ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 11 a 20 su 25
Like Tree8Mi piace

Uomini e donne, sempre più distanti?

  1. #11
    Spice
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Sally.B Visualizza il messaggio
    Sacrosanta verità e non ho nulla di cui obiettare.
    Però ti invito a pensarla anche da un punto di vista più umano e meno da super-uomo.
    Per quanto si può essere sicuri di sé, è altrettanto giusto avere anche un minimo di giudizio critico e sapersi dire "ok, pensiamo un attimo al percorso che sto facendo"; essendo fin troppo sicuri, si potrebbe finire per sembrare persino arroganti. Per me è naturalmente giusto avere una piccola parte di insicurezza che può permetterci di riflettere meglio su ciò che facciamo. E quindi le critiche sì, rafforzano ciò di cui siamo certi, ma possono anche mettere in crisi delle questioni che, per quanto possano sembrarci certe, il nostro senso critico-insicurezza può approfondire.
    A mio parere nella vita è importante porsi un obiettivo e sapersi muovere verso di esso e, al tempo stesso, assumersi piena responsabilità di ciò che accade, nel bene e nel male.
    Affinché questo sia possibile è altrettanto importante avere la forza di non reagire negativamente alle difficoltà che ci si presentano... e questa forza viene dalla consapevolezza che la felicità è tutto per noi esseri umani ed infinite sofferenze valgono un solo istante di felicità. Vale sempre la pena e la paura molto spesso si manifesta sotto forma di pensiero, fermarsi e dire: "ok, pensiamo un attimo al percorso che sto facendo" è quasi sempre un segno di questa paura e molto raramente una genuina riflessione, tuttavia se si trattasse di una genuina riflessione ed inseguito ad essa arrivassimo alla conclusione di aver sbagliato in quel caso non ci sarebbe niente di sbagliato nell'ammettere di aver sbagliato e ricominciare di nuovo.
    La mente gioca spesso brutti scherzi, ricordo di una ricerca che parlava del nostro dialogo interno formato dal 77% da pensieri negativi e depotenzianti, prova a farci caso.
    Comunque non è necessario un lato di insicurezza per fare autocritica, basta accettare che come esseri umani siamo in continuo cambiamento, un'esperienza di un secondo può cambiare tutto... quindi alla fine l'importante è fare le nostre scelte in base a ciò che in quel momento è giusto per noi, solo cosi è possibile vivere senza rimpianti a mio parere.
    Mi rendo conto che tutto questo possa sembrare "poco umano" ma vivo secondo queste idee ogni giorno e nonostante mi caghi sotto ogni volta ne ho fatte di follie... come quella di usare i soldi dell'assicurazione della macchina per comprare una moto... senza aver mai guidato neanche uno scooter prima di allora... ed andarci al lavoro il giorno dopo l'acquisto con 2-3 ore di pratica sotto casa... pazze risate
    E ti assicuro che mentre la guidavo sono state tante le volte in cui ho pensato "ho fatto una cazz.ata assurda" e tante sono state le persone che mi dicevano "guarda che cadi, guarda che ti ammazzi, non sei capace lascia perdere" eppure me ne sono fregato e l'ho fatto comunque perché, nonostante la paura, era quello che volevo fare.
    Ed ora è una delle mie più grandi passioni

    Per il resto, credo che la maggior parte della gente abbia paura dell'essere diversi, perché il gruppo fa forza, l'essere come gli altri ti fa sentire protetto. Mentre essere diversi, implica un probabile giudizio di gente che usa la bocca per aprirla e dire cazzàte.
    Credo principalmente che i motivi principali sia questi due, per cui è difficile mettersi a nudo.
    Sono d'accordo, ma rinunciando alla loro individualità inconsapevolmente rinunciano anche solo alla possibilità di essere felici... e se non sei te stesso con gli altri alla fine lo perdi anche "ciò che sei".




    Si, mi è capitato ben due volte. Uno dei due era estremamente dolce con me, l'altro aveva un carisma pazzesco. E non erano affatto belli. Però sono cose comunque nate dopo una conoscenza, in cui mi sono interessata dopo averli conosciuti. Ma sono realista, se non li avessi conosciuti, esteticamente non mi sarei interessata per prima.
    Quello che voglio dire è che la bellezza - e non parlo di standard, perché nel mio caso ad esempio gli standardizzati belloni mi fanno cadere le pàlle - in un ragazzo è una componente che può...come dire...indirizzarti.
    Per me un ragazzo bello senza bel carattere è un cesso. Un ragazzo brutto ma con un bellissimo carattere non mi interessa. Certo, tra i due preferirei il secondo, ma realisticamente dobbiamo dire che l'amore è connubio equilibrato di mente e corpo.
    Non potrei mai mettermi con uno bello ma cafone, idem il contrario, perché in ogni caso mancherebbe una componente.
    Ovviamente, specifico bene, quando parlo di bello e brutto, non parlo degli standard che possono dire bello=palestrato, brutto=uomo-con-la-ciccia. Ma parlo di ciò che piace e che non mi piace.
    Per me può essere bello e interessante qualcuno che per una mia amica è orribile. Un carattere può rendere bello qualcuno che per i miei gusti può non esserlo.
    Ma in ogni caso l'interesse verso l'altro sesso implica necessariamente un trasporto sia fisico che mentale.
    Molto difficilmente voi ragazze vi fate avanti anche quando c'è un grosso interesse, a me sarà capitato un paio di volte in tutta la mia vita
    Comunque l'attrazione fisica è anche mentale ed oltretutto se non è seguita da altre qualità cade in un'istante.
    Credo sia molto difficile che tu possa trovare un carattere di un ragazzo bellissimo e poi considerarlo brutto, perché appunto nel momento in cui realizzi che ha un carattere bellissimo automaticamente ti piace.
    E' piuttosto complicato

  2. # ADS
     

  3. #12
    Ammaccabanane Sally.B
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 8/1/2009
    Messaggi: 1,264
    Piaciuto: 641 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    A mio parere nella vita è importante porsi un obiettivo e sapersi muovere verso di esso e, al tempo stesso, assumersi piena responsabilità di ciò che accade, nel bene e nel male.
    Affinché questo sia possibile è altrettanto importante avere la forza di non reagire negativamente alle difficoltà che ci si presentano... e questa forza viene dalla consapevolezza che la felicità è tutto per noi esseri umani ed infinite sofferenze valgono un solo istante di felicità. Vale sempre la pena e la paura molto spesso si manifesta sotto forma di pensiero, fermarsi e dire: "ok, pensiamo un attimo al percorso che sto facendo" è quasi sempre un segno di questa paura e molto raramente una genuina riflessione, tuttavia se si trattasse di una genuina riflessione ed inseguito ad essa arrivassimo alla conclusione di aver sbagliato in quel caso non ci sarebbe niente di sbagliato nell'ammettere di aver sbagliato e ricominciare di nuovo.
    La mente gioca spesso brutti scherzi, ricordo di una ricerca che parlava del nostro dialogo interno formato dal 77% da pensieri negativi e depotenzianti, prova a farci caso.
    Comunque non è necessario un lato di insicurezza per fare autocritica, basta accettare che come esseri umani siamo in continuo cambiamento, un'esperienza di un secondo può cambiare tutto... quindi alla fine l'importante è fare le nostre scelte in base a ciò che in quel momento è giusto per noi, solo cosi è possibile vivere senza rimpianti a mio parere.
    Mi rendo conto che tutto questo possa sembrare "poco umano" ma vivo secondo queste idee ogni giorno e nonostante mi caghi sotto ogni volta ne ho fatte di follie... come quella di usare i soldi dell'assicurazione della macchina per comprare una moto... senza aver mai guidato neanche uno scooter prima di allora... ed andarci al lavoro il giorno dopo l'acquisto con 2-3 ore di pratica sotto casa... pazze risate
    E ti assicuro che mentre la guidavo sono state tante le volte in cui ho pensato "ho fatto una cazz.ata assurda" e tante sono state le persone che mi dicevano "guarda che cadi, guarda che ti ammazzi, non sei capace lascia perdere" eppure me ne sono fregato e l'ho fatto comunque perché, nonostante la paura, era quello che volevo fare.
    Fermarsi e farsi due domande non è sintomo di paura, è sintomo di riflessione, è sintomo di voler pesare bene ciò che si vuole, anche in funzione del futuro. Io penso che sia sbagliato in assoluto programmare gli eventi, ma sia anche altrettanto sbagliato vivere di impulsi e di solo "mi fa star bene": si rischia di far male anche al prossimo se si agisce con troppa leggerezza.
    Magari si può anche arrivare ad un punto in cui tutta questa marea di cose non ci riempiono poi così tanto.
    La tua filosofia di vita è condivisibile, ma bisogna saperla "guidare".

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Ed ora è una delle mie più grandi passioni
    Sono d'accordo, ma rinunciando alla loro individualità inconsapevolmente rinunciano anche solo alla possibilità di essere felici... e se non sei te stesso con gli altri alla fine lo perdi anche "ciò che sei".
    Pienamente d'accordo! Io parlavo del "mal comune" e di perché purtroppo scattano certi comportamenti naturalissimi nella testa delle persone.
    Mai rinnegare sé stessi, noi siamo speciali per ciò che siamo e gli altri non sono nessuno per poterci giudicare.


    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Molto difficilmente voi ragazze vi fate avanti anche quando c'è un grosso interesse, a me sarà capitato un paio di volte in tutta la mia vita
    Comunque l'attrazione fisica è anche mentale ed oltretutto se non è seguita da altre qualità cade in un'istante.
    Questo se leggi bene l'ho detto anche io!

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Credo sia molto difficile che tu possa trovare un carattere di un ragazzo bellissimo e poi considerarlo brutto, perché appunto nel momento in cui realizzi che ha un carattere bellissimo automaticamente ti piace.
    E' piuttosto complicato
    Beh qui io ho capito cosa intendi. Se c'è trasporto mentale c'è anche trasporto fisico, se c'è trasporto fisico non è detto che ci sia quello mentale...forse è questo quello che intendi?
    Per la seconda sono d'accordo, per la prima non lo so.
    Dipende da come ti piace quella persona.
    Se dico che quel tipo è carino o che ha un bel carattere, non implica che avrò un trasporto emotivo in entrambi i caso.
    ...Hai ragione è un bel po' complicato xD



    Se andiamo avanti così penso che ne parleremo per mesi xD
    "Un uomo silenzioso è un uomo saggio. Una donna silenziosa è incazzata nera."
    [cit.]

  4. #13
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,772
    Piaciuto: 9505 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Comunque l'attrazione fisica è anche mentale ed oltretutto se non è seguita da altre qualità cade in un'istante.
    Credo sia molto difficile che tu possa trovare un carattere di un ragazzo bellissimo e poi considerarlo brutto, perché appunto nel momento in cui realizzi che ha un carattere bellissimo automaticamente ti piace.
    E' piuttosto complicato
    Ma anche no. Se un ragazzo non mi piace fisicamente può anche avere un carattere d'oro, non mi ci metto. Non mi è mai capitato fin ora, almeno. Però ho amiche che stanno con ragazzi non bellissimi, ma che caratterialmente sono interessantissimi, e loro ammettono senza problemi che sia stato quest'ultimo ad attirarle, non la bellezza. Un carattere splendido non rende bella esteriormente anche una persona.
    La foto della scuola non mi assomiglia più
    Ma i miei difetti sono tutti intatti

  5. #14
    Spice
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Sally.B Visualizza il messaggio
    Fermarsi e farsi due domande non è sintomo di paura, è sintomo di riflessione, è sintomo di voler pesare bene ciò che si vuole, anche in funzione del futuro. Io penso che sia sbagliato in assoluto programmare gli eventi, ma sia anche altrettanto sbagliato vivere di impulsi e di solo "mi fa star bene": si rischia di far male anche al prossimo se si agisce con troppa leggerezza.
    Magari si può anche arrivare ad un punto in cui tutta questa marea di cose non ci riempiono poi così tanto.
    La tua filosofia di vita è condivisibile, ma bisogna saperla "guidare".
    Si capisco cosa intendi dire, diciamo che gli obiettivi che ci poniamo dovrebbero essere in qualche modo "dinamici" e cambiare/adattarsi di volta in volta... non è semplice pero', ed io sono tipo piuttosto rigido in questo senso nel momento in cui mi fisso su qualcosa è finita... un po come farsi un viaggio a 300km/h alla destinazione indubbiamente ci arrivi ma ti perdi anche tante cose.
    Infatti penso proprio che la filosofia di vita migliore sia vivere con leggerezza (o di impulsi come dici tu), non fa per me ma forse è l'ideale.

    Beh qui io ho capito cosa intendi. Se c'è trasporto mentale c'è anche trasporto fisico, se c'è trasporto fisico non è detto che ci sia quello mentale...forse è questo quello che intendi?
    Per la seconda sono d'accordo, per la prima non lo so.
    Dipende da come ti piace quella persona.
    Se dico che quel tipo è carino o che ha un bel carattere, non implica che avrò un trasporto emotivo in entrambi i caso.
    ...Hai ragione è un bel po' complicato xD
    Hahaha esatto è un bel casino xD


    Se andiamo avanti così penso che ne parleremo per mesi xD
    Non preoccuparti puoi mandarmi a quel paese in qualsiasi momento!! xD

    Quote Originariamente inviata da Temperance Visualizza il messaggio


    Ma anche no. Se un ragazzo non mi piace fisicamente può anche avere un carattere d'oro, non mi ci metto. Non mi è mai capitato fin ora, almeno. Però ho amiche che stanno con ragazzi non bellissimi, ma che caratterialmente sono interessantissimi, e loro ammettono senza problemi che sia stato quest'ultimo ad attirarle, non la bellezza. Un carattere splendido non rende bella esteriormente anche una persona.
    Cosa intendete per bel carattere/carattere d'oro? Perché se quella persona ha il giusto mix di qualità che voi ritenete attraenti (e questo cambia da persona a persona) automaticamente vi piace anche fisicamente.
    Infatti come è successo alle tue amiche, loro ammettono di non essere state attratte inizialmente dalla bellezza del ragazzo ma poi attratte da altre qualità caratteriali di conseguenza sono rimaste attratte anche fisicamente, per forza altrimenti non ci starebbero insieme.
    In realtà la bellezza ha un grosso peso solo in certe situazioni, se ad esempio conoscessi un ragazzo tramite foto ti darei ragione ma nella realtà non funziona cosi.
    Un carattere splendido si proietta all'esterno ed è capace di rendere interessante/attraente una persona anche oggettivamente brutta, questo perché la comunicazione tra persone è al 93% non verbale (secondo alcune ricerche) ovvero gesti, espressione, linguaggio del corpo etc. e solo dal 7% verbale questo perché il linguaggio è una cosa piuttosto recente se vista nel contesto della storia dell'umanità.

  6. #15
    Ammaccabanane Sally.B
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 8/1/2009
    Messaggi: 1,264
    Piaciuto: 641 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Si capisco cosa intendi dire, diciamo che gli obiettivi che ci poniamo dovrebbero essere in qualche modo "dinamici" e cambiare/adattarsi di volta in volta... non è semplice pero', ed io sono tipo piuttosto rigido in questo senso nel momento in cui mi fisso su qualcosa è finita... un po come farsi un viaggio a 300km/h alla destinazione indubbiamente ci arrivi ma ti perdi anche tante cose.

    Infatti penso proprio che la filosofia di vita migliore sia vivere con leggerezza (o di impulsi come dici tu), non fa per me ma forse è l'ideale.
    Io credo che la vita ideale sarebbe riuscire a intraprendere con testardaggine i propri obiettivi, avendo comunque la sensibilità e la coscienza di osservare ciò che ci accade intorno mentre tentiamo di arrivare all'obiettivo.

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Non preoccuparti puoi mandarmi a quel paese in qualsiasi momento!! xD
    Assolutamente no! Altrimenti non ti avrei nemmeno risposto se non mi interessasse discuterne

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Cosa intendete per bel carattere/carattere d'oro? Perché se quella persona ha il giusto mix di qualità che voi ritenete attraenti (e questo cambia da persona a persona) automaticamente vi piace anche fisicamente.
    Io credo di aver capito cosa intendeve entrambi, sia tu che @Temperance .
    Lei intende dire che se un ragazzo ha un bel carattere non vuol dire necessariamente che deve interessarmi anche fisicamente: un po' come un tuo amico, sai che è sensibile, dolce ecc...ma non ti ci metteresti mai.
    Tu invece da quanto ho capito, intendi dire che se sei attratto dal carattere e dal fascino che emana una persona, allora necessariamente ti piace anche fisicamente.

    Secondo il mio parere avete ragione entrambi, ma forse nel dibattito tu parlavi di attrazione, lei e io forse intendevamo "il bel carattere" come qualità oggettiva al pari di una bellezza, che non implicava un attrazione verso esso.
    Anche perché poi alla fin fine secondo me, la bellezza da' un punto in più perché può spingermi a conoscere una persona, il carattere non può spingermi a vedere bella l'altra persona.
    Almeno all'inizio, perché se poi scatta un qualcosa anche il ragazzo più brutto diventa bellissimo.
    "Un uomo silenzioso è un uomo saggio. Una donna silenziosa è incazzata nera."
    [cit.]

  7. #16
    Spice
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Sally.B Visualizza il messaggio
    Io credo che la vita ideale sarebbe riuscire a intraprendere con testardaggine i propri obiettivi, avendo comunque la sensibilità e la coscienza di osservare ciò che ci accade intorno mentre tentiamo di arrivare all'obiettivo.
    Hai ragione, tuttavia trovare un equilibrio è sempre complicato.


    Assolutamente no! Altrimenti non ti avrei nemmeno risposto se non mi interessasse discuterne
    Hahaha! allora preparati ad andare avanti per mesi xD


    Io credo di aver capito cosa intendeve entrambi, sia tu che @Temperance .
    Lei intende dire che se un ragazzo ha un bel carattere non vuol dire necessariamente che deve interessarmi anche fisicamente: un po' come un tuo amico, sai che è sensibile, dolce ecc...ma non ti ci metteresti mai.
    Tu invece da quanto ho capito, intendi dire che se sei attratto dal carattere e dal fascino che emana una persona, allora necessariamente ti piace anche fisicamente.

    Secondo il mio parere avete ragione entrambi, ma forse nel dibattito tu parlavi di attrazione, lei e io forse intendevamo "il bel carattere" come qualità oggettiva al pari di una bellezza, che non implicava un attrazione verso esso.
    Anche perché poi alla fin fine secondo me, la bellezza da' un punto in più perché può spingermi a conoscere una persona, il carattere non può spingermi a vedere bella l'altra persona.
    Almeno all'inizio, perché se poi scatta un qualcosa anche il ragazzo più brutto diventa bellissimo.
    Mhm, credo che il vostro presupposto sia che la scintilla di attrazione, senza una conoscenza approfondita, sia legata sopratutto all'aspetto fisico ma in realtà, a mio parere, è in larga parte (non completamente ovviamente) di natura comportamentale (questo vale sopratutto per voi donne).
    Prendiamo l'esempio dell'amico, indubbiamente ha un bel carattere ma "da amico" perché manca di quelle caratteristiche comportamentali "virili" per questo viene inquadrato in questo modo.
    Come ti dicevo mi è capitato di trovare attraenti delle ragazze che non erano affatto il mio tipo fisicamente, questo di primo impatto senza conoscerle bene perché erano profondamente femminili, sensuali...

  8. #17
    Dinleyici Sedna
    Donna 33 anni
    Iscrizione: 16/4/2012
    Messaggi: 1,798
    Piaciuto: 1460 volte

    Predefinito

    Eppure l'antidoto c'è, una sincerità brutale verso noi stessi e verso gli altri che metta a nudo la nostra anima... i nostri desideri più veri.
    L'antidoto non è lo stesso per tutti, soprattutto perché non tutti avvertono il problema allo stesso modo e non tutti lo vedono come problema. Non è questione di appartenenza al sesso maschile e femminile, ma di rispetto verso qualsiasi tipo di diversità che comprenda caratteri dissimili dal nostro.
    "L'uomo non troverà la pace interiore finché non imparerà ad estendere la propria compassione a tutti gli esseri viventi". Albert Schweitzer
    "Nobody can hurt me without my permission". Mahatma Gandhi

  9. #18
    Temperance
    Donna
    Iscrizione: 15/1/2006
    Messaggi: 28,772
    Piaciuto: 9505 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Sally.B Visualizza il messaggio
    Io credo che la vita ideale sarebbe riuscire a intraprendere con testardaggine i propri obiettivi, avendo comunque la sensibilità e la coscienza di osservare ciò che ci accade intorno mentre tentiamo di arrivare all'obiettivo.



    Assolutamente no! Altrimenti non ti avrei nemmeno risposto se non mi interessasse discuterne



    Io credo di aver capito cosa intendeve entrambi, sia tu che @Temperance .
    Lei intende dire che se un ragazzo ha un bel carattere non vuol dire necessariamente che deve interessarmi anche fisicamente: un po' come un tuo amico, sai che è sensibile, dolce ecc...ma non ti ci metteresti mai.
    Tu invece da quanto ho capito, intendi dire che se sei attratto dal carattere e dal fascino che emana una persona, allora necessariamente ti piace anche fisicamente.

    Secondo il mio parere avete ragione entrambi, ma forse nel dibattito tu parlavi di attrazione, lei e io forse intendevamo "il bel carattere" come qualità oggettiva al pari di una bellezza, che non implicava un attrazione verso esso.
    Anche perché poi alla fin fine secondo me, la bellezza da' un punto in più perché può spingermi a conoscere una persona, il carattere non può spingermi a vedere bella l'altra persona.
    Almeno all'inizio, perché se poi scatta un qualcosa anche il ragazzo più brutto diventa bellissimo.
    Nel senso che sanno che il loro ragazzo non è bellissimo, ma l'aspetto fisico è passato in secondo piano rispetto al carattere, che le ha conquistate.
    Io non credo che se una persona ci piace caratterialmente di conseguenza prende a piacerci anche il suo aspetto fisico, per me non funziona così. Che passa in secondo piano okay, ma non che lo sostituisce o lo "altera". Nella visione d'insieme il ragazzo ci piacerà e basta, questo è ovvio, ma non se separiamo l'aspetto dal carattere.
    Poi questo è soggettivo, eh, parlo per come concepisco io le cose e le persone che conosco.


    - - - Aggiornamento - - -

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Hai ragione, tuttavia trovare un equilibrio è sempre complicato.




    Hahaha! allora preparati ad andare avanti per mesi xD




    Mhm, credo che il vostro presupposto sia che la scintilla di attrazione, senza una conoscenza approfondita, sia legata sopratutto all'aspetto fisico ma in realtà, a mio parere, è in larga parte (non completamente ovviamente) di natura comportamentale (questo vale sopratutto per voi donne).
    Prendiamo l'esempio dell'amico, indubbiamente ha un bel carattere ma "da amico" perché manca di quelle caratteristiche comportamentali "virili" per questo viene inquadrato in questo modo.
    Come ti dicevo mi è capitato di trovare attraenti delle ragazze che non erano affatto il mio tipo fisicamente, questo di primo impatto senza conoscerle bene perché erano profondamente femminili, sensuali...
    Il mio presupposto è questo, perchè io vedo così le cose. Mi avvicino a un ragazzo perchè mi ha colpito fisicamente. Se caratterialmente però non mi trasmette nulla perdo interesse. Ma se inizio a conoscere un ragazzo che caratterialmente mi intriga, ma dal punto di vista fisico non mi piace, lo stesso perdo interesse.
    La foto della scuola non mi assomiglia più
    Ma i miei difetti sono tutti intatti

  10. #19
    Ammaccabanane Sally.B
    Donna 27 anni
    Iscrizione: 8/1/2009
    Messaggi: 1,264
    Piaciuto: 641 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Mhm, credo che il vostro presupposto sia che la scintilla di attrazione, senza una conoscenza approfondita, sia legata sopratutto all'aspetto fisico ma in realtà, a mio parere, è in larga parte (non completamente ovviamente) di natura comportamentale (questo vale sopratutto per voi donne).
    Per quanto riguarda come la vedo io no. O meglio, forse mi sono spiegata male - non sarebbe una cosa poi così strana xD
    E' tutta la cosa in sé che scaturisce un'innamoramento. Se un ragazzo non mi attrae fisicamente - e non parlo di bellezza, ma di un "qualcosa" che mi colpisce - per quanto possa essere bello il suo carattere non potrei vederlo oltre l'amicizia.
    Idem, se quella persona mi attrae e mi colpisce a primo impatto, ma ha un carattere pessimo, per me quel qualcosa svanisce.
    E' un equilibrio tra le cose, ma almeno per quanto mi riguarda, non c'entra la bellezza. Non a caso le classiche bellezze stereotipate non mi attirano poi così tanto.
    Certo, ad eccezione delle amicizie che si trasformano in amore, è ovvio che di primo impatto qualcosa deve colpirci in modo che ci avviciniamo a conoscere l'altro/a. Ma non è sempre la bellezza, almeno per come la penso io, è un qualcosa che mi attira e può essere il sorriso, il modo di fare o si, perché no, il fascino.

    Quote Originariamente inviata da Spice Visualizza il messaggio
    Come ti dicevo mi è capitato di trovare attraenti delle ragazze che non erano affatto il mio tipo fisicamente, questo di primo impatto senza conoscerle bene perché erano profondamente femminili, sensuali...
    Beh secondo me quello che può trasmetterti un/a ragazzo/a dal punto di vista di sensualità e virilità/femminilità è in fondo anche questo un qualcosa di fisico. Magari qualcosa di fisico ma sublimato rispetto alla semplice attrazione fisica, m stiamo lì. Non si parla di bellezza come bello-occhiazzurri-capellibiondi , ma in fondo è comunque un qualcosa che ci colpisce e ci attrae senza sapere altro della persona in questione.

    Io distinguerei perciò bene l'attrazione fisica da quel "qualcosa" che può colpirci di qualcuno, perché il qualcosa può scattare anche se non si è belli.
    Ma alla fin fine entrambi le cose sono per così dire "carnali" ed esulano dal conoscere il carattere.
    "Un uomo silenzioso è un uomo saggio. Una donna silenziosa è incazzata nera."
    [cit.]

  11. #20
    Spice
    Utente cancellato

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Sedna Visualizza il messaggio
    L'antidoto non è lo stesso per tutti, soprattutto perché non tutti avvertono il problema allo stesso modo e non tutti lo vedono come problema. Non è questione di appartenenza al sesso maschile e femminile, ma di rispetto verso qualsiasi tipo di diversità che comprenda caratteri dissimili dal nostro.
    Come si può non vederlo un problema? La mancanza di sincerità ci nasconde da qualsiasi tipo di vera conoscenza ed alla lunga rende soli ed infelici.


    Quote Originariamente inviata da Temperance Visualizza il messaggio

    Nel senso che sanno che il loro ragazzo non è bellissimo, ma l'aspetto fisico è passato in secondo piano rispetto al carattere, che le ha conquistate.
    Io non credo che se una persona ci piace caratterialmente di conseguenza prende a piacerci anche il suo aspetto fisico, per me non funziona così. Che passa in secondo piano okay, ma non che lo sostituisce o lo "altera". Nella visione d'insieme il ragazzo ci piacerà e basta, questo è ovvio, ma non se separiamo l'aspetto dal carattere.
    Poi questo è soggettivo, eh, parlo per come concepisco io le cose e le persone che conosco.


    - - - Aggiornamento - - -



    Il mio presupposto è questo, perchè io vedo così le cose. Mi avvicino a un ragazzo perchè mi ha colpito fisicamente. Se caratterialmente però non mi trasmette nulla perdo interesse. Ma se inizio a conoscere un ragazzo che caratterialmente mi intriga, ma dal punto di vista fisico non mi piace, lo stesso perdo interesse.
    Per fisico intendi capelli, occhi etc. o anche altro?
    Se intendi solo la caratteristiche fisiche beh ognuno di noi è diverso, per quanto mi riguarda non è quasi mai sufficiente a far scattare un attrazione importante, mentre il contrario invece è molto possibile (leggi la mia risposta a sally per capire cosa intendo per carattere).


    Quote Originariamente inviata da Sally.B Visualizza il messaggio
    Per quanto riguarda come la vedo io no. O meglio, forse mi sono spiegata male - non sarebbe una cosa poi così strana xD
    E' tutta la cosa in sé che scaturisce un'innamoramento. Se un ragazzo non mi attrae fisicamente - e non parlo di bellezza, ma di un "qualcosa" che mi colpisce - per quanto possa essere bello il suo carattere non potrei vederlo oltre l'amicizia.
    Idem, se quella persona mi attrae e mi colpisce a primo impatto, ma ha un carattere pessimo, per me quel qualcosa svanisce.
    E' un equilibrio tra le cose, ma almeno per quanto mi riguarda, non c'entra la bellezza. Non a caso le classiche bellezze stereotipate non mi attirano poi così tanto.
    Certo, ad eccezione delle amicizie che si trasformano in amore, è ovvio che di primo impatto qualcosa deve colpirci in modo che ci avviciniamo a conoscere l'altro/a. Ma non è sempre la bellezza, almeno per come la penso io, è un qualcosa che mi attira e può essere il sorriso, il modo di fare o si, perché no, il fascino.
    Si qui siamo d'accordo.

    Beh secondo me quello che può trasmetterti un/a ragazzo/a dal punto di vista di sensualità e virilità/femminilità è in fondo anche questo un qualcosa di fisico. Magari qualcosa di fisico ma sublimato rispetto alla semplice attrazione fisica, m stiamo lì. Non si parla di bellezza come bello-occhiazzurri-capellibiondi , ma in fondo è comunque un qualcosa che ci colpisce e ci attrae senza sapere altro della persona in questione.

    Io distinguerei perciò bene l'attrazione fisica da quel "qualcosa" che può colpirci di qualcuno, perché il qualcosa può scattare anche se non si è belli.
    Ma alla fin fine entrambi le cose sono per così dire "carnali" ed esulano dal conoscere il carattere.
    Mhm, non sono d'accordo e ti spiego il perché.
    Non metterei quel "qualcosa" in attrazione fisica, perché il linguaggio del corpo, la gestualità, la virilità/femminilità, le espressioni, il modo di parlare etc. tutto questo è una proiezione del nostro carattere che fa parte della parte più profonda di noi.
    Da queste cose si capisce davvero molto sul carattere di una persona e ne rappresentano spesso il lato più sincero.
    Essere attratti da un tipo di capelli, occhi, fisico invece si è una cosa "carnale" che dice molto poco di una persona.
    Si può essere attratti da tutte e due le cose ma mentre la prima è una cosa "trascinante" la seconda lo è molto meno ed ha una scadenza.
    A Caska piace questo intervento

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. uomini e donne
    Da maya nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 18/10/2005, 16:59
  2. Uomini e donne
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 2/8/2005, 17:25
  3. Uomini e Donne
    Da *GRETA* nel forum Cinema e televisione
    Risposte: 49
    Ultimo messaggio: 26/2/2005, 23:05
  4. Uomini e Donne sotto la doccia
    Da Ziok nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 17/10/2004, 20:30
  5. Uomini e donne il fine giustifica i mezzucci
    Da Usher nel forum Barzellette e testi divertenti
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 2/10/2004, 14:40

Tag per questa discussione