ACCEDI

Attendere, registrazione in corso...

Password dimenticata?

×

REGISTRATI

Registrati gratis su Fuoriditesta.it, il più grande sito umoristico italiano.

Attendere, registrazione in corso...

Iscriviti usando il tuo indirizzo e-mail

Hai già un account? Accedi al sito

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube
Pagina 4 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Visualizzazione risultati da 31 a 40 su 51
Like Tree25Mi piace

La troppa differenza d'età può diventare un problema..ma lo è veramente?

  1. #31
    Peperin@
    Utente cancellato

    Predefinito

    Te ne accorgerai tu stesso, se l'età sarà un problema o meno.
    Vivi questa relazione come se fosse normale...
    Sarai tu stesso, poi con il tempo, conoscendola meglio, se condividete interessi, se avete delle passioni, se starete bene insieme, se non devi rinunciare a niente per lei e se non le chiedi di cambiare, a capire se ne vale la pena o meno.
    Ma questo vale per tutti, anche per i coetanei.


  2. # ADS
     

  3. #32
    Sei colori in cerca di autore Randy Mellons
    Uomo 119 anni
    Iscrizione: 6/2/2011
    Messaggi: 6,944
    Piaciuto: 5297 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Winston Blue Visualizza il messaggio
    -.-""" lei 32...tutto ma non pedofilo cazz' ....
    Avevo già editato
    A Pitbull_88 piace questo intervento

  4. #33
    Liga dipendente! eleo90
    Donna 29 anni
    Iscrizione: 15/9/2010
    Messaggi: 485
    Piaciuto: 60 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Mistake Visualizza il messaggio
    meglio pessimista che cornuto
    tesoruccio caro... Bisogna saper guardare oltre......

    Comunque.... condivido tutto quello che ha detto @Annie Lennox... La penso esattamente come lei
    Se due alla fine stanno bene insieme, l'età non conta....
    "Se fingi di essere una persona diversa da quella che sei, verrai circondato da persone che amano la tua maschera, amano qualcuno che non esiste. Sii sempre te stesso! E' meglio essere odiati per come siamo, con la possibilità di migliorarci, che essere amati per ciò che fingiamo di essere." [D. Roselli]

  5. #34
    FdT svezzato
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 17/5/2011
    Messaggi: 106
    Piaciuto: 14 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Annie Lennox Visualizza il messaggio
    Dipende da come intendi la parola cultura.
    Io l'ho intesa come modi di fare/pensare/ agire di un popolo.
    Quello che è stato inculcato dalla società e dall'educazione.
    Anche quella è cultura eh..XD

    Tu puoi farmi tutti gli esempi che vuoi, e io te ne posso fare almeno altri 4, ma non è che la ragione si stabilisce con le stastistiche e con gli esempi.
    La verità è che nessuno può andar a mettere becco a casa d'altri.
    La gente ha modi di pensare e di agire talmente vari e numerosi che non penso che si possa stabilire una "regola", capisci?
    Io non so se mi spiego...
    Io per cultura appunto mi riferivo a questa tua frase.

    Secondo me è una questione di abitudini che la nostra cultura ci ha inculcato.
    Non penso che sia un discorso di abitudini inculcato dalla società, ergo ho detto "non penso che si tratti di cultura."

    Comunque possiamo entrambi portare tutti gli esempi che vogliamo, ciò non toglie che l'esigenze delle età solitamente siano diverse.
    Poi per carità c'è chi ha le stesse esigenze (metti il o la ventenne che lavorano, sono indipendenti e possono mettere su famiglia, o il/la trentenne quarantenne che gli importa un cappero di tutto e fanno la vita da ventiduenne).
    Ma in linea di massima, ai giorni nostri soprattutto, penso che sia molto difficile avere una storia con grande differenza di età.
    Sia chiaro auguro a questo ragazzo che gli vada bene, se sceglieranno di affrontare il percorso.
    Non c'è niente di più democratico della morte.

  6. #35
    Ghajarya Annie Lennox
    Donna 142 anni
    Iscrizione: 20/9/2010
    Messaggi: 17,421
    Piaciuto: 7509 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Shibito Visualizza il messaggio
    Io per cultura appunto mi riferivo a questa tua frase.


    Non penso che sia un discorso di abitudini inculcato dalla società, ergo ho detto "non penso che si tratti di cultura."

    Comunque possiamo entrambi portare tutti gli esempi che vogliamo, ciò non toglie che l'esigenze delle età solitamente siano diverse.
    Poi per carità c'è chi ha le stesse esigenze (metti il o la ventenne che lavorano, sono indipendenti e possono mettere su famiglia, o il/la trentenne quarantenne che gli importa un cappero di tutto e fanno la vita da ventiduenne).
    Ma in linea di massima, ai giorni nostri soprattutto, penso che sia molto difficile avere una storia con grande differenza di età.
    Sia chiaro auguro a questo ragazzo che gli vada bene, se sceglieranno di affrontare il percorso.
    Le esigenze?

    Tu hai le stesse esigenze di un qualsiasi tuo coetanio?
    O di una persona nata nella tua stessa "generazione"?
    Io penso che le esigenze varino da persona a persona a prescindere dell'età. E' anche una questione caratteriale e di bisogni della persona, se vogliamo sviscerare come si deve la parola esigenze.

    Che possa essere difficile ai nostri tempi...ma cosa c'è di facile ai nostri tempi?
    Le cose difficili non piacciono a nessuno, tutti amano le cose facili...ma non esiste un facile e un difficile, esiste la percezione personale che la persona ha di una situazione. Per me può essere difficile come situazione, per altra gente non è difficile, anzi, non è proprio un problema.
    Poi esistono le situazioni oggettivamente diffiicili e sono altra cosa...e se ci si vuole bene si superano insieme o ci si lascia. Ma questo vale un po' per tutte le situazioni amorose a prescindere dall'età e dalla tendenza sessuale.
    Que me face isto amor, toda a vida a navigar, todas as velas a rasguear, todas as islas a descubrir a praia sud de todos os ventos, a praia sud de toto o mar, pra enfrentar todas as ondas e navigar multo mais a frente..

  7. #36
    Musicista fallito
    Uomo 27 anni da Cremona
    Iscrizione: 13/5/2011
    Messaggi: 156
    Piaciuto: 26 volte

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Shibito Visualizza il messaggio
    Non è un discorso di cultura... che c'entra qua la cultura scusa.
    E' un discorso di esigenze.
    Ti faccio un esempio conosco due coppie uno 38 l'altro 39 anni, una 24 l'altra 22
    Ecco loro vorrebbero convivere avere figli, stare in casa, le ragazze invece pensano giustamente a studiare e ad andarsi anche a divertire con le amiche, passando serate un po' diverse.
    E qua non c'entra la maturità o la voglia di fare esperienze ma proprio un discorso fisico mentale che nasce spontaneo.
    Poi immaginati quando loro avranno 60 anni e le ragazze 45 (il conto non è esattissimo ma siamo li) mi dici te che relazione ci può essere?
    Stesso discorso vale se fosse età invertita nella coppia, cioè donne più grandi e ragazzi più piccoli.

  8. #37
    FdT svezzato
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 17/5/2011
    Messaggi: 106
    Piaciuto: 14 volte

    Predefinito

    Le esigenze?
    Si proprio loro.

    Tu hai le stesse esigenze di un qualsiasi tuo coetanio?
    O di una persona nata nella tua stessa "generazione"?
    Uguali no ma simili si. Di sicuro molto più simili di come potrei averne con un/a trentacinquenne o quarantenne.
    E te lo dico anche per esperienza personale, vissuta.
    Basterebbe anche vedere, chiedendo, in linea di massima cosa vuole un ventenne da una relazione e cosa vuole uno di dieci - quindici anni di più. Levato lo smielato desio di amore, cuoricini e carezze. Presumo che troveremo notevoli differenze.
    Ripeto non sempre così ma in linea di massima la logica naturale pende dalla mia parte.

    Io penso che le esigenze varino da persona a persona a prescindere dell'età. E' anche una questione caratteriale e di bisogni della persona, se vogliamo sviscerare come si deve la parola esigenze.
    Appunto come ho detto prima, si parla in linea di massime e non di singoli.
    In linea di massima, sempre come ho detto prima, troveremo da una parte un ragazzo che deve finire gli studi o deve trovare una stabilità nella vita. Da un'altra una persona già navigata che vorrebbe stabilità sicura. (Per quanto sicura possa esser usato come temine nelle relazioni.)

    Che possa essere difficile ai nostri tempi...ma cosa c'è di facile ai nostri tempi?
    Le cose difficili non piacciono a nessuno, tutti amano le cose facili...ma non esiste un facile e un difficile, esiste la percezione personale che la persona ha di una situazione. Per me può essere difficile come situazione, per altra gente non è difficile, anzi, non è proprio un problema.
    Eh?!

    e se ci si vuole bene si superano insieme o ci si lascia. Ma questo vale un po' per tutte le situazioni amorose a prescindere dall'età e dalla tendenza sessuale.
    Bisogna volersene tanto bene... ma il problema è che bisogna volersene in due e pure parecchio.
    Non c'è niente di più democratico della morte.

  9. #38
    Ghajarya Annie Lennox
    Donna 142 anni
    Iscrizione: 20/9/2010
    Messaggi: 17,421
    Piaciuto: 7509 volte

    Predefinito

    Si proprio loro.
    Ma non c'entrano...

    Uguali no ma simili si. Di sicuro molto più simili di come potrei averne con un/a trentacinquenne o quarantenne.
    E te lo dico anche per esperienza personale, vissuta.
    Basterebbe anche vedere, chiedendo, in linea di massima cosa vuole un ventenne da una relazione e cosa vuole uno di dieci - quindici anni di più. Levato lo smielato desio di amore, cuoricini e carezze. Presumo che troveremo notevoli differenze.
    Ripeto non sempre così ma in linea di massima la logica naturale pende dalla mia parte.
    Si ma di queste cose, di solito, si discute PRIMA di intraprendere una relazione...
    Se un giorno ti svegli e decidi che la tua relazione non va più bene perchè c'hai a fianco una ragazzina che ancora studia, mentre tu vuoi una donna vissuta che lavori, beh, penso sinceramente che la persona debba sfar pace col cervello perchè le persone si scelgono, ci si sceglie dopo essersi conosciuti...si presume...
    Nessuno inizia una storia stile appuntamento al buio..o almeno lo spero XD


    Appunto come ho detto prima, si parla in linea di massime e non di singoli.
    In linea di massima, sempre come ho detto prima, troveremo da una parte un ragazzo che deve finire gli studi o deve trovare una stabilità nella vita. Da un'altra una persona già navigata che vorrebbe stabilità sicura. (Per quanto sicura possa esser usato come temine nelle relazioni.)
    Rileggi la risposta precedente.


    Eh?!
    Intendevo dire che dipende tutto dalla persona. Da come può vivere una situazione. Non è che tutti viviamo le situazioni in modo uguale.
    Per alcune persone affrontare una situazione (ostacoli, differenze, problemi) più essere difficile, per varie ragioni. Per altre invece basta comunicare e venirsi incontro.
    Per altri ancora quei "problemi" non sono nemmeno problemi...perchè vivono la relazione in modo diverso o hanno un modo diverso di affrontare la vita. (dimmi che hai capito )



    Bisogna volersene tanto bene... ma il problema è che bisogna volersene in due e pure parecchio.
    Si ma questa è la base.

    Ma mi vorrei soffermare un attimo sulle differenze.
    Perchè le differenze devono per forza essere il Male?
    Due persone troppo simili non andrebbero lo stesso allo scontro perchè, magari, subentrerebbe la noia?
    Le differenze, la diversità penso sia soprattutto crescita per entrambi. Uno scambio...aprirsi verso nuove cose, per progredire, per crescere.
    Personalmente le persone che hanno "qualcosa da dire" mi intrigano parecchio...le persone che mi ripetono quello ch già so', quello che già conosco non mi danno nulla di nuovo. A quel punto potrei stare benissimo da sola.
    Que me face isto amor, toda a vida a navigar, todas as velas a rasguear, todas as islas a descubrir a praia sud de todos os ventos, a praia sud de toto o mar, pra enfrentar todas as ondas e navigar multo mais a frente..

  10. #39
    FdT-dipendente *butterfly*
    Donna 28 anni da Torino
    Iscrizione: 10/3/2009
    Messaggi: 1,530
    Piaciuto: 401 volte

    Predefinito

    se ti piace davvero vale la pena almeno tentare...
    Ora mi sento come se stessi aspettando qualcosa che so non arriverà mai...
    Perché adoro illudermi e sperare, ti senti più vivo mentre lo fai.

  11. #40
    FdT svezzato
    Uomo 33 anni
    Iscrizione: 17/5/2011
    Messaggi: 106
    Piaciuto: 14 volte

    Predefinito

    Si ma di queste cose, di solito, si discute PRIMA di intraprendere una relazione...
    Se un giorno ti svegli e decidi che la tua relazione non va più bene perchè c'hai a fianco una ragazzina che ancora studia, mentre tu vuoi una donna vissuta che lavori, beh, penso sinceramente che la persona debba sfar pace col cervello perchè le persone si scelgono, ci si sceglie dopo essersi conosciuti...si presume...
    Nessuno inizia una storia stile appuntamento al buio..o almeno lo spero XD
    Secondo me qua sei troppo calcolatrice nel senso che all'inizio c'è anche quella passione, curiosità, attrazione sintonia che non ti fa pensare a tutto il resto. Ergo non è un appuntamento al buio ma quasi ci si avvicina.
    E questo vale per ogni relazione.

    Intendevo dire che dipende tutto dalla persona. Da come può vivere una situazione. Non è che tutti viviamo le situazioni in modo uguale.
    Per alcune persone affrontare una situazione (ostacoli, differenze, problemi) più essere difficile, per varie ragioni. Per altre invece basta comunicare e venirsi incontro.
    Per altri ancora quei "problemi" non sono nemmeno problemi...perchè vivono la relazione in modo diverso o hanno un modo diverso di affrontare la vita.
    Eh? No scherzo.
    Si ho capito quel che vuoi dire e come ho detto io le situazioni sono diverse.
    Ma qua io non parlavo per singoli, è ovvio che dica a quel ragazzo;
    "divertitici, buon per te che te la sei trovata matura."
    Magari grazie per l'esperienze aggiungerei; "Però occhio che potrebbe essere solo una relazione passionale e stop."
    Io prima e ora parlo in linea di massima, non del singolo o della singola eccezione.

    Ma mi vorrei soffermare un attimo sulle differenze.
    Perchè le differenze devono per forza essere il Male?
    Due persone troppo simili non andrebbero lo stesso allo scontro perchè, magari, subentrerebbe la noia?
    Le differenze, la diversità penso sia soprattutto crescita per entrambi. Uno scambio...aprirsi verso nuove cose, per progredire, per crescere.
    Personalmente le persone che hanno "qualcosa da dire" mi intrigano parecchio...le persone che mi ripetono quello ch già so', quello che già conosco non mi danno nulla di nuovo. A quel punto potrei stare benissimo da sola.
    Le differenze (se non abissali) sono un bene perché ci fanno crescere.
    Ma le differenze di carattere non di bisogni che in quel momento possano essere primari.
    Non confondere la differenza del vedere le cose o nel modo di fare, con la differenza di desideri che si vorrebbero subito.
    Non c'è niente di più democratico della morte.

Pagina 4 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Discussioni simili

  1. troppa differenza..
    Da aroma nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 25/7/2008, 15:18
  2. Quando l'accondiscendenza è veramente troppa...
    Da RedFlag nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 30/1/2008, 10:39
  3. 14ANNI - 20ANNI troppa differenza
    Da mattiad87 nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 64
    Ultimo messaggio: 15/1/2008, 2:00
  4. troppa differenza di età 7 anni(i+piccola)
    Da misty nel forum Amore e amicizia
    Risposte: 48
    Ultimo messaggio: 21/3/2007, 17:07
  5. ho un problema veramente serio!!!
    Da Luk_16 nel forum Problemi sessuali e di coppia
    Risposte: 40
    Ultimo messaggio: 8/1/2006, 2:52