Iscrizione: 20/11/2005
    Messaggi: 65
    Piaciuto: 4 volte

    Predefinito

    Mettile entrambe nello stesso messaggio, ma prima quella brutta così mi resta un retrogusto più dolce . (sospetto di sapere quali sono, vediamo se ci ho preso )

    @Folletta. Sinceramente non credo di averla spaventata, è una persona spigliata, lavora nella comunicazione...ho scritto la lettera proprio perchè è un fatto raro e speravo che apprezzasse. Secondo me, in fondo, lo ha fatto. Insomma, non credo che l'eventuale due di picche dipenda da quello. Poi, per carità...

    @DolceChéri. Si, resterò in silenzio, credo che per qualche giorno sia necessario darle il tempo di metabolizzare la cosa. Grazie di cuore per la risposta

  7. #6
    Schiacciamosche. Knave
    Uomo 27 anni da Caserta
    Iscrizione: 20/8/2010
    Messaggi: 3,789
    Piaciuto: 989 volte

    Predefinito

    Quella brutta è che è legata a qualcuno. Fidanzata, o si frequenta, ma ha un legame.
    Quella bella è che, nonostante questo, le piacevi.
    A Temperance piace questo intervento
    Qualsiasi donna può incastrare un uomo se ci mette un po' di cervello e un po' di fica nel ragionamento. [Eddie Murphy]

  8. #7
    Overdose da FdT Jean Grey
    Donna 26 anni da Modena
    Iscrizione: 12/4/2008
    Messaggi: 8,445
    Piaciuto: 3494 volte

    Predefinito

    Io sarei scappata se uno al primo appuntamento mi avesse fatto un regalo e in più scritto una lettera. Secondo il mio personale parere il tuo gesto è stato eccessivo.
    Lei mi sembra un pò titubante, se fossi in te non le starei troppo addosso. Poi i km che vi dividono sono tantissimi...

    P.S. sono d'accordo con Knave, probabilmente è impegnata.
    A Temperance piace questo intervento


  9. #8
    Matricola FdT
    Uomo 38 anni
    Iscrizione: 20/11/2005
    Messaggi: 65
    Piaciuto: 4 volte

    Predefinito

    Perfetto, ho capito in anticipo che avresti detto questo .

    Si, è possibile. Durante la settimana ha iniziato a seguirmi su Twitter e ho dato una sbirciata ai suoi post. Posso dire con buona certezza che è stata lasciata circa un anno e mezzo fa e ci ha sofferto molto e a lungo. Ci sono decine di post malinconici. A giudicare dai post più recenti, non soffre più per il passato. Non ci sono particolari tracce, anzi nessuna, di nuovi legami. Ma so perfettamente che questo non vuol dire. Però ti domando: se il legame che ipotizzi ci fosse, sarebbe venuta tutti i giorni dove ero io, sacrificando del tempo libero (ne ha pochissimo)? E avrebbe fatto giochi seduttivi così pericolosi (letali, per me )?
    Un'ultima info: vive da sola.

  10. #9
    Schiacciamosche. Knave
    Uomo 27 anni da Caserta
    Iscrizione: 20/8/2010
    Messaggi: 3,789
    Piaciuto: 989 volte

    Predefinito

    Infatti ti ho detto che le piacevi. Probabilmente, avessi spinto un po' di più e un po' prima, forse...
    Era titubante, e alla fine, per inerzia, ha "scelto" il vecchio.
    E' un peccato, sarete per sempre un bel ricordo l'uno per l'altra.
    Qualsiasi donna può incastrare un uomo se ci mette un po' di cervello e un po' di fica nel ragionamento. [Eddie Murphy]

  11. #10
    Matricola FdT
    Uomo 38 anni
    Iscrizione: 20/11/2005
    Messaggi: 65
    Piaciuto: 4 volte

    Predefinito

    @Jean Grey. Vorrei contestualizzare la cosa. Non era un appuntamento. Diciamo che, formalmente, era un modo per salutarsi dopo una settimana insieme. Io avevo pensato alla lettera già da qualche giorno per darle un segnale della mia "serietà" nonostante io stessi per andarmene. Quella degli orecchini è stata un'improvvisata. Secondo me è stato tutto lineare con lo svolgimento della settimana. Poi, per carità, posso aver sbagliato e posso averla spaventata.

    Ripensandoci, sposerei la tesi che non è fidanzata ma che ha in mente qualcuno (non so se un fantasma del passato o qualcuno di attuale).

Pagina 1 di 7 12345 ... UltimaUltima

Discussioni simili

  1. Quando non sapete che fare...
    Da maya nel forum Argomento libero
    Risposte: 56
    Ultimo messaggio: 17/5/2012, 23:01
  2. Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 2/4/2010, 15:45
  3. Vorrei che tornasse tutto come prima
    Da LucaMax nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 14/8/2008, 21:22
  4. Paolo Meneguzzi - Non capiva che l'amavo
    Da Kikka_86 nel forum Testi musicali
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 29/8/2007, 15:26
  5. non so' che fare...
    Da piccola nel forum Argomento libero
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 12/12/2004, 14:02